COD001AR Liga Sarah Lapinska La nostra isola

Benvenuti

COD001AR Liga Sarah Lapinska La nostra isola

COD001AR

LA NOSTRA ISOLA

Prima di tornare in Lettonia, il mio amico, il pescatore, Bruno Mancini, mi ha offerto di portare con me un pacco di libri, di quelle antologie che erano state prodotte prima che io iniziassi la mia cooperazione con lui stesso, Roberta Panizza, Nunzia Zambardi ed altri amici italiani.
Il limite del mio bagaglio a mano per l’aereo era di otto chilogrammi, quindi ho dovuto portare via con me, di ritorno da Ischia, solo le cose e i simboli più preziosi.
Il manoscritto “La Sagra del Peccato” di Bruno, in tre quaderni scritti a lettere larghe come usa scrivere sempre Bruno.
Uno dei primi CD di Fabrizio De Andrè, che è stato donato da Fabrizio a Bruno, con il viso di Fabrizio come di solito malinconico sulla copertina, ma Bruno me l’ha regalato come una reliquia a me cara.

Rosmarino, salvia, menta e le fragranze forti dei grandi fiori, la polvere dei petali e delle erbe, conservata in una borsa vellutata, insieme con la mappa della regione Campania e la mia tessera di socia DILA numero cinque

Bruno ha accettato subito, nel 2009, le mie poesie e i miei disegni, pubblicandoli nell’antologia “Ischia un’isola d’amore” contenete le poesie di nove poeti e le illustrazioni di sette artisti.

Per l’antologia del 2010 ho tradotto anche le poesie di Marta Zemgune, nata in Lettonia.

Nel 2011, abbiamo pubblicato nell’antologia le opere di una poetessa ceramista, Vera Roķe.

Nell 2012 abbiamo presentato altri due poeti e musicisti: Sanita Simsone e Modris Andžāns. Sanita, che suona con il sintetizzatore, scrive: “Provo ad imparare dalla natura la semplicità“.
A sua volta, Modris, che suona la chitarra, spiega: “Io preferisco la poesia, poiché è una categoria d’arte immediata, attraverso la quale, nella forma breve, si possono esprimere i pensieri e gli impulsi“.

In questo anno è stata proposta le prima competizione del Premio internazionale di poesia “Otto Milioni” dedicata al Commendatore Agostino Lauro.
Nel premio, il cui tema era “Mare-Isola” abbiamo invitato la cantante e poetessa Eva Kaufmane, ora Strazdiņa.

Poi ho invitato uno dei miei fratelli, il poeta Jānis Łapinskis e Svetlana Tumanova, iscritta nell’Unione degli scrittori di Russia, anche se a me e a Bruno non interessano quasi mai i titoli ma vogliamo che nei nostri concorsi e nei nostri eventi siano sempre più coinvolti autori che scrivano e parlino in lingue diverse dall’italiano e vivano in qualsiasi Nazione del mondo.

Non siamo collezionisti di Paesi, come alcuni fanno collezioni di francobolli.

Noi tutti siamo stati creati e creiamo per esistere, se è possibile, senza le guerre, non augurando la morte per quelli che non possiamo salvare.

Anche con la speranza di superare limiti e muri troppo assurdi tra i paesi.

Certo, una poesia o un dipinto non sono mai abbastanza per convincere alla pace le persone che sono ossessionate con idee politiche diverse, che hanno sofferto nelle guerre e sono diventate un po’ sprezzanti,
Oppure per rendere più tolleranti e più generosi coloro che sono diventati molto avari a causa della troppa ricchezza e per spingerli ad ammirare la poesia, la pittura o i sentimenti positivi dell’essere insieme a tanti altri durante un’alba, non importa da quale parte della terra giunga a risvegliare il mondo.

Nel 2013 il tema della Premio “Otto milioni” era “Mare-Vita”, mentre il tema del 2014 era “Mare-Monti”.
Allora ha debuttato come poeta Andris Vējš con una poesia interessante.
Ischia è un’isola che brilla nel sole, non lontana da Sorrento e Capri, ogni sera piena di fragili barchette.
Nel 2014 con la mia poesia dell’infanzia “Io, l’ultima donna ingenua” ho vinto il concorso, quindi ho avuto la possibilità di essere ospitata a Ischia che è diventata la mia isola.
Scrivo:
“Porta il mio respiro pesante e non gettarlo giù
porta il mio respiro leggero e non lasciarlo andar via
poiché il respiro è semina possibile del vento,
se nella mia ultima estate io, l’ultima donna ingenua,
ti ho amato marinaio mio, fuggito dal tuo ultimo mare.”

