Cronaca

Benvenuti

FURTO CON SCASSO A FORIO, SULLE TRACCE DEI LADRI
mercoledì 28 marzo 2012
furto con scasso nella gioielleria di piazza pontone a forio: 2 ladri nella notte si sono introdotti nei locali ed hanno portato via gioielli ed orologi, ma ben poca cosa perchè sono stati sorpresi da una coppietta che si trovava in zona e così sono riusciti a prelevare solo la merce che si trovava in vetrina, che era in allestimento. la pattuglia radiomobile dei carabinieri che è sopraggiunta poco dopo sul posto ha raccolto anche i filmati del servizio di videosorveglianza.
da stamani sono state effettuate diverse perquisizioni in abitazioni di sospettati, ma finora senza alcun esito positivo.
le indagini sono in corso…

DAVIDE CONTE: “CHE FINE HANNO FATTO I GRATTA E PARCHEGGIA?”
giovedì 29 marzo 2012
Il Capogruppo Consiliare di Minoranza al Comune di Ischia, Davide Conte, ha rivolto un’interrogazione al sindaco e al Dirigente del settore economico-finanziario del Comune di Ischia, in relazione alla gestione dei “gratta e parcheggia”.
“Ho riscontrato, dopo le segnalazioni di numerosi cittadini, che nei punti vendita che abitualmente distribuiscono i gratta e parcheggia a pagamento, non ve n’è disponibilità da oltre due mesi e mezzo. Chiedo pertanto di conoscere il perché di questa carenza, che potrebbe apparire come un veicolo clientelare pre-elettorale ma che di fatto penalizza non poco le casse comunali e il già estremamente disastrato bilancio dell’Ente.”

ABUSIVISMO A PANZA LA POLIZIA EVACUA COMPLESSO TURISTICO DA DEMOLIRE
martedì 27 marzo 2012
Quaranta uomini del reparto mobile della Questura di Napoli, coordinati dal dirigente del Commissariato di Ischia, vice questore Stefania Grasso, hanno evacuato stamattina un complesso turistico in località ‘Fumerie, nella frazione di Panza, frutto di una lottizzazione abusiva, per complessivi 3800 metri cubi, ed oggetto di demolizione da parte della Procura della Repubblica, in seguito a sentenza penale del 2008, passata in giudicato.

Per tale demolizione è stato nominato un commissario ad acta della Regione Campania che ha operato d’intesa con il pool antiabusivismo della Procura della Repubblica, coordinato dal Procuratore Aggiunto, Aldo De Chiara. La polizia ha, quindi, permesso ad una ditta esterna di prendere possesso della struttura, i tecnici Enel ed Evi hanno staccato le utenze di luce ed acqua ed è cominciata la messa in sicurezza del cantiere. Il fratello del proprietario ha chiesto di poter portare via tutte le masserizie presenti all’interno dei 14 miniappartamenti da demolire, tutti arredati e pronti all’uso, e la Procura gli ha concesso sei giorni di tempo. Domani mattina, dalle 7,00, gli uomini della ditta, sotto la vigilanza della Polizia di Stato, riprenderanno i lavori per la cinturazione e messa in sicurezza dell’intero cantiere. Oggetto della demolizione anche una piscina esterna.

 

Minacce e Carabinieri

contro i cittadini che volevano riprendere il

Consiglio Comunale

 

Pubblicato da mario il 23 luglio 20101 commento

 

immagini riprese da una telecamera  posizionata su una sedia

– OPERAZIONE FIATO SUL COLLO –

E’ l’intolleranza nei confronti di cittadini informati e desiderosi di informarsi ed informare. E’ l’abitudine a non avere controlli e controllori, considerando il bene comune come se fosse un giocattolo regalato con l’investitura elettorale.

E’ anche e sicuramente una buona dose di prurigine permalosa e caratteriale che porta ad inquadrare il diritto innegabile dei cittadini a riprendere una seduta pubblica come intromissione indebita, maleducata e non autorizzata. Ma è anche purtroppo la violenza tipica di personaggi che non possono e non devono permettersi in qualità di personaggi pubblici di rivolgersi nei confronti dei cittadini con toni minacciosi e di acuta violenza.

Queste sono state le cause dell’assurdo impedimento ad opera del Sindaco di Barano d’Ischia  di riprendere la seduta Consiliare da parte dei cittadini del Movimento 5 Stelle Isola d’Ischia.

L’Operazione “Fiato sul Collo” è la semplice ripresa delle sedute del Consiglio Comunale che per definizione e per legge sono momenti PUBBLICI, aperti al pubblico accesso. Essa  non ha un fine di opposizione o di disturbo, ma sono solo ed esclusivamente il controllo che i cittadini compiono nei confronti dei Consiglieri Pubblici nel Loro operato.

Molti Comuni e molte sedute istituzionali nazionali già prevedono la possibilità di ripresa tramite webcam consentendo ai cittadini di seguire da casa i lavori consiliari.

La possibilità di ripresa audiovisiva della seduta Consiliare è prima di tutto una conseguenza naturale e necessaria del principio di trasparenza ed imparzialità sul quale si deve improntare tutta l’attività amministrativa così come stabilito dalla Costituzione all’art. 97 ed ampiamente confermato dalla dottrina e dalla giurisprudenza amministrativa al riguardo. A ciò si aggiungano i pareri motivati ed autorevoli espressi dall’Autorità Garante della Privacy, che hanno ampiamente consentito la diffusione sia a mezzo Tv che tramite Internet delle sedute del Consiglio Comunale, all’unica condizione di avvertire  i presenti che vi saranno riprese audio-visive  e con il divieto di diffondere dati sensibili riguardanti la salute dei presenti. Questo anche contro il consenso dei Consiglieri.

Tali prerogative sono state rispettate con la preventiva diffusione nella Sala Consiliare di una comunicazione che ai sensi del L. 675/1996 (trattamento dei dati personali) e dei pareri espressi dal Garante della Privacy in ordine alla ripresa dei Consigli Comunali, assolutamente non vietata. Al riguardo solo il regolamento comunalepotrebbe statuire diversamente, ma nulla è stabilito nel regolamento comunale baranese. Loro non molleranno Noi neppure.

PARERE DEL GARANTE PER LA PRIVACY SULLA PUBBLICAZIONE VIA INTERNET DEI CONSIGLI COMUNALI

Isola d’Ischia – Spiaggia dei Maronti

 

BARANO VARA LA TASSA DI SOGGIORNO

 

 

mercoledì 23 novembre 2011
Il comune di Barano, dopo essere passato alla cronaca su tutti gli organi d’informazione nazionali (televisioni di stato comprese) per alcune ultime vicende che l’hanno visto protagonista negativo… come atto di “mea culpa” nei confronti dei turisti disorientati da tante vicissitudini al limite dell’assurdo, si appresta a varare, primo tra tutti i comuni dell’isola d’Ischia, una tassa di soggiorno.Il sindaco Paolino Buono ha convocato il consiglio comunale per mercoledi 30 novembre alle ore 20 con all’ordine del giorno, oltre all’assestamento di bilancio, l’istituzione della tassa di soggiorno con l’approvazione del relativo regolamento.Tassa di soggiorno per attrarre turisti su questa spiaggia? 

