Celebriamo la Shoah 2017

Celebriamo la Shoah 2017

Celebriamo la Shoah 2017. La notizia del giorno è che quest’anno celebreremo la Shoah in maniera diversa dal solito.

Ciò in quanto, dopo la squallida disavventura che ci ha visti penalizzati durante il programma natalizio a causa di un boicottaggio politico del quale nessun amministratore pubblico ha inteso chiedere scusa, abbiamo temporaneamente sospeso la realizzazione di qualsiasi evento da proporre con il patrocinio della Città di Ischia e/o in sedi comunali.
 
 
Ischia: Ridicoli? Sì! – Incapaci? Anche! – Superbi? Sempre!
 
D’altra parte non ci sentivamo di venir meno alla tradizione che ci vede impegnati da sempre in prima linea per la difesa della pace e dei diritti umani.
 
Così abbiamo, non solo realizzato TRE puntate “Speciale SHOAH” della Mancineide che andranno in onda tramite Teleischia (digitale terrestre canale 89 e web www.teleischia.com/live-tv) nei giorni 26-27 e 30 Gennaio ai soliti orari (19:30 e repliche alle ore 3:00, 6:30; 13:00 circa) , ma abbiamo accolto con sommo piacere l’invito che ci ha rivolto Gaetano Di Meglio direttore della testa giornalistica Il Dispari, di preparare una pagina speciale da pubblicare nella sezione coltura del quotidiano in edicola appunto il 27 Gennaio.
 
Anche in questa occasione vi offriamo l’opportunità di proporre una vostra opera (pittorica, fotografica, poetica) da inserire nella pagina.
Saranno valutate tutte le opere che perverranno a emmegiischia@gmail.com
entro e NON oltre le ore 14 di martedì 24 Gennaio.
Per eventuali informazioni potrete telefonarmi al 3935937717 tutti i giorni dalle 14 alle 24 con l’avvertenza che NON rispondo a numeri segnalati come anonimi,
Presidente Associazione culturale “Da Ischia L’Arte – DILA
Celebriamo la Shoah 2017
Foto di Katia Massaro

Hits: 0

Il Dispari 2016-02-01

Il Dispari 2016-02-01

Il Dispari 20160201 comp

Editoriale

Dachau - Foto di Katia Massaro comp

Dachau – Foto di Katia Massaro

Durante le scorse settimane, tanti Artisti, amici di questa pagina e dell’Associazione DILA che ha il privilegio di curarne la redazione, hanno accolto di buon grado il nostro invito a manifestare la loro attenzione nei confronti della “Giornata della Memoria” inviandoci una loro opera per la pubblicazione. Tanti che, pur avendo dedicata lunedì scorso l’intera pagina alla celebrazione della Shoah, non siamo stati in grado di dare spazio a tutte le loro cooperazioni. Superiamo l’inghippo aggiungendo oggi due delle opere più significative restate pazientemente in lista d’attesa. Ringraziamo pertanto l’amante della natura e paladina della Pace, super nota super ischitana super fotografa super ambientalista Katia Massaro, e la lettone Liga Lapinska che

Liga Lapinska - Selvaggi

Liga Lapinska – Selvaggi

potremmo ritenere a giusta ragione cittadina onoraria d’Ischia in considerazione dell’alto livello di diffusione culturale con il quale riesce, da quasi un decennio, a diffondere nella sua Nazione i valori artistici, ambientali e sociali della nostra isola.

Ieri a San Possidonio in provincia di Modena la soprano Paola Occhi, Ambasciatrice DILA per l’Emilia Romagna e per la Basilicata, ha inaugurata un’innovativa “Scuola di Canto lirico e di Poesia”. Erano presenti Silvana Lazzarino e Antonio Mencarini in qualità di inviati speciali di questa testata. In seguito al protrarsi della “festa” fino a tarda sera, non siamo riusciti ad impaginare i loro articoli in tempo utile per questa edizione, ma ci riserviamo di darvene ampio riscontro la prossima settimana. Intanto prendiamo atto, con una non celata soddisfazione, che “Il Resto del Carlino” ha dedicato all’evento un articolo a tutta pagina!

Un’altra notizia, riguardante la diffusione di uno dei progetti implementati dall’Associazione “Da Ischia L’Arte -DILA”, ci giunge da un’altra regine d’Italia. Si tratta del Trenino, dove Roberta Panizza (che vi ricordo essere la Vicepresidente DILA nonché l’iniziatrice di tutto il processo che ha portato le nostre apparenti utopie a realizzarsi attraverso DILA e i suoi programmi), in stretta collaborazione con biblioteche, scrittori ed assessorati, ha calendarizzato, per ora in maniera sperimentale ma a lei non manca certo la costanza per renderli effettivamente duraturi nel tempo, una serie d’incontri dedicati alla promozione della Poesia.

Infine desidero invitarvi a discutere di una considerazione che potrà apparire polemica, ma che, se anche lo fosse, sarebbe una polemica unicamente “costruttiva”, mancando in essa qualsiasi discriminazione di ordine politico. Infatti, scrivendo ora che le istituzioni isolane sono poco attive in campo culturale mi rivolgo indistintamente ed impersonalmente a TUTTE  le amministrazioni che operano sul territorio isolano con il dichiarato scopo di aggiungere forme di benessere, anche economico e sociale oltre che culturale, in favore alla popolazione locale.

Per suffragare tale tesi prendo in prestito l’articolo di Silvana Lazzarino, ritenendo che in esso le precisazioni non scritte siano quasi altrettanto importanti di quelle messe in evidenza.

Silvana Lazzarino conclude la sua interessante presentazione della mostra fotograficaHenri Cartier-Bresson e gli altri. I grandi fotografi e l’Italia ITALIA INSIDE OUT” ricordandoci che almeno due dei fotografi esposti, ossia Henri Bresson e McCurry, immortalarono suggestivi scorci dell’isola d’Ischia. Ciò che Silvana Lazzarino non dice è che alla mostra, esposta a Milano dal 10 novembre fino al prossimo 7 febbraio 2016, NON è stato presentato neppure uno solo degli scatti effettuati sulla nostra isola.

In soldoni, voglio dire che un’attenta gestione delle risorse culturali, generate o presenti nella nostra isola, che fosse attivata da una o da tutte insieme le amministrazioni comunali, potrebbe portare ad una divulgazione internazione di “Ischia” praticamente GRATUITA e di notevole diffusione. Come? Semplicemente proponendosi in qualità di referente culturale dell’isola d’Ischia.  E allora anche nella mostra in esame, FORSE, si vedrebbe qualche fotografia made in Ischia, e quindi, ancora FORSE, si dovrebbe pensare ad un serio Assessorato alla cultura intercomunale, piuttosto che continuare a penalizzare gestioni campanilistiche riducendole alla realizzazione di sausicciate e spettacoli di dilettanti allo sbaraglio.

 Bruno Mancini

Il resto del Carlino comp

Il resto del Carlino

Il Dispari 20160201 1 comp

VIAGGIO IN ITALIA ATTRAVERSO LA FOTOGRAFIA

Henri Bresson e McCurry immortalarono gli scorci più suggestivi dell’isola d’Ischia

Il nostro Paese scrigno di civiltà, cultura e bellezza vanta un patrimonio artistico e paesaggistico come pochi al mondo. Un gruppo di fotografi di fama internazionale, dagli anni Trenta del secolo scorso ad oggi hanno testimoniato con immagini suggestive questi scenari unici per lirismo e bellezza.

A presentare i loro scatti suggestivi e intensi che raccontano l’Italia di ieri e di oggi è la mostra in corso a Milano a Palazzo della Ragione fino al 7 febbraio 2016. L’esposizione “Henri Cartier-Bresson e gli altri. I grandi fotografi e l’Italia ITALIA INSIDE OUT” a cura di Giovanna Calvenzi, promossa dal Comune di Milano Cultura, suddivisa in sette aree tematiche attraverso capolavori di Henri Cartier-Bresson e di altri protagonisti tra cui Robert Capa, Sebastião Salgado, Claude Nori, Cuchi White e Helmut Newton, restituisce un’immagine del nostro Paese vista con gli occhi di chi, provenendo da altri luoghi, ne resta affascinato per le sue bellezze e per la semplicità della gente.

Luoghi d’arte e paesaggi, popolazioni che vivono a contatto con la natura, ma anche ambienti legati alla guerra e gli effetti dell’avanzare delle tecnologie, propongono una storia indiretta della fotografia e dell’evoluzione dei suoi linguaggi. Un viaggio per apprezzare meglio il nostro patrimonio naturale, storico e artistico che si apre con Henri Cartier- Bresson, pioniere del foto-giornalismo, capace come pochi di cogliere la vita nei suoi attimi più fugaci fermando sguardi e gesti anche poco visibili. Suggestivo il suo autoritratto. David Seymour rilegge con accenti eleganti il mondo della fede, mentre intenso è il reportage di Robert Capa al seguito delle truppe americane durante la Campagna d’Italia del 1943. Poi la visione innovativa di William Klein che entra da protagonista nel provocatorio racconto di Roma del 1956, e la poesia dell’uomo nel suo legame profondo con l’ambiente naturale negli scatti di Sebastião Salgado che racconta l’epopea degli ultimi pescatori di tonni in Sicilia. Intensa e poetica è la visione della capitale proposta da Helmut Newton che in “72 ore a Roma” ricrea una passeggiata notturna nel centro monumentale della città. Sperimentazione e nuove tecnologie proprie della fotografia di oggi restituiscono un nuovo volto di scorci e piazze di città come proposto da Alexey Titarenko che racconta una Venezia magica o Abelardo Morell che, utilizzando le tecniche del “foro stenopeico,” crea visioni in cui si fondono interni ed esterni. Poi è la volta di Steve McCurry che a Venezia coglie l’alchimia estetica tra le persone e l’ambiente, e Martin Parr sulla costiera Amalfitana gioca con l’immagine dei turisti mentre ritraggono se stessi sullo sfondo di straordinari paesaggi. Fu McCurry che nel 2013 affascinato dalle bellezze dell’isola di Ischia ne immortalò gli scorci più suggestivi tra i quali il Castello Aragonese. Prima di lui anche Henri Bresson durante i suoi spostamenti in Italia negli anni Cinquanta si fermò ad Ischia che ritrasse con grande perizia e attenzione.

Silvana Lazzarino

Henri Cartier-Bresson e gli altri. I grandi fotografi e l’Italia

ITALIA INSIDE OUT

a cura di Giovanna Calvenzi

Milano, Palazzo della Ragione Fotografia

Orario: martedì, mercoledì, venerdì e domenica dalle 9.30 alle 20.30,

giovedì e sabato dalle 9.30 alle 22.30. Chiuso il lunedì

Per informazioni: http://milano.fanpage.it/

fino al 7 febbraio 2016

Foto di Henri Bresson

Il Dispari 20160201 tutto ridim

LEGGERE POESIA

Vuoi far parte anche TU del “Gruppo di letture poetiche” formato da persone interessate alla poesia?

