08ar24 Articoli Otto Milioni 2024 Opere iscritte- Finalista

Benvenuti

08ar24 Articoli Otto Milioni 2024 Opere iscritte- Finalista

08ar24 Articoli Otto Milioni 2024 Opere iscritte- Finalista

08ar24 Articoli Otto Milioni 2024 Opere iscritte- Finalista

01ar24

02ar24

03ar24

04ar24

05ar24

06ar24

07ar24

08ar24

Milena Petrarca

Italia

IL QUADRO RIVELATO.

Bruno Ricci Guzzo è proprietario di un dipinto Meraviglioso un Cristo dagli occhi d’Angelo, una rivelazione, una magia, una mia scoperta che ha catturato il mio cuore.

Questo dipinto attraverso studi e grandi ricerche artistiche ho dedotto che è attribuito molto probabilmente al grande Raffaello Sanzio, un artista, che adoro.

Qualche mese fa il dott Bruno Ricci Guzzo mi pregò di fare una consulenza su questo dipinto, prima mi mostrò il quadro che nel lontano 1976 fece restaurare  da un esperto restauratore il signor Dionisi Rolando consigliato dalla dottoressa Aliberti Gaudioso Filippa, della Soprintendenza alle Gallerie del Lazio, Roma, allora le chiesi una foto prima del restauro e da questa foto vidi sulla parte sinistra in basso uno strano timbro a fuoco erano le iniziali S R  di Raffaello Sanzio attraverso studi e ricerche del Busi un grande ricercatore di firme dei grandi pittori allora scoprii la stessa firma  e così è nata la mia rivelazione.

Ecco la mia intervista fatta a Bruno Ricci Guzzo.

  1. Come ha avuto il possesso del quadro?
  2. Nel lontano 3 luglio 1973 in qualità di funzionario tecnico ottavo livello  della Regione Lazio, giorno di missione in servizio per effettuare sopraluoghi presso aziende agricole per motivi istituzionali.

In una di queste aziende  Contrada La Fiora, notai  un dipinto tutto rovinato  su una parete, mi avvicinai e fui molto sorpreso era un dipinto su tela, notai con sommo dispiacere che l’immagine rappresentava il volto di GESÙ, purtroppo era in pessime condizioni, invitai la proprietaria a farlo restaurare, ma  mi rispose che non aveva alcun interesse.

L’immagine mi aveva colpito moltissimo sotto il profilo artistico e religioso.

Prima di salutarci rinnovai la mia richiesta di acquisto, precisando che l’avrei fatto restaurare e tenuto gelosamente sempre con me e per nessuna ragione l’avrei venduto.

Divenimmo ad un accordo con scambio del dipinto con l’immagine della Madonna in argento di artigianato napoletano.

Sono passati oltre 50 anni il quadro è tenuto in ottime condizioni e ben custodito mantenendo la promessa fatta.

Prima di congedarmi, volli conoscere la vera storia di come questo quadro fosse entrato in quella piccola azienda agricola.

La signora Mandatori mi raccontò che da circa 4 generazioni venne nel territorio dello Stato Pontificio per visite pastorali, un gruppo di VESCOVI e CARDINALI, chiesero ospitalità alla famiglia di allora suoi discendenti e soggiornarono circa 15 giorni.

Al mattino uscivano per visite pastorali e alla sera ritiravano per pranzare.

Alla fine del soggiorno il capo delegazione prima di partire per ROMA offrì al capo famiglia Mandatori del denaro per l’ospitalità ricevuta, questi garbatamente rifiutò, anzi si senti onorato di averli tenuti ospiti.

Si ricorda che Terracina, compresa la località LA FIORA, all’epoca faceva parte dello STATO PONTIFICIO.

A questo punto il capo delegazione volle offrire in segno di simpatia e riconoscenza il quadro in questione con il quale si officiava la SANTA MESSA sia sulla nave del PAPATO che nella casa rurale periodo in cui soggiornò la delegazione.

Il quadro rappresentava una icona da viaggio e davanti ad essa si officiava LA SANTA MESSA.

  1. Da quando ha iniziato ad avere cura dei quadri antichi?
  2. Sin da giovane mi sono sempre interessato a conoscere i quadri antichi e i vari pittori e scultori che li avevano dipinti e scolpiti soprattutto nei periodi dall’inizio del 300 fino al primo ventennio del 900.

In prevalenza ritratti di arte sacra, paesaggi e nature morte.

  1. Successo che ha ottenuto per la cura dei quadri antichi?
  2. Non è stata una vera cura dei quadri.

L’unica cura è stata nel capitarmi per puro caso di scoprire un quadro bellissimo in quella azienda agricola di farlo restaurare e poi con grande gioia portare la foto a colori del quadro restaurato in visione alla ex, proprietaria la signora Mandatori la quale vedendola mi disse: “Sono contenta è venuto molto bello e sono convinta che sarà custodito meglio.

  1. Può raccontare brevemente una sintesi della sua biografia?
  2. La mia è stata una vita ricca ed attiva alla ricerca del bello, piena di interessi culturali, artistici, ambientali svolgendo azione di formazione e promozione di sviluppo zootecnico, con mini impianti di biometano negli allevamenti bufalini delle province di Latina e Frosinone.

Sono specializzato nel campo della Canapa Sativa industriale, fornendo consulenza della sua coltivazione e utilizzo.

Svolgo il compito di Direttore delle risorse idriche REGIONE LAZIO.

Direttore del Censimento Generale in Agricoltura.

Funzionario direttivo Agricoltura di LATINA.

  1. Quale progetto di lavoro intende realizzare?    –
  2. L’obiettivo principale è quello di realizzare un progetto “Agritech” che si interesserà di ricerca e sviluppo in “AGRICOLTURA – ENERGIA – AMBIENTE – ARTE – Settori di notevole interesse.

09ar24

10ar24

11ar24

12ar24

13ar24

Otto Milioni 2024 Opere iscritte

Premi Otto Milioni 2024 

Premio internazionale Otto milioni

Articoli Otto Milioni 2024 Opere iscritte

Views: 108

DILA

Premi Otto milioni

Bruno Mancini