Francesco Burroni e Marcella Cappelletti

Benvenuti

Settembre 2014
Dal 18 settembre alle 9.00 al 20 settembre alle 21.00
Ischia, Isola d’Ischia

Gli STRANI TIPICI presentano uno STAGE condotto dal padre dei Match d’Improvvisazione Teatrale in Italia

STAGE sulla LONGFORM d’Improvvisazione Teatrale

condotto da:
Francesco Burroni e Marcella Cappelletti

18-19-20 settembre 2014 ad Ischia

Orario Stage
Giovedì 15.00-21.00
Venerdì 15.00-21.00
Sabato 15.00-21.00
PROGRAMMA generale di lavoro

questa testata si fitta

Partendo dalle tecniche utilizzate nel “Match d’improvvisazione teatrale®” il percorso formativo vuole proporre un viaggio esplorativo nelle infinite possibilità che il lavoro sull’improvvisazione offre avendo come punti metodologici e spettacolari di riferimento la “long form” cosiddetta di tipo immaginativo/associativo e in particolare il format “Harold” creato da Dal Cloose, l’esperienza della scuola americana dell’“Action theater” e ovviamente la stessa pratica del Match.
Il “viaggio” partirà ogni volta dal gioco del corpo e del movimento per conoscere nella maniera più istintiva possibile altre vie espressive diverse dall’interpretazione tradizionale di ambienti, situazioni e personaggi.
Il percorso spazierà dall’astratto al formale, dalla recitazione stilizzata e a quella classica del testo, dal suono puro e semplice al grammelot, dalla parola alla canzone, dal drammatico al poetico al comico più demenziale.

Pur tenendo come base il linguaggio teatrale l’attore-improvvisatore diventa qui un “performer” che può spaziare e sconfinare di volta in volta nei territori affini del canto, della musica, della poesia e della danza.
Il lavoro proposto costituisce anche un’ottima preparazione di base alla performance artistica in senso lato e a quella multimediale in particolare.

• Elementi base e dinamiche del teatro corporeo;
• immedesimazione-mimesi in elementi, materie, colori, animali ecc. (metodi Costa-Coupeau-Lecoq);
• ridefinizione e pratica della grammatica di base dell’improvvisazione;
• meccanismi di ascolto e di sviluppo dell’improvvisazione a 2 e a piccoli gruppi;
• esplorazione dei vari linguaggi espressivi e interpretativi (astratto, informale, naturalistico ecc.);
• percorso espressivo dal linguaggio corporeo astratto, al grammelot all’improvvisazione teatrale con dialoghi;
• meccanismi di alternanza e di cambio scena dei vari frammenti;
• ingresso-cambio su parola-chiave, gesto-chiave, associazione di idee;
• strutture e meccanismi del match di improvvisazione applicabili alla longform;
• strutture di base (lotus, storia infinita, moltiplicazione di monologhi, narrazione con punti di vista ecc.);
• composizione istantanea (dai vari metodi di danza di improvvisazione contemporanea Nikolais, Laban, contact improvisation, ecc.);
• l’evoluzione dei frammenti dall’interno (metodo Action theatre);
• improvvisazioni collettive;
• pratica dello spettacolo di longform;
• analisi delle improvvisazioni basate sui parametri relativi a presenza scenica, intensità e rarefazione, sviluppo narrativo, sviluppo ritmico-sonoro, ecc.

Hits: 14

DILA

Premi Otto milioni

Bruno Mancini