Il Dispari 2015-07-06

Benvenuti

Il Dispari 2015-07-06

Il Dispari 2015-07-06

Ben trovati amici lettori!
Il clou di questa settimana è tutto focalizzato nel bando della prima mostra collettiva “Da Villaricca ad Ischia – Pittori in movimento” la cui organizzazione è stata affidata da DILA al Socio Fondatore, nonché pittore e poeta di chiara fama, Vincenzo Tesone con la Direzione Artistica di Roberta Panizza.
Troverete, in questa pagina, tutte le indicazioni essenziali per parteciparvi.
Potremmo aggiornarvi sull’andamento della classifica web delle poesie finaliste della quarta edizione del Premio Internazionale di poesia “Otto milioni”; potremmo pubblicare nuove puntate delle rubriche di Marina De Caro, Roberta Panizza, Antonio Mencarini ed altri; potremmo illustrarvi gli sviluppi dell’agenda dei partecipanti alla realizzazione del progetto “Otto milioni” approvato con il n. 1625 dalla commissione dell’EXPO di Milano; potremmo iniziare a spiegare le caratteristiche della nuova Antologia Da Ischia L’Arte; potremmo anticipare, con uno scoop, la notizia della realizzazione di un volume scritto a due penne: da me e dalla poetessa pittrice fotografa restauratrice Emanuela Di Stefano; potremmo… ma non abbiamo spazio sufficiente e quindi ci limiteremo a relazionarvi sulla nuova rubrica di Enzo Salvia che rappresenta una SUPER BIG ENTRY nella nostra pagina.
Se avrete la pazienza di seguirci, settimana dopo settimana, vi introdurremo in un mondo artistico culturale di grande spessore emotivo.
Bruno Mancini

Enzo Salvia (2)

Il Dispari 20150629 1 comp

Enzo Salvia e la sua “redazione” siciliana

Un cantautore neoromantico siciliano che si appassiona alla poesia.

Enzo Salvia è nato a Bronte, (CT) ove è vissuto fino al conseguimento della maturità classica. Ha partecipato, attivamente, al cambiamento sociale del Sessantotto esprimendo, anche attraverso la musica, la voglia del “nuovo”.
Laureto in Filosofia presso l‘Università di Catania, si è trasferito al Nord negli istituti superiori della provincia di Lecco e Bergamo, per poi continuare ad esercitare la professione di docente in diverse scuole siciliane.

Ha sempre dedicato il tempo libero alla musica, in particolare alla composizione, che oggi costituisce la sua principale passione.
Il suo primo CD, “Spiagge d’amore“ ha visto la luce nel 2005. Nel luglio del 2006 ha pubblicato il suo secondo album, “I giorni che ci restano”, nel 2008 viene stampato e diffuso, a cura dell’Archeoclub d’Italia “Nebrodi” di Mirto (ME), il terzo CD, “Viva la vita, viva l’amore“. L’ultimo CD, “Brivido d’amore”, contiene 10 brani, dei quali è autore delle parole, compositore e arrangiatore.
Enzo Salvia ha contribuito alla formazione e gestione di vari gruppi musicali, maturando esperienze significative sul piano umano e su quello musicale. È stato, insieme ad altri due colleghi, Pippo Faranda ed Enzo Malinconico, ideatore e coordinatore della rassegna culturale e artistica “Nuovi talenti“. Per diversi anni ha costituito e presieduto un’Associazione di volontariato per la risoluzione dei problemi idrogeologici del territorio.

