Tarocchi marsigliesi e libertà con il Valore del Femminile

Tarocchi marsigliesi con Antonella Aloi e Anna Maria Morsucci e prospettive di Libertà con Andrea Pietrangeli

L’agire con consapevolezza, responsabilità e in piena libertà in questa esistenza dove chiusura ed egoismo sembrano prendere il sopravvento, diventa fondamentale per essere in armonia con se stessi e gli altri con cui aprissi e confrontarsi al fine di un arricchimento reciproco. Per giungere ad una piena consapevolezza dell’importanza del confronto e scambio con l’altro sono necessarie l’ascolto, l’accoglienza, ma il primo

Virginia Vandini

ascolto deve avvenire dentro se stessi. Come sostiene Claudio Marucchi: “L’alterità è una conseguenza del sorgere dell’io, e dell’altro innanzitutto si diffida, si sospetta, nei suoi confronti si affilano di nascosto armi di difesa” (“Elogio alla notte”). In questi ultimi anni si sta perdendo sempre più la capacità di ascoltare e dialogare attraverso cui si possono esprimere i propri bisogni e allo stesso tempo comprendere quelli di chi è di fronte.. Ed è grazie ad un confronto aperto e senza giudizio e al rispetto reciproco che può emergere la personalità di ciascuno, e possono affiorare emozioni nuove o semplicemente rimaste sopite per paure o false abitudini. A questi concetti che si possono sintetizzare con le parole amore, ascolto e accoglienza fa riferimento nel suo lavoro di counselor Virginia Vandini presidente dell’ASSOCIAZIONE IL VALORE DEL FEMMINILE insieme al suo staff.

Virginia Vandini, sociologa, counselor trainer, specializzata in counseling scolastico e consulente in psicogenealogia e costellazioni familiari, insieme ad Antonella Aloi, Elisa Mastrantonio, Anna Filippini, Francesca Di Sarno, Giuseppina Occhiuto e Maria Lavinia Biasi , per citare alcuni nomi dello staff, attraverso corsi, seminari e attività propongono il “cammino del counseling” come

Tarocchi marsigliesi per tutti. libro di Anna Maria Morsucci e Antonella Aloi

percorso di crescita e rinascita in cui ciascuno possa ritrovare se stesso in armonia con l’altro. Un percorso arricchito da seminari, corsi, convegni per acquisire comprensione e consapevolezza di se stessi, affinché ognuno possa trovare la propria libertà per amarsi veramente e amare così anche gli altri. Dopo il grande successo con la presentazione del progetto di Unicità. Individua il talento – Sviluppa la solidarietà tenutosi lo scorso luglio a Roma presso la Sala della Regina a Montecitorio, Virginia Vandini e il suo gruppo di lavoro oltre a dare vita a questo percorso in cui recuperare e ritrovare la propria unicità, prosegue con seminari, e incontri volti a far acquisire consapevolezza, fiducia in se stessi per trovare anche il coraggio di cambiare. Tra questi citiamo l’appuntamento che si terrà venerdì 29 settembre 2017 a Roma presso la sede dell’Associazione (Via Lorenzo il Magnifico, 50) dedicato alla presentazione del libro “I tarocchi marsigliesi per tutti”  di Antonella Aloi e Anna Maria Morsucci.

Tarocchi marsigliesi per tutti Antonella Aloi

Le autrici Antonella Aloi supervisor counselor, psicologa e studiosa di discipline esoteriche e simbolismo ed Anna Maria Morsucci executive coach e giornalista, inviteranno quanti presenti a conoscere da vicino questo antico strumento di ascolto per contattare l’oltre che è in noi e nell’altro. I Tarocchi di Marsiglia, messaggeri di una tradizione antica, tramite re, regine, imperatori, eremiti e angeli, dialogano attraverso un linguaggio fatto di simboli e pertanto universale, utile per meglio comprendere se stessi e la propria vita. “I Tarocchi Marsigliesi per Tutti” fornisce gli strumenti fondamentali per leggere e interpretare i Tarocchi di Marsiglia, uno dei mazzi più famosi e diffusi al mondo e che ha in sé una forza evocativa che travalica il tempo, le mode e i contesti storici. Diverse saranno le domande da cui partire per procedere con un’esperienza pratica al fine di entrare a contatto con la propria capacità di ascolto dando spazio all’immaginazione e alla propria creatività attraverso la visualizzazione dei simboli raffigurati sugli Arcani.

Tarocchi marsigliesi per tutti
Anna Maria Morsucci

Anna Maria Morsucci, è executive coach, giornalista e autrice. Laureata in lettere classiche, si interessa da oltre venti anni di Astrologia e di Tarocchi che considera strumenti di consapevolezza e di crescita interiore. Tra le sue pubblicazioni citiamo: “Dio è la mia avventura” per i tipi di Spazio Interiore (2015). “I Tarocchi Marsigliesi per tutti” e il manuale “Astrologia per tutti” .editi entrambi da Lo Scarabeo.

