Rome Art Week i protagonisti dell’arte

ROME ART WEEK PRESENTAZIONE A ROMA CENTRO CONFERENZE SALA DA FELTRE

Situazioni viste e immaginate, che raccontano dell’uomo e di quanto è a lui intorno, del suo vivere tra ragione e sentimento, nostalgia e poesia mentre il tempo passa inesorabile, diventano sempre più centrali nei lavori di molti protagonisti della scena artistica contemporanea. I linguaggi dell’arte contemporanea che spaziano dalla pittura spesso materica alla fotografia, dal digitale, al video, fino alla performance raccontano con uno stile incisivo e immediato, spesso essenziale, ma sempre originale, aspetti legati al vissuto umano e sociale tra quotidiano ed extraquotidiano, visibile e invisibile. Rappresentazioni di atmosfere reali, rielaborate nel tempo della memoria spesso nostalgica, o immaginiate dove diventa

Rome Art Week presentazione presso Sala da Feltre Anghelopoulos

possibile cogliere quei processi interiori legati a stati d’animo e sensazioni individuali e collettive che appartengono allo scenario restituito dai processi dell’arte contemporanea nel suo descrivere e interpretare le armonie e le incertezze dell’esistenza. Nelle sue diverse espressioni l’arte in questi ultimi anni mette al centro l’uomo entro il suo percorso fatto di chiaroscuri emozionali dove sempre più diventa difficile rapportarsi in modo autentico con gli altri per giungere a legami armoniosi. In questo suo interpretare le emozioni del presente attraverso un tempo ideale, l’arte racconta l’invisibile tra pensiero e azione attraverso il suo interagire con spazi e ambienti diversi ordinari e straordinari Alla ricerca di verità e di risposte al suo domani, l’artista con la sua opera attraverso diverse tecniche racconta con nuova energia stati d’animo e emozioni dell’individuo nel rapportarsi agli altri e il suo riflettere sul senso di questa vita dove tutto può accadere sulla scia che separa verità e mistero, presenza e assenza.

Rome Art Week presentazione Sala da Feltre Francesco Donadei

A sottolineare l’importanza che sempre più sta acquisendo l’arte contemporanea nel comunicare e mettersi all’ascolto dell’individuo entrando nel suo percorso esistenziale attraverso rappresentazioni dove il segno, il colore e la parola giocano un ruolo importante, è la settimana proposta da ART WEEK progetto culturale totalmente indipendente e no profit volto ad accostare il pubblico il più possibile ai linguaggi dell’arte attraverso proposte interessanti che uniscono mostre, progetti, interventi critici e incontri con gli artisti. L’appuntamento ROME ART WEEK promosso da Kou – Associazione per la promozione delle Arti visive. a cadenza annuale  intende coinvolgere per una settimana l’intera città di Roma attraverso la promozione di eventi e progetti artistici organizzati dalle strutture espositive e dagli artisti che operano nella Capitale.

Il programma di ROME ART WEEK dove l’arte è protagonista tra tradizione e innovazione, con illustrazione dei diversi appuntamenti che si svolgeranno nella Capitale tra mostre, incontri, progetti, sarà presentato il 28 settembre 2017 alle ore 11.00 a Roma presso il Centro Conferenze Sala da Feltre in Via Benedetto Musolino, 7 (Roma Trastevere),

Rome Art Week presentazione Sala da Feltre Fabiana Roscioli

Per la settimana che va dal 9 al 14 ottobre 2017 la città di Roma grazie a questo importante progetto indipendente vivrà la magia e l’emozione di una serie di eventi e progetti artistici organizzati dalle strutture espositive CON gli artisti che operano nella Capitale, tutti ad ingresso gratuito.

A ROME ART WEEK hanno aderito 117 gallerie e istituzioni, 33 progetti e 271 artisti per un totale di quattrocentoundici partecipanti che, ad oggi, proporranno più di trecentocinquanta eventi culturali totalmente gratuiti.

Alla presentazione di ROME ART WEEK il 28 settembre presso la Sala da Feltre Centro Conferenze,, interverranno Marco Ancora, responsabile del Dipartimento Cultura della CIU – Confederazione Italiana di Unione delle Professioni Intellettuali. Massimiliano Padovan di Benedetto, Presidente di Kou e fondatore di Rome Art Week, Micaela Legnaioli, Artista e co-fondatrice di Rome Art Week, Brigida Mascitti, responsabile dell’Ufficio Stampa RAW. Giovanni Albanese, Angelo Bellobono e Valentino Catricalà in rappresentanza dei 14 Punti di vista di RAW.

