Sopravvissuti fotografie di Simone Gosso

SOPRAVVISSUTI AI LAGER

IN MOSTRA A ROMA PRESSO LA CASA DELLA MEMORIA E DELLA STORIA

Indelebili le ferite provocate dalla seconda Guerra Mondiale visibili negli animi e nei corpi di quanti hanno visto, vissuto e raccontato gli orrori di una tragedia senza precedenti che ha visto consumarsi il dramma più grande vissuto dall’umanità: lo sterminio degli ebrei nei lager nazisti. Quotidiani, documentari, film, romanzi, inchieste, interviste, a distanza di anni hanno raccontato con intensità e forte spessore comunicativo la tragedia della shoah che ha lasciato attonito il mondo intero. Una pagina di storia atroce e agghiacciante che non va dimenticata come testimoniato da quanti sono sopravvissuti al massacro. Molti tra i sopravvissuti allo sterminio dei Lager sono i protagonisti silenziosi, ma eloquenti degli scatti fotografici realizzati da Simone Gosso in mostra a Roma presso la Casa della Memoria e della Storia dal 10 al 27 gennaio 2017.

SOPRAVVISSUTI in mostra a Roma presso la Casa della Memoria e della Storia

SOPRAVVISSUTI in mostra a Roma presso la Casa della Memoria e della Storia

Le fotografie inizialmente esposte nel 2004 in occasione dell’uscita del libro fotografico di Gosso, uscito per i tipi di Fratelli Alinari,  sono state successivamente- a 11 anni di distanza- mostrate in occasione delle celebrazioni dei 70 anni dalla Liberazione, in un evento sul carcere come anticamera della deportazione curato da Ocra Lab per le Ex Carceri Nuove di Torino oggi Museo. Recentemente poi la mostra è stata presentata anche in occasione del XVI congresso nazionale dell’ANED, svoltosi dall’11 al 13 novembre del 2016, a Bolzano un altro luogo importante per la memoria della deportazione italiana politica e razziale,

L’esposizione, SOPRAVVISSUTI, Ritratti Memorie Voci di Simone Gosso, promossa                              da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale e dall’Associazione Nazionale Ex Deportati nei campi nazisti (ANED), con il patrocinio dell’Unione Comunità Ebraiche Italiane (UCEI), presenta una selezione di fotografie scattate in occasione del XII congresso dell’ANED, svoltosi a Mauthausen. che fanno riferimento ai volti di superstiti ai Lager nazisti incontrati dallo stesso fotografo tra il 1998 e il 2003.

Le 40 fotografie scelte per la mostra, montate su pannelli poggiate su leggii, sono accompagnate da

Sopravvissuti mostra presso la Casa della Memoria e della storia

Sopravvissuti
mostra presso la Casa della Memoria e della storia

memorie, testi autobiografici e interviste raccolte dall’autore a rimandare la mente e lo sguardo a quei momenti legati alla deportazione dove ciascuno pur nella propria individualità era legato all’altro nel dramma di un destino comune che avrebbe cancellato le loro vite. Nella complessità della deportazione che affiora da questa sequenza di immagini risaltano le fisionomie dei singoli deportati: uomini e donne ebrei, partigiani, antifascisti, persone prese a caso nei rastrellamenti o durante scioperi e manifestazioni. Essi attraverso sguardi e atteggiamenti sembrano voler testimoniare storie particolari, sentimenti e stati d’animo tra dolore e  incredulità, rassegnazione e forza per reagire.

Una pluralità di testimonianze, quelle degli intellettuali al pari di quelle di molti prigionieri anonimi che diventa viaggio nella storia e nella memoria di luoghi e persone vittime di una tragedia senza eguali che invita a riflettere sul presente. Come lo stesso Simone Gosso ha sottolineato: “Fotografare ha significato provare a dare alle loro parole occhi, labbra, volti. Perché dietro a questi visi stanno tragedie individuali ma anche grandi percorsi. Dietro a questi volti si possono infatti scorgere più tracce: la storia collettiva della deportazione italiana, la vicenda personale di chi è stato deportato e la conoscenza diretta delle persone ritratte”.

Immagini eloquenti nei tratti e nei volti a testimoniare il dramma vissuto da quanti sono scampati ad un destino atroce. Immagini simbolo visivo e mentale che continuamente pongono l’interrogativo sul perché di queste atrocità, ricordando quanto accaduto in quei luoghi, intrecciando il passato e il presente, la memoria e l’attualità; perché la stessa memoria deve diventare parte integrante della vita quotidiana.