Ricordiamo solo 5 episodi accaduti negli ultimi mesi:

1) Marzo 2011: furto  nel comando dei vigili urbani di Barano d’ Ischia (Napoli) . I ladri sono entrati nella stanza del comandante Ottavio Di Meglio dove hanno rubato la sua pistola, senza caricatore – lasciato nel cassetto sottostante – e 1.100 euro, provento delle contravvenzioni.

2) Aprile 2011: i Carabinieri della compagnia di Ischia hanno sottoposto a sequestro amministrativo l’auto di servizio della Polizia municipale perché sprovvista dell’assicurazione obbligatoria. E non si tratta certo di una dimenticanza, dal momento che la vettura è risultata priva di copertura da diversi anni. Durante i successivi controlli, si è inoltre scoperto che oltre all’auto dei Vigili urbani, anche quella in dotazione all’ufficio tecnico circolava sprovvista dell’assicurazione obbligatoria.

3) Giugno 2011: Il sostituto procuratore Federico Bisceglie, coordinato dal procuratore aggiunto Aldo De Chiara, della Procura della Repubblica di Napoli, ha ordinato lo stop all’utilizzo del vascone comunale di raccolta dei liquami, sottostante la piazzola dei Maronti  Il Sindaco di Barano d’Ischia, Paolino Buono, con ordinanza sindacale, congiuntamente al dirigente dell’ufficio tecnico comunale, ha ordinato l’immediata chiusura degli scarichi di nove ristoranti e stabilimenti balneari che operano sulla spiaggia

4) Ottobre 2011; una documentazione filmata ha scandalizzato l’Italia mostrando lo sversamento in mare dei liquami trasportati dalla condotta fognaria sottomarina in partenza da Sant’Angelo e che scarica nella baia dei Maronti

5) 19 ottobre 2011: Il comandante della Polizia municipale di Barano d’Ischia,

Ottavio Di Meglio, e’ stato arrestato dagli uomini del commissariato di Ischia, in esecuzione di un’ordinanza di custodia ai domiciiliari richiesta dal pm Giovanni Corona. E’ accusato di sequestro di persona, calunnia e falsita’ materiale relativi al ”fermo illecito” a carico di una troupe delle Iene che, nel novembre 2010, voleva intervistarlo su di un presunto caso di mobbing denunciato da due tenenti dei vigili.

 

 

 

)

 

Editoriale del Direttore.

“Forza Isidoro!”

Ultimamente non sono troppo magnanimo nei confronti di Isidoro Di Meglio, ma oggi, credo sia opportuno far quadrato attorno all’uomo, al politico e all’istituzione che rappresenta. Quello che è accaduto stamattina è qualcosa di irreale, incredibile e schifoso! Purtroppo, la nostra isola non è più l’isola che molti di noi pensano sia.

 

Intimidazioni camorristiche senza se e senza ma. Semplici minacce schifose. Che la missiva sia diretta al politico, all’uomo o all’avvocato non fa alcuna differenza, è un fatto gravissimo difronte al quale nessuno può starsene in silenzio. Gli uomini del vicequestore Stefania Grasso sono al lavoro.

 

Viviamo la stagione dell’odio. Un mese circa su Il Dispari abbiamo raccontato di un attacco vile nei confronti di Antonio Pinto, vittima di una lettera ingiuriosa ed offensiva. Episodi che non possono essere paragonati, ma che meritano di restare sullo stesso piano operativo. Ad oggi abbiamo due membri dell’amministrazione Ferrandino nel mirino di qualche malvivente. Contro quale interesse il Comune di Ischia si sta mettendo. A chi da fastidio l’attività di questo o di quel politico? E’ una proiezione troppo napoletana nello stile, troppo camorristica dalla quale dobbiamo uscire quanto prima.

Gaetano Di Meglio

 

Furti con scasso Ischia

Golfo 14122010 Poste finiti i soldi comp
————————————————————————————————–

Per mancanza di liquidità, in tanti costretti a tornare a casa
“QUANTA LEGGEREZZA ALL’UFFICIO POSTALE DI ISCHIA”

Continua la serie negativa dei disservizi dell’Ufficio Postale di Ischia Porto, infatti oggi, 13 Dicembre 2010, intorno alle ore 12 circa cento persone erano in attesa di accedere agli sportelli adibiti ai pagamenti delle pensioni ed alle operazioni finanziarie in genere, e la loro attesa è risultata del tutto inutile, in quanto giunto il loro turno si sono sentiti dire che “I SOLDI SONO FINITI RIPASSATE DOMANI”.

Non solo quindi il disagio di non aver potuto incassare le somme di propria spettanza ma anche la beffa di aver atteso inutilmente a causa della mancata tempestiva comunicazione del disservizio.

Inutile soffermarci sulle varie tipologie di problemi causati agli utenti (ritardi e more nei pagamenti delle bollette per esempio), e sarà anche inutile chiedersi per quale ragione L’Ufficio postale di Ischia Porto non abbia provveduto ad inviare un proprio dipendente presso una filiale o un istituto di credito esterno alla sua Azienda per provvedere ad ottenere i contanti necessari ad adempiere ai propri impegni finanziari.

A noi la situazione non nuova verificatasi oggi pare un chiaro esempio di insufficiente preparazione e/o inettitudine, scarsa considerazione degli interessi altrui, trascuratezza e mancanza o deficienza di attenzione, leggerezza, inosservanza di precauzioni doverose per la corretta gestione di beni dati in loro affidamento.

Vale a tal proposito ricordare che se non altro a livello previdenziale gli enti hanno versato la rate delle pensioni almeno dodici giorni fa e quindi è giusto riproporre la denuncia e la successiva domanda già pubblicata da questo quotidiano

Bene, se qualche esperto di materie scientifiche vorrà prendersi il compito di sviluppare gli interessi – anche utilizzando parametri minimi – lucrati dall’ufficio a discapito dei cittadini, gliene saremo grati!

Sarebbe interessante capire cosa accadrebbe se gli Enti erogatori, a buna ragione, decidessero di trasferire le somme all’ufficio postale non più con un unico versamento, ma secondo il calendario da esso ufficio postale stilato e aggiungessero così in favore dei pensionati gli interessi maturati nella forzata giacenza.

Bruno Mancini

Uff Post 12122010 comp 0011Uff Post 12122010 comp 0012Golfo 2112010 poste 2a

Golfo 21112010 poste 2b

Golfo  ufficio postale ischia porto comp

Inefficienze dell’Ufficio Postale di Ischia Porto

Capitolo secondo

Un meeting di Poste Italiane con gli uffici della provincia di Napoli si è tenuto a Pozzuoli, come si legge a pagina 11 de l quotidiano “Il Golfo” (17 Novembre 2010), ed in esso sono stati premiati gli uffici di Pozzuoli centro, Porto d’Ischia, Casandrino e Grumo Nevano con la motivazione che detti uffici “… hanno raggiunto risultati di eccellenza nelle varie tipologie di sevizi e prodotti che Poste Italiane mette quotidianamente a disposizione dei suoi clienti”.

Ora, nel contesto delle esigenze della popolazione ischitana, pare del tutto velleitario dare importanza e valore sociale ad un premio assegnato… da Poste Italiane ad uffici di Poste Italiane, i cui criteri di valutazione , che sono senza alcun dubbio legittimamente determinati dalle Direzioni Provinciali, non solo non sono noti ma certamente tengono in massimo conto rapporti di bilancio tra entrate ed uscite, tra numero dipendenti ed operazioni effettuate, e stimano ogni altro confronto ove possano distinguersi maggiori o minori utili e vantaggi a favore dell’Azienda…. non certo degli utenti.