Ad Ischia insieme con Bruno ed altri amici abbiamo fondato l’associazione culturale “DILA” della quale Bruno fu eletto Presidente.

Nelle sere delle nuvolette di rosa e del vento di mare lento e pieno di sale, abbiamo passeggiato con Bruno e francamente abbiamo chiacchierato non solo del passato e del futuro dei progetti culturali, oppure delle città da gemellare non solo tra Italia e Lettonia, non solo di arte e di attività sociali, ma anche di gatti, cani, mare e amici.

Non tutti i politici non fanno altro che riempire i portafogli trasferendo denari da una tasca all’altra.

“Mia Maga” -Bruno mi ha chiamato spesso cosi- tu, insieme al nostro comune amico, combattente per i diritti umani Boriss Cilevičs, potreste guidare la sezione di DILA in Lettonia.
Sei la nostra ambasciatrice di cultura, saresti adatta a ricoprire il ruolo di Presidente della sezione di Lettonia DILA.”

Boriss mi ha poi spiegato che, purtroppo, è occupatissimo in altre attività, ma è pronto a consigliare altri personaggi entusiasti dell’Italia, che conoscono meglio di lui, a collaborare con i nostri progetti.
Comunque lui non ha mai perso l’interessa per il nostro progetto, e ha fatto molto per sbloccare il nostro sito LENOIS quando il sito era bloccato da hacker molto potenti.

Lui:-

I tuoi amici sono i miei amici. Vuoi farlo partecipare attivamente al vostro progetto?

Lui, come mi ha detto, è molto preoccupato per la lunga guerra in Ucraina, e, come tu sai, sono preoccupata pure io per una guerra cosi assurda. Lo sai, ci sono molti rifugiati provenienti dall’Ucraina che vivono qui.

Ci sono ebrei, ucraini e russi.

-Lui:-

Questo marinaio sa cantare meglio di come egli stesso pensa, ed è un buon organizzatore, e non risparmierà né le sue forze, né il suo tempo, se ha qualcosa da fare.

Per ora lui qualcosa ha frainteso.
Qualcuno ha, certo, divulgato maldicenze su di me, ma mi meraviglierò se lui dovesse credere ai pettegolezzi che raccontano su di me.
So solo che tutti i fraintendimenti saranno chiariti.
Lo conosco meglio di come lui stesso conosce se stesso.

Devo, in ogni caso, tornare in Lettonia, lì nel nord, perché lì, poco a poco, è iniziata la guerra di hybrid e per primi sono minacciati, come al solito, e sono cacciati i più coraggiosi e i più disinteressati.
Conosco lui, questo marinaio, come un uomo spesso disinteressato.
Quindi, credo che lui accetterà il nostro progetto non formale e non commerciale.
La nostra antologia viene presentata non solo agli artisti, ma ai nostri sponsor e ai sostenitori, e alle biblioteche.

Tanti adottano le nostre antologie con gratitudine o rispetto.

Altri buttano via le nostre antologie come fossero giornali obsoleti, non solo Marta Zemgune, ora Kronberga.
Questa donna ha rinunciato all’arte e si è rivolta alla professione di delatrice.

Nel 2015 il tema della competizione era “Pace-Amicizia-Unione”.
Questa volta debuttava l’insegnante timida Anna Gura, la cui figlia Olga è una disegnatrice con uno stile proprio.
Ha debuttato anche la fotomodella fragile di Ucraina, Natalya Kalinovskaya che, a volte, usa lo pseudonimo di Nika Kolinz.

Nel 2016, dopo il lungo blocco del nostro sito LENOIS, hanno partecipato non solo letterati ma anche artisti visuali nello specifico concorso.

Nel 2017 la giuria ha valutato non solo poeti e artisti visivi, ma anche giornalisti e musicisti.

Hanno partecipato alcuni artisti originari di paesi differenti: Italia, Lettonia, Stati Uniti, Algeria, Ucraina, Messico, Venezuela, Germania e India.
Questa antologia si chiama “Penne Note Matite“, le opere non solo sono state votate dalla giuria, ma anche tramite WEB .
Il gran numero di elettori tramite votazione WEB mostra quanto sia rinomato il nostro concorso e quanto interesse susciti la nostra antologia.

Quando, a causa di circostanze avverse, ero senza computer, ho scritto e tradotto per questo libro prima in una internet caffè “NEON” in Jelgava, poi con l’aiuto del mio vecchio e buono cellulare Sony Ericsson, ed anche con l’aiuto di persone che non sono né artisti né sponsor.
Per consentirmi di creare un bel libro mi hanno potuto aiutare, per esempio, dandomi le medicine necessarie per il mio gattino che ha avuto problemi di salute dopo che era stato avvelenato.

Si può aiutare con una buona parola nei momenti di stanchezza, quando si ha voglia di chiudere gli occhi, ma non c’è il tempo di farlo.
Poi c’è il piacere del libro pubblicato, e le foto in cui quelli che hanno ricevuto in omaggio la nostra antologia si sono fatti riprendere, mostrando questo libro per una semplice e simpatica tradizione.

Noi crediamo in tante belle iniziative e tradizioni che, a volte, vengono considerate come volgari e primitive mentre spesso, invece, sono indici di grande cordialità.
Nonostante il proverbio “Quando i cannoni parlano, le muse tacciono”.

In tempi crudeli le creature umane, anche gli artisti, diventano più profondi e più altruisti, o, viceversa, più pragmatici.
Tutto prenderemo noi: i primi premi e la fama.
Se noi dieci siamo più forti di quelli con i gomiti di ferro non chiuderemo la porta lasciando fuori i più deboli e più educati che sono un po’ in ritardo, perché il rifugio ha spazio sufficiente per almeno tutte le centinaia di artisti che sono in via di estinzione.

Nel sito web LENOIS, ogni sabato viene pubblicata la mostra “TUTTI INSIEME CONTRO LA VIOLENZA E IL NAZISMO”.

Entro questa mostra pubblicano una vasta gamma di artisti come pittori, scultori e disegnatori di gioielli provenienti da America, Europa, Asia e Africa.
Qualcuno fa la foto ritraendo un fiore coperto di rugiada al quale si avvicina una farfallina non lacerata dalle tempeste.
Un altro immortala un soldato, armato fino ai denti, che punta una delle sue armi più moderne contro un’impaurita vecchietta di campagna per rubarle la sua ultima pecora.

Bruno e io non siamo da soli i due, come lui ha detto in un momento di delusione, ultimi pazzi del mondo, per fortuna.
Talmente pazzi che crediamo che il profitto non è la priorità principale, né per un artista, né per un uomo d’affari, e neppure per uno scienziato.

L’importante è decidere dove e perché investire.

Non dove e perché stiamo dando, se siamo sicuri che stiamo dando la parte migliore di noi stessi.
Fino all’ultima goccia di sangue.
Con i libri non bastano mai.

L’importante è come si compongono e si sviluppano sia i libri, sia i loro autori e co-autori.
Sì, co-autori, ossia anche sponsor e collaboratori.
Le storie dei racconti e dei dipinti che pubblichiamo, a volte cosi simili alle realtà che amiamo e ricordiamo con affetto, spesso non solo ci aiutano a capire meglio, mentre li leggiamo o li ammiriamo, le passioni che li hanno generati o gli sguardi dei loro autori, ma ci danno anche la voglia di incontrare personalmente i loro autori, sperando che ciò avvenga… forse, già domani!

