Ant1

Benvenuti

http://www.lulu.com/product/a-copertina-morbida/ischia-unisola-di-poesia/4750705?showPreview

Ischia, un’isola di poesia

5 autori 8 illustrazioni

ant1 cop in 5autoriant1 cop fin 5autori
COMUNICATO STAMPA

Nei giorni sottoindicati, Radio Sonora
http://www.radiosonora.it

proporrà in una rubrica affidata a Gioia Lomasti
www.poesiaevita.com/radio_sonora.php

la prima di una serie di puntate allestite da Luciano Somma
www.partecipiamo.it/Poesie/Luciano_Somma/1.htm

e condotte da Antonio Mencarini
http://www.madrenapoli.com

che prevedono la lettura delle poesie pubblicate nell’Antologia
ISCHIA, UN’ISOLA DI POESIA

a cura di Roberta Panizza
www.poesiaedintorni.it

e di Bruno Mancini
www.emmegiischia.com/wordpress/bruno-mancini

Oltre alle biografie dei poeti, ed alla declamazione delle loro poesie, sarà possibile ascoltare canzoni di Luciano Somma e di Nicola Pantalone
www.emmegiischia.com/wordpress/musicisti/nicola-pantalone

Fungerà da sigla e da sottofondo musicale “Napoli Urrah di L.Somma- G.Villa- F.Foglia cantata da Angelo Cavallaro… e naturalmente si parlerà dell’isola d’Ischia
www.emmegiischia.com/wordpress/localita

Vi aspettiamo in molti

http://www.poesiaevita.com/radio_sonora.php

>http://www.radiosonora.it

Lun 4 h 21,30; Mer 6 h 9,00; Dom 10 h 19,00;

il podcast sara’ scaricabile nei gg successivi alla diretta.


INTRODUZIONE

Quando un prodotto editoriale si presenta, come quello che con queste righe si introduce, in forme non usuali ed apparentemente eterogenee, è certamente utile spendere qualche parola che ne tratteggi l’origine e la ragion d’essere.


Questo libro nasce innanzitutto dall’amore per la poesia che anima i suoi curatori i quali, oltre che coltivare questo stile di scrittura, desiderano diffondere strofe e versi di altri appassionati autori come loro non ancora noti.


La forma in cui si materializza il progetto sopra dichiarato è quella di un omaggio  all’Isola Verde, Ischia, che viene proposta ai lettori mediante brevi flash inerenti la sua realtà culturale, artistica e paesaggistica, realtà che fa dell’isola di Pitecusa un centro vitale ed attivo, meta ambita e sognata da chiunque desideri rinfrancare anima e corpo dalle fatiche del quotidiano.


Opportuno supporto alla parola è sempre l’immagine che lungo tutte le seguenti pagine si materializza nelle riproduzioni dei lavori di artisti del colore e della fotografia che hanno avuto o hanno tuttora l’isola come riferimento nell’esercizio della loro magia espressiva.


Quale migliore palcoscenico poteva scegliere la poesia per presentarsi a chi apprezza la scrittura in versi se non Ischia che da sempre accoglie generosa sulle sue sponde artisti delle più disparate arti?


Ecco quindi che con questa Antologia, nella cornice della splendida isola tratteggiata seguendo i suoi migliori contorni, si presentano ai lettori sei autori dalle differenti e variegate voci poetiche che qui vivono o ad essa guardano come preziosa fonte di ispirazione.

Foto di Christian Preziosi

Alicia ingresso

Dipinto di Alicia Andrea Miño

“Ingresso al tempio” di Alicia Andrea Miño

Luciano Somma

ISCHIA FINE DI UNA ESTATE

Di fronte il mare

calda la sabbia spesso infuocata

d’agosto.

Laggiù il castello Aragonese

sotto una distesa d’azzurro

ha luce nuova

e mi riporta alla mente

secoli di storia.

A sera

là sopra “Campagnano”

col verde attorno

e tanti amici

insieme a festeggiare

la fine d’un’estate

ormai alle porte.