Ti aspettiamo.

Durante gli incontri leggiamo poesie scelte, di autori noti e meno noti, e poesie dei partecipanti che lo desiderano. Si partecipa per il piacere di vivere la poesia, quindi ognuno può farlo come desidera: da semplice ascoltatore o come creatore di versi.

Per cominciare ci troviamo nella saletta sopra il Museo accanto alla biblioteca di Vermiglio:

giovedì 11 febbraio 2016 ore 20.30 e giovedì 25 febbraio 2016 ore 20.30

L’iscrizione (necessaria per agevolare l’informazione sulle date degli incontri) è gratuita.

Per informazioni e iscrizioni: biblioteca di Vermiglio tel. 0463.759018 vermiglio@biblio.infotn.it

BIBLIOTECA COMUNALE E ASSESSORATO ALLA CULTURA DI VERMIGLIO

Locandina Leggere poesie

livestream lanostraisola banner bozza ok

Il Dispari 2016-01-25

Editoriale

Mercoledì 27 Gennaio in tutto il mondo si commemorerà la “Giornata della memoria”, ricorrenza voluta dalla risoluzione 60/7 dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite del 1º novembre 2005 per celebrare l’anniversario della liberazione del campo di concentramento di Auschwitz, avvenuto il 27 gennaio 1945 ad opera delle truppe sovietiche.

Affinché non appaia “strana”, se non addirittura ”inopportuna”, questa nostra pagina dedicata all’avvenimento, è necessario che io esponga brevemente la “riflessione” (che non è per nulla sinonimo, almeno in questo scritto, con la parola “contestazione”) che ne ha determinata la pubblicazione.

A tale proposito, così come ho già avuto modo di precisare in alcuni precedenti interventi nella Biblioteca comunale Antoniana, spostando e spingendo il discorso di base dalla pura e semplice celebrazione di un singolo evento (anche se efferato oltre molti limiti e devastante per un’intera comunità) verso la visione generale della crudeltà imposta dal potere sui deboli e sugli indifesi, desidero esprimere un doveroso chiarimento atto a consentirmi di precisare, senza generare equivoci, che noi, uomini e donne dell’Associazione culturale DILA, non siamo qui in veste di storiografi, sociologi, o di altre discipline tese a classificare eventi ed a chiarirne genesi, cause ed effetti, e che noi non siamo qui neppure nella veste di un gruppo politicizzato per il quale esistano i “Sempre nel giusto” ed i “Sempre malvagi”, e che noi non siamo qui infine, e sembra un paradosso, nemmeno come portatori di nostre personalità semplicemente umane, le quali comunque potrebbero invogliarci per debolezze a giustificare e per vendetta a punire,

NO, noi siamo qui come ARTISTI, per la maggior parte Scrittori e Poeti, ma anche Pittori, Fotografi, Musicisti ecc ecc e siamo qui per proporre sentimenti ed emozioni indotti dalla parole PACE, la quale, sebbene celebrata in mille e mille modi diversi, non consentiremo mai che venga scritta con la penna di un solo colore.

Scegliere tra rosso e nero può andare bene in un gioco stupido come la roulette, ma l’ARTE ha altre ambizioni, l’Arte è rosso, nero, giallo, verde.
ARTE sono i grigi delle nebbie, le variazioni d’indaco dei mari, le terre di Siena, i viola…
L’Arte ha diritti e cittadinanza, forza e bellezza sebbene espressa e scritta con qualsiasi colore dell’arcobaleno.

Ma ciò non basta a definire del tutto gl’ideali che il nostro gruppo intende proporre in questo breve incontro dedicato alla celebrazione della “Giornata della memoria”, poiché noi crediamo che la parola PACE non sia soltanto in antitesi, in contrasto, l’opposto della parola GUERRA, ma possa esprimere una forza di contrasto ineguagliabile nei confronti di altre iatture e di tutte le reali nefandezze perpetrate da parti infime ed infide del genere umano: RAZZISMO, MAFIA, SPECULAZIONI DI OGNI TIPO, ABUSI DI POTERE ECC ecc sono tutte Guerre contro le quali gli “Artisti” innalzano lo stendardo della PACE.

Così come abbiamo affermato che gl’inchiostri di tutti i colori sono adatti a scrivere la parola PACE, nello stesso modo e con identica determinazione garantiamo che combatteremo e contrasteremo con ogni mezzo non violento, come abbiamo sempre fatto, tutti coloro che hanno voluto, vogliono o vorranno intingere le penne d’oca utilizzate per la scrittura della parola PACE in calamai pieni delle lacrime dei popoli affamati, oppressi, schiavizzati, così come nel sangue innocente dei morti sul lavoro.

Bruno Mancini

25C-2 Q63

Selvaggi di Liga Lapinska

Il Dispari 20160118 1 comp

La poesia nella “Settimana della memoria” a Roma

A distanza di anni, interviste, articoli, inchieste, film e romanzi hanno descritto con forte spessore comunicativo la tragedia della shoah che ha lasciato attonito il mondo intero. Una pagina di storia che fa rabbrividire e che svela il volto peggiore del genere umano quello diabolico che non trova spiegazioni e giustificazioni.

L’abbattimento dei cancelli di Auschwitz il 27 gennaio del 1945, ha fatto conoscere al mondo e alla storia questo abisso della civiltà, lo sterminio del popolo ebraico, dei Sinti e Rom, degli omosessuali, dei Testimoni di Geova e l’eliminazione dei deportati militari e politici nei campi nazisti.

Anche quest’anno la Casa della Memoria e della Storia conferma il suo ruolo di primo piano a Roma per le celebrazioni intorno al “Giorno della Memoria. L’iniziativa, promossa dall’Assessorato alla Cultura, Creatività, Promozione Artistica e Turismo – Dipartimento Cultura di Roma Capitale, Assessorato alla Memoria, Assessorato alla Cultura della Comunità Ebraica di Roma e dal Museo Ebraico di Roma, a cura delle Associazioni residenti (ANPI, ANED, ANEI, ANPPIA, FIAP, IRSIFAR e Circolo G. BOSIO) e della Biblioteca della Casa della Memoria e della Storia con il coordinamento organizzativo di Roma Capitale, presenta, fino al giorno 1 febbraio 2016, un ricco programma tra cinema, arte, libri che restituiscono questa pagina sconvolgente e inquietante della storia dell’umanità attraverso il racconto quotidiano della vita degli ebrei italiani prima delle leggi razziali e la descrizione degli orrori degli scenari dei lager.

La poesia con la sua forza emotiva quale contenitore della memoria è protagonista con “La Memoria la Poesia” che vede poeti e scrittori dare voce attraverso versi intensi e toccanti ad un periodo storico da non dimenticare. La memoria ricorda e diviene attiva. Un tema che condiziona anche la nostra storia contemporanea e l’umanità intera. Poeti e scrittori invitati a partecipare leggono un proprio brano, tra loro: Fulvio Abbate, Luca Archibugi, Tomaso Binga/Bianca Menna, Maria Grazia Calandrone, Marco Caporali, Roberto Deidier, Marco Giovenale, Valerio Magrelli, Dacia Maraini, Elio Pecora, Roberto Piperno e Filippo Senatore. Ricordi ed emozioni in poesia e prosa sono accompagnati dalla fisarmonica del M° Marco Lo Russo aka Rouge che esegue brani della tradizione ebraica rivisitati e celebri colonne sonore di film che hanno narrato la memoria. Intenso e drammatico il libro di Maria Eisenstein “L’internata numero 6″ che sarà presentato dai relatori Marina Beer, Elisa Guida e Luigi Lombardi Satriani.

Curato da Carlo Spartaco Capogreco il libro diario di Maria Eisenstein, internata nel campo di concentramento di Lanciano in seguito alla legislazione antiebraica italiana, aiuta a comprendere più a fondo la realtà dell’internamento nell’Italia fascista. Una testimonianza diretta che ripercorre i nodi della storia e della memoria italiane.

Silvana Lazzarino

Dachau foto Katia Massaro 3 comp

Dachau foto Katia Massaro

Il Dispari 20160125 tutto ridim

In un carcere ammazzano un uomo.

L’arco s’apre rotondo
lampade a coppe aeree
sbadigli:
avanza un uomo dal fondo.

Colonne reggono l’arco
passa guardiano
sbadigli:
prende il suo posto di un’ora.

Colonne reggono travi
s’alza e cammina.
Silenzio.

Conta le lampade
passando
pesta le colonne
con forza
misura l’arco
uscendo.

In un carcere ammazzano un uomo.

Bruno Mancini

lanostraisola

Cuori senza terra

Quando anche l’odio
stremato
rovinerà esanime
nella sua nera pozza
ogni più piccolo granello
di terra
sarà infine recapitato
all’indirizzo più forte,
busta color pelle
e colla rossa.

Nello stupito silenzio
di una pace non cercata
appoggerete il capo
a riposare,
ma il gemito
di labbra mute
per sempre
calpesterà il respiro
e la mente confonderanno
e gli occhi
i purpurei vapori della terra.

Impazziti correndo
nella notte
la polvere di giovani ossa
vi bruci allora le suole
e la cancrena il cuore.

Roberta Panizza

lanostraisola on livestream.com. Broadcast Live Free

 

