Camilla Boemio Turbolence 5th Odessa Biennale of Contemporary Art

Camilla Boemio Turbolence 5th Odessa Biennale of Contemporary Art

Camilla Boemio

Turbolence 5th Odessa Biennale of Contemporary Art will be held in Odessa (Ukraine), from August 26 till October 31 – Special project the exhibition curated by Camilla Boemio is part of “Zone of Turbulence”. At Odessa Municipal Museum of Private Collections. Bleshchunova

The “Delivering Obsolescence. Art Bank, Data Bank, Food Bank” exhibition curated by Camilla Boemio with artists: David Goldenberg and Fabio Lattanzi Antinori

La Biennale di Odessa è lieta di presentare la mostra “Delivering Obsolescence. Art Bank, Data Bank, Food Bank” curata da Camilla Boemio con l’artista britannico David Goldenberg e l’artista italiano, residente da anni a Londra, Fabio Lattanzi Antinori.

Camilla Boemio ha già curato “Diminished Capacity” (il primo Padiglione della Nigeria alla 16° Mostra Internazionale di Architettura di Venezia del 2016), prendendo parte nello stesso anno a “The Social”, la 4th International Association for Visual Culture Biennial Conference alla Boston University, negli Stati Uniti.

Qualche anno prima, nel 2013, è stata curatrice associata di “Portable Nation”, il Padiglione delle Maldive alla 55th Mostra Internazionale di Arte di Venezia.

La Boemio combina nei suoi progetti un numero disomogeneo di approcci  e metodi derivanti da strutture in grado di sostenere l’opera, le forme di realtà immaginarie, e gli scenari politici.

La politica, la finzione, la visualizzazione, lo spazio pubblico, la scrittura e qualunque altra cosa sia urgente diventa parte della narrazione della mostra attivando un fitto dialogo con lo spettatore.

Camilla Boemio curerà, nella sezione dei progetti speciali “Zone of Turbolence” della Biennale di Odessa al museo della città di Odessa, una mostra di analisi del concetto relativo alla “Turbolenza”, realizzando delle installazioni inedite.

La Biennale di Odessa affronterà, anche in questa edizione, un’analisi dei problemi geo-politici globali.

I vari progetti saranno realizzati in diverse sedi Istituzionali sparse nel centro della città e al museo d’Arte Moderna di Odessa; l’Istituzione museale più importante per l’arte moderna e contemporanea in Ucraina.

La mostra stabilisce “una pratica d’arte immaginaria” e, attraverso la sua costruzione, arriva ad interrogarsi sulla formazione esistente dei formati artistici.

È un metodo, ma anche un’indagine dello stato della turbolenza globale in cui ogni aspetto della quotidianità riguarda: i conflitti, le strategie e le sensibilità in espansione nelle quali l’arte contemporanea può attivare il dibattito pubblico.

Anche se le installazioni sono uno dei media centrali sviluppati dell’artista David Goldenberg, il linguaggio e il testo costituiscono la base delle sue singole opere e talvolta di intere esposizioni. Utilizzando la lingua come frammento ed atto, simile ad una parte di un discorso, che non è solo un’affermazione, ma anche un’azione, Goldenberg traduce frammenti di testo ed analisi del linguaggio dell’arte in esperienze fisiche.

Le sue opere, fatte di materiali semplici come la carta e l’assemblaggio di materiali di scarto della “post società dello spettacolo”, si riferiscono ad un corpo sociale e si orientano quindi verso proporzioni fisiche dall’ambiente.

Così, le varie opere di Goldenberg diventano dei veri e propri sistemi per figurazioni, analisi e strutture in atto.

Ancora una volta, nelle sue opere troviamo la fluidità di un discorso nel quale la saturazione dei dati viene assimilato al flusso delle merci e dell’arte.

Il lavoro di Fabio Lattanzi Antinori ha un carattere interdisciplinare e si concentra sui temi riguardanti l’individuo e la collettività dal punto di vista sociale, storico e culturale.

Prende spunto dalla lettura simbolica della realtà, ovvero la traduzione dell’universo sociale ed emotivo di un individuo, in icone e sistemi visivi, attraverso il linguaggio e l’analisi della memoria individuale e collettiva.

Sono due i lavori presentati di Antinori: “Belvedere” un’installazione video che dialoga con l’installazione sonora “UK United” realizzata appositamente per la Biennale.

“Belvedere” è un video fatto con composizioni visive astratte da transazioni legate a fenomeni di micro flash crash, registrate sui mercati Internazionali di qualche non fa.

“United UK”, invece, è l’installazione audio fatta mirando la lettera della Premier Theresa May con titoli dei giornali sui migranti, prese da fonti news online.

In origine si trattava di un video contenente un componimento poetico che in occasione della Biennale viene riadattato a un’installazione sonora.

Per creare la composizione, una serie di algoritmi utilizzano la famosa lettera di Theresa May, con la quale il primo ministro ha avviato il divorzio ufficiale dall’Unione Europea.

