Un taglio

Benvenuti

comeicinesi
Poesia d’amore
del 29/08/2010 235 visite 5 voti

Roberta Panizza propone la poesia “Un taglio” di Bruno Mancini letta da Antonio Mencarini

Un taglio alla fune del timone
sobbalza come la trottola sulle molliche di pane.
Sfugge corda indefinita.
Movenza soffice d’ora di sole.
È vortice di fantasia di specchi.
Se invece sei colpevole
e mentisti
se sei colpevole
e fuggi
e verso luci te ne fuggi
ossessive,
se sei colpevole
e premi
respiri e sangue
t’annulli avvilendoti
tu mi rincontrerai
acerbi altari a lustrare
indifferenti vuoti a credere
parole a piangere
sfide a creare
curvi colori oscuri e matti a muovere
in malinconie
tossiche
più di un fumo giallo e denso.

Ed io ti parlerò
di cani e di animali
delle mie pallide albe di sconfitte
di ore mai vissute
di stelle.
Ed io ti creerò bellezze
e ti richiamerò ricordi
e la mia mente
lenti accordi espia.

—————————-

A split at the helm’s rope
pops like the crust on bread.
The boat escapes the eternal cord
and is set gently adrift on a sunlit day
into a fantasy whirl of prismatic mirrors.
If instead you’re guilty
and lied
if you’re guilty
and flee
and toward the light you escape
obsessed,
if you’re guilty
and squash
breath and blood
cease humiliating yourself,
you’ll see me again,
undeveloped altars to glaze
frivolous indifferences to create
words to cry
challenges to conceive
warped colors dark and wild to move
downhearted
toxic
more so than a yellow and dense fog.

And I’ll speak to you
of dogs and animals
of my pale defeated dawns
of hours never lived
of stars.
And I’ll create splendors for you
and I’ll evoke memories
as my compassion
repents slowness to concede harmony.

(Bruno Mancini “Un taglio”, traduzione di Pamela Allegretto Franz)

Bruno Mancini – Un taglio – Legge Antonio Mencarini

Note dell’autore

I commenti

Grazie
comeicinesi il 31 ago 10 17:28 ha commentato:
In risposta al commento:
Commento 16169:

Cosa può essere più gratificante di questi vostri commenti?
Niente, e vi ringrazio tutti.

Commento 16169
Isola il 31 ago 10 16:54 ha commentato:
La tua poesia, Bruno, ha un fascino che non so spiegare. Usi la parola come pochi, le conferisci sensualità fatta di suoni, che inebriano.

Commento 16162
poetanelcuore il 30 ago 10 11:10 ha commentato:
Stupenda…complimenti

Commento 16161
Virginia Murru il 30 ago 10 11:02 ha commentato:
Concordo con Roberta, un parere l’ho espresso in altra sede, qui ribadisco che è una delle poesie più profonde che ho letto di te. Davvero molto bella.

Commento 16159
Franco Maccioni il 30 ago 10 9:56 ha commentato:
molto bella…

Commento 16158
Roberta il 30 ago 10 8:38 ha commentato:
Sei un Poeta.

Lascia un commento