Spiagge libere Ischia – regolamento accesso

Benvenuti

Spiagge libere Ischia – regolamento accesso

SPIAGGE SICURE Sole – Mare – Sicurezza CITTÀ DI ISCHIA Città Metropolitana di Napoli

Spiagge libere Ischia
Piano Comunale per la Fruizione delle Spiagge Libere
(PCFSL) per la sicurezza anti-diffusione SARS-CoV-2
STUDIO PRELIMINARE E FINALITÀ
L’obiettivo del presente “Piano Comunale per la Fruizione delle Spiagge Libere” (PCFSL) è fornire linee guida e indicazioni operative omogenee su tutto il territorio comunale, finalizzate a dettare misure precauzionali per limitare e, se possibile, evitare eventuali possibilità di contagio da COVID-19, con l’obiettivo primario di garantire la salute e la sicurezza sia degli operatori che dei fruitori.
Nel redigere il presente Piano si è tenuto conto:
– che il distanziamento tra ombrelloni, imposto dall’Ordinanza n. 50/2020 della Regione Campania ai concessionari, porterà verosimilmente più persone ad usufruire degli arenili liberi;
– dei flussi di potenziali fruitori nei mesi di giugno, luglio, agosto, settembre e ottobre, con particolare attenzione ai fine settimana;
– del potenziale svolgimento contemporaneo di attività ricreative di balneazione e in spiaggia (attività ludiche, sportive, ecc.), con gradi diversi di esposizione al rischio COVID-19, pur mitigato tale rischio dalla circostanza che tali attività vengono svolte per la quasi totalità all’aria aperta;
– della diversificazione del rischio in base alle attività che si consentirà di svolgere ed all’aggregazione medio-alta che potrebbe esserci in alcuni periodi.
Esse tengono conto delle attuali conoscenze sulle caratteristiche dell’infezione da SARS-CoV2 e sull’impatto nelle comunità che, come noto, sono passibili di aggiornamenti all’emergere di nuove evidenze.
Le misure devono coniugare la possibilità di svolgere l’attività balneare, preservando quelle caratteristiche di accoglienza e socialità che connotano la nostra offerta turistica, con l’esigenza di garantire la sicurezza del personale impiegato e dei fruitori della spiaggia, mitigando la possibilità di contagi durante contatti che avvengono durante lo svolgimento di dette attività.
Si evidenzia la grande importanza che diamo, come Amministrazione, alla responsabilità individuale da parte dei fruitori delle spiagge nell’adozione di comportamenti rispettosi delle misure di sicurezza e prevenzione e, a tal fine, l’esigenza di una adeguata informazione.

Tale piano potrà essere rimodulato sulla scorta di eventuali nuove disposizioni a livello nazionale e/o regionale e dall’emergere della necessità dei dovuti correttivi in fase di applicazione.
Al fine di definire, senza margini di approssimazione, le misure più corrette da adottare in merito alla distribuzione degli spazi e all’individuazione degli accessi si è proceduto ad una ricognizione puntuale degli arenili liberi, che di seguito si riporta:

N Denominazione Nome Mq N. Posti
1 Spiaggia degli Inglesi Spiaggia degli Inglesi
112,89 11
2 Spiaggia Pagoda Il Faro 205,16 20
3 Spiaggia Sotto A. Dohrn
INTERDETTA ————– ————–
4 Spiaggia Prima A. Dohrn
INTERDETTA
5 Spiaggia dinanzi ex Cantiere
Ancora 1068,45 106
6 Spiaggia del Lido – davanti Capanni Pescatori
Spiaggia del Lido
4.349,55 435
7 Spiaggia Via Enea Timone 346,86 34
8 Spiaggia Lung. C. Colombo
Corallo 73,97 7
9 Spiaggia dietro Torre del Molino
Gabbiano 115,27 11
10 Spiaggia dei Pescatori – davanti Torre del Molino
Spiaggia dei Pescatori
1,301,16 130
11 Spiaggia dei Pescatori Sirena 183,40 18
12 Spiaggia del Muro Rotto Spiaggia del Muro Rotto
643,78 64
13 Scogli Stradone Stella Marina 505 50
14 Scogli DX Lato Cocò Riccio 117,35 11
15 Scogli SX Barca 763,67 76
16 Spiaggia La Corteglia Spiaggia La Corteglia
73,23 7
17 Spiaggia Cartaromana INTERDETTA ————– ————–
TOTALE 10.022,08 996
Mq N. Posti

Si è deciso per comodità operativa di attribuire ad alcune spiagge dei nomi di fantasia.

L’indicazione dei posti disponibili è puramente indicativa dal momento che non tiene conto degli corridoi di passaggio.

A tali aree sono da aggiungere due “lingue” di sabbia, site in località Mandra, ed utilizzate in passato come “scivolo” per varo ed alaggio delle barche dei pescatori.