Nello stesso tempo il sistema utilizza una selezione di titoli sull’immigrazione pubblicati online attraverso gli account Twitter dei principali quotidiani britannici (dal The Guardian, al Times, Independent, ma anche dal Sun, Daily Mail, Telegraph ecc.)

Ogni parola dei titoli viene amalgamata più o meno casualmente selezionando una parola dalla lettera di Theresa May.

Una casualità che ci ricorda la finanza, la fede e l’incertezza nella quale viviamo.

Appunto:  “Frammenti” di una turbolenza nella quale siamo artefici, ed ignari spettatori.

 

Supporto tecnico: Meyer, San Francisco

Links: 2017.odesa-biennale.org.ua

www.camillaboemio.com

blog http://aniconics.wordpress.com

http://2017.odesa-biennale.org.ua/participants/

LONGOBARDI.

NOTIZIE

Camilla Boemio Turbolence 5th Odessa Biennale of Contemporary Art

DILA & Nazionali

Bruno oggi parliamo di eventi culturali

Penne Note Matite

Bruno oggi parliamo d scrivi posie

 Il Dispari: una pagina per DILA

Eventi dal 10 Aprile 2016

DILA & Museo della Terra Pontina

Bruno oggi parliamo di eventi culturali

Progetti Made in Ischia

DILA & Museo della Terra Pontina

Bruno oggi parliamo di eventi culturali

Associazione culturale “Da Ischia L’Arte – DILA”

DILA & Collana poetica

Dipingi EXPO

 YOUTUBE EMMEGIISCHIA

Scrivi poesie EXPO

 DILA & Rubrica Eudonna

Bruno EXPO 11

Eventi culturali nell’isola d’Ischia dal 10 Maggio 2016

Ipomea del Negombo 

DILA & Il Sextante
Ensemble vocale: I te vurria vasà
VI Qday Quilt Italia Campania
Mostra Fotografica Suggestioni in lith
Gioielli con sei zampe ad Ipomea del Negombo
Visite guidate alla Torre di Michelangelo
Giardini La Mortella: Incontri Musicali – Duo L. Georgievskaya – T. Schwan
GIORGIO MARIA GRIFFA ACQUERELLI
Ipomea del Negombo The dreamers tour of Sergio Bambarén 2016
Suggestioni in lith Luca Sorbo e Roberto Lagrasta incontrano Gino Di Meglio
Visita guidata al Palazzo Reale
Il disagio scolastico nell’infanzia e nell’adolescenza. La guida all’osservazione
Mangia Sano
Giardini La Mortella: Incontri Musicali – Evgeny Starodubtsev
A cena con Valerio Sgarra
Lacco Ameno in fiore premiazione
Giardini La Mortella: Incontri Musicali – Duo J. Lee – G. Troisi
Dipingi banner bozza1 - comp

 MANCINEIDE

Bruno EXPO 11

 DILA & Bookcity

Scrivi poesie EXPO

 DILA & EXPO in Città

EXPO Bruno 3

 Progetto Teleischia 2016-2017

DILA Otto milioni LITHO EXPO

 Qualcuno la chiama camorra

Nelle bugie EXPO

Teleischia Primo piano Bruno Mancini

Considerando la dovizia degli argomenti trattati, se ne consiglia la visione a tutti coloro che ritengano di avere a cuore le sorti della Cultura in generale e dell’Arte in particolare>>>>>

Amedeo Romano intervista Bruno Mancini

Teleischia logo comp

Il grande prestigio artistico dell’isola d’Ischia

DILA ha intenzione di creare un calendario annuale di eventi nel quale includere, di volta in volta, singole presentazioni di molti dei famosi personaggi che sono in qualche modo venuti in contatto con la nostra isola>>>

Scrivi racconti banner bozza 1 - comp

 Il Dispari: una pagina per DILA

Bruno oggi parliamo di eventi culturali

Bruno oggi parliamo di dall'italia alla lettonia

Museo del Mare & DILA

Bruno oggi parliamo di scrittori e libri

Alla ricerca dei percome

Una serie di articoli di denuncia sociale.
Esopo news, ovvero un modo moderno di favoleggiare mettendo in luce le scellerate
amministrazioni dei beni pubblici.
E non solo.Support independent publishing: Buy this book on Lulu.

Prezzo €12,00 (IVA esclusa)
Spedizione in 3-5 giorni ferialiAlla ricerca dei percome cop tutto 5 ok comp

 Alla ricerca dei percome

Foto eventi

Presentazione Antologia “La mia vita mai vissuta”

Pubblicazioni antologie

Premio pubblicazione

Pubblicità antologia “Otto milioni 2016”

Premi Otto milioni 2016

Bruno Mancini scrittore

Premio poesia “Otto milioni” 2016

Negozio di Bruno Mancini

Catalogo libri

Partecipazione antologie

Pubblicità

Lascia un commento