Fravecature

All’ acqua e a ‘o sole fràveca
cu na cucchiara ‘mmano,
pe’ ll’ aria ‘ncopp’ a n’anneto
fore a nu quinto piano
Nu pede miso fauzo,
nu movimento stuorto,
e fa nu volo ‘e l’angelo:
primma c’arriva, è muorto
Nu strillo; e po’ n’accorrere
gente e fravecature.
-Risciata ancora… E’ Ruoppolo!
Tene ddoie criature!
L’ aizano e s’ ‘o portano
Cu na carretta a mano.
Se move ancora ll’ anneto
Fore d’ ‘o quinto piano.
E passa stu sparpetuo
cchiù d’uno corre appriesso;
e n’ato, ‘ncopp’a n’anneto,
canta e fatica ‘o stesso.
‘Nterra, na pala ‘e cavece
cummoglia a macchia ‘e sango,
e ‘ sghizze se scereano
cu ‘e scarpe sporche ‘e fango.
Quanno o spitale arrivano,
‘a folla è trattenuta,
e chi sape ‘a disgrazia
racconta comm’è gghiuta.
E attuorno, tutt’ ‘o popolo:
-Madonna!—Avite visto?
-D’ ‘o quinto piano—‘E Virgine!
-E comme, Giesucristo…?!
E po’ accumpare pallido
chillo c’ ha accumpagnato:
e, primma ca ce ‘o spiano,
fa segno ca è spirato.
Cu ‘o friddo dint’a ll’anema
‘a folla s’alluntana
‘e lume gia s’appicciano
‘a via se fa stramano.
E a’ casa, po’, ‘e mannibbele,
muorte, poveri figlie,
mentre magnano, a tavola ,
ce ‘o diceno a ‘e famiglie.
‘E mamme ‘e figlie abbracciano,
nu sposo abbraccia ‘a sposa …
E na mugliera trepida ,
aspetta, e nn’ arreposa.
S’appenne ‘a copp’a ll’asteco
sente ‘o rilorgio : ‘e nnove!
Se dice nu rusario…
e aspetta nun se move.
L’acqua p’ ‘o troppo vòllere
s’è strutta int’ ‘a tiena,
‘o ffuoco è fatto cènnere
Se sente na campana.
E ‘e ppiccerelle chiagnano
pecchè vonno magnà’:
-Mamma, mettiamo ‘a tavula!
-Si nun vene papà?
‘A porta ! Tuzzuleano:
-Foss’isso?—E va ‘arapi’.
-Chi site?—‘O capo d’opera.
Ruoppolo abita qui?
-Gnorsì, quacche disgrazia?
Io veco tanta gente…
-Calmateve, vestiteve…
-Madonna!—E’ cosa ‘e niente.
E sciuliato ‘a l’anneto
d’’o primmo piano.—Uh, Dio!
e sta o spitale?—E’ logico.
-Uh, Pascalino mio!
‘E ddoie criature sbarrano
ll’uocchie senza capì;
‘a mamma, disperannose,
nu lamp a se visti’;
‘e cchiude ‘a dinto; e scenneno
pe’ grade cu ‘e cerine.
-Donna Rache’! –Maritemo
che ssà, sta e’ Pellerine.
E’ sciuliato ‘a ll’anneto.
-Si, d’ ‘o sicondo piano
E via facendo st’anneto,
ca saglie chiano chiano.
-Diciteme, spiegateme.
-Curaggio.—E’ muorto?!—E’ muorto!
D’ ‘o quinto piano.’All’anneto.
Nu pede miso stuorto.
P’ ‘o schianto, senza chiagnere,
s’abbatte e perde ‘e senze.
E’ Dio ca vo na pausa
a tutte ‘e sofferenze.
E quanno a’ casa ‘a portano,
trovano e ppìccerelle
‘nterra, addurmute. E luceno
‘nfaccia ddoie lagremelle.

Raffaele Viviani
Poesie – 1930

Watch live streaming video from lanostraisola at livestream.com

 

Banner 2016 emmegi

Il Dispari 2016-01-18

UN’ANTOLOGIA CHE RACCONTA DELL’ASSOCIAZIONE DILA

Dare nuova visibilità al mondo dei poeti e non solo, ma anche all’universo di quanti coltivano e portano avanti l’arte, dalla poesia alla pittura, dalla letteratura alla musica, è l’idea che sta alla base dell’Associazione culturale “Da Ischia L’Arte – DILA” di cui è presidente lo scrittore e poeta Bruno Mancini.

L’Associazione culturale, nata nell’autunno del 2014, con sede ad Ischia (NA) organizza e promuove numerose attività culturali che spaziano in tutti i campi dell’Arte: dalle mostre di pittura e fotografia, agli incontri di lettura e presentazioni di libri, da convegni e dibattiti a celebrazioni di ricorrenze storiche e artistiche.

L’Associazione DILA, che sempre più sta prendendo piede a livello nazionale coordinando importanti eventi, vede al fianco di Bruno Mancini diverse figure di artisti, poeti, scrittori che fin dagli inizi hanno creduto in questo progetto il cui obiettivo, come afferma lo stesso Bruno Mancini, è quello di “Operare affinché l’Arte in generale e la Poesia in particolare riconquistino il palco di primo piano che compete loro nell’attuale società italiana”.

Con questi presupposti ciascun artista che sia poeta, scrittore, pittore, cantante può guardare oltre il proprio luogo comunemente destinato alla presentazione e promozione del proprio prodotto, per proiettarsi verso una forma pubblicitaria più ampia e a largo raggio.

Così Bruno Mancini, insieme ai suoi principali collaboratori (tra i quali vanno ricordati Roberta Panizza vice presidente di DILA ed Antonio Mencarini), ha intuito di poter diffondere maggiormente la cultura attivando nuovi canali di divulgazione, del tutto fuori dall’ordinario, con il coinvolgimento di imprese e di aziende commerciali quali sostenitori e sponsor.

La pubblicità è diventata strumento per promuovere l’arte e la cultura.

L’Antologia Da Ischia L’arte è la prima pubblicata dopo la nascita dell’Associazione DILA.

Curata da Bruno Mancini e Roberta Panizza con la collaborazione di Antonella Ronzulli e le copertine di Liga Lapinska, si è proposta come prezioso canale di diffusione di pensieri, parole e versi legati a poeti ed a figure di artisti più o meno vicini ai progetti già dai loro albori.

Tra le iniziative ideate da DILA, e che trovano ampia diffusione proprio in questa Antologia, vi è il Premio Internazionale di Poesia “Otto Milioni” (4^ edizione), presentato durante lo scorso 2015 all’Expo di Milano, dove ha trovato, anche in Bookcity, una vetrina d’indubbia importanza internazionale.

Infatti, la quarta edizione del Premio Internazionale “Otto Milioni” (cui hanno partecipato poeti da tutta Italia e dall’estero), ha trovato nell’Expo di Milano la sua vetrina ideale, sia a Giugno 2015 in una performance ideata da Alberto Liguoro, e sia poi ad Ottobre quando, dal 20 al 25 è stata in primo piano nel corso degli eventi denominati “Carro di Tespi” e  Bookcity, durante i quali è stata anche presentata l’Antologia e sono stati resi noti i nomi dei vincitori del Premio.

Un grande risultato specialmente in considerazione dei consensi ricevuti dal pubblico, dagli organi d’informazione e dalle istituzioni, prime tra tutte la CCIAA e l’Assessorato alla cultura del Comune di Milano.

ntologia, accanto alle storie e presentazioni dei personaggi attivi fin dagli inizi al fianco di Bruno Mancini tra cui Panizza, Mencarini, Massaro, Neri, Lapinska e Fiore, propone le poesie finaliste del Premio sviluppate sul tema: “unione, pace, amicizia”.

Ciascun poeta ha raccontato, con un proprio stile e ritmo, le emozioni e le ansie legate ad un argomento così forte e attuale.

Molti lo hanno personalizzato, fino a svelarne i lati più profondi e segreti, altri ne hanno descritto l’aspetto più legato ad un sentire corale rispecchiando il sentimento di un’umanità affranta e devastata dall’egoismo, ma pronta a rinascere.

Come sopra accennato, accanto alla sezione dedicata alle poesie finaliste del Premio Internazionale di Poesia “Otto Milioni”, l’Antologia svela la profonda sensibilità, l’attaccamento alla propria terra e l’entusiasmo della vita di diversi protagonisti, alcuni del gruppo dei pionieri, altri entrati successivamente al loro fianco.

La poetessa Antonella Ronzulli, direttrice editoriale di Litho Commerciale si mostra nella sua veste artistica e imprenditoriale.

Donna semplice e concreta racconta attraverso i suoi versi ora leggeri come carezze, ora graffianti come spine, il suo attaccamento alla vita dalla quale ha ricevuto, suo malgrado, prove molto dure con cui confrontarsi.

Antonio Fiore, poeta e scrittore, nei suoi versi si sofferma sull’uomo, sul senso del destino e sul bisogno di alzare lo sguardo al cielo e pensare oltre questa vita con speranza.

Significativa a riguardo è la poesia “La tela del tempo” che, come commenta Roberta Panizza, “Dipinge davanti ai nostri occhi un paesaggio naturale che è anche percorso metafisico dell’intera umanità”.

Intensa e poliedrica è la vita di Antonio Mencarini, altro protagonista di questo viaggio avvincete centrato sulle diverse esperienze poetiche dei protagonisti.

Esperto di marketing e impresa Mencarini si è appassionato alla poesia fin da giovanissimo restando nel tempo affascinato da autori dialettali quali Viviani, Trilussa, Belli.

Avvolgente e misteriosa è l’arte della lettone Liga Lapinska che, attraverso la poesia e il disegno, guarda alla natura e alle sue sfaccettature cogliendone le essenze tra sogno e nostalgia, immaginazione e verità.

Oltre il tempo e attraverso il tempo dell’uomo ci portano le poesie di Roberta Panizza, innamorata di Ischia, che da dieci anni segue e collabora con Bruno Mancini.

I versi di Roberta Panizza si riempiono delle bellezze di Ischia, ma anche della sua terra, il Trentino, di cui fa intravedere con sofferto silenzio i segni della Grande Guerra, avvenimento devastante che ha segnato i destini di giovani vite innocenti.

Poliedrico per il suo essere uomo di spettacolo, poeta e sportivo di livello internazionale, Pasquale Di Costanzo, detto Dragon, parla non di sé, perché di lui forse già si sa molto, ma di suo padre, uomo coraggioso e pieno di risorse, dalla vita intensa e avventurosa.

Proiettate verso il simbolico e il fantastico sono i racconti e le poesie di Artista di Strada, figura interessante affascinata dall’esoterismo e dalle filosofie orientali.

Sfogliando ancora lungo le pagine di questa avvincente Antologia si incontra il talento a tutto campo nel settore dell’arte di Emanuela Di Stefano. Romana, si dedica con successo alla fotografia, al restauro, alla pittura, al design di arredo.

Anche Aniello Buonocore, ischitano DOC, ha messo in mostra, con risultati da prendere in notevole considerazione, la poliedricità delle discipline artistiche nelle quali ama esprimere le sensazioni indotte in lui dal fascino della sua isola d’Ischia non sempre rispettata con civiltà.

La storiografia degli uomini e delle vicende vissute in Emilia Romagna sono gli argomenti dei libri suggeriti da Enzio Strada.

Fotografie suggestive per gli ambienti e per i personaggi ritratti dagli scatti di Katia Massaro e di Alberto Ghirardini tessono ricami tra le varie parti del libro.

Il cantautore Enzo Salvia, dalla sua Torrenova in provincia di Messina, c’illustra il CD musicale dal titolo “Nelle bugie dei sogni” contenente l’omonimo brano che funge da inno e da colonna sonora in tutte le manifestazioni pubbliche nelle quali sono e saranno presenti l’Antologia e il Premio.

Bruno Mancini, scrittore e poeta, oltre a raccontare di sé e della sua attività di presidente di DILA,  impegnato nel dare visibilità alla poesia attraverso la realizzazione di eventi in cui convergono le diverse arti, lascia che il lettore si incuriosisca accostandosi ai suoi versi intensi e ironici, dove si intrecciano i desideri dell’uomo tra l’amore per la natura e il mare in particolare, il suo bisogno di libertà e quella sensualità rivelata con soffuso umorismo.

E poi… il volume si chiude in maniera brillante proponendo poesie tradotte in inglese dal già citato Antonio Mencarini e dalla poetessa-pittrice americana di origine italiana Pamela Allegretto Franz.

