Hayoung Jeong

Evento

Titolo:
Incontri musicali – Hayoung Jeong
Quando:
09.06.2012 – 09.06.2012 17.00 h – 18.00 h
Dove:
La Mortella – Forio
Categoria:
Concerti e spettacoli

Descrizione

 Incontri musicali

Giardini La Mortella

Stagione Primavera-Estate 2012

 Hayoung Jeong
Programmazione: dal 9 al 10 giugno
Orario: 17,00
Ingresso:  € 20,00 – Intero; € 15,00 – Ridotto; € 10,00 – Bambini
Musiche: Musiche di Chopin, Liszt, Debussy, Saint-Saens, Tchaikowsky – Pianoforte

Sede

Mappa

Mappa
Dove:
La Mortella   –   
Via:
Francesco Calise, 39
Cap:
80075
Città:
Forio
Provincia:
Napoli
Paese:
Paese: it

GIADINO LA MORTELLA

    La storia dei Giardini La Mortella L’ isola di Ischia, nella Baia di Napoli è stata per molto tempo un rifugio per artisti, musicisti, scrittori e personaggi del cinema. William Walton venne ad abitare ad Ischia con la moglie argentina Susana subito dopo la seconda guerra mondiale, e nel corso degli anni i due intrattennero molti ospiti illustri, incluso Laurence Olivier, Vivien Leigh, Terence Rattigan, Maria Callas. La proprietà dei Walton, La Mortella – il luogo dei mirti – è un giardino tropicale ed esotico rinomato in tutta Europa. Originalmente disegnato dal paesaggista Russell Page, fu aperto al pubblico nel 1991 e può essere visitato durante i mesi da aprile a novembre. La casa è costruita sul lato di una collina vulcanica e include una Sala Recite e l’Archivio. Creato nel 1990, l’archivio comprende lettere, fotografie, manoscritti e cimeli di Sir William. L’archivio offre una grande risorsa sia per studiosi che per appassionati, ed una frazione del materiale è attualmente in mostra permanente nel Museo. La raccolta viene continuamente aggiornata, ogni volta che ulteriore materiale viene alla luce. Come La Mortella stessa, che è passata da un arida cava di pietra ad un ricco giardino tropicale, l’archivio è stato un lavoro di amore supportato da un’attenta pianificazione a lungo termine. Nella Sala Recite si svolgono concerti di musica da camera articolati in due stagioni, quella Primaverile e quella Autunnale. Ogni fine-settimana, giovani musicisti inviati da Scuole di Musica italiane e straniere si esibiscono in più di settanta concerti, aperti al pubblico. Da 1989 al 1999 è stato organizzato un Masterclass annuale per giovani cantanti e musicisti in agosto e settembre. L’Università di Harvard vi svolge un programma di Residenze per compositori, e tirocinanti nel campo del giardinaggio vengono qui ad acquisire esperienza lavorativa. Nel tempo la Fondazione William Walton e La Mortella ha stabilito rapporti di collaborazione speciali con scuole di musica prestigiose, quali il Royal Welsh College of Music and Drama, che ha istituito una borsa di studio nel nome di William Walton e manda degli ensemble dei suoi studenti ad Ischia ogni anno; la Scuola di Musica di Fiesole con la quale viene messa in palio una borsa di studio annuale per un giovane musicista, la Curtis School of Music di Philadelphia (USA) con cui vengono organizzati corsi di musica residenziali e concerti. Domina il giardino superiore il Teatro Greco, una cavea ricavata dal declivio della montagna, il cui palcoscenico si affaccia sul panorama della baia di Forio. In questo suggestivo teatro circondato da rose cinesi e erbe profumate si svolgono i Concerti delle orchestre giovanili nella stagione estiva. La Mortella è uno dei più bei giardini privati in Europa. Nel 2004 ha ricevuto il primo Premio come ‘il più bel parco d’Italia’ dalla ditta americana Briggs & Stratton, in competizione con altri 100 giardini italiani. Questo giardino incantevole è stato creato in 50 anni con senso artistico, amore e determinazione da Lady Walton, per offrire al compositore un rifugio nel quale lavorare in serenità ed isolamento. Mentre William componeva, Susana creava un proprio capolavoro, unico, fatto di fiori e piante; piantando