Il padre prostituente

Benvenuti

 

Il padre prostituente (Marco Travaglio).Da Il Fatto Quotidiano del 30/06/2013.
Se tutto va male, a fine luglio la maggioranza indecente che sgoverna l’Italia imporrà a tappe forzate la modifica dei regolamenti parlamentari per aggirare l’articolo 138 della Costituzione e appaltare in esclusiva a un ristretto club di 20 deputati e 20 senatori del Pd, del Pdl e di Scelta civica (nessuno di M5S e Sel, cioè dell’opposizione) la riforma della Costituzione che poi il Parlamento non potrà neppure emendare, ma solo approvare o respingere – dunque approvare – alla svelta, senza neppure rispettare gli intervalli temporali previsti dalla Carta. È un golpe legalizzato che i cittadini potranno respingere solo votando No al referendum confermativo, ma occorrerà una grande mobilitazione perché tutti i partiti faranno campagna per il Sì, a parte Grillo e Vendola. Se Pd, Pdl e Scelta civica, alle elezioni di febbraio, avessero avuto i voti per cambiare la Costituzione, se ne potrebbe anche discutere. Invece nessuno di loro ne parlò, dunque nessun elettore li ha votati per quello. L’unica riforma istituzionale che riempiva le bocche dei leader era quella elettorale. Tutti giuravano “mai più Porcellum” e questa fu anche la prima scusa con cui la Trimurti giustificò l’inciucio del governo Letta: fare in fretta le cose più urgenti, legge elettorale ed economia, e tornare alle urne. Invece, quanto alla prima, siccome B. non la vuole, l’hanno prontamente accantonata. Quanto all’economia, le uniche decisioni assunte dal governo più rissoso e inconcludente della storia, sono i rinvii. Rinviata l’Imu, rinviato l’aumento dell’Iva, rinviati gli F-35. La stampa di regime, impermeabile anche al senso del ridicolo, titola ogni giorno su mirabolanti “accordi” per “rinviare” questo o quello. Ma un accordo per rinviare è un ossimoro: gli accordi si fanno sulle soluzioni dei problemi, non sul loro rinvio a data da destinarsi. I comuni denominatori che tengono insieme la Trimurti sono altri due: la paura di votare e l’allergia per la Costituzione. Che infatti si accingono a cambiare, concentrando tutti i poteri sull’esecutivo e smantellando i controlli del legislativo e del giudiziario. I titoli IV e VI della Costituzione, Magistratura e Corte costituzionale, erano stati esclusi dalla legge istitutiva del comitato dei 40. Ma l’altro giorno, dopo le sentenze della Consulta sul legittimo impedimento e del Tribunale di Milano sul caso Ruby, il Pdl ha tentato di infilarceli con un emendamento. Il Pd è insorto, parlando addirittura di “pirateria”, ma era tutta una finta: è bastato che B. minacciasse di scassare tutto perché ieri Lady Inciucio, al secolo Anna Finocchiaro, cedesse su tutta la linea ammettendo sul Corriere che “il problema del coordinamento tecnico con gli articoli del titolo IV e del titolo VI della Costituzione esiste e va affrontato”. Come? Con un emendamento da “formulare insieme”. Del resto il vero padrone del governo, l’unico che potrebbe farlo cadere dall’oggi al domani (e naturalmente lo tiene in piedi per ricattarlo in vista dell’amnistia) e cioè B., fa sapere che “se c’è un settore che ha assolutamente bisogno di una riforma è quello della giustizia”. È vero che il ministro delle Riforme Quagliariello dice il contrario. Ma, fra il fattorino e il titolare della ditta, tutti sanno chi comanda. Si ripete così pari pari il copione della Bicamerale: nella legge istitutiva presentata nel ’96, il capitolo Magistratura era escluso. Poi B. ordinò di inserirlo, minacciò di scassare tutto e D’Alema si calò prontamente le brache. Tant’è che in Bicamerale si parlò quasi solo di quello. Poi, siccome in due anni di lavori non veniva fuori l’amnistia, nel ’98 B. fece saltare il tavolo. Anche perché allora al Quirinale c’era Oscar Luigi Scalfaro, che si batté come un leone contro gli inciuci anti-toghe. Ora invece c’è Napolitano, che li patrocina da tempo immemorabile. E riceve al Quirinale il fresco condannato a 12 anni per frode fiscale, rivelazione di segreti, concussione e prostituzione minorile: il padre prostituente.Lorenzo Cosworthrs sarà sufficente che esca un matto che organizzi e sono convinto che questa volta 30 o 40 milioni di italiani scenderanno in piazza…. e poi un tribunale del popolo dovra processarli tutti per il risarcimento di quanto derubato e i danni prodotti