In conclusione c’è da dire che la prima edizione dell’Antologia “Da Ischia L’Arte” è andata esaurita nel giro di meno di tre mesi dalla sua pubblicazione, e che le copie di una seconda edizione sono disponibili su www.lulu.com con il 50% di sconto, accedendo all’url

http://www.lulu.com/shop/bruno-mancini/da-ischia-larte/paperback/product-22519196.html

Silvana Lazzarino

ANTOLOGIA DA ISCHIA L’ARTE

A cura di Bruno Mancini e Roberta Panizza con la collaborazione di Antonella Ronzulli

Litho Commerciale Editore

Il Dispari 20160118 1 comp

Premio internazionale di poesia

“Otto milioni”

Quinta edizione 2016 con la collaborazione del quotidiano

“Il Dispari”

Il regolamento di partecipazione è disponibile alla pagina

http://www.ildispari24.it/it/premio-otto-milioni-2016/

Info: tel. 3935937717; e-mail emmegiischia@gmail.com

 Premio Otto milioni 2016 sponsor 1

Il Dispari 20160118 tutto ridim

Antologia Da Ischia L'Arte pagina 3 - Foto di Emanuela Di Stefano

Antologia Da Ischia L’Arte pagina 3 – Foto di Emanuela Di Stefano

Scrivi poesie EXPO

Il Dispari 2016-01-11

Il Dispari 2016-01-11

Editoriale

Forse qualcuno di voi ricorderà che in una delle precedenti puntate di questi piacevoli incontri del lunedì avevo accennato a possibili progetti da realizzare con la collaborazione della soprano Paola Occhi, considerando la sua indubbia bravura canora sorretta da un dinamismo difficilmente riscontrabile negli artisti.

Paola Occhi e Santina Amici, infatti, durante la loro pur breve permanenza ad Ischia si son distinte per quella che a me pare essere la più importante prerogativa affinché si possa entrare da protagonisti nella nostra Associazione culturale “Da Ischia L’Arte – DILA”.

Mi riferisco all’umiltà di saper porre in primo piano l’Arte nella sua generalità, tralasciando tutte quelle forme di deleteria vanità personale che comportano l’isolamento dei singoli artisti pur senza aggiungere un qualche valore alla “riconquista del palco di primo piano che compete alla cultura nell’attuale società”.

La soprano Paola Occhi è donna dinamica, impegnata verso lo stesso obiettivo che Roberta Panizza ed io andiamo inseguendo ormai da quasi un decennio.

Per uscire dai concetti e tornare nei fatti, è accaduto che, non appena è rientrata alla sua Mirandola dalla tournée ischi tana, si è subito messa in moto per realizzare quei programmi che avevamo avuto modo di “imbastire” durante la sua permanenza qui da noi.

Non posso illustrare molti dettagli in quanto quasi tutti i progetti sono tuttora in fase di realizzazione, però le notizie che seguono potranno rendere bene l’idea di come stia procedendo a pieno ritmo lo sviluppo di un made in Ischia culturale esportato in Emilia Romagna e a Roma… con prossime destinazioni anche in Basilicata.

Bruno Mancini

Scrivi poesie EXPO

 

MEMORIE D’INCIAMPO

PER NON DIMENTICARE I DEPORTATI AD AUSCHWITZ

 

Uno dei dramma più grandi vissuti dall’umanità, lo sterminio degli ebrei nei lager nazisti durante il secondo conflitto mondiale, ha lasciato una traccia indelebile negli animi e nei corpi di quanti hanno visto, vissuto e raccontato gli orrori di una tragedia senza precedenti.

Articoli, inchieste, interviste, documentari, film, a distanza di anni hanno raccontato la tragedia della shoah che ha lasciato attonito il mondo intero. Una pagina di storia atroce che non va dimenticata.

Gunter DemnigA ricordare quanti scomparvero in seguito delle persecuzioni naziste (tra ebrei, politici, militari), attraverso il simbolo “artistico” di una pietra è stato l’artista tedesco Gunter Demnig che a partire dal 1995 a Colonia iniziò a realizzare incisioni su una sorta di sampietrini – dette  Stolpersteine pietre “d’inciampo” per immortalare i nomi di quanti furono deportati a Auschwitz: una straordinaria mappa della memoria europea che anno dopo anno si è estesa fino a includere oltre 45.000 pietre.

Luogo deputato per queste opere antimonumentali, ma concrete e tangibili a tenere viva la memoria nel presente, è il marciapiede prospiciente la casa in cui hanno vissuto i deportati. Sul marciapiede sono installate le “pietre d’inciampo”, sampietrini del tipo comune e di dimensioni standard (10×10) sulla cui superficie superiore di ottone lucente sono incisi: nome e cognome del/lla deportato/a, età, data e luogo di deportazione e, nel caso si conosca, anche la data di morte.

Gunter Demnig ha portato questa opera in Italia facendo così entrare il nostro paese a far parte di questo grande circuito internazionale della memoria. è stato dato così inizio al progetto MEMORIE D’INCIAMPO giunto alla settima edizione, che ha visto l’artista tedesco a partire dal 2011 al 2015 posizionare 226 “pietre d’inciampo”. Questa edizione, curata da Adachiara Zevi, promossa tra gli altri da ANED (Associazione Nazionale ex Deportati); ANEI (Associazione Nazionale ex Internati); Federazione delle Amicizie Ebraico Cristiane di Italia; Fondazione CDEC (Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea), IRSIFAR (Istituto Romano per la Storia d’Italia dal Fascismo alla Resistenza) sarà inaugurata lunedì 11 gennaio 2016 alle ore 12.00 a Roma in Via Po, 42 alla presenza del Presidente del Municipio di Roma II Giuseppe Gerace. Lo stesso giorno Gunter Demnig sarà a Roma per installare 11 Stolpersteine (pietre d’inciampo) in memoria di deportati razziali e politici.

Ad affiancare questa edizione sarà il progetto didattico curato da Annabella Gioia e Sandra Terracina: ogni Municipio coinvolto sceglierà una o più scuole cui affidare una ricerca storica sui perseguitati. In ricordo delle vittime della Shoah anche ad Ischia vi sono stati e vi saranno eventi di grande spessore socio culturale: citiamo la celebrazione della Shoah presso la Biblioteca Antoniana dello scorso anno (27 gennaio 2015) cui hanno partecipato tra gli altri Gaetano Di Meglio e Bruno Mancini Presidente di DILA Associazione Culturale Da Ischia L’Arte.

Silvana Lazzarino

Il Dispari 20160111 1 comp

Chiara Pavoni: “Ischia non è solo la bellezza ineguagliabile del suo mare”

Attrice di origini marchigiane, da anni impegnata nel sociale, Chiara Pavoni spazia dal teatro al cinema, dalla televisione alla fotografia come modella, con disinvoltura e professionalità. Dopo un percorso iniziale nella danza studia recitazione, canto e percussioni fino a diventare un’icona del cinema thriller. Da oltre un anno è in scena con un monologo contro la violenza sulle donne “Tragicamente rosso”, diretto da Giuseppe Lorin e sta lavorando a nuovi progetti rivolti a sensibilizzare l’opinione pubblica. La incontriamo per i lettori de Il Dispari e della rubrica “Leggere Cultura”.

Chiara PavoniDare voce ad una tematica come il femminicidio attraverso il teatro che cosa comporta nel panorama culturale attuale?

“Nonostante la sempre più evidente espansione di altre forme di comunicazione che hanno generato i media cine-televisivi e l’universo del web, un immenso mare di immagini e messaggi in cui spesso si perde la concretezza e l’emozione artistica, il teatro ha un ruolo ancora molto importante nella società, poiché è tuttora in grado di suggestionare ed plasmare emotivamente ogni anima del pubblico.”

Come viene recepita la violenza dagli spettatori?

“In questo anno in cui le repliche di Tragicamente Rosso si sono susseguite in giro per l’Italia grazie alla bellezza del testo e alla sapiente regia di Giuseppe Lorin ho avuto la possibilità di raccontare una storia verosimile e toccante che sempre ha raggiunto l’anima degli spettatori facendoli commuovere e riflettere su questo tema tanto tragico, scottante e attuale.”

Qual è il tuo legame con Ischia e che cosa rappresenta per te quest’Isola?

“Ischia non è solo la bellezza ineguagliabile del suo mare e la meraviglia incomparabile della sua natura, ma l’isola Verde è già dagli anni 50 il germoglio del genio creativo, un punto di riferimento culturale di rilievo europeo, un crocevia di esperienze, sensibilità e valori che hanno reso questa isola come un punto di incontro di grandi artisti ed intellettuali, una meravigliosa passerella sul mondo, aperta a tutte le culture.”

Il mondo femminile raccontato attraverso l’arte. Sono state e saranno sempre le donne al centro dei tuoi prossimi spettacoli? Qualche anticipazione.

“Prevalentemente mi piace raccontare attraverso il teatro il mondo femminile e nei prossimi mesi continuerò a portare in scena storie di donne, ad ottobre sono stata ospite del Premio Italia Diritti Umani della Free Lance International Press e ho avuto modo di dare voce con l’arte a tematiche delicate, come la violenza e i diritti negati. Continueremo a girare l’Italia con Tragicamente rosso e chissà magari arriveremo anche ad Ischia!”

Michela Zanarella

Il Dispari 20160111 tutto ridim

Redazione|Meravigliosamente-Retrò & DILA nella Chiesa degli Artisti

Paola Occhi e  Santina Amici tra musica e poesia

Da sinistra Santina Amici e Paola Occhi

Nella serata del 10 Gennaio 2016 si è tenuto un concerto a Roma nella Chiesa degli Artisti – Basilica Santa Maria Inmontesanto Via del Babuino (Piazza de Popolo).

Protagonista  musicale è stato il duo “Meravigliosamente-Retrò” composto dall’organista Santina Amici e dalla soprano Paola Occhi, la quale si è proposta anche nelle vesti di Ambasciatrice, Responsabile delle Regioni Emilia Romagna e Basilicata in rappresentanza dell’Associazione Culturale “Da Ischia L’Arte-DILA”.

Alla fine dell’applaudito concerto, durante il quale non sono mancati interventi poetici ideati da Silvana Lazzarino (seconda classificata nella quarta edizione del premio internazionale di poesia “Otto milioni”), la cantante Paola Occhi ha consegnato al Rettore Don Walter Insero una lettera a firma di Valentina Coppola (sua assistente personale) della quale vi riportiamo il testo integrale:

lettera

«Egregio Rettore Don Walter Insero,
Siamo lieti di comunicarle che, grazie ad un benefattore della Scuola di Canto Lirico, possiamo donare, nei prossimi mesi, alla Chiesa degli Artisti in Piazza del Popolo in Roma  un pianoforte digitale, affinché possa essere usato in sostituzione dell’organo non funzionante.

