Forte scossa di terremoto a Ischia. Saltata la luce. Crolli…

Ischia 21 Agosto 2017

ORE 4.05 Estratto Paqualino! Il più piccolo dei tre bambini è fuori. Si scava per salvare gli altri due che sembrano essere vivi. Restano da salvare i due piccoli e da estrarre il corpo quasi sicuramente senza vita di una signora.

Paura sciacalli. Molte persone rifiutano di lasciare le proprie case lesionate per timore dell’arrivo di sciacalli

Ore 03.38 Durante queste cinque ore, in Via Serrato, sono state tratte in salvo 5 persone. Dalle macerie devono essere ancora estratti 3 piccoli di casa Toscano, Pasquale, Ciro e Mattia. Nei minuti precedenti sono stati tratti in salvo la Signora Valentina, papà Alessandro, il cane Leo e la Signora Michelina che,stata trasferita in terraferma per ricevere le cure del caso

“Non ho mai sentito una scossa di terremoto così forte, nonostante otto anni fa, da Pescara, abbia sentito il sisma dell’Aquila. È stato fortissimo, sono sconvolta. Subito dopo la scossa abbiamo visto fumo e polvere alzarsi dal centro abitato. Dopo tutte queste ore tremo ancora dalla paura. Vogliamo solo ripartire con il primo traghetto disponibile“. È la testimonianza all’ANSA di una pescarese di 32 anni in vacanza a Casamicciola.

Alloggiamo in un appartamento in una palazzina di due piani – racconta la giovane – io ero all’interno, mentre il mio fidanzato e i nostri amici erano in un cortile condominiale. All’improvviso ha iniziato a tremare tutto. Ora siamo all’esterno, come tutti. È un continuo viavai di sirene, ambulanze e Vigili del Fuoco. Vogliamo solo rientrare in casa e prendere le nostre cose, ma abbiamo paura a farlo. Vogliamo ripartire con il primo traghetto utile. Tante perso hanno già fatto le valigie e sono già in fila per i traghetti

Sono 5 le persone sotto le macerie due non rispondono

Si sta scavando con le mani per salvare le tre persone

Requisiti traghetti per evacuare l’isola.

Due feriti sono gravi

Gli elicotteri sono impegnati nel trasferimento in terraferma dei degenti dell’Ospedale ischitano (UNICO SU TUTTA L’ISOLA) evacuato per pericolo crollo.

Sanità, trasporti, sicurezza: tutto KO!

Ecco che TUTTE le carenze dell’isola d’Ischia sono esplose in maniera virulenta.

Molti turisti vorrebbero lasciare l’isola e tornare nei loro paesi, ma non ci sono trasporti marittimi almeno fino alle tre di notte

Tre bambini sono sotto le macerie di cui uno di sette mesi

Le squadre di emergenza che sono sbarcate sono composte da 4 squadre di vigili del fuoco, da volontari e da forze di pubblica sicurezza.

Sta sbarcando il traghetto con le squadre di emergenza. Hanno anche cani per la ricerca di persone sotto le macerie.

La magnitudo è stata rivista e passa da 3,6 a 4,0

Confermata una seconda vittima

Il campo sportivo di Lacco Ameno è stato aperto per l’accesso a persone e auto che vogliono o devono trascorrere la notte fuori dai loro alloggi

Rai tre dice che ci sono sei bambini dispersi

Tre sono stati ritrovati… meno male, si spera di ritrovare anche  gli altri tre

Sono imbarcati sul Traghetto Caremar i rinforzi per Vigili del Fuoco e Polizia di Stato. A bordo anche il Prefetto.

De Luca linea diretta con Gentiloni. Il Presidente De Luca ha sentito il premier Paolo Gentiloni e il capo della protezione civile nazionale Borrelli per il coordinamento dei soccorsi, sia al livello nazionale che regionale.

La situazione per i senza tetto, per gli ospiti degli Hotel evacuati, e per tutti coloro che hanno timore di rientrare nelle proprie abitazioni è molto problematica anche per la presenza di numerosissimi turisti che occupano case ed alberghi. Trovare una stanza libera sull’isola in questo 23 Agosto 2017 è praticamente impossibile.

I TESTIMONI – ”Ho visto lesioni lungo una parete della struttura alberghiera che ci ospita. Al momento della scossa siamo fuggiti tutti in strada. Ho avuto tanta paura”. Così all’ANSA un professionista, A.P., in vacanza nell’isola d’Ischia, descrive quanto è avvenuto a Lacco Ameno poco prima delle 21. ”Mi stavo preparando per scendere – dice – quando si è avvertita la scossa, breve ma intensa. Siamo andati tutti in strada e ora mi accorgo di lesioni lungo alcuni muri della struttura”. A Lacco Ameno, la scossa si è sentita forte. Gli abitanti di via Borbonica, una zona alta del comune, appena avvertita la scossa sono scappati dalle case. Racconta Tommaso Monti, un giovane fotografo: “Ho visto crollare qualche tetto, ringhiere, muri di contenimento. Una rudere vicino alla nostra casa si è sbriciolato all’istante. Alcune stanze di una villa sono crollate. In giro si sentono solo sirene di ambulanze e quelle dei pompieri. Siamo tutti fuori dalle case con grande paura”.