Come dire prendiamo in considerazione chi “Se la canta e se la suona”, attraverso un goffo tentativo di far parlare di se, e di ergersi a protagonista, proponendo pubblicamente opinioni, pareri, e complimenti che non interessano nessuno, ed in qualche caso beffeggiano i tanti che conoscono almeno quanto essi siano faziosi e per nulla corrispondenti alle reali esigenze degli utenti.

Comparando tuttavia questo elemento di valutazione con altri aspetti dei disagi patiti dalla popolazione locale, viene fuori una serie di considerazioni delle quali voglio accennarne almeno una in questa occasione, nel mentre lascio ad altri più autorevoli personaggi abilitati alla tutela dei consumatori ed alla divulgazione medianica della correttezza dei rapporti tra cittadini, lo sviluppo di analisi complete e veritiere.

Ecco la prima considerazione!

Motivando come necessario, in ragione del gran numero di cittadini aventi diritto a ritirale le pensioni, evitare grandi afflussi nei primo giorni di ogni mese, l’ufficio postale di Ischia porto ha stilato un calendario delle riscossioni che (non so cosa preveda per l’ultima lettera “Z”) colloca la mia “M” dopo il decimo giorno in cui l’ufficio ha incassato per mio conto le somme da parte dell’Ente erogatore.

Le somme relative a migliaia di pensioni, con importi mai inferiori ai 400 euro ciascuna, ogni mese di tutti gli anni vengono trattenuti nella disponibilità speculativa della società per una media di 10 giorni!

Bene, se qualche esperto di materie scientifiche vorrà prendersi il compito di sviluppare gli interessi – anche utilizzando parametri minimi – lucrati dall’ufficio a discapito dei cittadini, gliene saremo grati!

Ovviamente la corretta soluzione consistente nell’attivare un maggior numero di sportelli preposti ai pagamenti non è stata per nulla considerata, ma, ecco il sospetto, diminuendo il numero degli addetti e allungando i tempi delle attese, il beneficio per l’Azienda è doppio!

Sarebbe interessante capire cosa accadrebbe se gli Enti erogatori, a buna ragione, decidessero di trasferire le somme all’ufficio postale non più con un unico versamento, ma secondo il calendario da esso ufficio postale stilato e aggiungessero così in favore dei pensionati gli interessi maturati nella forzata giacenza.

Aloha!

Bruno Mancini

bannerok

Golfo  ufficio postale ischia porto comp

Golfo  ufficio postale ischia porto 001comp

Inefficienze dell’Ufficio Postale di Ischia Porto

Sempre più gravi ed insopportabili i disagi ai quali i cittadini ischitani sono costretti dalle carenze organizzative e dall’Ufficio postale di Ischia Porto.

Poiché sembra assurdo che la Direzione dell’Ufficio non prenda tempestivi provvedimenti onde evitare che le attese per giungere agli sportelli siano tenute entro tempi accettabili, viene da credere che si tratti di pura e semplice incompetenza, o di assoluto disinteresse per le istanze della popolazione.

Oggi, lunedì 15 Novembre 2010, ho ritirato il ticket A157 alle ore 11.42 e sono stato ammesso allo sportello alle 13.37, dopo aver atteso quindi un’ora e 55 minuti.

Devo aggiungere che per gran parte del tempo è stato attivo un solo dipendente nelle mansioni relative allo specifico settore.

Alle 11.42 era stato invitato il possessore del ticket A54 ed è quindi facile desumere che le decine di persone dal numero A54 al numero A157 (soltanto nelle due ore prese in considerazione e solo per una delle tre file) hanno sprecato due ore per un’attesa assolutamente insensata.

Se attendere un’ora è la norma dell’Ufficio Postale di Ischia Porto ora esso si avvia ad imporre e superare il limite delle due ore.

Ci sarà qualcuno che controlla l’efficienza della Direzione di quell’ufficio anche nei confronti delle esigenze della società civile?

Chi ha il potere di imporre interventi a favore del pubblico?

Bruno Mancini

C’è da aggiungere che intorno alle 13.30, l’Ufficio Postale di ischia Porto ha aperto un nuovo sportello adibito allo smaltimento delle operazioni categoria ticket … ma abilitato SOLO all’incasso e non ad operazioni comportanti uscite monetarie dalle loro casse… avevano finito i soldi!!!!

Creando in tal modo ulteriore disagio agli utenti.

bannerok

Lo scandalo all’Ufficio postale di Ischia Porto – Seconda puntata Ticket ufficio postale ischia portoTicket ufficio postale ischia porto 1

Un meeting di Poste Italiane con gli uffici della provincia di Napoli si è tenuto a Pozzuoli, come si legge a pagina 11 de l quotidiano “Il Golfo” (17 Novembre 2010), ed in esso sono stati premiati gli uffici di Pozzuoli centro, Porto d’Ischia, Casandrino e Grumo Nevano con la motivazione che detti uffici “… hanno raggiunto risultati di eccellenza nelle varie tipologie di sevizi e prodotti che Poste Italiane mette quotidianamente a disposizione dei suoi clienti”.

Ora, nel contesto delle esigenze della popolazione ischitana, pare del tutto velleitario dare importanza e valore sociale ad un premio assegnato… da Poste Italiane ad uffici di Poste Italiane, i cui criteri di valutazione , che sono senza alcun dubbio legittimamente determinati dalle Direzioni Provinciali, non solo non sono noti ma certamente tengono in massimo conto rapporti di bilancio tra entrate ed uscite, tra numero dipendenti ed operazioni effettuate, e stimano ogni altro confronto ove possano distinguersi maggiori o minori utili e vantaggi a favore dell’Azienda…. non certo degli utenti.

Come dire prendiamo in considerazione chi “Se la canta e se la suona”, attraverso un goffo tentativo di far parlare di se, e di ergersi a protagonista, proponendo pubblicamente opinioni, pareri, e complimenti che non interessano nessuno, ed in qualche caso beffeggiano i tanti che conoscono almeno quanto essi siano faziosi e per nulla corrispondenti alle reali esigenze degli utenti.

Comparando tuttavia questo elemento di valutazione con altri aspetti dei disagi patiti dalla popolazione locale, viene fuori una serie di considerazioni delle quali voglio accennarne almeno una in questa occasione, nel mentre lascio ad altri più autorevoli personaggi abilitati alla tutela dei consumatori ed alla divulgazione medianica della correttezza dei rapporti tra cittadini, lo sviluppo di analisi complete e veritiere.

Ecco la prima considerazione!

Motivando come necessario, in ragione del gran numero di cittadini aventi diritto a ritirale le pensioni, evitare grandi afflussi nei primo giorni di ogni mese, l’ufficio postale di Ischia porto ha stilato un calendario delle riscossioni che (non so cosa preveda per l’ultima lettera “Z”) colloca la mia “M” dopo il decimo giorno in cui l’ufficio ha incassato per mio conto le somme da parte dell’Ente erogatore.