Tutto ciò è stato possibile attraverso la collaborazione tra il Presidente Bruno Mancini e la Direttrice Artistica Roberta Panizza dell’Associazione Culturale “Da Ischia l’Arte – DILA” e la Scuola di Canto Lirico con Santina Amici Coordinatrice Onoraria e Pianista, Anna Bruno Direttore Artistico, e Paola Occhi nel duplice ruolo di Direttore della Scuola di Canto Lirico nonché Ambasciatrice, responsabile delle Regioni Emilia Romagna e Basilicata per conto dell’Associazione DILA. Distinti Saluti. Valentina Coppola (Assistente Personale di Paola Occhi).»

Possiamo dire che ciò è stato possibile solo grazie alla grande bontà e generosità della nostra Soprano, insieme alla collaborazione di DILA e di questo quotidiano!

C’è da precisare che il prossimo 31 Gennaio Paola Occhi assumerà l’incarico di Direttrice della “Scuola Di Canto Lirico” realizzata in collaborazione con Santina Amici che fungerà da Coordinatrice Onoraria e con Anna Bruno nel ruolo di Direttore Artistico. All’inaugurazione, programmata appunto il 31 Gennaio in S. Possidonio (MO), DILA sarà presente con numerosi associati tra i quali va ricordato VOX, al secolo Antonio Mencarini, che leggerà alcune poesie tratte dalle antologie pubblicate da Roberta Panizza e da Bruno Mancini.

E poi… Paola Occhi l’apprezzeremo anche nelle vesti di Direttrice del coro SOL-LA-RE che ha fondato recentemente.

Tutto questo nella prospettiva di una nuova e più ampia serie di eventi che coinvolgeranno tutti loro durante un corposo programma non solo musicale e poetico che inizierà nella nostra isola d’Ischia a partire dalla prossima primavera.

Ringraziando lei e il suo gruppo di collaboratrici, auguriamo loro un futuro all’insegna della musicalità e pieno di soddisfazioni.

statistica emmegi 20160110

Il Dispari 2016-01-04

Il Dispari 20160104 comp

Editoriale

L’anno che è appena iniziato, ha visto la nascita di due nuovi premi made in Ischia.Si tratta di due premi ideati per rendere sempre più aperta ad altre discipline artistiche la partecipazione all’ormai consolidato premio di poesia “Otto milioni”. In particolare, si tratta di un premio di grafica e di un premio musicale. Con queste nuove iniziative si vuole non solo coinvolgere pittori e musicisti, ma si punta anche ad ottenere una maggiore dinamica di penetrazione dei contenuti, sia culturali e sia pubblicitari, collegati al premio di poesia. Ciò avverrà, certamente attraverso l’ancora più ampia diffusione dell’Antologia nella quale saranno pubblicati i testi delle poesie finaliste, ma anche mediante i molteplici interessi culturali che saranno attivi durante la lunga serie d’incontri programmati per le varie fasi di divulgazione del premio: a partire dalla presentazione dei testi, fino alla cerimonia di premiazione dei vincitori.
In questa pagina, per ragioni di spazio, ci limitiamo a pubblicare il regolamento del premio di poesia, mentre gli altri due regolamenti di partecipazione (comunque già diffusi sulla sezione on-line di questa testata) li pubblicheremo in questa pagina a partire dalla prossima settimana. Intanto, qui di seguito, vi riassumiamo le loro principali caratteristiche.

Il premio di grafica “Otto milioni” prima edizione, ad iscrizione del tutto GRATUITA, premierà la migliore elaborazione grafica delle copertine che saranno utilizzate per la stampa dell’Antologia “Otto milioni 2016” contenete i testi finalisti della quinta edizione del premio internazionale di poesia “Otto milioni”.
Il premio musicale “Otto milioni” prima edizione, ad iscrizione del tutto GRATUITA, premierà la migliore realizzazione musicale di un inno che fungerà da colonna sonora della quinta edizione del premio internazionale di poesia “Otto milioni”.

A tutti i tre premi possono partecipare artisti di qualsiasi nazionalità e la scadenza relativa alla presentazione degli elaborati è fissata 20 Febbraio 2016. Info: e-mail emmegiischia@gmail.com – Tel. 3935937717.
Passando ad un altro argomento di attualità la scelta, nel “mare magnum” delle proposte culturali più o meno spettacolari che Ischia ha in calendario in questi ultimi giorni di “vacanze natalizie”, è caduta sulla segnalazione di due mostre di arti visive (che vi invitiamo a visitare) in quanto esse spiccano per le caratteristiche che le contraddistinguono.

Infatti, la prima, ossia la bottega/esposizione “Monna Lisa” nel borgo antico a ridosso del Castello Aragonese è stata realizzata da Graziella Esposito (nome d’arte GratiArt) proponendo in visione sculture e pannelli realizzati in terracotta e in legno. L’invito è di raggiungere la “bottega” MONNA LISA di Graziella Esposito quanto prima, possibilmente in compagnia di amici e di apparecchi fotografici.
La seconda proposta (alla quale avrete l’opportunità di accedere solo fino al prossimo 6 Gennaio) è la visita alla mostra collettiva di arti grafiche “Natale sotto le stelle ischitane “Colori negati”, esposta  su un’antica scalinata di Via Giovan Battista Vico ad Ischia Ponte.  Questa  mostra, infatti, oltre alle peculiari caratteristiche delle varie opere esposte, seduce per il tema “Colori negati”(ossia opere rigorosamente in bianco e nero) che richiama ideologicamente la perenne, stolta, ed asociale  mancanza di attenzione nei confronti dell’Arte, in questo caso pittorica, da parte delle istituzioni e delle associazioni culturali locali. In definitiva, gli Artisti intendono esprimere, e ne scriveremo ancora ogni volta che ne avremo l’opportunità, una silenziosa protesta per la mancanza di un luogo ove poter esporre le proprie opere.
Bruno Mancini

Mostra Colori negati

Mostra Colori negati

Il Dispari 20160104 1 comp

Premio internazionale di poesia “Otto milioni”

REGOLAMENTO – TEMA LIBERO

  1. L’iscrizione al Premio è completamente gratuita per TUTTI.
  2. Una Commissione nominata da Bruno Mancini provvederà a selezionare le poesie che parteciperanno alla fase finale del premio.
  3. Gli Associati all’Associazione culturale “Da Ischia L’Arte – DILA avranno diritto ad iscrivere UNA poesia direttamente nel gruppo delle finaliste, purché rispettino quanto prescritto negli articoli successivi di questo regolamento. Sono esclusi da questa opportunità i Soci DILA che saranno, eventualmente, inseriti nelle Giurie del Premio.
  4. Gli Autori che hanno già partecipato ad una qualsiasi delle Antologie pubblicate da Bruno Mancini(Autori partecipanti alle Antologie) sono equiparati agli Associati DILA.
  5. Autori italiani e stranieri potranno partecipare al Premio con un numero illimitato di poesie.
  6. Le poesie iscritte al Premio
    a) potranno essere edite oppure inedite
    b) dovranno essere scritte esclusivamente in lingua italiana
    c) dovranno essere composte da un massimo di 30 righi compreso il titolo ed eventuali spazi bianchi tra i versi e/o tra le strofe.
  7. Le poesie selezionate come finaliste saranno pubblicate, solo se i loro Autori ne faranno richiesta, in un volume antologico dal titolo “Otto Milioni 2016”. Tale loro pubblicazione sarà subordinata all’ordine di acquisto di almeno due copie dell’antologia. L’antologia sarà regolarmente provvista di un codice ISBN. Il prezzo di copertina del volume sarà di 22.00 €.
  8. L’Autore per partecipare al Premio dovrà compilare in tutte le sue parti la dichiarazione pubblicata su http://www.ildispari24.it/it/premio-otto-milioni-2016/ (Dichiarazione autori “Otto milioni” 2016) e dovrà inviarla debitamente firmata insieme al testo proposto.
  9. La votazione conclusiva, che designerà, tra le poesie finaliste, le poesie vincitrici, avverrà:sommando i punti ricevuti mediante
    a) link ai siti web che aderiranno all’iniziativa (1 voto = 1 punto)
    b) coupon inseriti nelle testate giornalistiche che aderiranno all’iniziativa (1 voto = 10 punti)
    c) schede allegate all’antologia “Otto milioni 2016” (1 voto = 30 punti)
    d) voti espressi da giurie appositamente nominate (1 voto = 50 punti). Tutte le votazioni termineranno entro il 20 Agosto 2016
  10. I testi delle poesie partecipanti al Premio dovranno pervenire ESCLUSIVAMENTE IN FORMATO WORD e nella loro stesura finale a emmegiischia@gmail.com, unitamente alla dichiarazione richiesta al punto 8 di questo regolamento, entro e non oltre il 20 FEBBRAIO 2016.
  11. In aggiunta ai premi convenzionali (targhe e pergamene per i primi cinque classificati), verranno donate 10 copie dell’Antologia “Otto milioni 2016” a ciascuno dei primi 10 Autori classificati. Inoltre, così come è avvenuto nelle passate edizioni, verranno donati altri interessanti premi offerti dagli sponsor del premio
  12. I nomi dei finalisti saranno annunciati entro il 10 Marzo 2016.
  13. I nomi dei vincitori saranno annunciati entro il 30 Agosto 2016
  14. La cerimonia di premiazione dei vincitori avverrà in una data compresa tra il 20 Settembre e il 30 Ottobre 2016. La data e la località saranno rese note su questa pagina e con un preavviso di almeno 20 giorni.
  15. Bruno Mancinisi riserva il diritto di effettuare qualsiasi variazione a questo regolamento e gli Autori, inviando i propri testi, ne prendono atto in maniera definitiva.

Premio Otto milioni 2016 sponsor 1

23

Boutique Maria Grazia - Comp (1)Boutique Maria Grazia - Comp (2)

 Premio internazionale di poesia

“Otto milioni”

Quinta edizione 2016 con la collaborazione del quotidiano

“Il Dispari”

Il regolamento di partecipazione è disponibile alla pagina

http://www.ildispari24.it/it/premio-otto-milioni-2016/

Info: tel. 3935937717; e-mail emmegiischia@gmail.com

Il Dispari 20160104 tutto ridim

LE LEGGENDARIE MARIONETTE

DI VITTORIO PODRECCA TORNANO IN SCENA

Omaggio a Vittorio Podrecca e al suo teatro di marionette che nel 2014 ha festeggiato cento anni di storia.Guardando all’antica tradizione delle marionette con un’ottica innovativa Vittorio Podrecca regala a questi attori di legno una espressione universale grazie al potere della musica.

Lui diceva: “Le marionette son fatte della stessa stoffa della musica, anche per il fatto di essere guidate da fili, le marionette sono quasi strumenti musicali, sono intessute di musica…”.

