A Ischia l’ufficio delle Poste Italiane paga le pensioni il BOH!

Benvenuti

A Ischia l’ufficio delle Poste Italiane paga le pensioni il BOH!

Le date ballerine

Esopo news

Per la serie “Il gioco delle tre carte: questo vince e questo perde”, oppure, meglio, per la serie “Qui lo dico e qui lo nego”.

allegato n. 1

allegato n. 2

https://www.emmegiischia.com/wordpress/giogioneschi-accadimenti-sono-allordine-del-giorno-nellufficio-postale-di-ischia-porto/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/ufficio-postale-ischia-ogni-giorno-una-catastrofe/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/ufficio-postale-ischia-ogni-giorno-una-catastrofe/

A Ischia l’ufficio delle Poste Italiane paga le pensioni il giorno “BOH”!

Scritto in una lingua italiana certamente comprensibile, il contenuto del volantino (allegato n. 1) distribuito dalle Poste Italiane comunica alcune informazioni utilizzando un lessico che non lascia dubbi ad equivoche interpretazioni.
In particolare, non è opinabile l’interpretazione da dare alla frase con la quale le Poste Italiane affermano che nel 2016 (tranne solo il mese di Gennaio) la data di pagamento delle pensioni è fissata al primo giorno lavorativo di ciascun mese.
Infatti, nello stampato disponibile presso l’ufficio di Ischia (allegato n. 1), si legge “Si comunica che per il mese di gennaio 2015 il pagamento delle pensioni avverrà a partire dal 4 Gennaio, per i restanti mesi del 2016 resta confermata la data di pagamento del primo giorno lavorativo del mese.”
Tale disposizione è ulteriormente ribadita nella frase successiva scritta per precisare che la norma va applicata a qualsiasi tipo di riscossione utilizzata dai destinatari delle pensioni.
Infatti, sempre nell’allegato n. 1, vi è scritto che “Tale calendario ha valore sia per i pagamenti in contanti che per gli accrediti su conti correnti/libretti postali/inpscard.
Non c’è dubbio che l’intento delle Poste Italiane sia quello di giustificare l’eccezionalità del pagamento relativo SOLO al primo mese dell’anno, che viene fatto slittare di quattro giorni, tanto che se ne precisa la legittimità citando il decreto legge n. 65 del 21 Maggio 2015 convertito dalla legge n. 109 del 17 Luglio 201.Ma nemmeno c’à dubbio che tale definitiva precisazione valga sia per l’eccezione del mese di Gennaio e sia per la regolarità degli altri mesi.

Quindi, l’estensore dello stampato (allegato n. 1) reso disponibile al pubblico nell’ufficio ischitano delle Poste Italiane ha comunicato che a Gennaio le pensioni verranno pagate con quattro giorni di ritardo e cioè a partire dal giorno 4, mentre, per tutti gli altri mesi, i pagamenti saranno disponibili dal primo giorno lavorativo di ciascun mese.

Però, ad una nostra richiesta di conferma, un’impiegata addetta allo sportello ha tirato fuori dal cassetto uno stampato intitolato “AVVISO ALLA CLIENTELA – Ufficio Postale di PORTO D’ISCHIA – Calendario pensioni Inps/Inpdap anno 2016” (allegato n. 2) che cambia tutte le carte in tavola facendo slittare i pagamenti anche fino al giorno 7.
Qui lo dico con il documento (allegato n. 1) a firma “Poste Italiane” reso disponibile nell’ufficio di Ischia, e qui lo nego con lo stampato (allegato n. 2) relegato nei cassetti degli impiegati addetti agli sportelli dell’ufficio postale di Ischia.
Quale dei due sarà la vera voce delle Poste Italiane?
Boh!

https://www.emmegiischia.com/wordpress/giogioneschi-accadimenti-sono-allordine-del-giorno-nellufficio-postale-di-ischia-porto/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/ufficio-postale-ischia-ogni-giorno-una-catastrofe/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/ufficio-postale-ischia-ogni-giorno-una-catastrofe/

Bruno Mancini

Hits: 35