Giornata mondiale della poesia –

Benvenuti

comeicinesi
Informazione
del 24/03/2011 182 visite 1 voti

C O N T A T T A C I emmegiischia@gmail.com
Giornata mondiale della poesia
Antonio Mencarini a Monza
“La nostra isola”
ideato da
Bruno Mancini
Giornata mondiale della poesia indetta dall’UNESCO
Antonio Mencarini porta a Monza il progetto culturale “La nostra isola”

Domenica 20 marzo ore 16,30 nella suggestiva Sala Maddalena, in Monza si è svolto uno degli importanti eventi poetici per la giornata mondiale della poesia indetta dall’UNESCO. Pur nel drammatico contesto che l’intero Pianeta sta vivendo a seguito dei noti fatti del Giappone e della Libia, che sono stati richiamati, con commozione durante la serata, la Poesia, la Musica, l’Arte hanno riaffermato la loro presenza e vitalità di fronte ad una affollata platea.
E’ un forte sintomo e un forte monito, questo, che l’Arte non morirà e forse, di più, l’Arte, la purezza d’animo, la bontà di fondo dell’animo umano, salveranno il Mondo.
Non è mancata la intensa partecipazione di tutti, del poeta Elio Veltre, di valenti musicisti e voci poetiche, tra cui quella di Antonio Mencarini, che con il garbo e il suadente tono di voce, da par suo, ha fatto sì che anche Ischia fosse presente e i progetti poetici di Bruno Mancini, Roberta Panizza, il sottoscritto, ed altri pionieri, venissero conosciuti e riconosciuti come progetti del bene, del sale della Terra, proprio in quel filone che dicevo, un granello in più nella clessidra del tempo del Mondo, del suo futuro e della speranza per le generazioni che verranno.
Una bellissima poesia del poeta napoletano Elio Veltre ha descritto, appunto il Mondo come la casa del Poeta, quella dell’Arte che racchiude tutte le altre, la casa del pittore, dello scultore, del musicista ecc.
Clou della serata, nel finale che ha considerato, a conferma che la Poesia è dovunque e non abbandona nessuno, la preziosa presenza della Poesia nel carcere, incredibile… Elio Veltre, che svolge anche attività di volontariato nel carcere di Monza, ha letto una poesia d’amore di un detenuto, il cui nome è stato tenuto segreto, per motivi di sicurezza, dedicata ad una donna sconosciuta, che, non esito a dire: E’ LA PIU’ BELLA POESIA D’AMORE che abbia mai ascoltato.
Sarebbe un raro e sorprendente arricchimento se, invitando il poeta Veltre, o attraverso Antonio Mencarini che ha assicurato la sua presenza alla presentazione della prossima antologia ”ISCHIA, MARE E POESIA” o coinvolgendo tutti e due, si potesse portare questa poesia, senza aggiungere nulla (la mancanza dei nomi forse aumenta il fascino e fa toccare col dito, come San Tommaso, il cuore palpitante della Poesia) nella serata ischitana.
Alla fine lunghi applausi per tutti, dall’attenta platea.
Alberto Liguoro

http://www.lulu.com/product/a-copertina-morbida/ischia-unisola-di/11280350?showPreview
Note dell’autore

I commenti

Commento 18555
tiziana mignosa il 26 mar 11 21:26 ha commentato:
Un articolo davvero interessante, letto con vero piacere e condiviso nel suo messaggio:
“… l’Arte non morirà e forse, di più, l’Arte, la purezza d’animo, la bontà di fondo dell’animo umano, salveranno il mondo…”

Molto bella anche la foto che mostra lo scenario suggestivo dove si è svolta la serata dedicata alla “bellezza, all’arte e alla poesia”

Chissà, magari un giorno potrò essere presente invece di accontentarmi di leggere gli articoli…
Complimenti di vero cuore!

Hits: 16

DILA

Premi Otto milioni

Bruno Mancini

Lascia un commento