Roberta Panizza

Benvenuti

 ROBERTA PANIZZA

CURRICULUM

Diploma di maturità scientifica.

Laurea  in matematica conseguita nel 1992 presso l’Università di Bologna.

Ha lavorato dal 1993 al 1995 presso la Biblioteca di Vermiglio (TN).

Dal 1996 ha insegnato prima in scuole superiori e poi a partire dal 2000 presso una scuola media, dove lavora tuttora come titolare di cattedra.

Ha sempre amato molto la lettura  e si è dedicata alla scrittura, in particolare di poesia ma anche di prosa ed articoli, a partire dall’anno 2000.

Ha partecipato a diversi concorsi di poesia.

Nel 2003 è fra i vincitori del Premio “Habere Artem” indetto da Giuseppe Aletti Editore e si classifica terza nei due premi “Sulla strada di Oscar Lembo” e “Rocco Certo”.

È segnalata in altri concorsi e presente in raccolte antologiche.

Nel novembre del 2003 ha pubblicato la sua prima raccolta di poesie dal titolo “Le mille porte”- Aletti Editore, ed il suo nome compare nella “Enciclopedia dei Poeti Italiani Emergenti” -Aletti Editore, Dicembre 2003.

Nel 2004 ha svolto il ruolo di giurata nel XXIX Concorso di arte espressiva “1° Premio Val di Sole” –  sezione poesia.

Nel 2008 ha svolto il ruolo di giurata per la seconda edizione della “Biennale di Poesia in ricordo di don Nicolino Vacca” a S. Giovanni Suergiu.

Dal  2010 al 2013 ha fatto parte della Commissione cultura del Comune di Vermiglio.

Dal 2005 a 2009 ha gestito www.poesiaedintorni.it, portale dedicato alla poesia e alla cultura in generale.

Dal 2006 collabora con Bruno Mancini alla realizzazione di progetti culturali che si occupano della diffusione della poesia ma riguardanti anche la scrittura e le varie forme d’arte.

E’ fondatrice insieme a Bruno Mancini del gruppo LENOIS (LE Nostre ISOLE) confluito nel 2014 (DILA – Da Ischia L’Arte) nell’associazione DILA (Da Ischia L’Arte) di cui è Vicepresidente.

Molteplici sono le attività che l’hanno coinvolta insieme a Mancini e alla tribù di artisti che hanno collaborato alla realizzazione di eventi o hanno prestato la loro arte alla produzione di pubblicazioni. Tutto documentato su questo sito.

La passione per la diffusione dell’arte e in particolare della poesia è sempre in azione … (continua)…

PANIZZA: “INNAMORATA DI ISCHIA”

 ROBERTA PANIZZA

Progetto culturale “La mia isola” a cura di Roberta Panizza e di Bruno Mancini – Sacha-Savastano Roberta Panizza intervista

articolo panizza okEra senz’altro annunciato il successo di “Ischia un’isola di…“, terza antologia poetica curata da Bruno Mancini nell’ambito del progetto “La mia isola”, e l’importanza del dato non deve passare inosservata.
Centinaia di copie già piazzate prima ancora della stampa, il crescere dell’attenzione di media nazionali e non, e l’interesse della critica che cresce sempre di più in virtù del grande valore, ormai riconosciuto, di tutti gli artisti proposti dalla raccolta. Un gruppo di poeti di grande sensibilità che vede in Roberta Panizza, anche co-curatrice dell’opera insieme a Mancini, una delle più lucenti punte di diamante.
Trentina, docente di matematica e scienze presso una Scuola Media, il lirismo dell’Artista nasce sulla spinta di grandi emozioni, se ne nutre, in una riscoperta del significato più intimo (e vero) di una tradizione poetica ormai desueta.
Devo dire che nonostante l’amore per la poesia esistesse in me da sempre, è stato durante alcune circostanze per me molto difficili che la “miccia” si è accesa definitivamente. Comporre versi in quei frangenti iniziava a costituire per me l’unica luce in un momento di buio.”
Un’Arte che è quindi voce interiore, espressione del profondo.
Sì, ma non è detto che si debba partire sempre da emozioni negative. Credo che la poesia rappresenti un momento in cui ci si prende una pausa dalla vita vissuta, e ci si ferma ad ascoltare la propria interiorità.
Ed infatti l’opera di Roberta Panizza riesce a trasmettere tutta l’emozionalità di cui è intrisa, dove le parole diventano richiami potenti ad un mondo immaginifico vivo, ricco, di considerabile spessore, supportato da una costruzione formale coerente e precisa che non scade mai nel déjà vu e mantiene inalterata una grande freschezza compositiva.
Componimenti come “Senza Paradiso”, “Sete d’Estate” o “Senza nome”, in cima alle classifiche di gradimento delle precedenti edizioni antologiche, sono descrizioni raffinate e profonde di un’ immagine e dello stato d’animo che da essa si scatena, quasi come si volesse “portare fuori” ciò che nasce nel profondo tutto il giorno, tutti i giorni, e che quasi sempre si è troppo distratti o troppo occupati da poter cogliere ed apprezzare. Secondo alcuni è proprio questa l’essenza più profonda del costruire poesia.
Dal quadro emerge dunque, il profilo di un’autrice di grande talento, che curiosamente però sembra essere più conosciuta nella lontana Ischia di quanto non sia nel nativo Trentino.
Credo che questo sia dovuto al mio carattere schivo, principalmente. Ho avuto poi la fortuna di conoscere Bruno Mancini che con il suo carattere attivo ed intraprendente mi ha coinvolta, con mio grande piacere, nei progetti letterari a cui da tempo pensava e che voleva realizzare. Questo ovviamente mi ha fatto conoscere nella vostra zona molto più facilmente. Preciso però che questa collaborazione non mi ha fatto dimenticare il Trentino, coltivo anche e soprattutto qui la mia passione ”.
Del resto l’Isola Verde è stata per secoli la musa privilegiata di artisti di ogni genere, come ribadito più e più volte in tempi non sospetti anche da personalità lontane dalla nostra realtà locale. Un luogo quasi magico capace di esaltare gli animi sensibili e stimolarne la potenza creatrice. Quanto di tutto questo è vero anche per Roberta Panizza?

