Per Aurora – volume primo – L’appuntamento capitolo 5

Benvenuti

Per Aurora – volume primo – L’appuntamento capitolo 5

L’appuntamento capitolo 5

Per Aurora

volume primo

CAPITOLO QUINTO

Non mi fu molto difficile, data l’esperienza, trovare una porta secondaria adibita ad ingresso degli addetti ai lavori e, comportandomi con la giusta naturalezza, salutando sconosciuti come fossero colleghi, chiamando capo l’uomo addetto al controllo dei pesi e delle qualità delle merci, rivolgendo un deferente “boss” al grasso individuo troneggiante alla cassa, giungere, senza insuperabili problemi dicevo, alla porta di divisione (tipo saloon dei film ambientati nel mitico west) posta tra i diversi ambienti di lavoro.

Non avevo, come mio solito, certezza di portare a compimento l’azione che mi ero riproposto quando, un attimo prima, lo avevo ascoltare pensare: “La sua bocca giurava”.

Tuttavia, per una volta privilegiai la praticità, la concretezza, l’essenziale, andando in cerca del responsabile per la organizzazione della struttura subito a ridosso della sala ove, da quando lo avevo lasciato, immaginavo che lui di tanto in tanto, con disincanto, sistemasse la ginestra (ginestra fiore amato dalla mia donna) all’occhiello del bavero.

Forse confuso, certo attento, paziente, determinato, pronto comunque, fra poco, al confronto con il suo destino.

Era una donna.

Da tutti chiamata “La Signora”, il capo era una donna.

Non bella, certamente intelligente, forse un po’ troppo guascona nonostante non avesse bisogno di dare molte istruzioni per ottenere la perfezione negli adempimenti che ordinava: le era sufficiente il segno con un dito, l’indice, per mostrare una direzione; il dondolare della testa, per affermare o negare.

Cosa sarebbe un uomo, voglio dire un individuo, se gli si potesse togliere un concetto?

A molti è capitato, me compreso, d’essere vittima di furti, e le cronache sono piene di indicazioni al riguardo: il portafoglio, lo stereo, un diritto, la vita.

Si conoscono le reazioni delle vittime forse meglio di quanto non si sappia relativamente ai comportamenti dei ladri.

Quasi paradossalmente, pur elaborando credibili e dettagliate indicazioni rilasciate da tutti i malcapitati di tutti i furti, anche i più estremi, non credo comunque che sarei in grado di rendere chiaro, trasparente, il comportamento conseguente alla sottrazione fraudolenta di un concetto.

Se guardo nel mio bagaglio di certezze vi trovo dei sentimenti, alcuni fatti, e poi volti e persone, ma vi rinvengo essenzialmente concetti.

è vero sono concetti di sentimenti, di fatti, di persone, di, forse, idee.

Essi hanno, tutti, indiscutibile valore, non fosse altro che per il fatto di rappresentare la definizione assoluta di specificità in altro modo non meglio caratterizzate.

Così mi chiedo, scegliendo a caso, quali sarebbero i vibrati dei miei risentimenti se mi sottraessero la cosa (il calesse?), e trovo, sebbene a fatica, risposte accettabili, ma non ho ancora osato sconvolgere la mia mente con l’ipotesi di un furto tanto incredibile e squassante.

E se accadesse?

Se un orso sulle note di uno spiritual della vera New Orleans, scovasse e sottraesse dalla mia roccia una pietra di concetto?

Ma sono sicuro?”

Lui era lì a pensarlo, (io sì ne sono sicuro), intanto che soffermava la sua attesa sui personaggi che affollavano la sala.

 

TESTO COMPLETO IN LETTURA LIBERA

Dedica – Brevi commenti amichevoli

Così o come.

L’Appuntamento

Capitolo 1

Capitolo 2

Capitolo 3

Capitolo 4

Capitolo 5

Capitolo 6

Capitolo 7

Capitolo 8

Capitolo 9

Capitolo 10

Capitolo 11

Capitolo 12

Vasco e Medea

Parte prima

Capitolo 1

Capitolo 2

Capitolo 3

Capitolo 4

Capitolo 5

Capitolo 6

Capitolo 7

Capitolo 8

Capitolo 9

Capitolo 10

Capitolo 11

Capitolo 12

Capitolo 13

Parte seconda

Capitolo A

Capitolo B

Capitolo C

Capitolo D

Capitolo E

Capitolo F

Capitolo G

Capitolo H

Capitolo I
Capitolo dopo fine

Per Aurora – volume primo – TESTO COMPLETO IN LETTURA LIBERA

Per Aurora – volume primo di Bruno Mancini

ACQUISTA COM www.lulu.com

Per Aurora – volume primo

seconda edizione

Version 3 | ID 29772m

ISBN 978-1-4710-8114-9

Bruno Mancini
ISBN 978-1-4710-8114-9
Version 3 | ID 29772m
Creato: 20 ago 2022
Modificato: 20 ago 2022
Libro, 93 Pagine
Libro stampato: A5 (148 x 210 mm)
Standard Bianco e nero, 60# Bianco
Libro a copertina morbida
Lucido Copertina
Prezzo di vendita: EUR 14.00

Titolo Per Aurora volume primo
Sottotitolo Alla ricerca di belle storie d’amore
Collaboratori Bruno Mancini
ISBN 978-1-4710-7278-9
Marchio editoriale Lulu.com
Edizione Nuova edizione
Seconda edizione
Licenza Tutti i diritti riservati – Licenza di copyright standard
Titolare del copyright Bruno Mancini
Anno del copyright 2022

Lasciargli sul corpo e nella mente i segni squassanti di una passione artificiale, artatamente impudica e violenta, tenera e vendicativa, ponendo in un solo amplesso tutti i registri delle sue esperienze, tutta la prorompente eccessiva sfacciata bellezza del suo corpo di donna non più bambina, i giochi estremi di mani esperte di labbra avvampate di pelle di luna, tenerezze ossessioni, morbidezze stupori, in una altalena di grida e di sussurri che per anni la sua mente aveva elaborato, posizionato, montato come in un film… … con arte e per vendetta.

Per Aurora volume primo

seconda edizione

Il libro contiene

Così o come

L’appuntamento

Vasco e Medea

Aurora volume primo

Info: Bruno Mancini
Cell. 3914830355 – 3914830355 tutti i giorni dalle 14 alle 23
emmegiischia@gmail.com

Info: Bruno Mancini
Cell. 3914830355 tutti i giorni dalle 14 alle 23
emmegiischia@gmail.com

DILA

Premi Otto milioni

 

Hits: 41

DILA

Premi Otto milioni

Bruno Mancini

Lascia un commento