Le somme relative a migliaia di pensioni, con importi mai inferiori ai 400 euro ciascuna, ogni mese di tutti gli anni vengono trattenuti nella disponibilità speculativa della società per una media di 10 giorni!

Bene, se qualche esperto di materie scientifiche vorrà prendersi il compito di sviluppare gli interessi – anche utilizzando parametri minimi – lucrati dall’ufficio a discapito dei cittadini, gliene saremo grati!

Ovviamente la corretta soluzione consistente nell’attivare un maggior numero di sportelli preposti ai pagamenti non è stata per nulla considerata, ma, ecco il sospetto, diminuendo il numero degli addetti e allungando i tempi delle attese, il beneficio per l’Azienda è doppio!

Sarebbe interessante capire cosa accadrebbe se gli Enti erogatori, a buna ragione, decidessero di trasferire le somme all’ufficio postale non più con un unico versamento, ma secondo il calendario da esso ufficio postale stilato e aggiungessero così in favore dei pensionati gli interessi maturati nella forzata giacenza.

Aloha!

Bruno Mancini

bannerok

* Friday, 17 September 2010

Storia di ordinaria inciviltà ad Ischia: Il redattore malfattore

Pubblicato da RedazionegravatarcloseAuthor: Redazione Name: Redazione IschiaBlog Team

Email: info@ischiablog.it

Site: http://www.ischiablog.it

MoVimento 5 Stelle

Questa una triste storia segnalataci da un amico che ha constatato come l’inciviltà più sfacciata derivi anche e soprattutto da peronse che ricoprono ruoli anche di spicco in una società di finte persone per bene!!

12 settembre alle ore 20.06

L’altra sera il redattore capo di un importante quotidiano di Napoli veniva sorpreso dal sottoscritto, fuori dalla propria abitazione, a gettare sul marciapiede antistante diversi sacchetti della spazzatura in spregio alle più elementari regole del vivere civile, dell’emergenza rifiuti che da decenni ammorba e soffoca la nostra regione, e delle ordinanze che oramai da diversi anni regolano lo smaltimento dei rifiuti sull’isola di Ischia con orari e luoghi precisi e ne vietano ovunque l’abbandono per strada . Basti pensare che sono stati ritirati tutti i cassonetti non essendocene più alcun bisogno. Ebbene quello che è accaduto quando gli ho chiesto di riportarsi via tutte quelle buste, non prima di averli rincorsi, essendo lui e la moglie prontamente ripartiti in motorino, ha veramente dell’incredibile: sono stato offeso, minacciato, insultato e sbeffeggiato, facendo appello al sempreverde “Lei non sa chi sono io!”.

Invece di scusarsi e vergognarsi del proprio gesto, sono stato letteralmente aggredito e più volte minacciato. Ma la cosa in assoluto che più mi sconcerta e avvilisce è stata l’arroganza intellettuale di questo signore e di sua moglie (avvocato!). La boria e l’atteggiamento tronfio del classico italiano provinciale fino al parossismo che invece di vergognarsi come avrebbe fatto chiunque ha usato un atteggiamento dei più beceri alternato ad uno sfoggio di maniere e modi che avrebbero fatto la felicità di Dino Risi.

L’epilogo della serata è stato l’arrivo della polizia chiamata da egli stesso non senza dimenticare di presentarsi prima per quello che è “caporedattore…”, che evidentemente è l’unico senso che riesce a dare alla sua persona, e poi per nome e cognome, dichiarando che mi avrebbe querelato (sic !), e scoprire che la polizia non poteva neanche annotare una mia dichiarazione per spiegare l’accaduto in quanto non di loro competenza.Morale: nel paese delle centinaia di migliaia di auto blu, dei raccomandati, della corruzione, delle escort e di tutti i peggiori vizi sociali e culturali il ragionier Rossi ancora guida le fila dei nani e ballerine per il trionfo della mediocrità piccolo borghese che da sempre diverte tutto il mondo e avvilisce quei quattro gatti che ancora si ostinano a guardare le stelle.

bannerok

MANIFESTAZIONE CONTRO LA PRIVATIZZAZIONE DELLA SPIAGGIA DELLA CHIAIA Modifica

by

– Bruno Mancini-

MANIFESTAZIONE CONTRO LA PRIVATIZZAZIONE DELLA SPIAGGIA DELLA CHIAIA

Ti ha invitato Gennaro Savio · Condividi · Evento pubblico

Sponsorizzata

Crea un’inserzione

Connettiti con più amici

Condividi Facebook con un numero sempre maggiore di amici. Usa i nostri semplici strumenti d’invito per iniziare a metterti in contatto con loro.

Altre inserzioni

Ora

12 agosto · 19.30 – 22.00

Luogo FORIO

Creato da

Gennaro Savio

Maggiori informazioni

CONTRO LA PRIVATIZZAZIONE DELLA SPIAGGIA DELLA CHIAIA A FORIO!

GIOVEDI’ 12 AGOSTO 2010 ORE 19,30 APPUNTAMENTO CON TUTTI GLI ISOLANI E I TURISTI DAVANTI ALLA SPIAGGIA DELLA CHIAIA A FORIO

ORE 20,00 CIRCA PARTENZA DEL CORTEO CHE ATTRAVERSERA’ IL CENTRO DI FORIO CON COMIZIO CONCLUSIVO NEL PIAZZALE CRISTOFORO COLOMBO

Sindaco Franco Regine, con la tua amministrazione fai prevalere gli interessi dell’intera comunità residente e turistica di Forio su quelli privati: revoca immediatamente la delibera della sciagurata privatizzazione della spiaggia della Chiaia riassegnandola, cosi’, alla libera fruizione di migliaia di famiglie lavoratrici di Forio, dell’isola e della terraferma.

FORIANI E TURISTI, PARTECIPATE TUTTI ALLA GRANDE MANIFESTAZIONE DI PROTESTA E DI RIVENDICAZIONE: UNITI POSSIAMO LIBERARE QUELLA SPIAGGIA DAGLI AFFARI PRIVATI!

Manifestiamo anche per la liberalizzazione di tutte le spiagge e per il diritto alla casa, all’assistenza sanitaria adeguata ai nostri bisogni di isolani e a un trasporto marittimo adeguato, dignitoso e con tariffe per residenti e turisti identiche a quelle del trasporto urbano.

NESSUNO MANCHI AL GRANDE APPUNTAMENTO!

Forio, 9 agosto 2010.

bannerok

Il-mare-vietato-di-Ischia-Puoi-ancorare-solo-se-pernotti-o-mangi-al-ristorante

Il mare «vietato» di Ischia: «Puoi ancorare solo se pernotti o mangi al ristorante»

by

– voma-

* Visualizza il profilo

* Visualizza i messaggi forum

* Messaggio privato

* Visualizza inserimenti blog

* Visualizza articoli

Valuta questo articolo

* Eccellente

* Buono

* Sufficiente

* Insufficiente

* Scarsa

*

Pubblicato in 3rd August 2010 Numero di visite: 34

0 Commenti Commenti

il caso sta scatenando la protesta

L’àncora può essere calata a patto però che si dorma almeno una notte sull’isola: altrimenti multa e denuncia

NAPOLI — Salvate la Posidonia dei nostri fondali dalle minacciose àncore delle barche. O, per essere più precisi, dalle àncore (dei proprietari) delle barche che non pagano. E sì, ché tra Ischia e Procida la battaglia ecologica è guerra che va combattuta ad ogni costo, nel senso letterale del termine. Il costo dell’albergo, quello del ristorante, quello dell’autorizzazione all’ancoraggio. Così, almeno, ha deciso il consorzio che gestisce l’area marina protetta «Regno di Nettuno» (ammesso che Nettuno, con tutto quello schifo che c’è in mare, non abbia fatto già le valigie e si sia trasferito altrove). E quel provvedimento ora scatena le reazioni di diportisti e ormeggiatori.