Le 117 Gallerie e istituzioni che prendono parte a questo progetto, oltre ad aprire le strutture per permettervi di fruire delle mostre in corso daranno vita ad eventi per presentare al pubblico senza alcun costo di ingresso la loro visione dell’arte contemporanea, Tra le strutture citiamo: Piazza di Pietra, 6° Senso Art Gallery, Accademia di Belle Arti di Roma, Accademia Nazionale di San Luca, Accademia di

Rome Art Week presentazione Sala da Feltre Nicole Voltan

Ungheria, Acronimo, Albumarte, e poi, Istituto Centrale per la Grafica, Centro Sperimentale di Fotografia Kromart Gallery. E ancora Palazzo delle Esposizioni, Palazzo Velli Expo, Galleria Valentina Bonomo, Virus Art Gallery, VISIONARIA Art Space, American Academy In Rome, Andrè Arte moderna e contemporanea, solo per citarne alcune.

Sono 271 gli artisti iscritti al Rome Art Week tra quelli che hanno deciso di organizzare  un open studio per presentare e descrivere la propria opera direttamente nel proprio studio, e altri che prenderanno parte a progetti e mostre  nelle gallerie.

Tra gli artisti partecipanti impegnati attivamente nella loro professione, citiamo Alberto Timossi, Aleonna Masella, Alessandra Di Francesco, Alessandro Cidda, A.T. Anghelopoulos, Antonella Catini, Andrea Pinchi, Donatella Buttiglione, Eduardo Fiorito, Elena Binni, Elisabetta Pizzichetti, Elisa Turco. E poi Livieri, Elly Nagaoka, Elvio Chiricozzi, Emanuele Andreani, Ervin Hervè-Loranth, Evelyne Baly, e ancora Fabiana Roscioli, Francesco Donadei, Mario Nalli, Martin Figura, Marzia Fiume Garelli, Nicole Voltan, Rita Landriscina, Roberta Folliero, Roberta Petrangeli, Sergio Angeli, Silvana Paula Chiozza e molti altri. A seguire si terrà un cocktail di saluto.

Silvana Lazzarino

 

ROME ART WEEK

9-14 OTTOBRE 2017

Conferenza Stampa 28 settembre 2017 ore 11.00

Centro Conferenze Sala da Feltre

Via Benedetto Musolino,7 (Roma Trastevere)

Altri articoli pubblicati su Emmegiischia da Silvana Lazzarino

https://www.emmegiischia.com/wordpress/ischia-patrizia-canola-al-museo-etnografico-del-mare/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/roma-i-musei-si-aprono-alla-musica/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/miro-sogno-e-colore-a-bologna/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/massimiliano-bartesaghi-e-le-sue-prospettive-urbane/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/roberto-barni-in-mostra-alla-galleria-poggiali/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/98293-2/

   Articoli pubblicati su ildispari24.it da Silvana Lazzarino

http://www.ildispari24.it/it/freedom-manifesto-per-raccontare-limmigrazione/

http://www.ildispari24.it/it/giornate-europee-del-patrimonio-a-villa-giulia-museo-nazionale-etrusco/

http://www.ildispari24.it/it/daniel-gonzalez-imaginary-country-a-milano/

http://www.ildispari24.it/it/egle-budvytyte-tra-ciglia-e-pensiero-in-mostra-a-roma/

http://www.ildispari24.it/it/festival-remover-roma-con-santiago/

http://www.ildispari24.it/it/festival-del-giornalismo-culturale-v-edizione/

http://www.ildispari24.it/it/alba-gonzales-e-il-premio-pianeta-azzurro-i-protagonisti-xvi-edizione/

http://www.ildispari24.it/it/mao-jianhua-una-suggestiva-mostra-al-complesso-del-vittoriano/

http://www.ildispari24.it/it/andrea-trisciuzzi-realizza-il-premio-per-il-primo-memorial-oliviero-beha-assegnato-a-filippo-simeoni/

