Shoah – Video Pacifismo

Benvenuti

comeicinesi
Poesia generica
del 27/01/2011 236 visite 2 voti

Oggi 27 Gennaio 2011 a partire dalle ore 16.30 saremo nella sala Onofrio Buonocore della Biblioteca Comunale Antoniana di Ischia Porto per celebrare la Shoah mediante i contributi artistici dei Pionieri del progetto culturale “La nostra isola”. In anteprima vi offro uno dei video che presenteremo.

Watch live streaming video from lanostraisola at livestream.com

Movimento non violento per la pace
casella postale 201, Perugia (Italia)

Perugia, 23 novembre 1963.

A bruno Mancini,

…A nome del gruppo di azione diretta nonviolenta la ringrazio della solidarietà manifestata nel corso della nostra dimostrazione a Bologna il 17 scorso. E’ proprio dalla vicinanza e dal concorso del sempre maggior numero di persone che via via scopriamo solidali alla nostra azione, che traiamo incoraggiamento e stimolo a perseverare nella nostra opera, tesa a ricercare e ad attuare le forme di diretta espressione ed intervento della volontà reale dei cittadini, volontà che attualmente – e più o meno in ogni parte del mondo – è invalidata dallo strapotere accentrato in infime minoranze: è assurdo che il destino di milioni e milioni di uomini debba continuare a dipendere da piccolissimi gruppi che, quand’anche ben intenzionati, non possono assolutamente reggere al peso dei mastodontici problemi connessi a tanto accentramento di potere.
All’illusoria potenza dei comandi e delle armi noi vogliamo contrapporre la libera tenace solidarietà di larghissime unioni nonviolente, che tolgano spazio all’autoritarismo di esplicarsi e lascino inerti e inservibili le armi nelle mani dei pochissimi che ne traggono lucro e piacere.
A parte Le invio alcuni stampati sul nostro Movimento, sperando che Le interessino e siano di stimolo a mantenere i contatti col nostro lavoro.
Le unisco pure un resoconto della manifestazione bolognese; in esso trova pure notizie della prossima dimostrazione che terremo a Firenze il 1° dicembre e che ha incontrato la volontà di partecipazione di numerosi altri gruppi fiorentini.
Con molti cordiali saluti,
Pietro Pinna

Manifestazione e riunione del 17 Novembre 1963 a Bologna. Presenti: Enzo Bellettato e Vinicio Mantovani : Rovigo; Livia Cagnani: Piacenza; Giuseppe e Paola Gozzini, e Giorgio Viola: Milano; Carla Marazza Ganduccio, Alberto e Anna Luisa L’Abàte; Firenze; Pietro Pinna: Perugia; gruppo di Ferrara, di 14 partecipanti; Elevoine Santi.

… Esse trarranno un motivo di forza aggiuntivo dalla concordanza di analoghe manifestazioni che si svolgeranno all’Estero intorno a quella data, per una giornata internazionale…

“Il Movimento nonviolento per la pace è costituito da pacifisti integrali, che rifiutano in ogni caso la guerra, la distruzione degli avversari, l’impedimento del dialogo e della libertà di informazione e di critica.
Il Movimento sostiene il disarmo unilaterale (come primo passo verso quello generale), ed affida la difesa unicamente al metodo nonviolento”

I Centri si propongono di esplicare intorno a sé un’azione coraggiosa per la pace e per il disarmo, per il riconoscimento dell’obbiezione di coscienza, per l’accomunamento dei popoli occidentali con i popoli afro-asiatici nello spirito di Bandung, per un movimento di occidentali e di orientali per l’unità di tutti.

Contro imperialismo, tirannia, sfruttamento, invasione, il metodo della nonviolenza e di non collaborare al male; e di creare difficoltà all’esplicazione di quei modi, senza sospendere mai l’amore per le singole persone…

Il Comitato inglese dei Cento presieduto dal filosofo Bertrand Russell, invitando i cittadini alla disobbedienza civile, ha scelto quest’ultima via.
Sei dirigenti sono attualmente in carcere, per aver tentato di ostacolare il traffico di una base aerea.

… Dunque, insieme con la constatazione che la guerra d’oggi non è più quella di cento anni orsono nella quale con un fucile si andava incontro ad un soldato avversario, ma è strage di inermi….

… Non è forse un crimine senza pari ubbidire all’ordine di progettare, costruire e sperimentare un missile nucleare capace di uccidere in un attimo duecento milioni di persone?…

Chi è amico della nonviolenza non può non essere per la formazione di zone smilitarizzate… per il ritiro delle basi missilistiche e per il disarmo unilaterale, il quale avvia un moto inverso a quello del riarmo….

Chi è per la nonviolenza, sostiene che sia realizzato il principio della libera uscita dei cittadini da qualsiasi Stato e della libera circolazione di tutti dappertutto.
Note dell’autore

I commenti

Commento 17574
Franco Maccioni il 27 gen 11 19:03 ha commentato:
Bravi… molto bene…ciao

Commento 17561
domenicabramo il 27 gen 11 9:13 ha commentato:

__________________-***

Per la pace ci sarò sempre,
che è anche la mia pace.

Grazie e complimenti.

Abramo Domenica

Hits: 11

Lascia un commento