Il principio, beninteso, è sacrosanto. Il Consorzio di gestione ha deciso di salvaguardare l’area. Troppe àncore che arano quei fondali e danneggiano la Posidonia. Solo che, invece di vietare l’ancoraggio o, chessò, di mettere delle boe, s’è deciso che la Posidonia può essere rovinata a pagamento. La storia funziona così: chi vuole fare un bagno ad Ischia deve ottenere l’autorizzazione all’ancoraggio della barca, una concessione che viene rilasciata (al prezzo di 10 euro alla settimana per i natanti, 20 per le imbarcazioni) solo se si pernotta almeno una notte a Ischia o Procida e si lascia dunque la barca in uno dei porti. La multa, sanzione che va da 50 a 1.000 euro, può essere evitata anche andando a pranzo in uno dei ristoranti dell’isola: è sufficiente esibire la ricevuta all’atto del controllo e via. Chi invece non ha intenzione di dormire sull’isola o vuole cucinare in barca, è costretto a far rotta su altre isole (fatto il conto nel Golfo resta solo Capri). Il ticket si paga anche altrove, per carità. Solo che, ad esempio, per ancorare alla Maddalena è sufficiente versare 20 euro per una barca di dieci metri, senza però essere costretti a restare lì la notte. «È un’imposizione incostituzionale dice Lino Ferrara, presidente dell’Unione nazionale armatori da diporto.

Che questa storia del mare a numero chiuso proprio non riesce a mandarla giù: «È un regolamento incomprensibile, vorrei capire cosa fanno per tutelare i fondali. Le zone sono suddivise senza che nessuno ne sappia nulla. E se il principio del parco marino è corretto, il Regno di Nettuno è un’aberrazione che sta facendo fuggire i turisti da Ischia». Sarà per questo che i primi ad essere sul piede di guerra sono gli ormeggiatori. Che magari potranno essere tacciati di poco coraggio perché chiedono l’anonimato, ma la vicenda la riassumono con fulminante sagacia: «L’àncora del non residente rompe la Posidonia? Be’, lo fa anche quella del residente». Uno degli operatori storici dell’isola (F., anche lui teme imprecisate ritorsioni) dice che «il calo di barche che vengono a Ischia è quantificabile in circa il 40%». E a perderci sono tutti, ché se prima «al mattino i diportisti accostavano, facevano shopping e andavano alle Terme, al Negombo o nei ristoranti della Riva destra», adesso « non vengono più qui » . L’estate del mare a numero chiuso «ci sta facendo perdere tantissimi clienti, perché la gente ragiona così: durante la settimana vengo a fare il bagno, il week end magari mi fermo. Ma se noi dal lunedì al venerdì li cacciamo via, il sabato e la domenica non ci tornano mica».

Un esempio? «C’era un’imbarcazione di trenta metri ancorata al largo del Castello, a bordo una famiglia di americani. È arrivata la barchetta della vigilanza e li ha mandati via». E loro? «Non hanno battuto ciglio, motori accesi e rotta verso Capri. Lo fanno in molti, perché lì queste cose non accadrebbero mai. E infatti ci stanno rubando tutti i turisti che perdiamo in nome della finta battaglia per la tutela del mare». Peccato che, in quello stesso tratto di mare dove si àncora solo a pagamento, uno studio di fattibilità commissionato proprio per la creazione dell’area marina protetta abbia censito 100 scarichi abusivi. «Il principio del chi rompe paga non vale più. Qui si paga per rompere. Vedrete, le barche non arriveranno più. E i soldi neppure». Magari finirà che a Ischia converrà andarci con l’aliscafo e restarsene a terra. In fondo, per dirla con Truman Capote, «vivere su un’isola è come vivere in una nave ferma al largo perennemente ancorata». E senza pagare il ticket.

Gianluca Abate

Verdi: “a Ischia e Procida hanno realizzato la prima area marina per ricchi“.

“Non abbiamo avuto nessun riscontro positivo – denuncia Ottorino Mattera, uno dei tour operator più importanti che operano a Ischia – dall’ Istituzione dell’ area Marina Protetta Regno di Nettuno. I turisti non ne conoscono l’ istituzione anche perchè nessuno ha pensato a pubblicizzarla all’ estero o nel resto d’ Italia. E’ diventata solo un modo per vessare i diportisti napoletani. Onestamente da ischitano penso che o cambia totalmente la gestione oppure è meglio eliminare l’ area marina che sta diventando purtroppo più un danno che una risorsa per l’ isola”

“Questa area marina – aggiunge Mario Morra, Segretario regionale del Sib il Sindacato Italiano Balneari – era partita con il piede giusto poi è diventata un problema per l’ intero comprensorio creando danni non solo ai nostri operatori di Ischia e Procida ma anche a quelli di Pozzuoli, Monte di Procida e Bacoli. I vertici attuali sono riusciti a far odiare il Regno di Nettuno anche agli ambientalisti più incalliti perchè hanno varato regole ingiuste e incomprensibili. Il nostro sindacato sta ricevendo danni enormi da una gestione che non ha risolto il primo problema di Ischia e cioè la depurazione delle acque. Ci domandiamo cosa facciano per difendere l’ ambiente i vertici del regno di Nettuno oltre ad incassare soldi”.

“Potremmo definire il Regno di Nettuno – conclude il commissario regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, che quando era assessore provinciale ai parchi e alle aree protette alla provincia fece istituire l’ area protetta – la prima area marina per ricchi. Non si difende il mare o la poseidonia con gli scontrini dei ristoranti ma con piani seri, strutturati ed equi. Noi crediamo che il comitato di gestione ha perso totalmente di vista i principi ispiratori delle aree marine protette e quindi ci aspettiamo a breve un intervento risolutivo del Ministro all’ Ambiente Prestigiacomo che commissari , come da noi richiesto, l’ ente gestore”.

Comunicato Stampa VERDI

http://corrieredelmezzogiorno.corrie…11190298.shtml

bannerok

Mario ti ha invitato a “Fatti un tuffo per la legalità” domani.

Mario dice: “Ragazzi Vi aspetto domani a Cava per difendere la Spiaggia Libera più bella dell’Isola.

Sarà possibile firmare una peztizione e vi sarà il primo tentativo di guinness dei primati di tuffo collettivo più numeroso del mondo!! Tuffati nella Legalità ;))”.

Evento: Fatti un tuffo per la legalità

Tipo: Riunione informativa

Inizia: Domani, 23 maggio alle 10.00

Termina: Domani, 23 maggio alle 20.00

Luogo: Spiaggia Cava dell’Isola

Per vedere altri dettagli e rispondere, segui il link in basso.

http://www.facebook.com/n/?event.php&eid=123023017719702&mid=261e494G54cda07bG1c05cadG7&n_m=emmegiischia%40gmail.com

bannerok

Raffaele dice: “Corri, cammina, passeggia in uno stupendo scenario… Saluti da Raffaele Brischetto”.