Ha acquisito la conoscenza e l’uso di vari strumenti musicali: pianoforte, fisarmonica, synth, sequencer e tastiere, maturando varie esperienze a livello di composizione, oltre all’apprendimento dell’uso del computer per scopi musicali e all’utilizzo di vari software, all’assimilazione di tecniche di registrazione musicale, di arrangiamento, missaggio e mastering.
Ha vinto numerosi premi a livello nazionale ed internazionale tra i quali, nel 2011, il premio speciale della giuria assegnatogli dall’Accademia Culturale Internazionale “Il Convivio”.
In perfetta sintonia col romanticismo che vuole affermare, nel maggio del 2012, sul palco del Metropolitan di Napoli, in occasione del “X premio Albatros”, è stato premiato per la sua canzone “Amamihttp://www.youtube.com/watch?v=musY4y0SW-Y conquistando il secondo posto e confermando a Napoli, la patria della musica, la modernità della sua vena compositiva e la sua capacità di dialogare con l’anima di coloro che sanno ascoltarlo con attenzione e sensibilità.
In questi ultimi anni, ed è lui che lo dice “Ho ampliato l’orizzonte musicale e compositivo, grazie ai contatti intrapresi con il poeta e scrittore di Ischia Bruno Mancini, col quale si è instaurata un’intensa amicizia basata sul rispetto reciproco e sull’amore verso l’arte e la cultura che si è concretizzata sia nell’elaborazione musicale di poesie composte dal poeta-amico, e sia nel gemellaggio tra Torrenova (ME) ed Ischia realizzato grazie al nostro comune impegno”.
Così, da oggi, Enzo Salvia curerà, per questa pagina, una particolare redazione culturale “Torrenova” con la collaborazione di poeti e scrittori che si ritrovano in un cenacolo che ha la sua naturale collocazione nella bella e civile cittadina di Torrenova.
Rosanna Affronte, Linda Reale Ruffino, Nicolò Di Bella, Sam Di Bella, La Spina Nicolina, Graziella Lo Vano, Federica Santisi, Mela Mondie sono solo i primi personaggi di un elenco che tenderà ad aumentare giorno dopo giorno.
Il gruppo, come prima iniziativa, si sta impegnando nella realizzazione di un CD intitolato “Nelle bugie dei sogni“, in cui la musica si fonde con la poesia e viceversa. Ad esso ha aderito anche il cantante di fama, Socio Fondatore di DILA, il mito Don Backy, che vi inserirà un suo brano. Il CD sarà prodotto con l’etichetta “Ciliegia bianca“, gestita dal figlio del mito Don Backy.
Dalla prossima puntata Enzo Salvia comincerà a presentarci la redazione “Torrenova” iniziando da Sam Di Bella.

Emanuela Di Stefano Adotta una poesia Il Dispari

Il Dispari 2015-07-06

Il Dispari 20150629 2 comp

Chi legge le nostre antologie made in Ischia? Emanuela Di Stefano: poetessa, pittrice, fotografa, restauratrice romana.

L’Associazione culturale
“Da Ischia L’Arte – DILA”

LOGO DILA 6

presenta la prima rassegna d’arte internazionale
Da Villaricca ad Ischia: pittori in movimento
Mostra di arte moderna e contemporanea
Direzione Artistica Roberta Panizza
Ideatore ed organizzatore della mostra Vincenzo Tesone

L’obiettivo fondamentale della mostra è valorizzare gli artisti che vi partecipano, consentendo loro una visibilità internazionale valorizzata dalla collaborazione e dai patrocini morali di enti, istituzioni, aziende pubbliche e private.