  • Laila Giovagnoli ti pareva che nn c’era un inciucio mi fa prorio ribrezzo il pd che partecipa attivamente a tutto questo doppi ipocriti si devono solo vergognare PARTITO DEL POPOLO CONTRO IL POPOLO SEMMAI
  • Lorenzo Cosworthrs state seguendo quello che sta succedendo in egitto????? è in corso una rivoluzione civile e il popolo come sempre vincerà…. e li poi li processano anche e in alcuni casi, lo hanno fatto, li giustiziano….. si stanno ribellando tutti i popolo meno che gli italiani…. quì si mugugna e ci si lamenta….. siamo un popolo di merda e meritiamo di essere amministrati da una politica di merda
  • Mimmo Schiavello Per favore leggete. È di VITALE importanza. Pubblicatelo sulle bacheche
  • Giorgio Cont egitto turchia spagna ..il popolo si è sollevato .in italia si pensa alle ferie …..evidentemente la maggioranza non stà così male!
  • Domenico Cafagno L’italia e un paese di merda!!!
    I politici vorebbero essere tutti fucilati in piazza d’avanti hai milioni di italiani…bastardi!!!!
  • Renato Villa siamo italiani, non francesi, russi, cubani… ricordiamoci che quello che conta per noi è altra roba, perchè tutto siamo tranne un popolo… un popolo si sarebbe schierato ed avrebbe invaso il Parlamento già da anni… ma gli italiani sono sempre lì, che credono alle favole… quelle favole che hanno in mezzo spot pubblicitari e il sorriso di B,
  • Stefania Pinzo A me, viene da piangere e forse, sto diventando scema. Perché francamente non riesco proprio a concepire questo stato di cose. E siccome siamo un popolo di: preti, opportunisti, egoisti, disonesti etc.. (che se usassimo la nostra mente per scopi più nobili, pensa dove potremmo arrivare), in piazza non andremo mai. Andare in piazza vorrebbe dire essere un popolo maturo e consapevole delle proprie responsabilità
  • Titti Positano La ghigliottina !
  • Fabio Farioli Non capisco come mai non ti abbiano ancora mandato in galera, caro Marco, oggi essere onesti e fare informazione vera e’ un reato grave
  • Mauro Ferrari Bisogna solo capire quali sono in Italia i termini di una grande mobilitazione…. ghigiottine?
  • Giorgio Zanchetta Io mi chiedo da tanto tempo che fine ha fatto la vera Sinistra ,perché è da troppi anni che al loro posto vedo un gran Marciume condito da Falsità Ipocrisia e Cinismo.Mi chiedo chi sono quei DEFICENTI CHE CONTINUANO A VOTARLI.NON SONO BASTATI VENT’ANNI DI FANCAZZISMO PER FAR APRIRE GLI OCCHI AL POPOLO ITALIANO?NON POSSIAMO PIÙ PERMETTEGLI DI RUBARCI TUTTO,ANCHE LA NOSTRA DIGNITÀ
  • Lorenzo Cosworthrs ormai è evidente che questi stanno cercando proprio la lite con gli italiani…. e qualcuno non si incazzi se poi si invoca una rivoluzione cattiva e forte….. è anche chiaro che se questi non muoiono non te li levi dai coglioni sistematicamente ci derubano di 850 miliardi di costo annui e intanto loro sono diventati stramilionari……
  • Teresa Fabiola Calabria per la serie “se tutto va bene, siamo rovinati”
  • Mauro Iapi Stupendi i vostri commenti. Il Mo(Vi)mento si avvicina sempre di più.
  • Marta De Carlo Petri Delinquenti!!!
  • Andrea Padariso questa foto e molto veritiera
  • Pimpinella Sbuffoncella perchè non si riesce ad ACCANTONARE il cavaliere marpione e tutti i parlamentari scorretti?….se potessi comprerei un F-35 caricherei io stessa a calci tutta questa marmaglia e spedirei l’aereo ai confini del mondo a governare gli orsi,le foche e i trichechi.
  • Alessandro Mocci Il mio sogno e’ quello di non vederlo piu’ in mezzo ai coglioni. In tv sui giornali su FB in Senato. Quando si avverera’ questo?
  • Lino Costa Incredibile…eppure…
  • Isabella Colletti Si fanno forte sull’ignoranza di moltissimi italiani che non sanno neppure che cos’è la costituzione! e…forti di questo, fanno tutto quello che vogliono, tanto poi quando ci sarà il referendum con quattro bugie sono certi di cavarsela. Se andiamo ind..
  • Turello Bianca ma cosa aspettiamo a farli saltare in aria?
  • Aldo Fialdini napolitano fa rimpiangere Scalfaro, a d’alema finocchiaro veltroni, preferisco la Bindi, sarò mica diventato democristiano? forse sarà che dal pds ai ds al pd senza l i pentiti della storia hanno dato prova che al peggio non c’è mai fine. e allora RESISTERE RESISTERE……mandarli tutti a casa o in africa come chiedeva veltroni
  • Peppe Catanese E’ LUI.
  • Lorenzo Cosworthrs il motivo che sono strapagati è perchè loro si sono fatte le leggi amministratori e dirigenti non devono avere più di 4000 euro e se non ci stanno affanculo previa radiazione dei titoli

Hits: 2