Antonella Aloi, supervisor counselor è laureata in Comunicazione e Psicologia con specializzazione in Gestalt Art Counseling. Studiosa di discipline esoteriche e simbolismo usa i Tarocchi come strumento di ascolto in sessioni individuali e di gruppo. I suoi studi, così come l’attività di counseling e formazione, mirano a indagare l’Oltre e la saggezza interiore presenti in ciascuno di noi.

Da segnalare anche il progetto ideato da Virginia Vandini in collaborazione con l’Università di Roma “La Sapienza” PORTATORI DI UNICITA’ INDIVIDUA IL TALENTO SVILUPPA LA SOLIDARIETA che prende il via con l’incontro condotto da Andrea Pietrangeli tra i protagonisti portatori di Unicità che si svolgerà nei giorni 6 e 7 ottobre 2017 a Roma alla “Sapienza” presso la Sede della facoltà di Scienze della Comunicazione. Andrea Pietrangeli nel suo libro “LIBERAZIONE”, quarto della trilogia narrativa di romanzi dedicati all’esplorazione del mondo interiore, attraverso un’atmosfera fiabesca con protagonisti gli animali spontanei e dunque sinceri, restituisce una storia densa di simbologie per invitare chi legge ad essere se stesso, sempre, nel bene e nel male, lasciando indietro false sovrastrutture.  Durante il primo incontro del percorso dedicato all’UNICITA’, Andrea Pietrangeli si soffermerà sul tema della LIBERTA da ricercare attraverso l’accettazione e il rispetto per se stessi, lasciando cadere sovrastrutture che tengono prigionieri entro un’idea forse sbagliata di sé, e abbattendo  pregiudizi e preconcetti nei confronti degli altri.

A questo primo incontro sulla Libertà, ne seguiranno altri, lungo il percorso dedicato all’UNICITA’, dove si parlerà di AMORE con Daniel Lumera, ASCOLTO con Antonella Aloi, RISPETTO con Matteo Ficara, RESPONSABILITA’ con Francesca Di Sarno, ACCOGLIENZA a cura di Virginia Vandini.

Silvana Lazzarino

 

I Tarocchi Marsigliesi per Tutti

Con Antonella Aloi e Anna Maria Morsucci

Venerdì 29 settembre 2017 ore 18.30

Via Lorenzo il Magnifico, 50- Roma

Info e prenotazioni: a.aloi@ilvaloredelfemminile.it

Per il book teaser clicca qui: https://www.youtube.com

 

    PROGETTO PORTATORI DI UNICITA’

1° incontro con Andrea Pietrangeli

LIBERTA’

Presso Università “La Sapienza”- Via Salaria- Roma

6 e 7 ottobre 2017

Per informazioni: info@unicita.it

www.ilvaloredelfemminile.it

Altri articoli pubblicati su Emmegiischia da Silvana Lazzarino

https://www.emmegiischia.com/wordpress/ischia-patrizia-canola-al-museo-etnografico-del-mare/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/roma-i-musei-si-aprono-alla-musica/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/miro-sogno-e-colore-a-bologna/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/massimiliano-bartesaghi-e-le-sue-prospettive-urbane/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/roberto-barni-in-mostra-alla-galleria-poggiali/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/98293-2/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/la-belle-epoque-con-toulouse-lautrec-a-verona/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/torre-grossa-a-san-gimignano-un-viaggio-nel-medioevo/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/eugenia-serafini-e-valerio-bocci-a-tolfarte/

      Articoli pubblicati su ildispari24.it da Silvana Lazzarino

http://www.ildispari24.it/it/freedom-manifesto-per-raccontare-limmigrazione/

http://www.ildispari24.it/it/giornate-europee-del-patrimonio-a-villa-giulia-museo-nazionale-etrusco/

http://www.ildispari24.it/it/daniel-gonzalez-imaginary-country-a-milano/

http://www.ildispari24.it/it/egle-budvytyte-tra-ciglia-e-pensiero-in-mostra-a-roma/

http://www.ildispari24.it/it/festival-remover-roma-con-santiago/

http://www.ildispari24.it/it/festival-del-giornalismo-culturale-v-edizione/

http://www.ildispari24.it/it/alba-gonzales-e-il-premio-pianeta-azzurro-i-protagonisti-xvi-edizione/

http://www.ildispari24.it/it/mao-jianhua-una-suggestiva-mostra-al-complesso-del-vittoriano/

http://www.ildispari24.it/it/andrea-trisciuzzi-realizza-il-premio-per-il-primo-memorial-oliviero-beha-assegnato-a-filippo-simeoni/

http://www.ildispari24.it/it/premio-nazionale-musa-dargento-2-edizione/

http://www.ildispari24.it/it/rassegna-internazionale-arte-e-letteratura-a-cava-de-tirreni/

 

 

 

Hits: 7

Ugolina Ravera

I COLORI IN DIVENIRE RACCONTANO I RITMI DELLA VITA

NELL’OPERA DI UGOLINA RAVERA

Il vissuto esistenziale tra visione ed emozione con i suoi profumi, suoni, colori che dalla frammentazione porta alla ricomposizione, fino alla rinascita, si riflette nell’arte di UGOLINA RAVERA, pittrice romana di gran talento e sensibilità che con originalità attraverso la sperimentazione di forme e colori, racconta dell’uomo e dei suoi percorsi fatti di sogni e speranze, gioie e nostalgie. Un percorso che passando per vicoli insidiosi e labirinti intricati porta verso un orizzonte di luce e libertà.