Bando di partecipazione

1) La partecipazione è aperta ad artisti italiani e stranieri che potranno proporre opere di arti grafiche realizzate con qualsiasi tecnica (olio, tempera, acrilico, vernice, disegno, collage, acquerello, matite, tecniche miste, computer grafica digitale ecc .) e create su qualsiasi tipo di supporto.
2) Tema libero.
3) Ogni Artista potrà partecipare con un massimo di DUE opere. In totale saranno esposte al massimo 100 opere, che saranno accettate secondo l’ordine cronologico di ricezione delle richieste di partecipazione confermate dall’invio del “MODULO ISCRIZIONE” (disponibile in calce a questa mail) debitamente sottoscritto.
4) Le dimensioni delle opere dovranno essere comprese tra cm. 30×40 e cm. 80×100.
5) Le opere dovranno essere inviate prive di vetro; senza cornice; dovranno essere identificate con i nominativi degli artisti comprendenti recapiti postali, telefonici, e di e-mail; e dovranno essere munite di relative attaccaglie.
6) La mostra si terrà dal 12 al 23 Settembre 2015, con inaugurazione sabato 12 Settembre alle ore 19.00, e sarà visitabile ogni giorno dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 18.00 alle 22.00.
7) Le opere dovranno pervenire entro e NON oltre il 20 Agosto alla Sede sociale dell’Associazione culturale “Da Ischia L’Arte – DILA” Via Gemito 27, 80077 Ischia (NA).
Le opere dovranno essere bene imballate per consentirne la restituzione utilizzando lo stesso imballaggio.
8) Al termine della mostra le opere potranno essere ritirate, previo appuntamento, direttamente dagli Artisti o da loro incaricati entro cinque giorni dalla data di chiusura della mostra stessa. In caso contrario, ossia in caso di mancato ritiro, le opere saranno rispedite, entro i successivi dieci giorni, tramite pacco CONTRASSEGNO a carico dei destinatari mediante corrieri e/o poste italiane.
9) L’Associazione “Da Ischia L’Arte”, pur garantendo la massima cura nella custodia delle opere, declina ogni responsabilità in ordine ad eventuale smarrimento, danneggiamento, furto e simili altre cause di potenziali doglianze da parte degli Autori. Per tale ragione si invitano gli artisti a sottoscrivere polizze assicurative atte a coprire OGNI E QUALSIASI danno che possa essere arrecato alle loro opere dal momento della spedizione al momento della riconsegna..
10) In favore degli artisti e dei loro accompagnatori, l’associazione DILA si adopererà per promuovere vantaggiose convenzioni presso ostelli, hotel e ristoranti, comunicandole per tempo a tutti i partecipanti alla mostra.
11) A parziale copertura delle spese burocratiche, di allestimento, di organizzazione, di divulgazione, ecc. è fissata una quota di partecipazione pari a15 euro per un’opera e 25 euro per due opere. Per i Soci Fondatori DILA la partecipazione è del TUTTO gratuita, mentre per i Soci ordinari DILA le suddette quote sono dimezzate.
12) L‘invio delle opere dovrà essere preceduto dalla notifica dell’avvenuto versamento della quota di partecipazione eseguito
a) tramite bonifico bancario al seguente IBAN: IT02 K051 4239 9301 3357 1129 692
IBAN estero BCPTITNN c/c Banca Popolare: 1129692 intestato alla Associazione culturale “Da Ischia L’Arte – DILA”
b) tramite paypal verso il nostro account dila@emmegiischia.com
c) tramite l’organizzatore Vincenzo Tesone.
13) L’associazione DILA si riserva di stabilire ulteriori disposizioni giudicate positive, a suo insindacabile parere, per migliorare e/o regolamentare la manifestazione.
L’associazione DILA si riserva il diritto di riprendere e diffondere l’evento con
ogni mezzo disponibile (stampa, fotografia, radio, video, televisione, internet, inviti, locandine ecc.)
14) Alla mostra sarà abbinato un programma di interesse culturale partecipativo comprendente, ad esempio, presentazioni di libri, declamazioni poesie, interventi musicali ecc.
15) Un brindisi di augurio è previsto per la serata di inaugurazione.
16) A tutti gli artisti partecipanti sarà consegnata una pergamena ed una medaglia ricordo
17) Sulle auspicabili vendite delle opere, effettuate a trattativa diretta tra gli Artisti e i compratori, l’Artista accetta fin da ora di riconoscere una percentuale del 20% in favore di DILA, qualsiasi sia il prezzo dell’opera da lui venduta.
18) la partecipazione alla mostra è subordinata alla sottoscrizione per accettazione di una scheda di partecipazione da richiedere ad uno dei seguenti contatti
19) INFO: segreteria.dila@emmegiischia.com
Vincenzo Tesone: +39 3384261129