Evento: SECONDA EDIZIONE DI “UNA MARCIA IN PIU’ ”

Tipo: Evento sportivo

Inizia: domenica 9 maggio alle ore 10.00

Termina: domenica 9 maggio alle ore 12.30

Luogo: ISCHIA PONTE

Per vedere altri dettagli e rispondere, segui il link in basso.

http://www.facebook.com/n/?event.php&eid=116507805046113&mid=2468569G54cda07bG1b0e11aG7&n_m=emmegiischia%40gmail.com

bannerok

Ischia, un'isola di poesia copertina anterioreAndrea Ballarò ha inviato un messaggio ai membri di FORUM SOCIALE ANTIMAFIA PEPPINO E FELICIA IMPASTATO 2010.

Andrea Ballarò

Andrea BallaròMay 1, 2010 at 12:20pm

Oggetto: Programma del Forum Sociale Antimafia Felicia e Peppino Impastato 2010 (definitivo)

9 MAGGIO 1978 – 9 MAGGIO 2010

CONTRO MAFIA E FASCISMO

LA RESISTENZA CONTINUA!

Giovedi’ 6 maggio Salone Comunale: dalle ore 17,00 alle 20,00 Forum SPAZI SOCIALI

Da Genova 2001 ad oggi…come si sono evoluti i rapporti tra gli spazi sociali e il territorio, quali sono le dinamiche e quali le prospettive future.

Moderatore: Nino Termotto – Laboratorio Zeta Palermo

Interventi di:

Alfonso De Vito – InsuTV

CP Experia Catania

Cloro Rosso Taranto

Figlie femmine Bologna

Venerdi’ 7 maggio Aula consiliare Peppino Impastato: dalle ore 9,00 alle 13,30 e dalle 16,00 alle 20,00 Forum AMBIENTE

Ore 9,00: Proiezione Video “emergenza rifiuti in Campania”

Ore 10,00: Interventi di:

Doriana Sarli: La situazione attuale in Campania

Paola Nugnes e Giuseppe Cristofori: I risvolti economici delle scelte fatte e le alternative possibili

Santina Mondello – Ass. Rita Atria: La responsabilità del sistema rifiuti

Gabriele Dulcetta – Cenciaiolo Coop APAS Pa

Ore 13,00: Presentazione del dossier “Munnizzopoli a Catania e provincia”, a cura dell’ “Ass lavori in corso”

Ore 16,00: Presentazione del nuovo libro di Antonio Mazzeo “I padrini del ponte”, per capire il legame esistente tra la problematica ambientale e gli interessi affaristico-mafiosi che stanno dietro la costruzione del ponte.

Ore 17,00: Forum sull’acqua “Si scrive acqua si legge democrazia”, a seguire proiezione video

Interventi di:

Vincenzo Miliucci – COBAS Nazionale

Lorella Lari – Attac – Forum dei movimenti per l’acqua Bergamo

Antonio Valassina – Associazione Lib-Lab Roma

Presentazione del dossier “Privati dell’acqua” a cura dell’Ass. Lavori in corso

Durante i lavori del forum verrà formulato un questionario sulla gestione dell’acqua che verrà distribuito alla popolazione di Cinisi. I risultati emersi verrano comunicati pubblicamente nella piazza del paese e riportati all’amministrazione comunale.

dalle ore 20,30 SPETTACOLI Piazza Vittorio Emanuele Orlando:

Spettacolo teatrale della compagnia Arte Vox RADIO.

Malasuerte Firenze SUD

Concerto dei Talco gruppo ska-punk .

Sabato 8 maggio Salone Comunale: dalle ore 9,00 alle 13,00 Forum LAVORO

La giornata è divisa in tre aree:

MIGRANTI – LAVORO PRECARIO – RESISTENZA OPERAIA

Moderatore: Fabrizio Fasulo

Si comincia con approfondimenti sul lavoro dei migranti in un quadro ampio che interconnette gli interessi mafiosi allo sfruttamento del lavoro nero.

Approfondimenti di

Fulvio Vassallo: Sicilia da terra di sbarco a terra di detenzione

Marco Pirrone

Umberto Santino: Globalizzazione e mafie

Emilio Santoro: Carcere e migrazioni

Judith Gleitze: Nuovi scenari dell’immigrazione in Sicilia

Renato Franzitta: Il collegato lavoro. La distruzione dell’art. 18

Soumahoro Aboubakar

Intervento dei lavoratori dell’Italtel di Carini

Dall’analisi si passerà, poi, alle testimonianze dirette dei soggetti che quotidianamente si oppongono alla crisi nei loro posti di lavoro .

Testimonianze di:

Barbara Evola e Luigi Del Prete – Precari scuola

FIOM Termini Imerese

Flai CGIL – Michele Scifo

Francesco Piobbichi – Arancia Metalmeccanica

Rdb-Napoli

Si proiettera’ un video a cura del Laboratorio Zeta “La terra (e)strema”, una raccolta di immagini e racconti sul lavoro bracciantile dei migranti, sullo sfruttamento e le vessazioni del caporalato, una denuncia della totale assenza della protezione sindacale nelle campagne.

Salone Comunale: dalle ore 17,00 alle 20,00 Forum LA DERIVA DELLA DEMOCRAZIA E IL NEOFASCISMO BERLUSCONIANO

Moderatore: -Salvo Vitale: “La nuova Italia della P2“

Interventi:

Pino Maniaci (Tele Jato): “L’informazione tra repressione mafiosa e censure politiche”

Leo D’Asaro (storico): “Informazione e consenso politico”

Antonio Ingroia (magistrato): “Leggi, progetti, prospettive di stravolgimento della Costituzione”

Testimonianze varie

dalle ore 20,30 SPETTACOLI Piazza Vittorio Emanuele Orlando:

Presentazione del libro “I fiori di Faber” con Claudio Porchia

con l’esecuzione di alcuni brani di De André da parte del collettivo musicale “Peppino Impastato”.

Esibizione Stasi, Carmina Solis special guest Radiodervish

Domenica 9 maggio Salone Comunale: dalle ore 9,00 alle 13,00 Forum sull’esperienza politica e rivoluzionaria di PEPPINO IMPASTATO

Dall’antimafia alla politica di movimento, dagli 70 ai giorni nostri: la lotta continua!!!