La risposta è decisa:

Ad Ischia ho trovato innanzitutto un ambiente umanamente e culturalmente accogliente. Inoltre ho anche conosciuto persone che mi hanno confermato quanto di bello si dice, dal punto di vista caratteriale, di chi abita al sud.
Un’opinione positiva sul nostro scoglio che fa sempre piacere ricevere, tanto più quando questa arriva da lontano e da persone culturalmente preparate e disinteressate.
Ho anche potuto constatare quanto siano importanti da voi le iniziative culturali. Per quanto mi riguarda la fama che Ischia si è fatta nel corso del tempo di culla della cultura, è ampiamente confermata…anche tenendo conto di come sono state accolte le iniziative che Bruno ed io portiamo avanti.
Sarà pur vero che nessuno è profeta in patria, ma è sempre curioso venire a sapere di quanta considerazione gode nel resto dello stivale (e non solo) l’ischitanità in molte delle sue manifestazioni, specie quando queste sono sottovalutate proprio da quegli enti, da quelle istituzioni nostrane cui spetterebbe il compito di propugnarle e valorizzarle al massimo. L’esempio, lampante, è quello di un’apprezzatissima poetessa che proprio sull’Isola Verde ha trovato l’habitat ideale per dar sfogo alla propria vena creativa, dimostrazione del buon funzionamento di risorse umane ed ambientali di cui, forse, qualcuno ignora del tutto l’esistenza. Risorse preziose quanto rare.
Ed infatti io mi auguro di continuare a lungo il sodalizio con Bruno Mancini, per portare avanti i nostri progetti di diffusione della poesia. I giorni che ho trascorso ad Ischia sono stati incredibilmente piacevoli per me, sarei molto felice di ritornarci per ripetere una esperienza simile: occuparmi di poesia in un luogo di così sconfinata bellezza, circondata da tante persone cordiali, è veramente il massimo.
Risale a luglio l’ultima visita della poetessa trentina Roberta Panizza, una visita durante la quale si fece apprezzare con la lettura di alcune sue opere presso l’Hotel Mareblu, alla presenza di stampa e semplici appassionati: una visita che probabilmente si ripeterà presto, perché per qualcuno (e certo non solo per quest’ottima poetessa) i nostri lidi sono “il massimo” per vivere e creare da Artista, un luogo paradisiaco di sconfinata bellezza.
Chissà in quanti tra quelli che ad Ischia ci sono nati o ci vivono, sarebbe possibile trovare lo stesso amore e la stessa passione. Sicuramente, non abbastanza.

Sacha Savastano “Corriere dell’Isola” 31 Marzo 2010

 

Poesie Panizza

Prose Panizza

Articoli Panizza

Varie Panizza

Video Roberta Panizza

Poesie del trentino

Rassegna stampa

Antologie

Partecipazione antologie LENOIS

Copertine di alcune nostre precedenti Antologie:

Adotta una poesia cop post

Adotta una poesia – Quarta di copertina

Adotta una poesia cop ant 001

Adotta una poesia – Copertina

Cop ant 4 iniz bozza 2 comp

Ischia, mare e poesia – Copertina

Ant2 Colella cop in OK

Ischia, un’isola di poesia – Gaetano Colella – Copertina

Ant2 cop in

Ischia, un’isola d’amore – Copertina

ant2copfin prima ediz

Ischia, un’isola d’amore – Quarta di copertina

Copia di DAVANTI MIRAMARE OK

Ischia, un’isola d’amore – Miramare – Copertina

Ischia, un’isola d’amore – Delphis – Copertina

ant1 cop in 5autori

Ischia, un’isola di poesia – Copertina

Ant Fruscio cop in ok

Ischia, un’isola di poesia – Fruscio – Copertina

ant1 cop fin 5autori

Ischia, un’isola di poesia – Quarta di copertina

Da Ischia sempre poesia

Da Ischia sempre poesia – Copertina

Liga Lapinska

Da Ischia sempre poesia – Copertine

ANT 3 DIETRO 6

Ischia, un’isola di… – Miramare – Quarta di copertina

ANT3 DAVANTI 7

Ischia, un’isola di… – Miramare – Copertina

Otto milioni cop Ok

Ischia – Otto milioni – Copertine

Mare Monti Mare-Pubblicità

Lascia un commento