http://www.ildispari24.it/it/premio-nazionale-musa-dargento-2-edizione/

http://www.ildispari24.it/it/rassegna-internazionale-arte-e-letteratura-a-cava-de-tirreni/

http://www.ildispari24.it/it/la-magia-del-colore-dei-dipinti-di-patrizia-canola-ad-ischia/

http://www.ildispari24.it/it/musica-nei-musei-a-roma-tra-classica-e-popolare/

http://www.ildispari24.it/it/solidarieta-e-spettacolo-con-il-photofestival-attraverso-le-pieghe-del-tempo/

http://www.ildispari24.it/it/miro-sogno-e-colore-in-mostra-a-bologna-palazzo-albergati/

http://www.ildispari24.it/it/geometrie-urbane-gli-scatti-di-bartesaghi-a-villa-sarsina-anzio/

http://www.ildispari24.it/it/roberto-barni-in-mostra-alla-galleria-poggiali-di-pietrasata/

http://www.ildispari24.it/it/mario-fratti-il-volto-della-drammaturgia-italiana-a-new-york/

http://www.ildispari24.it/it/a-san-gimignano-sulla-torre-grossa-alla-riscoperta-del-medioevo/

 

 

Hits: 1

ALLA GALLERIA BUGNO SUCCESSO PER ANGHELOPOULOS

ALLA GALLERIA BUGNO DI VENEZIA  CON “CONTROCOSMO” 

GRANDE SUCCESSO PER ANGHELOPOULOS

Verso il superamento del reale per scoprire altro e oltre, per cercare di ricostruire autentici legami che vedono l’individuo fragile e incerto in questa esistenza sospesa tra attese e speranze, desideri e inganni, conduce l’arte di A. T. Anghelopoulos, protagonista tra i più interessanti della scena artistica contemporanea a livello internazionale. Fin da giovanissimo si dedica alla pittura interessandosi parallelamente alla musica e alla fotografia. L’incontro con importanti artisti lo ha spinto a seguire la sua prima grande passione: la pittura, con risultati molto interessanti sia sotto il profilo contenutistico sia formale.

alla galleria Bugno Venezia Anghelopoulos con la personale Controcosmo

Il linguaggio intenso e poetico della sua pittura materica che sorprende e affascina per la capacità di indagare i luoghi dell’ascolto interiore attraverso uno sguardo sul mondo che diventa riflesso delle emozioni a cogliere quanto è oltre il visibile, ha conquistato il pubblico di Venezia e non solo con la personale a lui dedicata, “CONTROCOSMO negli spazi della GALLERIA BUGNO il cui finissage si terrà domenica 12 marzo 2017 alle ore 12.00. Nella prestigiosa galleria di Massimiliano Bugno, tra i più importanti galleristi d‘Italia, si possono ammirare fino a domenica 12 marzo, alcuni cicli di opere tra i più significativi di Angelopoulos. Si procede dai metafisici “Planisferi”, ai superbi sfumati della serie “Passages”, dalle filigrane meditative delle “Trame-Weaves”, ai cieli materici dei “Dense Skies”.

Dipinti che costruiscono una “cosmogonia di emozioni” dove perdersi e ritrovarsi, dove rinchiudersi in se stessi e lasciare che poi lo sguardo proceda oltre per liberarsi da sovrastrutture e preconcetti che sempre invadono la società di oggi poco attenta allo spirituale. E’ proprio lo spirituale, la parte più sensibile eimage

impercettibile del pensiero, ad affascinare Anghelopoulos che nelle sue opere esplora i luoghi metafisici della mente e le sue zone d’ombra dove si annidano dubbi, interrogativi volti alla ricerca di una verità su questa esistenza, spesso incerta dove i legami umani e sociali sembrano sfumare, per cedere il passo a chiusure e egoismi. Vengono esalatati in termini più profondi ed emozionali quei legami tra l’uomo e la realtà, il suo rapportarsi sempre affannoso e contrastato a quanto lo circonda e al sentimento della ricerca del divino difficile da capire.  Come sottolineato dal Prof. Claudio Strinati, l’aspetto spirituale presente in alcuni suoi dipinti, lo accosta alla produzione più matura di Rothko.

alla galleria Bugno la mostra Controcosmo di Anghelopoulos

Il percorso procede dalle radici dell’esistenza con “I Planisferi”  in cui è sintetizzata l’eterna vicenda umana dove tutto si modifica e continua nel tempo, per proseguire con il ciclo “Passages” dove le large campiture di colore rievocano soglie, portali, varchi che inaspettatamente si aprono davanti all’osservatore. La luce che emerge da essi ricorda la tesaurizzazione luministica delle opere di Turner. E’ poi la volta dei “Cieli materici” (“Dense Skies”  e “Inner Skies”) che rappresentano non solo il cielo in cui siamo immersi. ma anche quello che è dentro di noi.