N Denominazione Mq
1 Scivolo 1 88,91
2 Scivolo 2 72,79

Tali aree, anche per la loro ridotta dimensione (lo scivolo 2 ha una larghezza massima di 3mt), potrebbero rappresentare un luogo di assembramento e di difficile controllo qualora fossero utilizzate per attività balneare. N. 1 – SPIAGGIA DEGLI INGLESI

Coordinate: 40°44’46.52″N13°56’03.86″E N. 2 – SPIAGGIA PAGODA

Coordinate: 40°44’47.94″N13°56’27.97″E < N. 3 SPIAGGIA SOTTO ANTON DOHRN

Coordinate: 40°44’44.52″N13°56’40.71″E INTERDETTA N. 4 SPIAGGIA PRIMA DI QUELLA SOTTO ANTON DOHRN

Coordinate: 40°44’43.61″N13°56’44.49″E INTERDETTA N. 5 SPIAGGIA DAVANTI EX CANTIERE

Coordinate: 40°44’40.42″N13°56’43.03″E N. 6 SPIAGGIA DEL LIDO – DAVANTI CAPANNI PESCATORI

Coordinate: 40°44’38.26″N13°56’46.13″E N. 7 SPIAGGIA VIA ENEA

Coordinate: 40°44’34.00″N13°56’57.94″E N. 8 SPIAGGIA LUNGOMARE CRISTOFORO COLOMBO

Coordinate: 40°44’33.36″N13°57’07.09″E N. 9 SPIAGGIA DIETRO TORRE DEL MOLINO

Coordinate: 40°44’20.83″N13°57’18.77″E N. 10 SPIAGGIA DEI PESCATORI DAVANTI TORRE DEL MOLINO

Coordinate: 40°44’17.98″N13°57’19.87″E N. 11 SPIAGGIA DEI PESCATORI

Coordinate: 40°44’10.91″N13°57’20.10″E N.12 SPIAGGIA IL MURO ROTTO

Coordinate: 40°44’04.10″N13°57’23.84″E N. 13 SCOGLI DIETRO LO STRADONE

Coordinate: 40°43’57.89″N13°57’31.76″E N. 14 SCOGLI ISCHIA PONTE LATO DX

Coordinate: 40°43’54.33″N13°57’41.58″E N. 15 SCOGLI ISCHIA PONTE LATO LATO SX

Coordinate: 40°43’54.29″N13°57’41.59″E N. 16 SPIAGGIA LA CORTEGLIA

Coordinate: 40°43’50.28″N13°57’33.95″E N. 17 SPIAGGIA CARTAROMANA

Coordinate: 40°43’26.85″N13°57’32.81″E INTERDETTA SCIVOLO N. 1
Coordinate: 40°44’12.64″N13°57’19.86″E SCIVOLO N. 2

Coordinate: 40°44’12.64″N13°57’19.86″E INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE
In considerazione dell’importanza data al senso di responsabilità individuale e della necessità di mettere in condizione i fruitori delle spiagge libere di conoscere le regole imposte e adottare pertanto comportamenti in linea con queste, rispettosi delle misure di sicurezza e prevenzione, saranno predisposti strumenti di informazione e comunicazione rivolti ai fruitori delle spiagge sulle regole di accesso e comportamento.
Verrà data diffusione a mezzo canali social ed, in particolare, sulla pagina Facebook del Comune delle misure da adottare nel fruire degli spazi liberi.
In tutte le spiagge libere sarà affissa, nei punti di accesso, una cartellonistica plurilingue riportante con chiarezza e sinteticità la condotta da tenere (distanziamento interpersonale di almeno un metro, divieto di assembramento ed eventuali altre disposizioni previste nel presente Piano).


