Algerina – la donna algerina. DILABLIDA

Algerina – la donna algerina

Algerina

Lei è una ragazza, una mamma, una sorella. Una femmina. Vive in Algeria, al nord o al sud e lei è algerina.
Algerina - la donna algerina Attaccata alla tradizione trasmessa della mamma, della nonna è per sempre una donna. Una donna che deve essere presente per la sua famiglia, per i genitori, il marito e la famiglia del marito.
Studia, si sposa, fa figli.
Ma, con il tempo come donna lei è forte e allora lei ha preso un’altra strada.

Ha studiato, ha scelto di lavorare, di essere presente, con il fratello un po’ troppo nervoso perché sua sorella lavora con uomini e con il marito un po’ troppo geloso perché sua moglie lavora e ha soldi.

Una scelta difficile ma non impossibile. infatti, lei l’ha fatto e benissimo.

Questo vestito si chiama il HAYEK.

Non un velo ma fino al 90 era di solito il vestito algerino del nord.Ad Algeri, Blida….

Della sua bellezza si vedevano solo gli occhi e le gambe.

Dopo e arrivato un tempo nel quale la donna aveva bisogno di muoversi, andare a lavorare, prendere l’autobus il Hayek non e più comodo.

 

Arriva allora il tempo di mettere il velo .

Si veste normalmente ma nasconde i capelli.

La donna è più presente e pronta adesso ad affrontare la vita e i suoi impegni con un coraggio misto alla  bellezza della sua anima.

Una donna forte e dolce nello stesso tempo. Intelligente e umile, sviluppata e semplice.

Ha saputo seguire una strada sicura con il modernismo senza dimenticare che lei è una donna.

Conquistare il mondo e arrivare agli obbiettivi tracciati per lei.

La troviamo a scuola, sportiva, nella polizia.

Professoressa, dottoressa.

Donna brava a casa e a lavoro.per sempre algerina.

Algerina - la donna algerina

Lascia un commento