Il Cottarelli dimenticato – MANI PULITE: PROCESSO CONTRO COTTARELLI

Benvenuti

Il Cottarelli dimenticato – MANI PULITE: AL VIA IL PROCESSO CONTRO COTTARELLI

Il Cottarelli dimenticato

Adnkronos

Milano, 12 Giugno 1995.

MANI PULITE: AL VIA IL PROCESSO CONTRO COTTARELLI

Davanti alla quarta sezione penale del Tribunale milanese è iniziato questa mattina il processo contro Carlo Cottarelli, legale rappresentante della Security Computer e della Cober.
Le accuse contro di lui vanno dalle false fatturazioni, al concorso in corruzione e violazione della legge sul finanziamento pubblico dei partiti.
In particolare per la Security Computer, secondo l’accusa, Cottarelli avrebbe emesso false fatture per 14 mld, mentre per la Cober ne avrebbe ”sfornate” altre, per prestazioni inesistenti, per un importo di circa 5 mld.

Due gli episodi di corruzione che gli vengono contestati.

Per la Nixdorf, Cottarelli avrebbe emesso false fatture affinché la società potesse disporre di fondi neri per pagare tangenti pari a mezzo miliardo.

E la stessa cosa avrebbe fatto con Memorex, altra società leader nel campo dell’informatica, perché quest’ultima disponesse di una liquidità extra contabile pari a 300 milioni.

Quindi il manager viene accusato di finanziamento illecito ai partiti per una mazzetta da un miliardo elargita all’ex segretario del Psi Bettino Craxi, e al defunto cassiere di via del Corso Vincenzo Balzamo, in tranche annuali da 150-200 milioni versate a partire dal 1984 sino al 1991.
Il suo arresto -è cronaca- fece scalpore anche perché la maggior parte della documentazione in mano agli investigatori venne trovata in un box affittato dallo stesso Cottarelli all’interno dell’autoparco di via Salomone, meglio conosciuto come l’autoparco milanese della mafia.

28 Maggio 2018: Carlo Cottarelli ha ricevuto l’incarico da Sergio Mattarella per formare un esecutivo “neutrale”!

Lascia un commento