Il teatro Argentina di Roma diventa nelle giornate del 5 e 6 gennaio 2016 il palcoscenico di queste leggendarie marionette che daranno vita allo spettacoloDAI 3 AI 93. UNA MERAVIGLIOSA INVENZIONE” di e con Barbara Della Polla ed Ennio Guerrato, e con Carlo Furlan, Lorenza Muran, Tiziana de Guarrini. Interventi di Fausta Braga, Antonio Cipolla, Eugenio Monti Colla, Giuseppina Volpicelli, visual design Antonio Giacomin. Sulla scena si esibiscono una narratrice, i marionettisti e i grandi protagonisti del varietà di Podrecca: il pianista Piccolowski e la cantante Silforosa, i Divisionisti, Bill. Anche Ischia aspetta di assistere alle suggestive atmosfere di questo spettacolo dove dominano divertimento e fantasia.

Silvana Lazzarino

Podrecca

Dipingi banner bozza1 - compIl Dispari 2015-12-28

Premio grafica Otto milioni 2016 logo 2 OK

Premio grafica Otto milioni 2016

Bookcity foto finale

Bruno EXPO 11

DILA Il Dispari EXPO

Partecipazione antologie LENOIS

Il Dispari: una pagina per DILA

Il Dispari 2015 – 05 – 25

Il Dispari 2015 – 06 – 01

Il Dispari 2015 – 06 – 08

Il Dispari 2015 – 06 – 15

Il Dispari 2015–06–22

Il Dispari 2015–06–29

Il Dispari 2015-07-06

Il Dispari 2015-07-10 bus

Il Dispari 2015-07-13 foto

Il Dispari 2015-07-20

Il Dispari 2015-07-27 Sam – Zanarella

Il Dispari 2015-08-03

Il Dispari 2015-08-10

Il Dispari 2015-08-17

Il Dispari 2015-08-24

Il Dispari 2015-08-31

Il Dispari 2015-09-07

Il Dispari 2015-09-14

Il Dispari 2015-09-21

Il Dispari 2015-09-28

Il Dispari 2015-10-05

Il Dispari 2015-10-12

Il Dispari 2015-10-19

Il Dispari 2015-10-26

Il Dispari 2015-11-02

Il Dispari 2015-11-09

Il Dispari 2015-11-16

Il Dispari 2015-11-20

Il Dispari 2015-11-23

Il Dispari 2015-11-30

Il Dispari 2015-12-07

Il Dispari 2015-12-14

Il Dispari 2015-12-21

Il Dispari 2015-12-28

IL DISPARI 2016

Il Dispari 2016-01-04

DILA

Hits: 13

Concerto Shoah seconda parte

Concerto Shoah seconda parte

SHOAH 2016

Il concerto alla Biblioteca comunale Antoniana di Ischia

Quando la memoria pubblica di un evento non è più espressa dalle persone che ne sono state, nel bene e/o nel male, protagonisti, allora diventa imperativo categorico trasmetterla attraverso forme di comunicazione appartenenti a sfere diverse dalla dialettica ed approntate, in particolare, verso il coinvolgimento emotivo di coloro che intendano venirne a conoscenza.

Shoah 2016 Antoniana (2) comp

Pina Trani – Violino

Nulla meglio dell’Arte possiede, insieme, le caratteristica di sapere catturare attenzioni e di riuscire a proporre messaggi diretti verso le sensibilità personali.

Poesia e musica, da sempre binomio vincente, sono state scelte quest’anno per celebrare la Giornata della memoria nella Biblioteca Comunale Antoniana di Ischia, magistralmente diretta ed organizzata dalla Dottoressa Lucia Annicelli.

Miramare 2010 Lucia Annicelli 5

Lucia Annicelli

 

Nel libretto di sala si legge: “LIBERI CIELI… è il messaggio di Speranza in musica e grida di inchiostro che i ragazzi dell’Orchestra Tutti d’Accordo insieme al reading della prof.ssa Anna Maria Agostino vogliono donare in questa Giornata della Memoria, affinché non si strozzi in gola il canto dei vinti

Un piccolo tributo a quanti si videro crudelmente negata la vita e a chi solo per caso riprese a vedere l’azzurro del cielo e i prati verdi della speranza. Senza mai dimenticare la notte e la nebbia, senza mai dimenticare la crudeltà di un progetto perverso che ha tinto di rosso per sempre la storia dell’umanità, la scaletta dell’evento prevede l’esecuzione dei seguenti brani diretti dal Maestro Francecsco del Deo

1) Theme from Schindler’s list (F. Williams)

2) Cinema Paradiso (E. Morricone)

3) What is a youth (N. Rota)

4) Prologo (N. Rota)

5) Ave Maris Stella (M. Rota)

Fondazione Ischia In Itinere

Ha lo scopo di sostenere la creatività giovanile attraverso iniziative di formazione, promozione e ricerca. L’impegno è tutto rivolto a costruire le condizioni perché i giovani possano realizzare desideri ed iniziative cercando di mettere a loro disposizione spazi, strumenti e professionalità.

Shoah 2016 Antoniana (5)comp

Orchestra Tutti d’Accordo

Ischia In Itinere è una realtà che avanza e che si impegna a trasformare idee in progetti e tradurre i progetti in realtà-“

 

I musicisti

Francesco del Deo – Maestro

Pina Trani – Violino

Manuela Taliercio – Violino

Stefany Aiello – Violino

Dina D’Acunto – Violino

Giovanna Caccavallo – Violino

Assia Arcamone – Violino

Leonardo Del Deo – Clarinetto

Ciro Iacono – Violoncello

Antonio Di Meglio – Sassofono

Daniele Greco –  Flauto traverso

hanno espresso con sensibilità ed intensità i temi trattati, e la sala ha tributato loro numerosi lunghi e calorosi applausi.

Bruno Mancini

Watch live streaming video from lanostraisola at livestream.com

NOTIZIE

La tv streaming lanostraisola si rinnova

ArtCafè: spazio virtuale d’incontro

Eventi dal 20 Gennaio 2016

Statistiche 10 Gennaio 2016

Barano eventi Natale

Forio eventi Natale

Ischia eventi Natale

Statistiche 10 Dicembre 2015

Eventi dal 20 Dicembre 2015

Eventi dal 20 Novembre 2015

Eventi dal 20 Ottobre 2015

Eventi dal 20 Settembre 2015

Eventi dal 20 Agosto 2015

Seconda Ragunanza di Poesia

INGEBORG BACHMANN

Performance ad Ischia

TG DILA Consiglio comunale Ischia Sebastiano Conte regolamento edilizio

Eventi dal 20 Giugno 2015

Eventi dal 10 Maggio 2015

Eventi dal 10 Aprile 2015

Continua la distruzione

Eventi dal 10 Marzo 2015

Bus in avaria

Pornografi bloccati

Foto eventi

DILA Otto milioni 2015

Maria Luisa Neri ad Ischia

Premi non ritirati

Eventi dal 10 Febbraio 2015

Facebook elimina account

I progetti

EXPO Milano

Shoah 27 Gennaio 2015 – DILA

Scempi ad Ischia –  Non solo spiagge e pinete

Scempi spiagge Ischia Natale 2014

Natale 2014 Mancini

Eventi dal 10 Gennaio 2015

Lulu – Posta ordinata gratis

Iscrizione omaggio DILA

Eventi dal 10 Dicembre

Sconto 35% su tutti i libri cartacei Lulu.com

Artista Di Strada – La magia delle parole

Comuni d’Italia – Link

Tutti i venerdì apertura serale musei

Musei gratis ogni prima domenica del mese 

Costituita associazione culturale DILA “Da Ischia L’Arte”

Costituita associazione “Battiti di pesca”

Gran Galà “Otto milioni 2014

Cerimonia premiazione dei vincitori “Otto milioni – 2014″

Eventi dal 10 Novembre

Eventi dal 10 Ottobre 2014

Eventi dal 10 Settembre 2014

Eventi dal 22 Agosto

Eventi dal 5 Agosto 2014

Eventi dal 30 Luglio 2014

Eventi dal 10 Luglio 2014

NOTTE DEI MUSEI

Eventi dal 10 Giugno 2014

Eventi dal 10 Maggio 2014

Eventi dal 10 Aprile 2014

Eventi dal 10 Marzo 2014

Concerti di Giulio Menichelli

Campania – Luoghi aperti

Eventi dal 10 Marzo 2014

8 MARZO: FESTA DELLA DONNA

Lutto nazionale

LENOIS Aprile 2014

Eventi 2014

Eventi del 15 Gennaio 2014

Inaugurazione Casa della Cultura”Le mille porte” Hotel Parco Verde Ischia

Musei, aree e parchi archeologici aperti 6 Gennaio 2014

Personale pittorica Nunzia Zambardi Casa della Cultura “Le mille porte” Hotel Parco Verde Ischia

Aperture Mostre dal 13 Dicembre 2013

Concerti Giulio Di Lorenzo – Alessia Palomba

Presentazione Antologia “La mia vita mai vissuta”

Eventi Natale a Procida 2013

Terremoto sull’isola d’Ischia 11 Dicembre 2013

Eventi Festività natalizie 2013-2014  Ischia

Evento del 27 Novembre 2013

Eventi dal 27 Novembre

Pubblicazioni antologie

Premi

Don Backy

Inaugurazioni mostre

Auguri Natale 2112

SUBJECTS personale di Manuel Di Chiara.

Ciò che Caino non sa – Creato da Maria Teresa Infante e Bruna Cicala

Gemellaggio

Circolo Sadul

Cronaca

Sport

Via dei poeti

Treno-nave

Eventi

Statistiche

Contatti

Politica

Reti d’impresa

Legali

Non gioco

Pagina base eventi IDC

Amici facebook 2013 – 05 – 26

NOTIZIE – NOTIZIE – NOTIZIE – NOTIZIE – NOTIZIE

Istituto Italiano per gli Studi Filosofici

CIRCOLO GEORGES SADOUL

SCUOLA ESTIVA DI ALTA FORMAZIONE

Scuola di storia e critica cinematografica Luchino Visconti

direttore Luigi Paini (Il Sole 24ore)

omaggio alla memoria di Tonino Della Vecchia

Emanuela Martini – CRITICO CINEMATOGRAFICO – VICEDIRETTORE TORINO FILM FESTIVAL

Visioni e anticipazioni: il cinema di Powell & Pressburger

Ischia, 11 – 15 giugno 2012 Biblioteca Antoniana

11 giugno

Un film “maledetto”: Peeping Tom (L’occhio che uccide, 1960) di
Michael Powell. Come l’autore più importante della storia del cinema
inglese si trovò boicottato dalla critica e dall’establishment del suo
paese e fu costretto a emigrare.

12 giugno

Un passo indietro: chi erano Michael Powell ed Emeric Pressburger e
l’età d’oro del cinema inglese. 1930-1942: gli esordi nella regia di
Powell, le prime collaborazioni con Pressburger, i film di guerra. Il
grande romanzo storico: Duello a Berlino (The Life and Death of
Colonel Blimp, 1943).

13 giugno

Colore e bianco e nero, realtà e sogno, musica e immagine. I
capolavori visionari: Scala al Paradiso (A Matter of Life and Death,
1946), Narciso nero (Black Narcissus, 1947), Scarpette rosse (The Red
Shoes, 1948), I racconti di Hoffmann (The Tales of Hoffmann, 1951).