Silvana Lazzarino

 

Sopravvissuti

Ritratti | Memorie | Voci di Simone Gosso                                                

Casa della Memoria e della Storia

Via San Francesco di Sales, 5 – Roma

Orario dal lunedì al venerdì ore 9.30-20.00

Tel. 060608 – 06.6876543

www.comune.roma.it/cultura

inaugurazione 10 gennaio ore 17.30

10 – 27 gennaio 2017

Ingresso libero

Altri articoli pubblicati su Emmegiischia

http://www.emmegiischia.com/wordpress/dispari-2017-01-02/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/la-madonna-della-misericordia-esposta-a-milano-palazzo-marino/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/alberto-burri-e-la-rivoluzione-nellarte/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/arte-visiva-narrativa-mostra-roma/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/lisa-bernardini-tra-i-premiati-al-fontane-di-roma/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/giovanni-prini-leleganza-dei-sentimenti/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/s/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/le-fotografie-di-gloria-pasotti-a-san-gimignano/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/dispari-2016-12-19/

         Articoli pubblicati su ildispari24.it da Silvana

http://www.ildispari24.it/it/giovanna-sorbelli-ed-eudonna-aprono-il-nuovo-anno/

http://www.ildispari24.it/it/la-madonna-della-misericordia-di-piero-della-francesca-esposta-a-milano/

http://www.ildispari24.it/it/alberto-burri-e-il-suo-percorso-rivoluzionario-in-mostra-a-citta-di-castello/

http://www.ildispari24.it/it/9145-2/

http://www.ildispari24.it/it/lisa-bernardini-tra-i-premiati-al-fontane-di-roma/

http://www.ildispari24.it/it/giovanni-prini-elogio-del-sentimento/

http://www.ildispari24.it/it/9103-2/

http://www.ildispari24.it/it/gloria-pasotti-e-il-nuovo-orizzonte-della-fotografia/

http://www.ildispari24.it/it/le-carte-da-gioco-dipinte-dai-pittori-del-novecento/

 

Le fotografie di Gloria Pasotti

 LE FOTOGRAFIE DI GLORIA PASOTTI RESTITUISCONO NUOVA VITA AD OGGETTI ORDINARI RENDENDOLI STRAORDINARI

Sugli assemblaggi, sulle associazione tra diverse forme legate all’arte dove ritrovare luoghi inattesi del quotidiano che difficilmente emergono nell’ordinario di un tempo sempre uguale ruota l’interesse creativo di  GLORIA PASOTTI (Brescia,1987), giovane fotografa e artista multimediale, già nota in Italia, Francia e in Svizzera per aver partecipato a diverse esposizioni personali e collettive di grande interesse.

le fotografie di Gloria Pasotti

le fotografie di Gloria Pasotti

Al suo lavoro, sempre proiettato alla ricerca di nuove possibilità espressive, attraverso cui restituisce un nuovo modo di osservare la realtà facendo emergere l’invisibile dal visibile, il nuovo dall’abituale, è dedicata una mostra presso la Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea “Raffaele De Grada” di San Gimignano aperta fino al 26 marzo 2017. Su iniziativa dell’Assessorato alla Cultura del Comune di San Gimignano, la mostra 40 DAY DREAM, personale di Gloria Pasotti, a cura di Elio Grazioli, rientra nell’ambito del progetto Fenice Contemporanea, realizzato nell’ambito di TOSCANA IN CONTEMPORANEA 2016.  L’obiettivo della galleria “Raffaele De Grada” che in questi ultimi anni ha ospitato mostre di grandi maestri della fotografia come Elliot Erwitt, Franco Fontana e Robert Capa, è quello di dare spazio anche a giovani e bravi fotografi come Gloria Pasotti attenta nel suo lavoro al ruolo della luce naturale e artificiale nel creare le giuste ombreggiature a caratterizzare giustapposizioni di piani e spazi dove gli oggetti si trasformano in altro da sé.

Nelle fotografie e installazioni realizzate da Gloria Pasotti emerge la ridefinizione degli spazi visti, frequentati e abitati riorganizzati secondo una visione insolita, talora spiazzante dove associa oggetti della sua vita quotidiana di diversi contesti di provenienza, riassemblandoli e restituendo ad essi una nuova funzione con cui da vita a scenari inattesi e ordini di forme sconosciuti.