Sulla terrazza

alla parete

l’occhio d’un ramarro

che mi guardava

quasi per dispetto.

Luciano Somma – Poesia tratta da una raccolta inedita.

Fotografia di Christian Preziosi

Christiansolopietre

“Solo pietre” di Chritian Preziosi

Elena Mancini

A MIA MADRE

Se voglio vederti

oltre il ricordo

mi guardo:

sei nello specchio

Le labbra strette

sotto tante parole

le rughe sulle rughe.

L’oro e l’argento.

Sei dentro

fuori

sei accanto.

Nella poltrona

davanti a un film di poca luce,

nel verde e nel geranio.

La mia danza nella tua danza.

Inferno e pace.

Mi brucio ad un fiammifero spento,

tra la febbre e la pineta.

Mi giri intorno.

Nei tacchi coi foulards.

Tra strisce di sì e di no.

Inaccessibile e attenta madre nel vento

soffoco nell’aria selvaggia di te.

Perdona le mie fughe distratte,

il mio cercarmi

volermi.

Ti perdono per averti perdonata.

Sei nello specchio.

Occhi su occhi

impronte sul vapore caldo e disperso.

Tra il fuoco

e il ghiaccio e le ferite,

tra le scale e l’altalena.

Se voglio vederti mi guardo.

E mi trovo.

Non portarti lontano,

lasciami fingere dialoghi e cioccolata,

scalcinati racconti

come scalcinato il saluto.

Nonaverti.

Girami intorno.

Io ti somiglio nelle gambe veloci

nella fronte

nelle spalle che aspettano a curvarsi.

Sei nello specchio.

Non finirà la tua immagine

finché vivrà la mia.

Elena Mancini – tratta da una raccolta incompleta

Dipinto di Pamela Allegretto Franz

Roberta Panizza

http://www.poesiaedintorni.it

QUEL VENTO


Sanguina il tramonto

rosso

quando sull’aspro crinale

nudo

infrange i suoi lamenti il vento

che si fa raro sulla vetta

altrimenti muta.


Il vento

porta con sé il calore

delle pianure prigioniere

che solo un desiderio

sanno affidare al cielo.

Roberta Paniozza -Tratta da una raccolta incompleta

Dipinto di Vera Mancini

Poesia di Italo

Zingoni

ALTERNANZE


Non conosce il vento delle foglie

la danza amara del distacco …


ogni partenza ci coglie impreparati

spesso come un soffio che si alza

a invadere di colpo le speranze,


il nostro andare vive in alternanze

e al dubbio cede solo il desiderio

di una nuova realtà che ci consoli,


tra il serio ed inutili facezie intanto

non cediamo all’uso distorto di parole

e tagliamo ali al tempo che non voli

troppo in alto, a disperdersi nel sole …

Poesia tratta dalla raccolta “Modernità” – Inedita

Dipinto di Rosa Monti

“Cartaromana” di Rosa Monti

Poesia di Bruno Mancini

Quando sarò pensiero

su cigli di visioni

dagli orizzonti nitidi

verso stele di mie antiche iscrizioni,

oppure anche

il tempo in cui sarò passione

nel buio ottuso

per lunghi sguardi amorosi

lasciati illanguidire dalle mie tristezze,

di certo o forse

il giorno che sarò ricordo

tra vociare arruffato

di vecchi amici alticci

sulle note matte delle mie sortite,

non posso, voglio,

quando sarò pensiero,

quando sarò pensiero

la docile coerenza

strappata a mani unite

dai cesti di delizie

per gli epigrammi delle tue certezze,

non posso, voglio,

il tempo in cui sarò passione,

il tempo in cui sarò passione

la mascherata tenerezza

oltre effimere apparenze

di abbracci mafiosi

interrata sotto il magna del tuo vulcano,

non posso, voglio,

il giorno che sarò ricordo,

il giorno che sarò ricordo

il giorno voglio

il nostro giorno voglio

intero

dal primo all’ultimo minuto

dal primo all’ultimo sorriso

dal primo all’ultimo tuo bacio.