14 giugno

La “riscoperta”: una banda di giovani appassionati paga il proprio
debito di ammirazione e ispirazione ai film di Powell & Pressburger
(sono Martin Scorsese, Francis Ford Coppola e Brian De Palma).

15 giugno

Proiezioni

I seminari si terranno alle ore 21 e sono aperti a tutti. A coloro che
ne faranno richiesta sarà rilasciato un attestato di partecipazione.

NOTIZIE – NOTIZIE – NOTIZIE – NOTIZIE – NOTIZIE

Domenica 13 maggio 2012ore 19,30-

UNITRE Teatro – Sala Ariberto –

Via Daniele Crespi, 9 – Milano

Per il ciclo “Invito alla lettura”

Edmondo Capecelatro

presenterà il libro di

Alberto Liguoro

Rumore di passi

nei giardini imperiali

Edizioni l’Autore Libri – Firenze

Sarà presente l’autore

Sipario teatrale, intermezzo musicale e, per terminare, aperitivo di saluto La S.V. è invitata

NOTIZIE – NOTIZIE – NOTIZIE – NOTIZIE – NOTIZIE

PREMIO NAZIONALE DI LETTERATURA E ARTI FIGURATIVE ‘’CREATIVITA’ ITINERANTE’’

Si svolgerà sabato 4 giugno c.a., all’interno del 2° Raduno Regionale di Primavera, la cerimonia di premiazione relativa al Premio Nazionale di Letteratura e Arti Figurative ‘’Creatività itinerante’’.Il Premio è patrocinato dalla Federazione Regionale Campeggiatori Puglia, dall’Amm.ne Comunale di Rodi Garganico (FG) e dalla Regione Puglia, con lo scopo di valorizzare e pubblicizzare educando l’estro creativo di coloro che amano la natura.

Il concorso precede 5 sezioni:

1) Poesia inedita in lingua italiana

2) Poesia inedita in vernacolo

3) Racconto edito o inedito

4) Fotografia

5) Arti Figurative

Nella sezione Poesia Inedita,  il secondo posto è andato alla lirica  ‘’ E’ calma la notte stasera’’ di Fulvia Marconi di Ancona.

Molto ricco di eventi il programma che decorre dal 2 al 5 giugno 2011.

Giovedì 2 giugno mattina: arrivo e sistemazione equipaggi. Distribuzione di sacchetto di benvenuto contenente prodotti tipici locali, offerti dall’organizzazione. Iscrizione ai tornei di calcetto, bocce, tennis e burraco. Sera: cena libera, divertimento e ballo.

Venerdì 3 giugno mattina: partenza in pullman per tour Foresta Umbra S. Giovanni Rotondo-Monte S. Angelo, con pranzo al sacco incluso. Rientro ore 17,00 circa. Per chi resta è possibile l’utilizzo degli impianti sportivi e della spiaggia con ombrellone offerti dall’organizzazione. Pomeriggio: giochi a premi come corsa con sacchi, tiro alla fune. Esposizione di prodotti tipici locali. Premiazione dei vincitori dei tornei organizzati. La sera: distribuzione dei buoni sconto per collaudo camper e auto ai tesserati soci, offerti dalla Ditta Ghergo di Bari. Bruschetta e vino per tutti offerti dall’organizzazione, con ballo e animazione.

Sabato 4 giugno mattina: partenza per le Isole Tremiti e le grotte marine, con trasferimento A/R in pullman al porto di Rodi Garganico e pranzo al sacco incluso. Rientro previsto h. 16,30 circa. Per chi resta, possibile l’utilizzo degli impianti sportivi e della spiaggia con ombrellone, offerti dall’organizzazione. Pomeriggio h. 18,00 cerimonia di premiazione del Premio ‘’Creatività itinerante’’ con la partecipazione delle Autorità locali. Durante la manifestazione, ripresa da emittenti locali, saranno scambiati targhe e omaggi, per ricordare l’evento. Sera. Fagiolata per tutti, con vino e balli animati da giovani professionisti del divertimento.

Domenica 5 giugno mattina: colazione al bar, con cornetto e cappuccino offerti dall’organizzazione. Ore 10,00 S. Messa celebrata nel villaggio da Don Matteo da Ischitella. Ore 11,30, trasferimento in città con pullman per visita al centro storico. Pranzo facoltativo convenzionato con il ristorante ‘’Il gabbiano’’, oppure il ristorante all’interno del villaggio. Pomeriggio: un caloroso arrivederci alla prossima edizione.
banner entra okNOTIZIE – NOTIZIE – NOTIZIE – NOTIZIE – NOTIZIE

Sabato 21.5.2011 alle ore 18,00, presso l’Aula Consiliare del Comune di Bellizzi (SA), via Manin 23, si terrà la cerimonia di premiazione del Concorso Internazionale di Poesia ”Città di Bellizzi” IV edizione, indetto dal Comune di Bellizzi, dalla Provincia di Salerno e dall’Associazione Bellizzi Arte e Sociale Rivista ”Miscellanea”, patrocinato dalla Provincia di Salerno.
Il premio si articola in 5 sezioni
a – Poesia in lingua
b – Poesia in vernacolo
c – Libro edito di poesia
d – Pittura
e – Scultura
La sezione ”a” vede classificata al primo posto la lirica ”Dove la vita illude” di Il Principe Montereale e Fulvia MarconFulvia Marconi di Ancona.
Successivamente verrà trasmessa la classifica completa dei vincitori delle varie sezioni.

banner entra ok

NOTIZIE – NOTIZIE – NOTIZIE – NOTIZIE – NOTIZIE
Roberta Panizza Miramare 2010
Roberta Panizza nella Commissione Cultura di Vermiglio

Un giusto riconoscimento alla sua pluriennale dedizione in favore della poesia

Con delibera del 22 Settembre 2010, la Giunta Comunale del Comune di Vermiglio ha chiamato la professoressa Roberta Panizza a far parte della locale Commissione Cultura.

La notizia è stata accolta con grande compiacimento dai numerosi artisti ischitani che hanno avuto modo di apprezzare le doti poetiche ed umane della scrittrice trentina durante le molte occasioni d’incontri poetici-culturali che sono stati proposti nella nostra isola, organizzati. sotto la sua Direzione Artistica, nell’ambito degli eventi presentati dal gruppo di artisti che si riconoscono nel progetto culturale “La nostra isola” del quale il sottoscritto è stato l’ideatore e la stessa Roberta Panizza ne è la prima socia fondatrice.
Se, come estimatore delle qualità morali ed intellettuali di Roberta Panizza amica dell’isola d’Ischia, propongo un lungo applauso alla Giunta del Comune di Vermiglio per il prestigioso riconoscimento che le ha tributato, come cittadino dell’isola d’Ischia mi vergogno e mi scuso per l’assoluta latitanza di TUTTE le Amministrazioni Comunali – BEN SEI! – che governano la nostra isola nel porgere, se non un sostegno, almeno un incoraggiamento alla prosecuzione del progetto da lei proposto e che tanta attenzione ha prodotto verso la nostra isola d’Ischia da parte di una consistente fetta del mondo artistico non solo nazionale.
Infatti, durante gli ultimi tre anni delle sue iniziative culturali e promozionali di vario genere aventi l’isola d’Ischia come indiscussa matrice ambientale – sempre riportate dagli organi d’informazione locali -, non UNA parola è stata scritta da NESSUN rappresentante delle SEI amministrazioni comunali nemmeno come cenno di saluto e di attenzione.

Bruno ManciniBruno 1
bannerok

NOTIZIE – NOTIZIE – NOTIZIE – NOTIZIE – NOTIZIE

Antonella Buono 16 marzo alle ore 12.14 Rispondi • Segnala
COLLETTIVA DI PITTORI ISCHITANI SULLE ALI DEL VENTO . ” COLORI E POESIA” .Museo Etnografico del Mare . Ischia Ponte, dal 20 marzo al 31 marzo. Dal 20 marzo al 31 marzo 10’30-12’30 e dal 1 aprile al 15 aprile 10’30-12’30 —17’00-19’00.
Giorno di chiusura : lunedì

bannerok

Nunzia Binetti

Nunzia Binetti


2010 12 11 Barletta concerto sisi frezza

NOTIZIE – NOTIZIE – NOTIZIE – NOTIZIE – NOTIZIE

Dal 4 novembre. al 7, la sezione Fidapa di Barletta,rappresentata dalla sua presidente Nunzia Binetti, dalla tesoriera Ida Paolillo e dalla past president Francesca Spadaro, sarà in Croazia, al forum Danube Net di Pola, con la Presidente Nazionale della BPW Italy-FIDAPA Giuseppina Seidita . Nel corso del forum,patrocinato dal presidente della repubblica Croata, che interverrà, sarà proclamata la nascita del I° Club BPW Serbo, in Nis. Il lavoro della FIDAPA di Barletta, condotto dalla sua presidente e da Slavica Mitic Paolillo, neopresidente del Club di Nis, sostenuto costantemente dalla Presidente Nazionale e dalla Vicepresidente Nazionale Eufemia Ippolito, ha dato i suoi frutti.

La Fidapa di Barletta annuncia felice, augurando alla ottima presidente Slavica Mitic Paolillo e a tutti i membri del Club di Nis un proficuo lavoro ed un prospero futuro.

CORSO di INGLESE per PRINCIPIANTI Modifica

Pubblicato in 21 September 2010 5:48
0 Commenti Commenti

Martedì 21 settembre 2010

Inizia oggi la nostra trasmissione:

“L’INGLESE per i PRINCIPIANTI”
“English for BEGINNERS”

Corso di inglese per ragazzi (e non) a cura della Dott.a Reda Bisconti.

La trasmissione, della durata di 30 minuti, avrà cadenza settimanale in orario – definitivo – che sarà stabilito non appena si completerà il nostro palinsesto TV.