Il poeta italiano Felice Serino scrive:

“1.
nell’oltre non c’è ombra
-lo sai- ombra che ti possa
nascondere allo sguardo

è una chiarità che t’attraversa
non come qui che guardi
per speculum in aenigmate

2.
lì non si consultano dizionari
né atlanti: sei tu la biblioteca
il motore di ricerca

-alfabeto voce conoscenza- :
nel Tutto tu sei e tutto
è te – (l’aleph del poeta cieco)*

3.
è dove ti si svela ogni
contrario – la vita non è prima
della morte”

Liga Sarah Lapinska

COD001AR Liga Sarah Lapinska La nostra isola

DILA

Otto milioni

COD001AR

Liga Sarah Lapinska La nostra isola

COD002AR

Caterina Guttadauro La Brasca Hafez Haidar

COD003AR

Angela Maria Tiberi Caruso e zia Bettina

COD004AR

Silvana Lazzarino Roberto Prandin

COD005AR

Liga Sarah Lapinska Conoscere Rainis

COD006AR

Caterina Guttadauro La Brasca Enzo Tortora – Lettere a Francesca

COD007AR

Silvana Lazzarino Patrizia Canola

COD008AR

Angela Maria Tiberi Il colore degli aquiloni

COD009AR

Angela Maria Tiberi L’urlo dell’innocenza
Premi Otto milioni edizione 2018

Premi Otto milioni

Premi Otto milioni

Premio internazionale di Poesia

Settima edizione

Premio internazionale di Arti grafiche

Terza edizione

Premio internazionale di Musica

Terza edizione

Premio internazionale di Giornalismo

Seconda edizione

Premio internazionale di Narrativa

Prima edizione

Proposte pubblicazione e acquisto copie antologie della collana “Otto milioni”

A tutti gli Artisti che intendano inserire una o più loro opere nelle antologie della collana “Otto milioni” vengono offerte le seguenti proposte di pubblicazione ed acquisto.

Le offerte qui di seguito specificate sono valide per la pubblicazione di pagine in b/n e fino ad esaurimento delle pagine disponibili.
Su tutte le proposte in elenco ci sarà un ulteriore sconto di 20 € riservato ai Soci DILA in regola con i versamenti delle quote associative.

Numero copie Antologie collana “Otto milioni” 2016” Prezzo unitario Spese spedizione Sconto Totale da versare

Numero copie Antologie collana “Otto milioni” 2016” Prezzo unitario Spese spedizione Sconto Totale da versare
2 22.00 € 3.00 € 3.00 € 44.00 €
10 22.00 € 6.00 € 106.00 € 120.00 €
20 22.00 € 12.00 € 292.00 € 160.00 €
50 22.00 € 18.00 € 868.00 € 250.00 €
100 22.00 € 36.00 € 1836.00 € 400.00 €

Caratteristiche Antologie collana “Otto milioni”
– 200 pagine stampate a 1 colore in b/n
– carta testo uso mano da grammi 100/mq
– copertina stampata a 4 colori con plastificazione opaca bianca su carta da 300 grammi/mq
– allestimento brossura filorefe con doppia cordonatura
– prezzo di copertina 22.00 €
– ISBN
– Editore di riferimento

Modalità pagamento:
bonifico bancario sull’IBAN IT 02 K 05142 39930 133571129692
intestato a “Da Ischia L’Arte – DILA”
causale

Condizioni di pagamento:
1/3 alla nostra accettazione dell’ordine di acquisto
1/3 alla convalida, da parte degli Artisti, delle bozze di stampa
1/3 alla nostra comunicazione della spedizione dei volumi

I codici dei versamenti andranno inoltrati a emmegiischia@gmail.com

Proposte pubbicazione e acquisto per artisti 2018 ok

Antologie della collana “Otto milioni” Proposte acquisto per sponsor

Offerte valide fino a revoca e comunque non oltre le programmate 30 pagine di sponsorizzazioni per ogni Antologia

Caratteristiche Antologie collana “Otto milioni”
– 200 pagine stampate a 1 colore in b/n
– carta testo uso mano da grammi 100/mq
– copertina stampata a 4 colori con plastificazione opaca bianca su carta da 300 grammi/mq
– allestimento brossura filorefe con doppia cordonatura
– prezzo di copertina 22.00 €
– ISBN
– Editore di riferimento

1) Partecipazione mediante 1/4 pagina di immagini e/o testi decisi dallo Sponsor.
Acquisto da parte dello Sponsor di 20 copie dell’Antologia a meno di 1/4 del prezzo di copertina fissato in 22 €, per un importo totale, comprese spese di spedizioni, pari a 100.00 euro (5.00 euro a copia spedizione compresa!)

