BUSEAV Ischia : si aspetta il MORTO per intervenire?

Benvenuti

BUSEAV Ischia: si aspetta il MORTO per intervenire?
Per la serie Esopo news

BUSEAV

Se possibile, l’incidente è stato ancora più grave di quanto riportato nell’articolo del quotidiano “Il Dispari” diretto da Gaetano Di Meglio che ne da notizia.

Autobus con le porte bloccate, “sauna” per i passeggeri

Attacchi di panico e di claustrofobia non sono mancati.
Stiamo parlando di un bus fermo per strada, senza aria condizionata, sotto il solleone, alle 15 di uno dei pomeriggi più caldi e afosi degli ultimi secoli.

Visti i numerosissimi casi di avaria dei bus EAV circolanti a Ischia e poiché esistono certamente delle regole che impongono la revisione dei bus, quattro sono le cose:

  • 1) le revisioni sono fasulle,
  • 2) le revisioni non vengono effettuate nei tempi dovuti
  • 3) gli autisti sono incompetenti
  • 4) i bus sono scalognati.

E allora cosa aspettano i CC e i PS e tutti i tutori della legalità a controllare questi catorci che circolano sulle nostre strade?
Il morto?

A complemento di questo invito agli enti (ACI e &), alle forze dell’ordine (CC, PS, GF  e &), alla magistratura (procura e &), agli amministratori (regione, città metropolitana, comuni e &) affinché indaghino, controllino e mettano in atto tutte le iniziative utili a far sì che sulle strade dell’isola d’Ischia circolino SOLO veicoli a motore (BUS COMPRESI) in perfetto stato di manutenzione e di efficienza meccanica, verificandone, in particolare per i bus, le condizioni di sicurezza per i passeggeri…. a complemento di tale invito penso ad alta voce e dico che

è iniquo pretendere un corrispettivo per una prestazione che non si realizza secondo le caratteristiche previste dalla LEGGE.

Spiego il concetto con qualche esempio.

  1. Se vado in un negozio di alimentari pago un prezzo x per l’acquisto di un prodotto fidandomi delle LEGGI che impongono al venditore alcune regola da rispettare, come, per esempio, la data di scadenza della merce.
  2. Se prendo un treno dell’azienda x so che la LEGGE la ritene responsabile in ogni caso in cui essa non rispetti gli orari di arrivo
  3. Se stipulo un contratto con l’ENEL so che la LEGGE mi consente di chiedere un risarcimento nel caso di un’interruzione di corrente superiore ad un tot di minuti.
  4. Se salgo su uno dei Bus della EAV circolanti in servizio pubblico sull’isola d’Ischia, leggo cartelli che ne indicano la capienza massima consentita per LEGGE, insieme ad altri cartelli che indicano le sanzioni previste per LEGGE da applicarsi a coloro che non abbiamo perfettamente adempiuto alla obliterazione dei titoli di viaggio.

DÌ SOLITO CAPITA CHE SUI BUS DELLA EAV CIRCOLANTI SULL’ISOLA DI’ISCHIA IL NUMERO DI PASSEGGERI SUPERI DI MOLTO IL LIMITE CONSENTITO DALLA LEGGE, MA I VERBALI DI ILLEGALITÀ VENGANO ELEVATI SOLO AI PASSEGGERI CHE NON RIESCONO ANCHE A CAUSA DELL’AFFOLLAMENTO (ILLEGALE) A RAGGIUNGERE UNA DELLE DUE OBLITERATRICI QUASI SEMPRE FUORI SERVIZIO.

DOMANDA

Chi deve tutelare i passeggeri, regolarmente provvisti di un titolo di viaggio valido per un percorso effettuato sui bus della EAV operanti sull’Isola d’Ischia, affinché ai loro pagamenti delle tariffe “legali” corrispondano servizi ugualmente “legali”?

In soldoni: se un tizio paga il biglietto previsto dalla LEGGE e sale un un bus che trasporta un numero di passeggeri superiore a quelli previsti dalla LEGGE, dovrebbe aver diritto sì o no ad un rimborso?

Questa è una succinta rassegna stampa relativa ai guasti registrati negli ultimi tempi:

Bus in avaria – Ischia –  Posted on 

Il bus lo guido io –  Posted on 

EavBus in panne allo Scentone, traffico in tilt

Eav, autobus in avaria a Villa Arbusto

Trasporti, avarie a ripetizione per gli autobus Eav

Trasporti, la denuncia di UGL: “Le continue avarie dei mezzi EAV rendono il servizio difficile”

Bus Eav in panne, traffico in tilt a Casamicciola Terme

Lascia un commento