instancabilmente, dando forma e struttura ad un terreno impervio e poco promettente, propagando ed irrigando, e credendo nella forza dei sogni man mano ha creato un giardino che oggi ospita migliaia di piante rare ed esotiche. Per Susana Walton, la Mortella è la missione di una vita, un monumento alla vita e alle opere di William, e un toccante ricordo del grande amore che hanno vissuto. La proprietà, che nei primi anni ‘50 era un terreno assolato e brullo costellato di pietre vulcaniche, oggi è un giardino in più livelli, che varia da un ambiente tipicamente sub-tropicale nella valle, con un suo proprio microclima umido ed ombroso, alle zone più esposte al sole in alto sulla collina. Attività musicali Durante l’anno si svolgono tre stagioni concertistiche: in Primavera e in Autunno i recital di Musica da camera, che si tengono ogni Sabato e Domenica nella Sala Recite; in Estate il Festival per le orchestre giovanili, con concerti di Musica Sinfonica, che si svolgono il Giovedì sera nel Teatro Greco. Questi concerti vedono sempre impegnati musicisti giovani (età massima 32 anni), per dare seguito alla volontà espressa da William Walton, che La Mortella potesse aiutare i giovani talenti a spiccare il volo. La stagione di musica da camera viene svolta in collaborazione con il Conservatorio di Santa Cecilia (Roma), di San Pietro a Macella (Napoli), la scuola di Musica di Fiesole ed il Conservatorio di Avellino; inoltre collaborano a questo programma il Royal Welsh College of Music and Drama (Galles). Queste scuole selezionano i propri studenti migliori e li inviano ad Ischia per eseguire un concerto. L’idea di fondo dietro a questo programma (oramai decennale) è che i giovani musicisti trovino, nel confronto con un pubblico competente ed attento, un momento di stimolo e di ispirazione. Allo stesso tempo il loro nome comincia a girare ed a farsi conoscere. Oltre agli studenti selezionati dalle scuole, la Fondazione William Walton e La Mortella invita ad esibirsi il vincitore della Borsa di Studio William Walton della Scuola di Fiesole e, a seconda dei periodi, vincitori di altri concorsi musicali prestigiosi. Il Festival per le orchestre giovanili. Questa manifestazione offre a numerose orchestre giovanili italiane e straniere l’occasione di esibirsi in un luogo di grande fascino e suggestione, quali sono i Giardini La Mortella dove ha vissuto il grande musicista William Walton. I Giardini sono così fonte di ispirazione e di intense emozioni artistiche per i musicisti, cui la manifestazione offre anche l’occasione di entrare in contatto con il mondo mediterraneo, l’ambiente e la storia dell’isola, l’immenso patrimonio archeologico e culturale della Campania. Infine Il Festival svolge anche un ruolo di promozione dell’isola d’Ischia e della sua offerta turistica, richiamando un pubblico colto, qualificato, molto specializzato, a beneficio di uno sviluppo turistico consapevole e sostenibile. Anche la stagione di musica sinfonica al Teatro Greco, come quella di musica da camera, viene svolta in collaborazione con scuole di musica ed istituzioni nazionali ed internazionali. Categoria: Musica Festival per le Orchestre Giovanili Quando William Walton morì, ed il mondo perse uno dei più grandi compositori del XX secolo, Lady Walton scelse di rimanere ad Ischia ed esaudire il più grande desiderio del marito: aiutare giovani musicisti di talento. Susana cominciò così ad organizzare ogni anno un masterclass, in cui per tre settimane uno staff di specialisti si occupava della voce e della presenza scenica di professionisti in erba, scelti dopo selezioni rigorosissime. L’età di questi giovani talenti era compresa tra i 7 e i 25 anni, ed i corsi erano completamente sostenuti dalla Fondazione. In seguito venne varato un programma di concerti di musica da camera, tutt’ora in corso, in collaborazione con prestigiose scuole di musica.