2) Partecipazione mediante 1 pagina di immagini e/o testi decisi dallo Sponsor.
Acquisto da parte dello Sponsor di 100 copie dell’Antologia a meno di 1/7 del prezzo di copertina, per un importo totale, comprese spese di spedizioni, pari a 300.00 euro (3.00 euro a copia spedizione compresa!)

3) Partecipazione mediante 3 pagine di immagini e/o testi decisi dallo Sponsor.
Acquisto da parte dello Sponsor di 400 copie dell’Antologia pubblicata ad 1/12 del prezzo di copertina, per un importo totale, comprese spese di spedizioni, pari a 720.00 euro (1.80 euro a copia spedizione compresa!)

4) Partecipazione mediante un logo a colori deciso dallo Sponsor, sia in prima e sia in quarta di copertina, delle dimensioni massime di 30 centimetri quadrati.Acquisto da parte dello Sponsor di 100 copie al prezzo di 350.00 euro (3.50 euro a copia spedizione compresa!)

5) Partecipazione mediante 30 pagine (ossia tutte le pagine destinate alla pubblicità) di immagini e/o testi decisi dallo Sponsor + un logo a colori deciso dallo Sponsor, sia in prima e sia in quarta di copertina, delle dimensioni massime di 30 centimetri quadrati.
Acquisto da parte dello Sponsor di 4500 copie dell’Antologia pubblicata ad 1/13 del prezzo di copertina, per un importo totale, comprese spese di spedizioni, pari a 7.500.00 euro (1.66 euro a copia spedizione compresa!)

In aggiunta alle precedenti proposte verranno effettuate
GRATUITAMENTE
queste ulteriori promozioni pubblicitarie.

A) Pagina personale per lo Sponsor su https://www.emmegiischia.com per la durata di un anno
B) Invito personale per lo Sponsor in occasione delle presentazioni pubbliche dell’Antologia
C) Tutte le immagini e/o i testi trasmessi in video attraverso una tv web
D) Disponibilità di ulteriori 10 copie dell’Antologia per distribuzione omaggio presso biblioteche, scuole, testate giornalistiche ed emittenti televisive contattate dallo Sponsor.

Modalità pagamento
Bonifico Bancario IT 59 J051 4239 9301 3357 1082 422
inviare codice versamento a emmegiischia@gmail.com

INFO:
3935937717 (ore 14 – 23)
emmegiischia@gmail.com

Sponsorizzando i nostri volumi di poesie, senza dubbio gli Autori dei testi, ma sicuramente anche le Aziende Commerciali, ottengano notevoli benefici quali possono essere considerati quelli derivanti da una rete alternativa di distribuzione, una forma innovativa di pubblicità aziendale, un nuovo strumento di propaganda personale, il rafforzamento di contatti operativi tra Cultura e Aziende, la gratificazioni per il serio lavoro di Scrittori, Artisti, ed Imprese Commerciali, e, non ultimo, il vantaggio derivante dall’effetto sorpresa conseguente alla novità dello strumento utilizzato per promuovere i propri prodotti.
Noi affermiamo che nessun libro viene cestinato prima ancora di essere sfogliato (come viceversa avviene per depliant, brochure, volantini, e cataloghi vari).
La nostra esperienza ci dice che i libri ed i loro contenuti (siano anche messaggi pubblicitari) vivono e vengono letti da più generazioni, continuando a fare bella mostra di sé nelle case e nelle librerie, perché:
I libri sono cultura, serenità, malizia
I libri aggiungono valore agli auguri
I libri aumentano il pregio dei regali.
I libri donano intensità emotive.
I libri sprigionano emozioni.
I libri offrono esperienze insostituibili.
I libri rappresentano patrimoni di conoscenze.
I libri arricchiscono competenze.
I libri spandono seduzioni.
I libri suscitano serenità.
I libri adornano di charme.
I libri diffondono culture.
I libri posseggono fascino.
I libri infondono distensione.
I libri non ingannano, ma ammaliano.
I libri sono tranquillità, sono suggestioni, sono tentazioni, sono lusinghe, sono confronto e tanto altro ancora.
Grazie per l’attenzione.

Bruno Mancini
Presidente Associazione culturale “Da Ischia L’Arte – DILA”

Proposte pubblicazione e acquisto per sponsor 2018 ok

DILA

Otto milioni

Lascia un commento