Almeno 25 feriti

I soccorritori a Ischia cercano di recuperare sette persone rimaste sepolte per il crollo di un’abitazione determinato dal sisma in una strada di Casamicciola. Secondo un primo bilancio reso noto da fonti di polizia e carabinieri vi sono 25 feriti.

Lo si legge nel sito dell’Ingv. L’epicentro a mille metri dal Faro di Punta Imperatore sulla costa occidentale dell’isola

sei – sette edifici crollati nella zona alta di Casamicciola

In arrivo squadre di soccorso dal Lazio e dalla Toscana

A Casamicciola si registra una vittima: una donna anziana è morta dopo essere stata colpita da calcinacci caduti dalla chiesa di Santa Maria del Suffragio: si tratta della prima vittima accertata del terremoto che ha colpito Ischia. Lo riferiscono le forze dell’ordine.

La chiesa del Purgatorio è andata distrutta, numerosi alberghi sono isolati. Vi sono diversi feriti e alcuni dispersi. Stanno operando carabinieri, polizia e vigili del Fuoco, oltre che unità di soccorso medico.

Terremoto ad Ischia: crolli e lesioni ad abitazioni [VIDEO da Casamicciola]

Ci sono feriti e diversi dispersi

Evacuato L’OSPEDALE Rizzoli

Evacuati diversi Hotel

Abbiamo morti. Case distrutte. Hotel distrutti. Persone nella paura.

Attivato il piano di emergenza sanitario

È scattato il piano di emergenza sanitario per i soccorsi alla popolazione di Ischia: già disposta unità di crisi del Cardarelli per eventuali necessità di trasporto in eliambulanza.

una forte scossa di terremoto è stata avvertita in tutto l’isola.

La luce è saltata per alcuni minuti.

Le linee telefoniche sono state interrotte.

I lampadari hanno dondolato e  tanta gente è confluita spaventata nelle principali piasse di Comuni isolani.

Dalle prime informazione pare che ci siano stati crolli di cornicioni ma nessun ferito.

La zona di Casamicciola  è stata quella in cjui si è avvertito maggiormente il sisma.

Terremoto ad Ischia e Napoli 21 agosto 2017

Forte scossa di terremoto ad Ischia: sisma avvertito anche a Napoli

La scossa si è verificata intorno alle 21.00. Paura sull’isola verde, con molta gente che si è riversata in strada

Terremoto ad Ischia e Napoli 21 agosto 2017
„Molta gente è scesa in strada. Crollati muri perimetrali a Barano.

Terremoto ad Ischia e Napoli 21 agosto 2017
„A Forio, Barano e Ischia Porto in alcune zone è saltata anche la corrente elettrica. La scossa è stata avvertita in maniera nitida anche nella zona flegrea e nei quartieri collinari di Napoli, come il Vomero.
Terremoto ad Ischia e Napoli 21 agosto 2017

I sismografi dell’Osservatorio Vesuviano, come si vede dalla foto, hanno registrato la forte scossa di magnitudo 3.6, iniziata alle 20,58, ad una profondità di 10 km.

Sono decine le telefonate di richieste di aiuto giunte ai vigili del fuoco da tutta l’isola. I pompieri sono intervenuti a Casamicciola per una situazione critica verificatasi dopo la scossa.

Decine e decine di telefonate di richieste da tutta l’isola stanno giungendo al distaccamento dei vigili del fuoco di Ischia che hanno inviato la squadra di soccorso a Casamicciola per una situazione di criticità che è stata segnalata dopo la scossa di terremoto di magnitudo 3.6 alle 20:57.

«Ho visto lesioni lungo una parete della struttura alberghiera che ci ospita. Al momento della scossa siamo fuggiti tutti in strada. Ho avuto tanta paura». Così all’ANSA un professionista, A.P., in vacanza nell’isola d’Ischia, descrive quanto è avvenuto a Lacco Ameno poco prima delle 21. «Mi stavo preparando per scendere – dice – quando si è avvertita la scossa, breve ma intensa. Siamo andati tutti in strada e ora mi accorgo di lesioni lungo alcuni muri della struttura»

  l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), che l’ha segnalata alle 20:57. L’epicentro del sisma è stato localizzato a latitudine 40.71, longitudine 13.84 e ad una profondità di 10 chilometri.

A Piazza Maio un immobile è semidistrutto.

Terremoto sulla zona “Ischia e costa Flegrea (Napoli)” del 2017-08-21

    • Orario: 20 : 57 : 51
    • Magnitudo: 3.6
    • Profondità (km): 10 +/- 0

 

L’ospedale Rizzoli di Lacco Ameno è stato evacuato dopo l’individuazione di alcune crepe, ad eccezione di cinque pazienti intubati. Sono in atto verifiche da parte della Protezione civile Regione Campania. Le squadre che al momento stanno effettuando i controlli, si legge in una nota, sono state attivate immediatamente poichè erano impegnate sull’isola per Il servizio antincendio boschivo. Il presidente della Regione, Vincenzo De Luca, ha già allertato l’intera struttura regionale di Protezione civile.