Le opere di Anghelopoulos sono un invito a ripensare proprio all’uomo e al suo futuro, un invito a riflettere sulla società di oggi. L’individuo è chiamato a mettersi all’ascolto di quanto accade a lui intorno per aprirsi agli altri e per rompere quel muro inizialmente invalicabile che lo vede fisso nelle proprie convinzioni, incapace di creare ponti di comunicazione. Ricerca affannosa verso aperture fisiche e mentali rappresentata da Anghelopoulos da segni fitti e intricati sulla tela che vengono via via sostituiti da colori accesi e dalla presenza dell’oro, così caro all’arte del passato e all’arte bizantina, che, disposto a larghi strati o in filigrana, crea una sospensione temporale a suggerire l’esistenza di una possibile dimensione ultraterrena, o forme superiori  di conoscenza cui aspirare. Un viaggio a scoprire quanto accade dentro l’individuo con le sue paure, angosce e sogni: per recuperare quell’energia che affiora dai suoi dipinti che apre a possibili verità da rintracciare oltre il confine che unisce terra e cielo.

Silvana Lazzarino

CONTROCOSMO

A.T. ANGHELOPOULOS

Bugno Art Gallery.  s. Marco 1996/d – 30124 Venezia

Finissage domenica 12 marzo 2017 ore 12.00

Ingresso libero

Altri articoli pubblicati su Emmegiischia

https://www.emmegiischia.com/wordpress/associazione-con-tatto/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/le-donne-lavoro-mostra-fotografica/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/caravaggio-genio-deuropa/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/giusto-per-dire-spettacolo-a-roma/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/eugenia-serafini-e-i-suoi-alberi-dipinti/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/la-bibliolettura-interattiva-magic-blue-ray/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/anghelopoulos-a-venzia-controcosmo/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/helmut-newton-in-mostra-a-napoli/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/percorsi-con-il-valore-del-femminile/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/successo-per-lo-spettacolo-a-roma-lisola-dei-fiori/

  Articoli pubblicati su ildispari24.it da Silvana

http://www.ildispari24.it/it/caravaggio-arte-musica-e-scena/

http://www.ildispari24.it/it/gli-scatti-di-carlo-e-maurizio-riccardi/

http://www.ildispari24.it/it/eugenia-serafini-il-segreto-stupore-degli-alberi/

http://www.ildispari24.it/it/magic-blue-ray-incontro-di-bibliolettura-interattiva/

http://www.ildispari24.it/it/a-venezia-alla-galleria-bugno-anghelopoulos/

http://www.ildispari24.it/it/a-napoli-in-mostra-lerotismo-di-helmut-newton/

http://www.ildispari24.it/it/ascolto-e-consapevolezza-con-il-valore-del-femminile/

 

 

Hits: 13

DISGUIDI DEL POSSIBILE A.T. ANGHELOPOULOS

DISGUIDI DEL POSSIBILE

A.T. ANGHELOPOULOS RACCONTA DELLE CONTRADDIZIONI DELLA VITA

Sensibilità, creatività e una rara capacità di far vibrare il colore attraverso la materia per raccontare l’imprevedibilità della vita e le fragilità dell’uomo, spesso in bilico nelle sue scelte, ma sempre pronto a sperare e provare a rimettersi in discussione, appartengono all’arte di A.T. ANGHELOPOULOS capace come pochi di far vibrare il colore attraverso la materia per dare voce a verità nascoste che svelano nuove realtà possibili.