Il Presidente DILA
Bruno Mancini

http://www.emmegiischia.com/wordpress/partecipazione-antologie-lenois/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/partecipazione-antologie-lenois/

Il Dispari 2015-06-29

Il Dispari 20150629 tutto comp

EDITORIALE

Ben trovati cari lettori,
Questa pagina oggi propone una novità che ci accompagnerà sovente nelle puntate successive. Mi riferisco alla collaborazione di Michela Zanarella che ci da notizia della sua partecipazione tramite una rubrica chiamata “Leggere cultura”. Benvenuta Michela!
In linea generale c’è molto fermento di iniziative intorno a DILA. Infatti, senza dimenticare le attività in nuce per organizzare al meglio il deliberato gemellaggio tra Ischia e Torrrenova, senza perdere di vista la realizzazione del programma che andremo a presentare allEXPO di Milano, senza smettere di alimentare la diffusione delle notizie relative alla quarta edizione del Premio Internazionale di Poesia “Otto milioni”, a queste ed ai tanti altri progetti nei quali DILA è impegnata, si aggiunge la novità che, da alcuni giorni il Socio Fondatore Vincenzo Tesone ha assunto l’incarico di organizzare una maxi mostra collettiva di Arti grafiche da tenersi in una località dell’isola d’Ischia nel periodo che va dal 12 al 23 Settembre prossimo. Ve ne daremo ampia informazione, comprensiva del bando di partecipazione, forse già dalla prossima settimana.
Vi lascio con il classico “buona lettura”
Bruno Mancini

Il Dispari 20150629 1 comp

Katia Masssaro 777

Li vedo e li sento così!

Viaggio nell’anima di nuovi artisti, amanti dell’isola d’Ischia
Katia Massaro
Sono rare e discrete le persone speciali. Ma quando le incontri non ti puoi sbagliare. Perché il cuore le sente. Le riconosce “.
Agostino Degas

Katia Massaro “ è “ una persona speciale!
La conobbi circa tre anni fa, sempre ad uno dei tanti incontri artistico – culturali, organizzati da Bruno Mancini.
Ne avevo sentito parlare con grande calore ed enfasi dallo stesso Mancini, da Nunzia Zambardi e da tanti altri.
Katia Massaro per 12 anni Presidente e da qualche anno Presidente Onorario di Oceanomaredelphis Onlus, è una signora che nuota con i delfini nei mari del mondo.
Non so spiegare il perché mi aspettassi una donna imponente, vestita in modo elegante, o, quantomeno, eccentrico… invece: ecco che mi trovo davanti una donna esile, mora, vestita con una tuta grigia.
Quello che ti colpisce di più in Katia sono gli occhi e il volto, da essi traspare la più assoluta semplicità ed onestà, con la più totale mancanza di imbarazzo, privilegio che può avere solo chi non ha mai dovuto “vergognarsi“ nella vita!
Quattro chiacchiere con Katia, mentre siamo sedute su di una panchina al corso Vittorio Colonna di Ischia Porto.

Marina : “Cara Katia, mi parli un po’ del tuo rapporto con Bruno Mancini e del profondo affetto che vi lega?“
Katia:Il mio rapporto con Bruno è sempre stato fraterno, ricordo che, quando c’era il suo giardino, laddove oggi c’è la pizzeria Cecilia, organizzammo un gruppo musicale: i Ruk Ruk.
Bruno Mancini manager, Enrico Roja chitarra, Nick Pantalone basso, Saverio Toma sax, Mimmo Paciello batteria ed io cantante solista: cantavo appesa ad un albero di ulivo !
All’epoca ci divertivamo scorazzando sul sidecar rosso di Saverio; come era bella Ischia!
A volte facevamo filone e venivamo accolti dal bellissimo Gino Cacciapuoti che ci prometteva di tacere con i nostri genitori se io, in cambio, avessi cucinato i miei mitici“spaghetti con i lupini (sorta di vongole, molto più saporite ed economiche).
Al ginnasio organizzavamo la recita di fine anno scolastico e fu così che un anno, durante le prove di “Giorni Felici“, Roberto Ielasi mi fece cadere sul palco e le mie povere costole si incrinarono.
Ancora oggi lo ricordiamo ridendo, ma il mio dolore fu davvero tantoooo.”