Hits: 0

Ambasciata della Repubblica Ceca

CONFERENZA STAMPA
Riconsegna di una statua lignea, trafugata illecitamente e recuperata in Italia.

Domani, giovedì 24 maggio 2011, alle ore 17.15, la stampa è invitata presso l’Ambasciata della Repubblica Ceca in Italia, via dei Gracchi n. 322, Roma, per la riconsegna di una statua lignea, trafugata illecitamente e recuperata in Italia.

Alla cerimonia saranno presenti: il Ministro della Cultura della Repubblica Ceca, Signora Alena Hanakova ed il Comandante dei Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale Generale di Brigata Pasquale Muggeo.

Nell’occasione verranno resi noti i tratti salienti dell’operazione.

In caso di adesione si prega contattare:
Dott.ssa Jitka Krukova, addetto stampa dell’Ambasciata, tel. 0636095748 – email Jitka_Krukova@mzv.cz

Hits: 10

Al Maghrib

Al Maghrib

Presso: Comune Casamicciola Terme

  • artista: Marco Cecchi.
  • BIGLIETTERIA
  • Ingresso gratuito
  • QUANDO
  • il 01/06/12
“Al Maghrib” la mostra personale di Marco Cecchi.
Una magica serata inaugurale – venerdi 01 giugno dalle ore 21:00
Hotel Marina 10 boutique&design – isola d’Ischia, Casamicciola Terme

CASAMICCIOLA TERME

    Al termine Casamicciola, nel 1956, si deliberò d’aggiungervi la parola: Terme. Il Comune tiene come stemma un fiumicello di acqua minerale nel quale la vecchietta Nizzola immerge i piedi e guarisce da ogni male. L’atto che compie Nizzola riassume la grande funzione che hanno avuto nel passato e nel presente le acque di Casamicciola, inestimabile fonte di benessere e di salute. Casamicciola (Casaniz-zola nel ‘500) si collega al nome latino casa, …e poi… casa di Nizzola. Nell’età del ferro nella zona del Castiglione (Casamicciola) gli abitanti cuocevano i vasi di creta ed altre terraglie col calore che usciva dall’interno delle rocce. Lo stesso calore veniva sfruttato per cuocere i cibi e per gli altri usi domestici. Nei dintorni ove ora sorge il magnifico ristorante “Il Castiglione”, sono state trovate tracce di una villaggio dell’età del ferro.Se cerchiamo un vero monumento naturale dobbiamo andare a Casamicciola per ammirare il vulcano spento del fondo dell’Oglio. Il vulcano è spento ma si può scendere fino in fondo al cratere che é rivestivo di una folta e verde vegetazione che ci fa rimanere incantati. Si può arrivare con la macchina per una strada che parte da Casamicciola e porta direttamente al cratere. Il presepe Vivente é l’espressione di un folklore popolare che ogni anno nel periodo natalizio la popolazione di Casamicciola presenta ai visitatori, partecipando in massa allo svolgimento scenografico per non far scomparire un’antica tradizione. Sotto la collinetta del Castiglione, posta sul mare c’é la “Grotta della Sibilla”. La Sibilla Cumana non era altro che una profetessa, una indovina, di primo piano che prevedeva il futuro degli uomini. Ella per tutta la vita abitò a Cuma, una città situata di fronte ad Ischia, e colà dalle sue profonde grotte annunziava e indovinava il futuro a chi glielo chiedesse. Quando però incominciò a regnare in Cuma un re che si chiamava Aristodemo, la Sibilla no ebbe più pace, perché veniva molestata in tutti i modi dal re. Un giorno, per dimostrare come disprezzasse il re e quale fosse la sua potenza, chiamò le sue vestali (donne che l’aiutavano nell’arte dell’indovinare) stese sul mare un grande mantello, vi salì sopra e si diresse, sotto gli occhi sbalorditi del re e dei suoi cortigiani, verso Ischia e fissò la sua casa proprio nella grotta del Castiglione che da allora venne detta la “Grotta della Sibilla”. Rimpetto al Castiglione, su di un’altra collina, si trova una grande pietra sulla quale venivano sacrificati al Dio Sole, bianchi buoi, che servivano ad onorare il dio, tanto generoso con i suoi raggi verso l’isola.Comune di Casamicciola Via:Viale Paradisiello Cap:80074 Città: Casamicciola Terme Provincia: Napoli Descrizione: Qui si trovano le sorgenti termali più celebri dell’isola. Le più famose fin dall’antichità, sono le acque del Gurgitello, che emergono dalle viscere della terra nelle vicinanze della centralissima piazza Bagni. Oggetto di studio fin dal Medio Evo, le acque del Gurgitello hanno alimentato i principali stabilimenti termali casamicciolesi, sorti a partire dal ‘600. A cominciare dal Pio Monte della Misericordia, il primo esempio di termalismo sociale in Europa. Altri bacini sono quelli del Cotto e de La Rita. Apprezzatissima fin dall’antichità è poi la sorgente del Castiglione o Bagnitiello, che sgorga praticamente sulla riva del mare. Ai fanghi, bagni, humages, ovvero alle cure tradizionali, si affiancano le più moderne applicazioni delle proprietà delle acque termali. Risorsa preziosa per i “centri benessere” di cui sono dotati tutti gli alberghi casamicciolesi. AREA AFFARI GENERALI Capo Area Dott. Anna Di Scala UFFICIO PROTOCOLLO tel 081/5072525 – 55 UFFICIO SEGRETERIA GENERALE tel 081/5072517-16 UFFICIO PERSONALE tel 081/5072528 UFFICIO PUBBLICA ISTRUZIONE tel 081/5072578 UFFICIO RAGIONERIA Responsabile Dott. Maria Teresa Calise tel 081/5072526-14-15 UFFICIO TRIBUTI tel 081/5072512-13-34 SEGRETARIO COMUNALE Dott. Francesco Ciampi tel 081/5072519 UFFICIO STAFF SINDACO Dott. Gabriella Monti tel 081/5072587 AREA TECNICA Capo Area Ing. Ferdinando Formisano UFFICIO LAVORI PUBBLICI Responsabile Ing. Vincenzo Marziano tel. 081/5072524-23-85 UFFICIO EDILIZIA PRIVATA tel 081/5072593-32 SERVIZIO TERRITORIO E AMBIENTE Responsabile Geom. Antonio Piro tel 081/5072572-37 AREA AFFARI LEGALI E CONTENZIOSO Capo Area Dott. Gelsomino Sirabella tel 081/5072560 SERVIZIO ATTIVITA’ PRODUTTIVE Responsabile Dott. Giuseppe Pisani Tel 081/5072535-36 UFFICIO ASSISTENZA SOCIALE Dott. Irene Orsino tel 081/5072530 UFFICIO ANAGRAFE E STATO CIVILE Dott. Filomena Senese tel. 081/5072590- 82-43 SERVIZIO POLIZIA MUNICIPALE Comandante Avv. Gelsomino Sirabella tel. 081/900881 GESTIONE RACCOLTA RIFIUTI AZIENDA MULTISERVIZI CASAMICCIOLA A.M.Ca. srl Tel . 081/5072010 – fax 081/980927