Disguidi del possibile A T ANGHELOPOULOS

Disguidi del possibile
A T ANGHELOPOULOS

In occasione della settimana dell’Arte a Roma la Sala Da Feltre insieme con il World Ripa Hotel

ha organizzato una suggestiva mostra dedicata ad ANGHELOPOULOS, artista di fama internazionale e di successo che ha esposto non solo in Italia, ma anche all0estero (Londra e Bruxelles). Tra le esposizioni più recenti accanto alla personale di Firenze presso la Libreria Galerie Clichy e la collettiva a Spoleto curata da Vittorio Sgarbi presso lo storico Palazzo Leti Sansi, è la collettiva “Meeting e Arte a Trastevere” sempre presso il nuovo spazio OPERN ART della Sala da Feltre. Nuovamente in questo spazio Anghelopoulos torna ad esporre nelle serate della settimana dell’arte del 28 e 29 ottobre 2016 dalle ore 18.00 alle ore 23.00 e fino all’11 novembre,  regalando al

DOSGUIDI DEL POSSIBILE A T ANGHELOPOULOS

DOSGUIDI DEL POSSIBILE
A T ANGHELOPOULOS Inner Sky

visitatore la possibilità di immergersi in un percorso visivo ed emotivo carico di emozioni attraverso la personale DISGUIDI DEL POSSIBILE. A.T. Anghelopoulos, che racconta con le diverse opere i palpiti dell’esistenza dove l’individuo è sospeso costantemente tra ragione e sentimento, consuetudine e cambiamento. Proiettata ad indagare i luoghi dell’ascolto interiore a partire da quanto accade nella realtà di oggi troppo spesso chiusa e distaccata, l’arte di Anghelopoulos rivela quanto sia sempre più difficile costruire legami interpersonali autentici e come sia necessario guardare oltre i meccanismi precostituiti, recuperando la possibilità di essere  se stessi, liberi da luoghi comuni e convenzioni imposte da una società fondata sull’apparire  e sulla convenienza..

Colori intensi e avvolgenti, ma anche quasi eterei, segni forti e materici, l’uso di superfici monocrome e forme in movimento diventano filtri attraverso cui egli indaga i luoghi metafisici della mente e le zone d’ombra del pensiero dove si annidano dubbi, interrogativi volti alla ricerca di una verità su questa esistenza spesso precaria eticamente, dove i legami umani e sociali si vanno perdendo per cedere il passo a chiusure e egoismi.

DISGUIDI DEL POSSIBILE A T ANGHELOPOULOS God-disegagment

DISGUIDI DEL POSSIBILE
A T ANGHELOPOULOS
God-disegagment

Ad introdurre il percorso sono due installazioni provocatorie Appendere la Divisa-Hang the Uniforme in cui l’uniforme da cui ci si deve ogni tanto discostare rappresenta l’appartenenza ad una devozione ad un partito ad un’idea dominante che non permette di ragionare e sentirsi liberi di fare scelte autonome e non condizionate. A descrivere cieli che si aprono perché esistono altri mondi è la serie dei Planisferi che rappresentano una superficie terrestre ogni volta differente o la profondità del cosmo dove subentrano altri mondi per indicare come l’universo non  presenti confini. Da qui la necessità dell’uomo di riflettere sul bisogno di abbattere quei “muri” che spesso pone tra se e gli altri.

Accanto ai superbi sfumati della serie Passages che invitano a guardare oltre la superficie delle cose rievocando l’immagine di spazi che si aprono oltre porte, varchi e, passaggi, sono i Cieli materici dei cicli Dense Sky e Inner Sky attraverso cui recuperare quegli orizzonti interiori che aiutano a vivere. E poi gli ori materici della serie God Disengagement, dove l’oro, caro all’arte del passato e all’arte bizantina, disposto a larghi strati o in filigrana,  suggerisce l’esistenza di una possibile dimensione ultraterrena distante dal materialismo terreno.

Il colore da quello più forte e intenso a quello più caldo e avvolgente è espressione immaginata e desiderata, ipotizzata e anelata di un altro mondo possibile; colore che ora attraversato da fratture , ora fuoriuscendo quasi dalla materia dei dipinti, sembra voler prima sfidare e poi catturare e avvolgere lo spettatore/ visitatore in un abbraccio colmo di speranza dove si fa strada una possibile via di comunicazione con ul mondo , dove si perde e si vince, si ha paura e si trova coraggio per aprirsi al cambiamento, finalmente possibile.

disguidi del possibile A T Anghelopoulos

disguidi del possibile
A T Anghelopoulos

 

 