La sua arte che lega il colore alla vita nei suoi processi dal visibile all’invisibile, dal conosciuto a ciò che è da conoscere, è protagonista di una mostra in corso presso Le Carré Français, ristorante francese nel centro di Roma aperta fino al 1 marzo 2016.https://www.emmegiischia.com/wordpress/silvana-lazzarino-2/

La personale “La vie en rose”, curata da Giuseppe Ussani d’Escobar, attraverso rappresentazioni tra l’astratto e il figurativo di elementi e luoghi appartenenti alla natura in particolare fiori, animali parlano di libertà ed entusiasmo, guardando all’universo interiore nel suo rapportarsi alla realtà vicina e lontana, presente e immaginata.

Sono opere che attraverso scenari naturali e ideali, tra la terra e il cielo, parlano di vita, di esperienza vissuta dove il colore campeggia con le sue variazioni tonali. Un colore dominante che procede dal rosso e dalle gradazioni di rosa, al verde delle foglie degli alberi agli azzurri del cosmo e del cielo, per arrivare al bianco steso sugli sfondi quasi a proiettarsi verso la dimensione dell’ascolto dell’apertura verso l’alto in cerca di una spiritualità che in questi ultimi anni sembra diventare sempre più evanescente. All’energia del colore si associa la voglia di vivere che riaffiora solo dopo una fase di nostalgico abbandono verso i luoghi notturni della mente dove abitano silenziose le ombre che imprigionano e allontanano dalla magia del bello.

opera di Ugolina Ravera

opera di Ugolina Ravera

Il colore disposto a tratti, talora con risultati quasi materici nel suo risaltare sulla tela a simboleggiare i ritmi della natura, tra petali di fiori, profumi, fruscii del vento, introduce verso un sentiero che sa di primavera: stagione dove è dato spazio al risveglio delle emozioni lasciando dietro ogni pensiero cupo e malinconico. Da questi colori sale una nuova energia che avvicina l’uomo alla natura, lega il suo essere agli elementi della natura stessa di cui egli è parte integrante. I colori appartengono alla terra e al cielo e l’individuo avverte il suo essere attaccato alle proprie radici e il suo bisogno di protendersi verso l’alto a cercare ciò che sta oltre il semplice apparire. E da qui l’esigenza di mostrare come dalla scomposizione delle forme, dalla decostruzione della realtà si passi ad una rinascita dove anche le forme sembrano confluire a nuove dimensioni per rifiorire. Forme nuove di colori che sembrano danzare al ritmo di una melodia che invita a guardare oltre quel segno, quel disegno per entrare nei possibili significati della vita.

E’ qui il senso profondo dell’arte di Ugolina Ravera: la capacità di rinascere passando dalla terra alle vie dei cieli infiniti e immaginati. Fiori, petali agglomerati, staccati come in volo trasportati dal vento, fissi come cuciti sulla tela, fili d’erba invisibili, nei loro ritmi infondono gioia e un senso di energia positiva che invita a riflettere sul proprio percorso esistenziale e sul senso stesso della vita nel fiorire e sfiorire, nel suo procedere nella circolarità di un processo sempre uguale che si ripete. Gioia, serenità, entusiasmo un istante prima preceduti da dubbi e malinconie, mutevoli nel loro complesso evolversi.

Dipinti che poco a poco conducono ad un abbraccio avvolgente e rassicurante con la natura, mantenendo vivo il desiderio di scoprire cosa si celi nei suoi sconfinati suoni e volti. Un richiamo a suggellare quel legame tra l’individuo e la natura in quanto madre che rassicura e incanta; ma anche un’occasione per riappropriarsi di quelle perdute origini dove tutto ha inizio e intraprendere un nuovo viaggio, liberi di ripensare a sé scoprendo nuove emozioni in un tempo sospeso. Accanto al dipinto “Vie en Rose” dove campeggia il movimento delle rose nel loro aprirsi e chiedersi, è “L’Apres Midi d’un Faune”, dove si intravede appena il volto di un fauno quasi affiorare dalla fitta vegetazione, volto che sembra prendere vita dalla stessa natura per poi sparire riassorbito come in un sogno.

La gioia e l’entusiasmo di vivere sono al centro del percorso di Ugolina Ravera attenta nel trasmettere le emozioni tra concretezza e sogno percorrendo un cammino in cui recuperare la stessa vita con stupore e meraviglia sfiorando con l’immaginazione orizzonti onirici, quasi fiabeschi.

Silvana Lazzarino

Ugolina Ravera

LA VIE EN ROSE

Ristorante francese Le Carré Français

Via Vittoria Colonna 30, Roma

Orario dalle 10.00 alle 22.00

fino al 1 marzo 2016

Ingresso libero

 

Hits: 1