Hits: 15

Quella casa nel bosco

Presso: Cinema Excelsior

  • genere: Horror,
  • durata: durata 95 min.
  • nazionalità: USA 2011. – M2 Pictures
  • regia: Drew Goddard.
  • cast: Kristen Connolly, Chris Hemsworth, Anna Hutchison, Fran Kranz, Jesse Williams. Richard Jenkins, Bradley Whitford, Brian J. White, Amy Acker
  • QUANDO
  • dal 23/05/12 al 29/05/12

Una nuova ipotesi di horror che porta alle estreme conseguenze il gioco meta-cinematografico

e lo studio dei meccanismi della paura

Incassi Quella casa nel bosco Primo Weekend Usa: $ 14.850.000Incasso Totale* Usa: $ 40.555.000

Marco Chiani  

 

Cinque studenti di college partono su un camper alla volta di una casa nel bosco per trascorrere un week-end di assoluto relax. Dopo aver fatto rifornimento in una pompa di benzina gestita da un uomo inquietante giungono a destinazione. Ormai a loro agio nella baita, iniziano a giocare a obbligo e verità quando una botola si apre svelando una cantina colma di strani oggetti: di lì a poco saranno presi d’assalto da una famiglia di zombi, mentre da una sala-bunker un gruppo di tecnici osserva attraverso telecamere nascoste ogni loro mossa.
Saggio analitico su tendenze, ossessioni e pratiche dell’horror, l’esordio al cinema di Drew Goddard comincia come il più piatto teen horror per mutarsi, di sequenza in sequenza, in un lavoro totalmente refrattario alla stabilità. Come in un’antologia che è anche sintesi storica del genere, dal più routinario degli inizi si attraversano interi universi di celluloide orrorifica – davvero infinite le citazioni – mediante una strategia ondivaga che fa dell’imprevedibilità la pietra angolare dell’operazione. È un ritmo sussultorio quello del film, renitente a qualsiasi tipo di certezza, un insieme di quadri-mondi rivoluzionati, di volta in volta, dalla voglia di stupire e di andare a fondo su argomenti trattati con distacco critico e affilata ironia. Pervaso da una smania di originalità sempre sul baratro dell’eccesso, Quella casa nel bosco ha abbastanza personalità per porsi come una nuova ipotesi di horror, capace di portare alle estreme conseguenze il gioco meta-cinematografico e lo studio dei meccanismi della paura. Siano essi interni, si pensi alle regole auree già messe nero su bianco dal Wes Craven della saga di Scream, che esterni: quale potere esercita il cinema del terrore sullo spettatore? A tratti delirante, la sceneggiatura di Goddard e Joss Whedon è centrata soprattutto su interrogativi che investono le strutture del narrare, il sistema dei personaggi, la loro adesione a modelli di racconto prestabiliti; dalla messa in scena di cinici personaggi vicari della figura del burattinaio – i tecnici che osservano a distanza e intervengono sulla “trama” – emerge un giudizio sul ruolo del regista che se non fosse stemperato dal sarcasmo apparirebbe squisitamente morale. Già il curriculum di Goddard e Whedon – sceneggiatore diCloverfieldLost e Alias il primo, creatore di Buffy l’ammazzavampiri e Angel il secondo – assicurava un prodotto al di sopra della media, sebbene il risultato faccia pensare a qualcosa che va al di là della secca somma dei contributi di ognuno. Questo intelligente e teorico viaggio nell’immaginario del genere è tanto smaliziato da suggerire il dubbio che la vertigine consista nel tentare qualsivoglia interpretazione: come se la pellicola stessa togliesse d’impaccio il recensore essendo già analisi, teoria e ripensamento del cinema dell’orrore così come lo conosciamo.

