LA CONTADINA

Benvenuti

LA CONTADINA

LA CONTADINA

Non rubate la mia vita

Novembre 2005 – Febbraio 2007     157

 

PARTE PRIMA – DEL DOPO GIOVENTÙ

 

…E TU COME NEBBIA CHE OFFUSCA 

DEL DOPO GIOVENTÙ

IL CHIOCCOLO DEL FRINGUELLO       

DUNQUE,   

 

PARTE SECONDA – TRE POESIE PER CAPRI

 

NON RUBATE LA MIA VITA 

DI CAPRI UN PO’

QUIPO

 

PARTE TERZA – CANZONI PARODIA

 

CANZONE PER SAN VALENTINO</a

CANZONE PER CARNEVALE

CANZONE AFRICANA

 

PARTE QUARTA – POESIE SPORCHE

 

ONLY YOU

ONLY YOU 2

LA CONTADINA

La contadina
seppellita viva in un igloo di vetro
nel cemento, frigorifero
aspirapolvere lavatrice
forno a microonde
stufa catalitica elettrica a gas,
stropiccia il bavero
affumicato dell’uomo spiaccicato,
come un pomo maturo
come una polvere d’orzo
come un picciolo di vitigno,
oltre il confine del semplice ordinato.

Il soldato
abbattuto vivo in una tenda di stoffa
tra le dune, mitraglia ad infrarossi
giubbotto antibombarda
ricetrasmettitore incorporato,
carezza tra la plastica e la foto
una sagoma di femmina sbiadita,
come una rosa all’ombra d’un cippo
come un’aurora sopra il vetro d’un carro
come un fiume della pianura lontana,

oltre il confine del semplice ordinato.

NEL BORDO BASSO

SONO FARCITE DI COLLERA

IL POLPO OTTUAGENARIO

POESIA SPORCA

 

PARTE QUINTA – QUEL GIORNO

 

SONO GIÀ COLMO DI BALZANI PRESAGI

NAUTILUS   

QUANDO SARÒ PENSIERO

QUEL GIORNO AVRAI VENTI ANNI

SEMBRI 

Non rubate la mia vita

POESIE

Bruno Mancini

Hits: 21

DILA

Premi Otto milioni

Bruno Mancini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *