Corriere dell’Isola – 2011 – 09 – 28

Benvenuti

LENOIS “Le nostre isole” progetto culturale ideato da Bruno Mancini

raggiunge un nuovo prestigioso traguardo.

Katia Massaro nominata Donna dell’Anno 2011

Katia Massaro è stata ufficialmente insignita lo scorso 25 settembre del premio “Donna dell’Anno2011”dal direttivo della “ Univerità della Pace Svizzera italiana”

presieduto dal Dottor Valerio Ruberto.

con TARGA D’ORO riservata alla donna che si è maggiormente distinta nella sezione “ecologia ed ambiente”.
Come già anticipato nei mesi scorsi dal Corriere dell’Isola

è dunque Il Presidente onorario della Onlus Oceanomare Delphis

ad aggiudicarsi l’ambito premio per la  sezione tutela ambientale,  in seguito alla segnalazione operata dal progetto Le Nostre Isole

a inizio 2011. Antonio Mencarini

e la stessa Roberta Panizza,

hanno presenziato alla premiazione rivolgendo alle Autorità, ai vincitori ed a tutti i presenti, i saluti dell’isola d’Ischia e dei Pionieri del progetto LENOIS che l’hanno eletta loro casa e base principale.

La giuria,  presieduta da Sua Altezza Serenissima il Principe Enzo Pasqualone di Montereale, ha così riconosciuto gli sforzi della nostra Massaro, da anni impegnata nella salvaguardia e la tutela del delfino mediterraneo e di tutti i cetacei dei nostri mari, un impegno fondamentale nella difesa dell’habitat e della biodiversità marina.  E basta dare un occhio alle premiate degli anni scorsi per rendersi conto della reale rilevanza europea del riconoscimento: tra le altre, personalità del calibro di Lea Pericoli, Flavia Rigamonti, e Sua Altezza Reale Eiman Al Ruwaili, Principessa Madre del Kuwait.

La vittoria di Katia Massaro dimostra, qualora ce ne fosse stato bisogno, che sull’isola d’Ischia cultura e tutela ambientale non riguardano solo piccole associazioni gestite da pochi volenterosi, ma rivestono invece un ruolo di primaria importanza nelle dinamiche sociali della collettività locale, una funzione che viene riconosciuta in pompa magna e con grandi plausi a Lugano, e talora quasi ignorata sulla stessa Isola verde. Ma si sa, nemo propheta in patria. L’augurio è che la prossima volta anche le istituzioni, tutte invitate per iscritto dall’Università della Pace, trovino il tempo e la voglia di presenziare a questi momenti di trionfo per la cultura ischitana, uscendo dal silenzio, dal “muro di gomma” dietro cui sembrano essersi celate, ormai da troppo tempo.

Sacha Savastano

La cronaca della manifestazione ha, come avevamo temuto, rilevata l’assoluta assenza di qualsiasi rappresentante delle sei amministrazioni dell’Isola d’Ischia a fronte delle oltre trenta personalità presenti a Lugano, tra le quali citiamo: Mauro Ottobre, Consiglierer Regionale della Regione Autonoma del Trentino Alto Adige, Massimiliano Floriani, Assessore alla Cultura Comune di Arco – Trento, Elena Seller, Assessore alla Cultura Comune di Pescara, Giuseppe Mastropietro Assessore alla Sicurezza Comune di Belgioioso – Pavia, Paolo Trotta, Consigliere di Stato del Ministro della Cultura della Repubblica della Moldavia!

Hits: 22

DILA

Premi Otto milioni

Bruno Mancini

Lascia un commento