Moderatori: Umberto Santino e Giovanni Impastato

Presentazione del libro “Storia del movimento antimafia” di Umberto Santino

Interventi di:

Salvo Vitale: Peppino e l’antifascismo

Paolo Arena: Peppino e la militanza politica

Carlo Bommarito: Peppino e il territorio

Andrea Bartolotta: Peppino e l’esperienza radiofonica – presentazione del libro “Onda pazza 2 – Terrasini”

Valerio Monteventi

Associazione “La lotta continua”

Le resistenze di oggi

Contributi di:

CAU NAPOLI

Comitato Resistenze Marzabotto

ANPI

Comitato 3 e 32 L’aquila

Associazione Walter Rossi ROMA

Centro di Documentazione Francesco Lorusso Bologna

Radio Cento Passi

Le conclusioni sono affidate al Forum Sociale Antimafia

Ore 15,00: Elaborazione documento conclusivo a cura delle realtà del forum sociale

A seguire CORTEO da Radio Aut a Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato

Concentramento ore 17,00 Sede di Radio Aut Corso Vittorio Emanuele -Terrasini

Partenza ore 18,00

Arrivo a Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato Corso Umberto I, 220 – Cinisi

dalle ore 20,30 SPETTACOLI Piazza Vittorio Emanuele Orlando:

Apertura di Il bello, il bullo e il grattino

A seguire Pupi di Surfaro

Chiuderanno la serata Alessandro Mannarino e Alfio Antico e …

Durante tutti e quattro i giorni dalle ore 9,00 alle ore 13,00 e dalle ore 16,00 alle 20,00 presso il Salone Comunale di Cinisi (Piazza Vittorio Emanuele Orlando) sarà esposta la mostra “Peppino Impastato, vita, lotta e memoria” foto, dipinti e collage a cura di Pino Manzella, Guido Orlando, Paolo Chirco, Beny Vitale

( 9 maggio 2010 )

bannerok

Francesco Di Meglio ha inviato un messaggio ai membri di http://www.facebook.com/l/6eb75;corrieredellisola.com.

Francesco Di Meglio

Francesco Di MeglioApril 28, 2010 at 11:46pm

Oggetto: MARTINI (DIRETTORE OSS. VESUVIANO): “NESSUN ALLARME, NE’ DA VESUVIO NE’ DA ISCHIA” (VIDEO)

http://www.facebook.com/l/6eb75;www.videocomunicazioni.com/notizie/martini-direttore-oss-vesuviano-nessun-allarme-ne-da-vesuvio-ne-da-ischia-video.html

facciamo girare questa intervista

Bruno Mancini scrive:

Bertolasone sproloquia sui vulcani dichiarando pericoloso il nostro Epomeaccio che se ne sta per i caz… suoi da 600 anni e allora vi chiedo se, oltre al festival della canzone italiana protetto da San Remo, non si possa organizzare un festival della stronzata italiana protetto da San Silvio e da ubicare ad Arcore… e dintorni!

… io dico che Bertolasone con i nostri guai non solo mangia e beve alla grande ma li vagheggia come afrodisiaci ogni volta che desidera accanirsi in una masturbazione… cerebrale ahimè impossibile considerato i sui scarsi attributi!

Allegare un pernacchio alla risposta oppure un euro per acquistare una maxi scorta in di amuleti.

bannerok

Oggetto: Oceanomare Delphis ONLUS

Ciao!

Per chi ancora non lo sapesse, abbiamo ricevuto il riconoscimento

ufficiale di Onlus.

Abbiamo immediatamente aperto la campagna di raccolta fondi tramite il

5 per mille.

In allegato i documenti che stiamo mettendo online e che vi prego di

fare girare tra tutti i vostri conoscenti.

vi abbraccio

Barbara Mussi

DELPHIS

Mediterranean Dolphin Conservation

Isola d’Ischia

via Zaro 22, 80075 Forio (NA)

tel & fax +39081989578

ENEA “gruppo di frascati”

tel +39 06 94005875

fax +39 06 94005818

5-per-mille

ocenomare-delphis onlus

www.delphismdc.org

www.cetaceanalliance.org

barbara@delphismdc.org

capodoglio@gmail.com

cell +39 3495749927

SKYPE capodoglio

bannerok

Hai ricevuto un invito da Francesco per “EducAmbiente Messina – Rubrica di Educazione Ambientale ” che si terrà lunedì 3 maggio alle ore 21.20.

Evento: EducAmbiente Messina – Rubrica di Educazione Ambientale

Tipo: Workshop

Inizia: lunedì 3 maggio alle ore 21.20

Termina: lunedì 3 maggio alle ore 22.00

Luogo: Messina – su Radio Messina International

Per vedere altri dettagli e rispondere, segui il link in basso.

http://www.facebook.com/n/?event.php&eid=121609027856549&mid=243c8efG54cda07bG1af8245G7&n_m=emmegiischia%40gmail.com

bannerok

Hai ricevuto un invito da Assunta per “RICORDO DEL POETA SALVATORE CERINO E MOSTRA ARCHIVIO CERINO” che si terrà giovedì 29 aprile alle ore 18.00.

Assunta dice: “RINGRAZIO LINO CAVALLARO PER LA PARTECIPAZIONE CANORA.”.

Evento: RICORDO DEL POETA SALVATORE CERINO E MOSTRA ARCHIVIO CERINO

Inizia: giovedì 29 aprile alle ore 18.00

Termina: giovedì 29 aprile alle ore 20.00

Luogo: NAPOLI SALA SANNAZARO CRIPTA DELOLA CHIESA S.MARIA DEL PARTO A MERGELLINA – VIA MERGELLINA,9/B

Per vedere altri dettagli e rispondere, segui il link in basso.

http://www.facebook.com/n/?event.php&eid=120925141253271&mid=2400afeG54cda07bG1ad757dG7&n_m=emmegiischia%40gmail.com

bannerok

Hai ricevuto un invito da Raffaele per “Partecipazione alla Manifestazione Maratonisole” che si terrà martedì 27 aprile alle ore 16.55.

Raffaele dice: “Invito a partecipare!”.

Evento: Partecipazione alla Manifestazione Maratonisole

Tipo: Incontro del club/gruppo

Inizia: martedì 27 aprile alle ore 16.55

Termina: martedì 27 aprile alle ore 18.05

Luogo: Ischia

Per vedere altri dettagli e rispondere, segui il link in basso.

http://www.facebook.com/n/?event.php&eid=110970815602409&mid=23003d8G54cda07bG1a4e7fcG7&n_m=emmegiischia%40gmail.com

bannerok

Hai ricevuto un invito da Evodia per “FORUM SOCIALE ANTIMAFIA PEPPINO E FELICIA IMPASTATO 2010” che si terrà giovedì 6 maggio alle ore 9.00.

Evento: FORUM SOCIALE ANTIMAFIA PEPPINO E FELICIA IMPASTATO 2010

Tipo: Protesta

Inizia: giovedì 6 maggio alle ore 9.00

Termina: domenica 9 maggio alle ore 23.00

Luogo: Cinisi

Per vedere altri dettagli e rispondere, segui il link in basso.

http://www.facebook.com/n/?event.php&eid=382989016391&mid=22ae096G54cda07bG1a22f6dG7&n_m=emmegiischia%40gmail.com

bannerok<

Ant2 cop inpresentazione-progetti

acap

associazione cabotaggio

armatori partenopei

* *

*C O M U N I C A T O S T A M P A*

/31 Marzo 2010/

/Si profila all’orizzonte, a partire dal 15 Aprile, la sospensione

dei collegamenti marittimi nel Golfo di Napoli./

Portavoce della protesta il Presidente *dell’ACAP(Associazione

Cabotaggio Armatori Partenopei)* *Nicola D’Abundo*, che stamani ha

inviato al *Ministro dei Trasporti On. Altero Matteoli, ai

responsabili dei Ministeri competenti, al Presidente della Giunta

Regionale Campana, all’Assessore ai Trasporti della Regione, ai

Sindaci delle isole di Capri, Ischia e Procida*,*al Prefetto di

Napoli ed alle organizzazioni sindacali*, una lunghissima nota in cui

si evidenzia agli enti interessati la mancata proroga degli *sgravi

contributivi per l’anno 2010 relativi alle misure anti-crisi*.