Katia Massaro a 70 anni suonati, (dice lei di averli, ma non li dimostra affatto), mi dice che va sempre di fretta perché deve fare ancora tante cose per gli altri, altrimenti la sua vita sarà stata inutile.
Si occupa di giovani senza speranza, si occupa di un Istituto per bambini abbandonati a Mauritius, dove si reca spesso per portare i fondi che raccoglie e, soprattutto, il suo amore e le sue carezze.
Sente che il tempo non le basta, ogni giorno che finisce è un giorno sottratto alla sua “urgenza“ di fare. Mi dice : “Marina, ho una splendida nipotina di 2 anni che vorrei veder crescere con i sani principi che hanno insegnato a me, cosa piuttosto improbabile in questo mondo che cambia così velocemente. Mondo dove la carità cristiana, l’amore è ormai un optional, un accessorio “.
La grande gioia di Katia Massaro sono i delfini, con cui nuota e per i quali si batte strenuamente affinché vengano tutelati. Ha un ottimo rapporto anche con i polpi, che riesce ad ammaestrare, (sarebbero tanti gli spassosissimi aneddoti che potrei raccontarvi).
La dimensione ideale di Katia è lo stare sott’acqua; perché lei è così, sospesa tra cielo e mare, pronta, ogni giorno, a fare qualcosa per qualcuno, che sia un essere umano o animale.
Infatti per la Signora dei fondali marini, Katia Massaro, la diversità di genere non fa, realmente, alcuna differenza!
Ho scritto di Katia Massaro in questa mia rubrica essenzialmente dedicata ad artisti legati ad Ischia e l’ho fatto per due ragioni: Katia Massaro, una donna con la sua sensibilità, non poteva non amare l’Arte ed è infatti è sempre presente (quando si trova ad Ischia) ai vari incontri artistico-culturali; ma la ragione principale è perché io la annovero tra gli artisti (qui non mi riferisco alle bellissime foto che scatta), in quanto, nella realtà quotidiana, Katia Massaro è una grande Artista della Vita.
Marina De Caro

Scrivi racconti banner bozza 1 - comp

Il Dispari 20150629 2 comp

 

MICHELA ZANARELLA

Leggere Cultura

È sempre difficile presentarsi ai lettori, il mio nome è Michela Zanarella, sono autrice di poesia, narrativa e testi teatrali, Socia Fondatrice dell’Associazione “Da Ischia L’Arte – DILA”, Presidente dell’Associazione di promozione sociale “Le Ragunanze”, dal 2007 vivo e lavoro a Roma. Occupandomi da diverso tempo di cultura, in particolar modo di letteratura, ed essendo impegnata anche come giornalista della Free Lance International Press dal 2013, ho pensato di dare vita ad una rubrica dedicata a chi con determinazione cerca di fare attività culturali nel territorio nazionale ed internazionale, la rubrica “Leggere Cultura” sarà aperta a chi opera nel mondo della cultura. Con il prossimo primo appuntamento avrete modo di conoscere uno speaker radiofonico, attore, coordinatore di eventi, che vive a Bruxelles: Tony Esposito.
A presto.

