Io sono colpevole – Per la serie Esopo news

Io sono colpevole
Per la serie Esopo news

Ischia 13 Agosto 2017

Io sono colpevole

Se è vero che non ci si può ritenere responsabili delle conseguenze nefaste verificatesi a causa di altrui imperizia, d’imprudenze singole o collettive, di eventi natural particolarmente violenti, o comunque di circostanze non controllabili, è anche vero che il livello di ciascuna civiltà è dato dalla correttezza sociale e morale espressa dai suoi rappresentanti e dai suoi organi istituzionali

Se la società di cui faccio parte è più o meno profondamente incivile, meriti o colpe sono anche miei..

Oggi l’intera isola d’Ischia è stata sconvolta dalla notizia::

Due sub morti tra Vivara e Ischia. Ancora una tragedia!

L’allarme è stato lanciato in tarda mattinata.

  • Ore 17.05 Identificato il sub. Si tratta di Antonio Emanato, 44 anni di Bacoli, titolare del diving Sea World e di una minorenne, 13 anni figlia di un amico di Emanato.

Io sono colpevole.

Dalle ore 18.00 alle ore 20:00 ero sulla spiaggia di Punta Molino a poca distanza dal luogo della disgrazia.
Avevo appreso le notizie televisive che comunicavano i primi particolari della disgrazia, ma vedendo che un po’ alla volta nella zona delle operazioni erano rimaste fisse solo due imbarcazioni e che gli aliscafi sfrecciavano e le navi transitavano proprio lì senza nessun riserbo o prudenza, ho creduto che avessero recuperato anche la ragazza.
Recuperati i corpi, se la comunità i torna immediatamente alla normalità è già un pessimo biglietto da visita per ottenere la qualifica di “civile”. Ma qui da noi è ci si è comportati anche peggio.
Apprendendo successivamente le notizie di stampa
  • 1) Ore 21.40 Si continua a cercare il corpo della 13 enne scomparsa in mare nel corso di una immersione. Gli spelosub esperti lavoreranno anche di notte per recuperare il corpo della piccola.
  • 2) Ore 22.18 Le operazioni finalizzate al recupero del corpo di Lara, rese quasi impossibili dalle tenebre, non sono stare portate a termine in serata – attività rinviate alle prime luci di domani.

non ho avuto difficoltà a capire che

io sono colpevole

perché faccio parte di una società disumanizzata.
Infatti, mentre ero sulla spiaggia di Punta Molino, vedendo che in zona erano rimaste fisse solo due imbarcazioni e che gli aliscafi sfrecciavano e le navi transitavano proprio nei pressi della Secca delle Formiche, ho creduto che avessero recuperato anche la ragazza, mentre, invece, ella era ancora prigioniera del mare che lei voleva conoscere.

Ora mi domando chi e come abbia potuto permettere tanto traffico in quella zona e in quelle ore. Chi e perché non ha impedito:che barche di turisti gioiosi, navi di linea ed aliscafi commerciali, motoscafi sfreccianti nel brivido della velocità e del potere finanziario, continuassero a navigare a forti andature per tutta la sera e tutta la notte nei pressi e sopra la secca dell “Formiche”::nei pressi e sopra il cadavere della giovane Lara Scamardella.

A Ischia non c’è stato rispetto, ma solo vuote parole di condoglianza, ed io sono colpevole di far parte di questa comunità.

Io sono colpevole Per la serie Esopo news  Ischia 13 Agosto 2017

 

 

Lascia un commento