L*’ACAP*, associazione che riunisce gli armatori che effettuano

*l’80%* dei collegamenti marittimi nella Regione Campania, con una

flotta di circa *70 unità navali* e che dà occupazione ad oltre

*mille marittimi*, nonostante la grave crisi economica in corso, è

costretta ad annunciare lo stop dei servizi visto che non è stata

inserita nel Decreto approvato il 25 Marzo 2010, la norma che

ripristina gli sgravi contributivi alle società che operano nel

settore, nonostante le rassicurazioni ricevute dagli uffici

ministeriali competenti. *Sgravi essenziali che vengono già concessi

alle grandi navi,* in particolare quelle da crociera, che imbarcano

centinaia di marittimi non italiani, e nonostante ciò godono degli

sgravi contributivi nella misura del 100%. Vantaggi invece di cui non

godono le società che effettuano il cabotaggio entro le cento miglia

dalla costa, e che sono fortemente legate al territorio, impiegando

tra l’altro marittimi esclusivamente di nazionalità italiana e che

provocano benessere economico anche all’indotto che vi gravita

intorno. In conclusione le compagnie di navigazione aderenti all’

*ACAP* saranno costrette a cessare o ridurre drasticamente i propri

servizi con ripercussioni negative sia per il livello occupazionale,

che per tutto il comparto turistico e la mobilità per le isole.

*L’ACAP* quindi invita il Ministero dei Trasporti a convocare ad

horas un tavolo di confronto per verificare la possibilità di

interventi urgenti del Governo per riconoscere alle compagnie di

cabotaggio il diritto agli sgravi contributivi per i marittimi

imbarcati sulle loro navi. Un intervento fondamentale per garantire

alle società armatrici di operare in condizioni di competitività

sia con le aziende comunitarie, che con le società armatrici di navi

iscritte ai registri internazionali, che godono degli sgravi

contributivi negati invece agli aderenti *all’Associazione

Cabotaggio Armatori Partenopei*. Se la nostra richiesta sarà

vanificata ci duole comunicare che a decorrere dal *15 Aprile

prossimo venturo le aziende associate all’Acap “saranno costrette

ad avviare iniziative che avranno come conseguenza la sospensione dei

servizi*”

Ufficio Stampa e Comunicazione

Acap

Tel. 081 808 0490

bannerok

Roberto ti ha invitato a “COMIZI DI PIAZZA DI ROBERTO MOLINARO” domani.

Roberto dice: “Siete tutti invitati ai comizi conclusivi della mia campagna elettorale che si svolgeranno domani 26 marzo

-ORE 17.30 a SAMBIASE in Piazza Fiorentino

-ORE 19.30 a SANT’EUFEMIA in Piazza Italia

-ORE 21.30 a NICASTRO sul Corso G. Nicotera (Isola pedonale) “.

Evento: COMIZI DI PIAZZA DI ROBERTO MOLINARO

Tipo: Riunione informativa

Inizia: Domani, 26 marzo alle 17.30

Termina: Domani, 26 marzo alle 22.30

Luogo: LAMEZIA TERME

Per vedere altri dettagli e rispondere, segui il link in basso.

http://www.facebook.com/n/?event.php&eid=105411682825766&mid=2162904G54cda07bG1976ab7G7&n_m=emmegiischia%40gmail.com

bannerok

Hai ricevuto un invito da Salvatore per “Arcipelago Campano presenta il web 2.0” che si terrà venerdì 26 marzo alle ore 15.00.

Salvatore dice: “Vi aspetto per dettagl iscrivetevi a i

Evento: Arcipelago Campano presenta il web 2.0

Tipo: Riunione informativa

Inizia: venerdì 26 marzo alle ore 15.00

Termina: venerdì 26 marzo alle ore 17.00

Luogo: mostra doltremare

Per vedere altri dettagli e rispondere, segui il link in basso.

http://www.facebook.com/n/?event.php&eid=102207176486801&mid=2146c46G54cda07bG1966cf3G7&n_m=emmegiischia%40gmail.com

bannerok

Hai ricevuto un invito da Gianni per “MARATONISOLE 2010” che si terrà venerdì 7 maggio alle ore 16.00.

Evento: MARATONISOLE 2010

Inizia: venerdì 7 maggio alle ore 16.00

Termina: venerdì 7 maggio alle ore 19.00

Luogo: CAPRI-PROCIDA -ISCHIA

Per vedere altri dettagli e rispondere, segui il link in basso.

http://www.facebook.com/n/?event.php&eid=296974707393&mid=1ef28b8G54cda07bG17f4b16G7

bannerok

Hai ricevuto un invito da Loredana per “Personale di pittura – Loredana Di Biase” che si terrà sabato 13 febbraio alle ore 18.30.

Evento: Personale di pittura – Loredana Di Biase

Tipo: Mostra

Inizia: sabato 13 febbraio alle ore 18.30

Termina: Domani, 19 febbraio alle 21.30

Luogo: Studio d’arte Kalòs – Messina

Per vedere altri dettagli e rispondere, segui il link in basso.

http://www.facebook.com/n/?event.php&eid=299079188701&mid=1e7811fG54cda07bG1780eecG7

bannerok

Alessio Scarpa 26 gennaio alle ore 14.04 mi scrive

Il Centro Culturale Studi Storici

PRESENTA

“Come la Fantasia”

di

Maria Rosaria Salito

**************************

Interverranno durante la serata:

Dott.sa Angela Furcas, critica

Dott. Massimo Cariello, Consigliere Provinciale

Avv. Martino Melchionda, Sindaco di Eboli

Avv. Annarita Bruno, Assessore alla Cultura di Eboli

Giuseppe Barra Presidente del Centro Culturale Studi Storici

*******************************

30 Gennaio 2010 ore 18,30- Chiesa di San Lorenzo (Centro Antico di Eboli).

bannerok

BeBenedetto Valentinonedetto Valentino ha inviato un messaggio ai membri di AMICI DEL PREMIO ISCHIA.

——————–

Oggetto: Presentazione XXXI° edizione Premio Ischia

Carissimi amici,

abbiamo il piacere di invitarVi alla presentazione alla stampa della XXXI° edizione del “Premio Ischia Internazionale di Giornalismo” che si terrà Martedi 2 febbraio 2010 al Circolo della Stampa di Milano, Palazzo Serbelloni alle ore 11,00.

Oltre alle tradizionali sezioni la Fondazione Premio Ischia ha patrocinato, tra l’altro, la 1° edizione di un concorso giornalistico, riservato ai giovani studenti delle università italiane, denominato “Robert F. Kennedy Europe High School and University Journalism Award” al fine di sensibilizzare i futuri operatori dell’informazione sulla questione dei diritti umani nel

mondo.

La cerimonia di consegna della XXXI° edizione del Premio Ischia si terrà a Lacco Ameno Venerdi 2 luglio 2010.

Caduta pino

Ancorare ad Ischia

bannerok

M.G. s.a.s. Via Gemito 27

80077 Ischia Porto (Na) Italia

emmegiischia@gmail.com

www.emmegiischia.com

Libri

Musiche

Disegni

Foto

Quadri

com/commerce/index.php?fBuy

Hits: 46

Lascia un commento