ORGANIZZAZIONE DEGLI SPAZI, DEI LOCALI E DEI RELATIVI ACCESSI
Delimitazione arenili
Si procederà alla delimitazione degli arenili nn. 5, 6, 7, 10 e 11 mediante installazione, sul lato camminamento (fronte mare), di pali in legno aventi un diametro di 8 cm ed alti 1,5 mt e piantati nella sabbia (fuori terra circa 1mt), collegati fra di loro da un cordame colorato e ben visibile. Trattasi di una delimitazione meramente formale, non impattante ma che delimita tali arenili e consente di creare accessi dedicati e sorvegliabili.
Individuazione e regolamentazione accessi
Gli arenili individuati con i nn. 1, 2, 8, 9, 16 avranno, per questioni logistiche, un unico accesso di entrata ed uscita e si raccomanderà ai fruitori di mantenere il distanziamento minimo. Nel caso si dovessero sovrapporre persone in ingresso ed in uscita dall’arenile, si darà precedenza alle persone in uscita. Stesse modalità per gli scogli di cui ai nn. 14 e 15.
Sugli arenili individuati con i nn. 5, 6, 7, 10, 11, 12 verranno creati due distinti accessi (uno in entrata ed uno in uscita). Per l’arenile 12 lo scivolo e le scale rappresenteranno ingresso ed uscita.
Per gli scogli individuati con il n. 13 il fruitore dovrà entrare in corrispondenza di dove intende posizionarsi e uscire dal medesimo spazio.
In corrispondenza degli accessi saranno affissi una cartellonistica plurilingue, riportante con chiarezza e sinteticità la condotte da tenere (per gli arenili in cui è possibile prevedere un ingresso differente dall’uscita la cartellonistica verrà apposta solo all’ingresso; per gli scogli di cui al n. 13 la cartellonistica verrà posizionata all’inizio ed alla fine).
Gli accessi alle spiagge dovranno avvenire in modo ordinato, al fine di prevenire assembramenti e rispettare il distanziamento interpersonale di almeno un metro, ad eccezione delle persone che, in base alle disposizioni vigenti, non siano soggette al distanziamento sociale.
Verrà valutata la possibilità di misurazione della temperatura corporea, impedendo l’accesso all’arenile in caso di temperatura superiore a 37,5°.
Gli utenti dovranno obbligatoriamente indossare la mascherina al momento dell’arrivo, fino al raggiungimento della propria postazione, e analogamente all’uscita. Saranno tenuti ad indossare la mascherina anche se dovessero spostarsi temporaneamente per raggiungere i locali dei concessionari limitrofi. Come prescritto dall’Ordinanza n. 49/2020 della Regione Campania, non sono soggetti all’obbligo i bambini al di sotto dei sei anni, nonché i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina. In tali ultimi casi, laddove possibile, ne è comunque raccomandato l’utilizzo sotto stretta sorveglianza dei soggetti all’uopo titolati.
Sulla scorta dell’analisi dei flussi e degli arrivi sull’Isola, in alcuni periodi, potranno essere utilizzati sistemi per contingentare gli ingressi, tra cui la prenotazione obbligatoria mediante piattaforma informatica/telefonica, fino ad esaurimento dei posti già predeterminati sulla scorta dello studio preliminare condotto.
Individuazione e regolamentazione degli spazi interni
Nel rispetto del “Protocollo di sicurezza anti-diffusione SARS-CoV-2 per attività ricreative di balneazione e in spiaggia”, allegato sub 1 all’Ordinanza n. 50/2020 della Regione Campania, al fine di garantire il corretto distanziamento sociale all’interno delle spiagge, dovrà intercorrere una distanza tra ombrelloni della stessa fila di 3,35 metri e tra ombrelloni posti su file diverse di 3 metri o viceversa, così da garantire una superficie di almeno 10mq ad ombrellone/segna posto. A tal fine si procederà all’individuazione del punto centrale dei 10mq, ove dovrà essere installato l’ombrellone se il fruitore ne è munito, mediante posizionamento di un paletto segna posto di circa 0.50 cm, dotato di un foglio plastificato contenente le indicazioni alle quali l’utente è invitato ad adeguarsi, che si dovrà aver cura di lasciare sempre “in piedi” (potrà essere momentaneamente spostato solo per l’eventuale installazione dell’ombrellone).
Le attrezzature di spiaggia (sdraio, asciugamani, lettini), se non allocate nel posto ombrellone o vicino al segna posto, per chi non è munito di ombrellone, devono essere posizionate in maniera da garantire la distanza minima di 1,5 metri dalle attrezzature dei “confinanti”.
Nello spazio contraddistinto dal segnaposto potranno sostare al massimo 4 persone tra adulti e bambini (con eccezione solo nel caso di un neonato).
Non si potrà sostare sulla battigia, limitandosi a percorrerla solo per l’entrata e l’uscita dall’acqua. Qualora la spiaggia non sia affollata è consentito ai bambini di giocare sulla battigia nel rispetto del distanziamento sociale.

