Facebook e Instagram bloccati in tutto il mondo

Benvenuti

Ore 15.31 del 14 Aprile 2019 facebook è di nuovo on-line.

Ore 15 del 14 aprile 2019: ancora non si hanno notizie ufficiali sulle cause del problema che ha paralizzato tutti i social del gruppo dell’azienda di Menlo Park che si trova con le tre principali piattaforma del mondo offline.

Le comunicazioni tra gli utenti si stanno rapidamente spostando verso altre applicazioni come Telegram e Twitter o addirittura i classici SMS.

Su Twitter gli hashtag #FacebookDown, #InstagramDown e #WhatsAppDown impazzano tra i trending topic del social network, una giornata catastrofica per l’azienda di Zuckerberg. Da alcune ore i tecnici dell’azienda stanno lavorando per tentare di comprendere le cause del blocco e non si hanno cdertezze di quanto tempo occorra per riportare il server nei parametri della normalità.

Facebook non funziona: problemi, crash e disservizi
Alle ore 12.30 del 14 aprile 2019 facebook risulta bloccato.

Impossibile raggiungere il sito

Facebook è bloccato

Non sono note le ragioni di tale blocco.

Tutta la galassia Facebook è coinvolta nel “gusto” del quale ancora non sono state rese note le cause.

Le prime notizie del blocco sono state segnalate intorno alle 12 del 14 aprile 2019.

Il blocco totale per qualsiasi tipo di accesso coinvolge le piattaforme social Facebook e Istagram.

Al momento pare che il problema sia presente anche  sull’applicazione messaggistica istantanea WhatsApp.

 

Facebook è bloccato

Un mese fa circa ci fu il crash più lungo della storia dei social, con ben 14 ore di down.

Allora si disse che c’era stato un problema di server che viene utilizzato da da tutti i principali social facenti capo alla stessa azienda.
Il blocco quindi era stato pressoché totale.

Oggi nuovamente gli utenti riscoprono Twitter che funziona normalmente

Downdetector, il sito che monitora le attività dei siti web, afferma che le avarie di registrano particolarmente in Italia e Paesi Bassi, parte del Regno Unito, Grecia, Bulgaria e Romania, ma anche nelle Filippine, a Taiwan e in Malaysia.

Lascia un commento