Gli strumenti che oggi mette a disposizione la tecnologia e l’informatica sempre più perfetti nel creare una comunicazione assente e piatta seppur immediata. se usati oltre misura rischiano di allontanare l’aspetto umano della relazione tra individui e come sottolinea Sabrina Consolini storica dell’arte, “Anghelopoulos individua nell’imponente e mal gestito progresso tecnologico il rischio di omologazione e di arretramento culturale, dei linguaggi, dei comportamenti”; e prosegue “”.Il Nido, la serie dei Planisferi e dei Passages propongono una meditazione su quelli che il poeta Eugenio Montale ha definito “disguidi del possibile”, quegli istanti in cui l’impossibile si realizza, l’imprevedibile diventa realtà”.

Poetici e materici i dipinti eleganti e raffinati di Anghelopoulos esprimono energia e mistero per immettere lo sguardo e la mente alla ricerca di quella possibile verità che si nasconde oltre il confine che unisce terra e cielo. L’arte di Anghelopoulos diventa luogo dell’ascolto interiore a partire da quanto si manifesta nel mondo visibile e immaginato, concreto e ipotizzato per parlare dell’uomo punto di partenza e di arrivo di questo viaggio di cui è protagonista.

A completare la mostra è un Video dove si susseguono brani di poesie (Montale, Baudelaire, Cardarelli e Szymborska) e pezzi di film famosi come “8 e ½” di Federico Fellini, Ingmar Bergman scena da “Luci d’inverno” e “Human” di Yann Arthus-Bertrand, “2001: Odissea nello spazio” di Stanley Kubrick, accompagnati da musiche ricche di suggestione unitamente alle  immagini delle opere dello stesso Anghelopoulos. Un percorso intenso e ricco di spunti per riflettere sulla realtà di oggi dove trovare  la percezione del bello e del vero attraverso le emozioni.

Silvana Lazzarino.

 

A.T. ANGHELOPOULOS

DISGUIDI DEL POSSIBILE

OPEN ART- SALA da FELTRE:

serate settimana dell’Arte a Roma 28 e 29 ottobre ore 18.00-24.00 (ingresso libero)

Sala da Feltre-OPEN ART, Via Benedetto Musolino, 7, Roma

la mostra proseguirà fino all’11 novembre 2016 (ingresso libero)

Per informazioni: www.saladafeltre.it e-mail: info@saladafeltre.it; tel. 06/585205251-280

organizzazione eventi e ufficio stampa: Sabrina Consolini, s.consolini@saleconvegniroma.it

 

Articoli pubblicati su ildispari24.it da Silvana

http://www.ildispari24.it/it/alba-gonzales-apre-il-suo-spazio/

http://www.ildispari24.it/it/matthias-brunner-e-la-sua-installazione-magnificent-obsession/

http://www.ildispari24.it/it/il-dispari-20161014/

http://www.ildispari24.it/it/premio-musa-dargento-finale-nazionale/

http://www.ildispari24.it/it/organismi-tradizione-e-innovazione/

http://www.ildispari24.it/it/digital-life-2016/

http://www.ildispari24.it/it/european-photo-exhibition-award-a-viareggio/

http://www.ildispari24.it/it/teatro-lido-di-ostia-a-roma/

http://www.ildispari24.it/it/verdi-off-con-patrizia-canola/

http://www.ildispari24.it/it/sislej-xhafa/

http://www.ildispari24.it/it/arte-e-storia-nelle-banche-e-nelle-fondazioni-di-origine-bancaria/

http://www.ildispari24.it/it/il-valore-del-femminile/

http://www.ildispari24.it/it/anghelopoulos-a-meeting-e-arte/

http://www.ildispari24.it/it/giornate-europee-del-patrimonio/

http://www.ildispari24.it/it/gate-44-nel-cuore-di-milano/

http://www.ildispari24.it/it/luca-pignatelli-torna-a-pietrasanta/

http://www.ildispari24.it/it/il-dispari-2016-09-12/

http://www.ildispari24.it/it/serata-photofestival/

http://www.ildispari24.it/it/frangi-disegni-tra-bellezza-e-storia/

http://www.ildispari24.it/it/sara-santostasi/

http://www.ildispari24.it/it/anghelopoulos-a-meeting-e-arte/

http://www.ildispari24.it/it/premio-pianeta-azzurro-xv-edizione/

 

 

Hits: 8