cast

Distribuzione: M2 Pictures
Produzione: USA
Anno produzione: 2011
Durata: 95 minuti
Uscita in Italia: venerdì 18 maggio 2012
Incassi Quella casa nel bosco

Primo Weekend Italia: € 464.000

Primo Weekend Usa: $ 14.850.000

Incasso Totale* Usa: $ 40.555.000

Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 20 maggio 2012

Drew Goddard

Drew Goddard

Regista

Fran Kranz

Fran Kranz

Marty

Richard Jenkins

Richard Jenkins

Sitterson

Brian J. White

Brian J. White

Truman

Amy Acker

Amy Acker

Lin
Filmmakers

 Joss Whedon

Joss Whedon

Produzione

Jason Clark

Produttore esecutivo

Drew Goddard

Drew Goddard

Sceneggiatura

 Joss Whedon

Joss Whedon

Sceneggiatura

Peter Deming

Fotografia

Lisa Lassek

Montaggio

Martin Whist

Scenografia

Hamish Purdy

Scenografia

Shawna Trpcic

Costumi

Gitte Axen

Trucco

Brian Blair

Trucco

Mike Fields

Trucco

Felix Fox

Trucco

Fred Fraliegh

Trucco

Glen Griffin

Trucco

Geoff Redknap

Trucco

Mike Rotella

Trucco

Brian Sipe

Trucco

Shaun Smith

Trucco

Dave Snyder

Trucco

Greg Solomon

Trucco

Scott Wheeler

Trucco

Joy Zapata

Trucco

Anya Colloff

Casting

Coreen Mayrs

Casting

Michael Diner

Art Director

Kendelle Elliott

Art Director
» foto
In foto Kristen Connolly
Una scena del film <em>Quella casa nel bosco</em> di Drew Goddard. -
Una scena del filmQuella casa nel boscodi Drew Goddard. – Dall’articolo: Quella casa nel bosco, un horror poco convenzionale.
Una scena del film <em>Quella casa nel bosco</em> di Drew Goddard. -
Una scena del filmQuella casa nel boscodi Drew Goddard. – Dall’articolo: Quella casa nel bosco, un horror poco convenzionale.
Una scena del film <em>Quella casa nel bosco</em> di Drew Goddard. -
Una scena del filmQuella casa nel boscodi Drew Goddard. – Dall’articolo: Quella casa nel bosco, un horror poco convenzionale.
Una scena del film <em>Quella casa nel bosco</em> di Drew Goddard. -
Una scena del filmQuella casa nel boscodi Drew Goddard. – Dall’articolo: Quella casa nel bosco, un horror poco convenzionale.
Una scena del film <em>Quella casa nel bosco</em> di Drew Goddard. -
Una scena del filmQuella casa nel boscodi Drew Goddard. – Dall’articolo: Quella casa nel bosco, un horror poco convenzionale.
Una scena del film <em>Quella casa nel bosco</em> di Drew Goddard. -
Una scena del filmQuella casa nel boscodi Drew Goddard. – Dall’articolo: Quella casa nel bosco, un horror poco convenzionale.
Una scena del film <em>Quella casa nel bosco</em> di Drew Goddard. -
Una scena del filmQuella casa nel boscodi Drew Goddard. – Dall’articolo: Quella casa nel bosco, un horror poco convenzionale.
Una scena del film <em>Quella casa nel bosco</em> di Drew Goddard. -
Una scena del filmQuella casa nel boscodi Drew Goddard. – Dall’articolo: Quella casa nel bosco, un horror poco convenzionale.
Una scena del filmQuella casa nel boscodi Drew Goddard. – Dall’articolo: Quella casa nel bosco, un horror poco convenzionale.

Primo Weekend Italia: € 464.000

Hits: 9