Michela Zanarella

http://www.emmegiischia.com/wordpress/partecipazione-antologie-lenois/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/partecipazione-antologie-lenois/

Roberta Panizza

La poesia dal mio punto di vista

L’autore di oggi è di Pozzuoli. In più di una occasione i suoi versi sono comparsi tra le pagine delle pubblicazioni che portano il marchio dei progetti culturali ideati da Bruno Mancini. I suoi versi delicati, ma profondi ci spingono a spaziare oltre il visibile.
FELICE SERINO

Cos’è il mare

non puoi spiegarlo
alla bimba dagli occhi di luna
se non l’ha mai visto prima

se non è rimasta rapita
dal ricrearsi sull’acqua
di riflessi dorati
-ed è poesia…

lei può solo sognarlo – il mare –
come una carezza di vento
salato e spazi
aperti e voli…

vederlo nel proprio cielo
alla stregua in cui s’immagina
un altrove
chiamato paradiso

Roberta ischia

http://www.emmegiischia.com/wordpress/partecipazione-antologie-lenois/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/partecipazione-antologie-lenois/

“Chi legge il made in Ischia?”

Questa è la foto con la quale la poetessa, pittrice, fotografa, nonché restauratrice, Emanuela Di Stefano ha voluto rendere omaggio alla nostra antologia “Mare Monti Mare” contenete le poesie finaliste della terza edizione del Premio Internazionale di Poesia “Otto milioni”, pubblicata con la Direzione Artistica di Roberta Panizza, sponsorizzata dall’Istituto Agostino Lauro e resa possibile dalla concreta collaborazione degli amici del Comune di Torrenova (ME).

Vetrina Camera commercio Otto milioniEXPO camera commercio bachecaSCHEDA DESCRITTIVA PROGETTO “Otto milioni”