L’aspetto visivo è fondamentale perché è il luogo dove ha inizio e fine la nuova interpretazione di diversi contesti reali da cui sono catturati elementi e presenze associate senza una precisa logica a ricreare come in un puzzle mondi sorprendenti e quasi avveniristici. Da qui la potenza della visione quale occasione per creare interazioni emotive dove oggetti e ambienti non usualmente associabili tra di loro, diventano possibili presenze con cui recuperare l’altra faccia di una realtà che troppo spesso fugge ad una prima e rapida occhiata.

le fotografie di Gloria Pasotti

le fotografie di Gloria Pasotti

“40 Day Dream è un viaggio fotografico attorno alla mia casa” come affermato dall’artista: un viaggio quale esplorazione in diversi luoghi e direzioni all’interno di un ambiente – quello intorno all’abitazione dell’ artista- che diventa territorio privilegiato per riscoprire quante possibilità possa offrire l’indagine dell’occhio fotografico capace di restituire nuovo respiro a quanto visto come appiattito e obsoleto. Oggetti fuori scala riempiono lo spazio sfidando la gravità a creare nuove composizioni per raccontare quanto siano infinite le possibilità con cui creare relazioni tra entità diverse e simili. Un percorso che mostrando immagini di diamanti deformati, nature morte in interni d’auto, nastri colorati legati a gambi di fiori, e ancora una biglia di vetro collocata nel cavo di un orecchio, apre a nuovi scenari del reale dove trovare le risposte agli interrogativi sul senso di questa vita in cui si consuma l’infinita dicotomia tra finzione e verità, apparire ed essere. Dietro ogni oggetto si nasconde un’infinita potenzialità di situazioni in cui ricollocarlo e ridefinirlo.

Attraverso la fotografia, Gloria Pasotti infatti anima scorci, elementi, gesti, oggetti, altrimenti invisibili nel loro essere abitudinari e circoscritti ad un determinato e predefinito contesto. Il potere della fotografia è quello di restituire nuova vita agli oggetti che si rimettono in gioco per essere presenze contestuali decontestualizzate tra memorai e tempo presente.

Silvana Lazzarino

 

SGUARDO ITALIANO 1

Gloria Pasotti 40 DAY DREAM

Galleria di Arte Moderna e Contemporanea “Raffaele De Grada”

San Gimignano – Via Folgore, 11c Orario: fino al 26 febbraio 2017  11:00 – 17:30, dal 1 al 28 marzo 10:00 – 17,30.   25 dicembre 2016 chiuso, 1 gennaio 2017 dalle 12:30 – 17:30

Fino al 26 marzo 2017

Altri articoli pubblicati su Emmegiischia

http://www.emmegiischia.com/wordpress/il-pensiero-libero-di-patrizia-canola/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/andrea-trisciuzzi/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/dispari-2016-12-05/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/lorella-ridenti-donna-dellanno-a-storie-di-donne/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/profumi-doriente-a-villa-borghese/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/giosetta-fioroni-e-la-sua-mostra-attraverso-levento/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/fabrizio-cicero-verso-la-notte/

 

Articoli pubblicati su ildispari24.it da Silvana

http://www.ildispari24.it/it/le-carte-da-gioco-dipinte-dai-pittori-del-novecento/

http://www.ildispari24.it/it/giuseppe-garibaldi-eroe-dei-due-mondi-lettere-e-documenti-raccontano-la-sua-storia/

http://www.ildispari24.it/it/9068-2/

http://www.ildispari24.it/it/asta-con-minerva-auctions-dipinti-antichi-e-arte-del-xix-secolo-a-palazzo-odescalchi/

http://www.ildispari24.it/it/insieme-alle-donne-il-valore-del-femminile/

http://www.ildispari24.it/it/a-viterbo-convegno-su-dignita-e-incolumita-della-donna/

http://www.ildispari24.it/it/evento-expo-in-citta-bookcity-2016-da-ischia-larte-1/

http://www.ildispari24.it/it/storie-di-donne-kermesse-in-rosa-a-roma/

http://www.ildispari24.it/it/leonardo-esposta-per-la-prima-volta-in-italia-horse-and-rider/

http://www.ildispari24.it/it/donne-persephone-in-scena-a-roma-a-villa-torlonia/