SORVEGLIANZA E GESTIONE
Sorveglianza
La sorveglianza sarà garantita da Agenti della Polizia Municipale, in collaborazione con le altre Forze dell’Ordine nonché da OdV, preferibilmente iscritte nell’elenco territoriale di Protezione Civile e sulla scorta del curriculum e del numero dei singoli associati che dimostrino di avere esperienza nell’affrontare situazioni emergenziali. Con quest’ultime l’Ufficio Demanio stipulerà apposita convenzione, in cui si stabiliranno le condizioni per lo svolgimento del servizio. Qualora ci fossero diverse OdV idonee e disponibili all’espletamento del servizio, l’Ufficio individuerà, sulla scorta dei requisiti di cui prima, una OdV capogruppo che sarà l’unica interlocutrice con l’Ente.
Gestione
Considerati l’enorme difficoltà di dare attuazione alle prescrizioni contenute nel “Protocollo di sicurezza anti-diffusione SARS-CoV-2 per attività ricreative di balneazione e in spiaggia” e il rischio concreto che, soprattutto sugli arenili liberi di ridotte dimensioni, si possano creare situazioni di assembramento difficilmente gestibili, ed al fine di contingentare gli accessi, gli scivoli n. 1 e n. 2 dovranno essere riservati solo ai residenti.
Qualora dovesse accadere che alcuni arenili in concessione non dovessero “aprire”, per le giustificate ragioni del momento, solo l’area scoperta potrà essere gestita dagli stabilimenti limitrofi, preferibilmente nella misura del 50% a stabilimento, tagliando verticalmente l’arenile. Ciò in considerazione della ridotta percorrenza per il raggiungimento dei servizi igienici da parte dei fruitori, rispetto a stabilimenti non limitrofi. Con tali concessionari andrà stipulata apposita Convenzione, in cui si riservino il 50% dei posti disponibili ai residenti, si stabiliscano i servizi offerti, le tariffe da applicare che non potranno per i residenti superare € 16,00 per ombrellone e due lettini (l’aggiunta di un lettino/sedia a sdraio non potrà superare € 2,50 ad attrezzatura). A tal fine basterà, inoltrare richiesta, all’Ufficio Demanio che provvederà a darvi immediato seguito. Nella Convenzione andrà stabilito un obbligo di prenotazione che contemperi l’esigenza del residente di vedersi riservato il posto e quella del gestore di destinare posti liberi, non prenotati dai residenti, agli avventori occasionali, residenti e non.


SERVIZI E SPAZI COMPLEMENTARI Sono consentiti gli sport individuali che si svolgono in spiaggia (es. racchettoni) o in acqua (es. nuoto, surf, windsurf, kitesurf), praticati sempre nel rispetto delle misure di distanziamento interpersonale, se non diversamente stabilito nelle Ordinanze di sicurezza balneare.
Non sono consentiti sport di squadra (es. beach volley, beach soccer, ecc.).
È vietata la pratica di attività ludico-sportive e giochi di gruppo che possono dar luogo ad assembramenti (es. balli, happy hours, degustazione a buffet, feste/eventi, ecc.).
Nel caso di installazione di servizi igienici e/o docce va rispettato il previsto distanziamento sociale.
Da parte degli accompagnatori deve essere garantita assoluta vigilanza sulle norme di distanziamento sociale dei bambini in tutte le circostanze.
Nel complesso, evitare promiscuità nell’uso di qualsiasi attrezzatura da spiaggia, possibilmente procedendo all’identificazione univoca di ogni attrezzatura.
In linea generale le attività svolte in mare aperto (ad es. wind-surf, attività subacquea, balneazione da natanti) non presentano a priori rischi significativi rispetto a COVID-19, fermo restando il mantenimento del distanziamento sociale (e delle operazioni di vestizione/svestizione nel caso di attività subacquea), nonché la sanificazione delle attrezzature di uso promiscuo (es. erogatori subacquei, attrezzature quali boma e albero del windsurf, etc).


MISURE IGIENICO SANITARIE
Saranno installati dispenser per l’igiene delle mani all’ingresso.
Nel caso di installazione di docce all’aperto, verrà garantita una pulizia e disinfezione a fine giornata.
Eventuali mascherine, guanti o altri dpi non potranno essere gettati negli appositi cestini, ma portati con sé.
Si raccomanda di non lasciare alcun tipo di rifiuto sull’arenile e di cercare di produrre la minor quantità possibile di rifiuti. PROVVEDIMENTI SANZIONATORI
Sanzioni
Ai sensi di quanto disposto dall’art. 2 del decreto legge n. 33 del 16 maggio 2020, salvo che il fatto costituisca reato diverso da quello di cui all’articolo 650 del codice penale, le violazioni delle disposizioni del presente provvedimento sono punite con la sanzione amministrativa di cui all’articolo 4, comma 1, del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19 convertito con modificazioni dalla L. 22 maggio 2020, n. 35 (pagamento di una somma da euro 400 a euro 3.000).

Daspi – Divieto di accedere alle Spiagge
A chiunque venga contestata una violazione per il non rispetto delle regole qui dettate, che hanno come unico scopo quello di salvaguardare la salute di tutti i fruitori degli arenili liberi, oltre alle sanzioni previste al paragrafo che precede, sarà disposta l’impossibilità di recarsi in spiaggia per i successivi tre giorni. Alla seconda contestazione il divieto sarà di sette giorni. Alla terza violazione contestata il trasgressore, alla luce del grave rischio alla salute, a cui espone sé e gli altri, non potrà più accedere agli arenili liberi

Hits: 117

Lascia un commento