ENTE Associazione culturale “Da Ischia l’Arte – DILA”
TITOLO Premio Internazionale di Poesia “Otto milioni”
DESCRIZIONE SINTETICA Quarta edizione del Premio Internazionale di Poesia “Otto milioni” con stampa di un’antologia sponsorizzata: 20.000 copie fruibili gratuitamente in luoghi pubblici.
CONTENUTI DEL PROGETTO Il nome del progetto “Otto milioni” ha preso origine dal numero dei potenziali lettori delle antologie che contengono i testi di un nostro omonimo premio di poesia. Ciò, in quanto i suddetti volumi antologici, ogni anno, sono stati stampati in migliaia di copie con lo scopo di renderli disponibili in gratuita lettura per i passeggeri trasportati dal naviglio della Flotta Lauro in navigazione nel Mediterraneo. L’Associazione culturale DILA propone questo progetto poiché essa nasce dal desiderio di costruire una TRIBÙ di Artisti (Poeti, Narratori, Pittori ecc) che non si accontentino di rimanere segregati tra le quattro mura dei propri “siti”, ma decidano di dare battaglia con le stesse armi e sullo stesso campo ove spadroneggiano banalità edulcorate, omologate e massificate, e vogliano farlo accettando di utilizzare a tale scopo alcune forme pubblicitarie come veicolo promozionale. Prima o poi qualcuno doveva accorgersi che i tempi sono cambiati (i mecenati non vivono più nei palazzi ducali), che la pubblicità governa i nostri piaceri edonistici ed epicurei così come semina le spore di ideologie e di spiritualità, e che essa è la vera padrona delle nostre scelte e dei nostri portafogli. Essere Scrittori -modestamente dilettanti-, anche se apprezzati da critici e da altri scrittori, anche se vincitori di premi e di attestati, non basta a dare respiro a quella che, infine, può essere compresa come la vera ambizione di tutti gli Autori: liberarsi dei sogni e dei dubbi che sono state le prepotenti matrici delle loro ispirazioni aprendoli alla conoscenza collettiva. Pubblicare volumi di poesie contenenti pagine pubblicitarie fa nascere certamente una controversia tra l’astrattezza delle forme poetiche ed il materialismo proprio delle imprese produttive, ma oggi più che mai appare irrinunciabile annullare tale dicotomia e procedere verso una stessa meta pur se con interessi diversi. Primi in Italia, e forse anche in molti altri Paesi del mondo, da circa otto anni pubblichiamo antologie poetiche che contengono pagine pubblicitarie e che hanno tirature di tutto rispetto. Se in Italia un libro di poesie fosse venduto in 400 copie sarebbe un best-seller, mentre noi possiamo facilmente dimostrare che le 5.000 copie stampate per ciascuna delle ultime tre antologie hanno “agganciato” un numero di lettori dell’ordine delle decine di centinaia di migliaia. Ecco pertanto che la proposta del progetto “Otto milioni” è di consentire che, sponsorizzando i nostri volumi di poesie e di arti varie, senza dubbio gli Autori dei testi e delle immagini, ma sicuramente anche le Aziende Commerciali, ottengano notevoli benefici quali possono essere considerati quelli derivanti da una rete alternativa di distribuzione, una forma innovativa di pubblicità aziendale, un nuovo strumento di propaganda personale, il rafforzamento di contatti operativi tra Cultura e Aziende, la gratificazioni per il serio lavoro di Scrittori, Artisti, ed Imprese Commerciali, e, non ultimo, il vantaggio derivante dall’effetto sorpresa conseguente alla novità dello strumento utilizzato per promuovere i propri prodotti. Già è stato bandito il regolamento di partecipazione per la quarta edizione del premio internazionale di poesia “Otto milioni – 2015”: Le poesie finaliste saranno pubblicate in un’antologia dal titolo “Da Ischia L’Arte” che conterrà almeno 25 pagine dedicate agli sponsor. Il progetto “Otto milioni” otterrà il patrocinio da parte di almeno un Comune dell’Isola d’Ischia.
DATA dal 20 Ottobre 2015 al 25 Ottobre 2015
LUOGO Milano
COSTO COMPLESSIVO PROGETTO € 40.000
RICHIESTA MAIN SPONSOR € 30.000
BENEFIT MAIN SPONSOR visibilità internazionale
RICHIESTA CO-SPONSOR € 10.000
BENEFIT CO-SPONSOR visibilità internazionale
SITO WEB PROMOTORE www.emmegiischia.com
Per ulteriori informazioni su questa iniziativa rivolgersi a:
Sportello per la sponsorizzazione di iniziative culturali
tel: 02 85154175/4187/4176
e-mai: sportello-cultura@mi.camcomm.it

Il Dispari 20150622 1 comp

Questa è la risposta ricevuta dalla Segreteria di Stato del Vaticano alla ricezione di alcune nostre antologie.
“La Segreteria di Stato porge distinti saluti e, nel comunicare che quanto è stato inviato al Sommo Pontefice è regolarmente pervenuto a destinazione, esprime a Suo nome viva riconoscenza per il premuroso pensiero e Ne partecipa la Benedizione, pegno di abbondanti grazie celesti.
Segreteria di Stato Affari Generali”

Ringraziamento Vaticano

Questa è la risposta ricevuta dalla Segreteria di Stato del Vaticano alla ricezione di alcune nostre antologie.
“La Segreteria di Stato porge distinti saluti e, nel comunicare che quanto è stato inviato al Sommo Pontefice è regolarmente pervenuto a destinazione, esprime a Suo nome viva riconoscenza per il premuroso pensiero e Ne partecipa la Benedizione, pegno di abbondanti grazie celesti.
Segreteria di Stato Affari Generali”

 http://www.emmegiischia.com/wordpress/partecipazione-antologie-lenois/

Promozioni

Il Dispari: una pagina per DILA

Il Dispari 2015–06–22

Il Dispari 2015 – 05 – 25

Il Dispari 2015 – 06 – 01

Il Dispari 2015 – 06 – 08

Il Dispari 2015 – 06 – 15

DILA