Bruno Mancini – Dalla raccolta di poesie “Non rubate la mia vita” M.G. 2008.

Bannerc2

Brevi note per gli autori delle immagini.

Pamela Allegretto Franz artista Italo – Americana, vive negli Stati Uniti, ma per i suoi quadri si ispira all’Italia. Sue opere sono esposte in gallerie e musei di varie nazioni del mondo.

Rosa Monti, originaria di Casamicciola Terme (Ischia), vive ed opera a Lugano. Ha esposto i suoi quadri negli Stati Uniti, in Italia, in Giappone ed in Svizzera. Ha avuto molti premi e riconoscimenti per le sue opere nelle quali… interpreta la natura secondo una visione romantica della realtà, affidando al colore luminoso, alle trasparenze lievi, ai rapporti di luci e di ombre il suo accorato lirismo…” (A. Moresi).

Alicia Andrea Miño:originaria del Cile ormai da anni vive e lavora ad Ischia Porto dove ha intrecciato relazioni culturali che vanno ben oltre l’unicità della pittura, pur continuando a rimanere questa ultima la sua maggiore espressione artistica. Più che pittrice figurativa, si propone artista dalla tecnica che si può definire iper realistica o realismo fotografico dove la realtà visibile, pacatamente indagata, riprodotta da pennellate di sovraumana perfezione, trascende la pura rappresentazione visuale per esplorare la metafisica dell’oggetto.

Christian Preziosi: godiamo in silenzio delle produzioni di questo artista dell’immagine in quanto preferisce mantenere la riservatezza delle sue attività artistiche.

Vera Mancini: vive ed opera ad Ischia. Ha esposto i suoi quadri, oltre che nell’Isola anche a Milano ed in svizzera. Il professor. Arturo Jannace, Direttore del Museo di Benevento ha scritto di lei: “… dipinge per istinto e per sensazione, studia, ricerca, sperimenta, dando largo spazio all’interiorità, all’inconscio, con costante presenza di invenzione e fantasia. La sua è pittura pregna di sentimento, di accentuato espressionismo, sollecitati dagli stimoli pressanti dell’ispirazione…”.

ID di contenuto:

1901098pdf

Creato:

01/19/2008

Tipo di progetto:

Libro a copertina morbida

Ultimi salvataggi:

01/19/2008 5:34 PM

Antologia  a cura di Roberta Panizza e Bruno Mancini – 5 Autori / 9 illustrazioni B/N

  • Dimensioni di taglio:15.24cm x 22.86cm
  • Tipo di rilegatura:Rilegatura termica — Rilegatura con qualità da libreria, a copertina morbida standard.

  • Colore dell’inchiostro:Stampa B/N (con copertine in quadricromia)

  • ID:1901098
  • Categoria:Poetry
  • Descrizione:
  • “Percorso di memoria o ricerca di spazi temporali virtuali?”
  • “Il continuo intersecarsi di livelli di identità con ipotesi e incarnazioni simboliche…”
  • “Le aperture liriche, più che segnare il passo dell’emozionalità, offrono un ulteriore invito a perdersi nei labirinti della parola scritta”
  • “… un paese dei balocchi del dire insomma, che si apre davanti agli occhi come un meraviglioso e sconfinato panorama.”
  • “A chi si avventura alla ricerca di quelle che forse immagina possano essere solo labili tracce di rime, metafore e similitudini, si apre invece un universo sconfinato”
  • “Ed allora ecco che se dovessimo scegliere due soli titoli nella variopinta collana Haitiana composta dalle emozioni promesse dai titoli del volume”
  • “… il balletto delle formiche sui muri, la speranza che duri il miagolio del gatto, l’impatto della coscienza con il conformismo…”
  • “Troverete un urlo e un soffio di amore, un vuoto, immersi nella forza e nella malinconia di chi…”
  • Anno del copyright:2008
  • Lingua:Italian
  • Paese:Italia
    Poesia Antologia

  • Licenza: Licenza standard di copyright

Hits: 166

Lascia un commento