PER ORA iniziamo a trasmettere in

DIRETTA,
alle ore 20.00,
la PRIMA PUNTATA

Buona visione e, se avete suggerimenti o domande da fare, scriveteci a:

redazione@vivicentro.org

NOTA: per seguire la trasmissione andare nella pagina di ingresso e cliccare sulla TV

NOTIZIE

NOTIZIE – NOTIZIE – NOTIZIE – NOTIZIE – NOTIZIE

“La nostra isola” collabora con “L’unione italiana lotta alla distrofia muscolare”
Ci saremo anche noi del progetto culturale “La nostra isola” a fianco dell’UNIONE ITALIANA LOTTA ALLA DISTROFIA MUSCOLARE nell’ambito dedi UNA ZUCCA PER TELETHON, con l’invito a partecipare in massa. UNA ZUCCA PER TELETHON VENERDI’ 12 NOVEMBRE 2010 dalle ore 18 alle ore 21 ISCHIA PORTO Piazzetta San Girolamo Delizie alla zucca, salsicce, crepes alla nutella, caldarroste, vino, bibite ed altre sorprese con tanta buona musica L’UNIONE ITALIANA LOTTA ALLA DISTROFIA MUSCOLARE sezione di Napoli organizza la Terza sagra della zucca con la collaborazione dell’Associazione Villa di Campagnano, dell’Istituto Professionale di stato per i servizi alberghieri e di ristorazione “Vincenzo Telese”, dell’Associazione Cuochi, l’Associazione Albergatori Isola d’Ischia, Rosario Sgambati, Nello Farese, Raffaele Calise, “Progetto culturale: LA NOSTRA ISOLA”, “AMICI IN ARTE”, S.I.A.E. ISCHIA, “CAPRICCIO ISCHITANO” e i volontari del gruppo R.A.F. U.I.L.D.M. di Ischia e Procida

bannerok

NOTIZIE – NOTIZIE – NOTIZIE – NOTIZIE – NOTIZIE

Alessio Scarpa
Alessio ScarpaSeptember 20, 2010 at 1:31pm
Oggetto: PRESENTAZIONE
Giovedì 23 Settembre alle ore 18,00 verrà presentato il libro “La Danza della mia Vita” di Cosimo Clemente presso la Biblioteca Comunale di Bellizzi (Sa)
siate tutti invitati.
Alessio Scarpa
bannerok

NOTIZIE – NOTIZIE – NOTIZIE – NOTIZIE – NOTIZIE

Gruppo Storico Romano
Domani · 15.30 – 16.30
Luogo CANALE 860 SKY ROMA UNO
all’interno del programma Eneas sarà replicato a grande richiesta il documentario di Mario Marinucci sul GRUPPO STORICO ROMANO

bannerok

DAVIDE CURCI ESPONE
EX UFFICIO POSTALE ISCHIA PONTE

DAL 4-08-2010 AL 22-08-2010
TUTTI I GIORNI
ORARI: MATTINO 11’00 – 13’00 SERA 19’00 – 23’00
bannerok

Bruno Mancini

Peppe Barra July 10, 2010

XIV Concorso “Il Saggio-Città di Eboli”

190 i finalisti delle sezioni A,B,C,D del XIV concorso di poesia “Il Saggio-Città di Eboli”:
Abate Rosa – Napoli, Abbro Luigi – San Nicola La Stada (CE), Albanese Carmine – Eboli, Albanese Michele – Rutigliano (BA), Alessandrini Cosma – Eboli, Aloise Fabio – Battipaglia, Altavilla Pina – Taranto, Amorelli Maria Flavia – Ribera (AG), Annicchino Concetta – Campagna, Apicella Aniello – Bellizzi, Argenti Maria Ebe – Varese, Arilotta Marina – Reggio Calabria, Armino Vincenza – Polistena (RC), Aurucci Marirosa – Cesena (FC), Badii Daniela – Firenze, Bagnoli Roberta – Bagno a Ripoli (FI), Barletta Filomena – Morano Calabro (CS), Barone Francesca – Ceppaloni (BN), Bergamino Angela – Avellino, Bettozzi Armando – Roma, Bianchi Clara – Firenze, Bicchierri Antonio – San Giorgio Jonico (TA), Bonanni Lucia – San Pietro a Sieve (FI), Bruzzese Emilia – Salerno, Bullo Elena – Mestre (VE), Buonarota Natale – Bisceglie (BA), Calabrese Gaetano – Nusco (AV), Camerino Carmela – Foggia, Cammarano Lina – Roccadaspide, Campanozzi Maria – Eboli, Cancemi Giusy – Pachino (SR), Caponigro Vito – Campagna, Caporale Maria Agata – Atena Lucana, Capri Manuela – Crevalcore (BO), Carbone Giovanni – Agropoli, Cardillo Anna Maria – Roma, Carnovale Alessandra – Roma, Carrai Andrea – Campi Bisenzio (FI), Carratù Orlando – Eboli, Carrieri Grazia – Francavilla Fontana (BR), Cassese Rosa – Villa Castelli (BR), Celani Silvana (Silvia) – Torino, Certomà Carla – Roccella Jonica (RC), Ciao Carmine – Eboli, Cicchella Ciro – Marcianise (CE), Colombo Elide – Ovada (AL), Concilio Carla – Battipaglia, Concilio Paola – Salerno, Corrado Cosimo – Eboli, Cosenza Giovanni – Vietri sul Mare, D’Acunto Lucia Anna – Torre del Greco (NA), D’Agostino Rosa – Pistunina (ME), D’Alessandro Carla – Nocera Inferiore, D’Ambrosio Rosalia – Quartu Sant’Elena (CA), D’Andrea Carmen – Eboli, D’Armi Maurizio – Cembrano (SP), Dattilo Filippo – Scafati, D’Eboli Lucia – Eboli, D’Eboli Simone – Eboli, Dell’Aguzzo Bernardino – Giulianova Lido (TE), De Luca Vincenzo – Larino (CB), De Rosa Mario – Meta (NA), D’Errico Francesco – Altavilla Silentina, De Santis Angelica – Salerno, De Sibi Stefano – Albinia (GR), De Tommaso Cosimo Samuel – Lonate Pozzolo (VA), De Vivo Lucia – San Valentino Torio, Di Blasi Elisa – Pisciotta, Di Carlo Rocco – Battipaglia, Di Gaetano Salvatore – Parete (CE), Di Lascio Luigi – Pontecagnano, Di Matteo Ilaria – Orria, Di Modugno Nicola – Ruvo di Puglia (BA), Di Mugno Stefania – Roma, Di Raffaele Luigi – Sant’Antimo (NA), Di Spirito Emanuele – Centola, Donatelli Teresa – Isola Rizza (Verona), Doria Roberto – Modugno (BA), El Barmaki Hafid – Eboli, Ermio Pasquale – Messina, Esposito Lucia – Bellizzi, Fabbri Angela – Ferrara, Figliolia Forziati Giuseppe – Castelcivita, Fiore Francesco – Grumo Appula (BA), Fiorentino Anna – Agropoli, Fiorentino Basilio – San Giovanni Rotondo (FG), Flavio Francesco – Campagna, Furno Licia – Volturara Irpina (AV), Galasso Francesco – Mesagne (BR), Giannattasio Anna – Battipaglia, Giarletta Angelo – Eboli, Grasso Giovanni – Linera di Santa Venerina (CT), Grimieri Stefy – S. Salvatore Telesino (BN), Iannarone Gelsomino – Roma, Izzo Filomena – Campagna, Lamanna Vincenzo – Centola, La Montagna Michele – Acerra (NA), Landolfi Vincenzo – Agropoli, Lanzalonga Walter – Eboli, Lanzalotti Luigi – Salerno, Lenzo Aurelio – Mandanici (ME), Lepore Anna – Battipaglia, Lo Presti Emanuele – Firenze, Losapio Leo – Seregno (MB), Majoli Fernando – Eboli, Managò Marco – Roma, Maresca Alberta – Vico Equense (NA), Marino Giovanni – Agropoli, Marotta Martina – Prato (PO), Martinelli Nadia – Marlia (Lucca), Mastrangelo Annarita – Terracina (LT), Matarante Michelina – San Severo (FG), Megna Daniela – Albinia (GR), Melchionda Giuseppe – Serre, Mele Antonella – Modugno (BA), Memoli Irene – Salerno, Merino Imma – Bellizzi, Miani Gianluigi – Todi (PG), Miranda Manuel – Eboli, Misturini Gian Luca – Noicattaro (BA), Molinari Maurizio Alberto – Noviglio (MI), Mollo Maria – Centola, Molteni Adriano – Rho (MI), Monopoli Giovanni – Taranto, Moriconi Leonello – Ortona (CH), Muntoni Francesca – Milano, Napoli Davide – Salerno, Natella Veronica – Pontecagnano Faiano, Nicolò Angelica – Marcianise (CE), Nicolò Antonio – Marcianise (CE), Nigri Francesco – Bari, Nigro Silvio – Altavilla Silentina, Onesti Concetta – Olevano Sul Tusciano, Pagano Francesca – Roma, Palatucci Cristina – Montella (AV), Palatucci Salvatore – Montella (AV), Panato Marisa – Polistena (RC), Paraggio Maria – Battipaglia, Parisi Marco – Avellino, Paron Stefania Donatella – Rovigo, Pirone Vanda – Eboli, Pisaturo Gerarda – Pontecagnano Faiano, Pizzo Paola – Monfalcone (GO), Policino Nunziatina – Prata di Principato Ultra (AV), Prili Claudio – Roma, Procida Gennaro – Montecorvino Rovella, Proietti Angela – Arsoli (RM), Provenzano Marisa – Catanzaro, Resta Regina – Galatone (LE), Rifici Stefania Sabrina – Capo d’Orlando (ME), Riondino Michelgiuseppe – Gallio (Vicenza), Rizzo Giovanni – Cardile, Romano Walter – Serre, Ruffini Mario – Morrovalle (MC), Santomauro Mariella – Battipaglia, Salito Maria Rosaria – Campagna, Salzano Giuseppe – Castellabate, Saponara Silvio – Altavilla Silentina, Saturno Mariano – Massa Lubrense (NA), Sautto Malfatto Carla – Denore (FE), Scarpa Roberta – Eboli, Scarpone Antonio – Galdo degli Alburni, Scavolini Tania – Fiumicino (RM), Sgambaro Flavio – S. Martino di Lipari (PD), Sorcinelli Stefano – Fano (PU), Spaduzzi Caterina – Orbassano (TO), Staffa Alvaro – Roma, Stanescu Diana – Battipaglia, Stanzione Rita – Roccapiemonte, Suetta Giulia – Genola, Tambasco Nello – Pisciotta, Tamigi Antonino – Cava de’ Tirreni, Tansini Patrizia – Casalpusterlengo (Lodi), Temperini Marco – Orbetello (GR), Tinessa Stefania – Benevento, Tortora Agostino – Napoli, Toti Ornella – San Giovanni Incarico (FR), Trapanese Giancarlo – Salerno, Tulelli Paolo – San Pietro Magisano (CZ), Tuozzo Michele Ferruccio – Buccino, Vairo Fiorentino – Altavilla Silentina, Valdes Giorgio – Sestu (CA), Valle Anna Immacolata – Roma, Valle Pietro – Roma, Viscusi Rosmina – Salerno, Viviani Elisabetta – Campagna, Vivone Carmine – Campagna, Zizola Carlo G. – Asolo (TV), Zucchi Aurelio – Roma.

Ecco qui di seguito il programma:
Eboli, chiostro di San Francesco, ore 19,30 (tutte le sere)
-Lunedì 26 luglio 2010
Il gruppo “Miranda-Flavio”, presenta l’album “Tunisi Express”
Presentazione del libro “Eboli di Ieri” di Aniello Ferraioli e Guglielmo Toscano, a cura di Daniela Galiano
Declamazione di poesie di Aniello Ferraioli
-Martedì 27 luglio 2010
Declamazione delle poesie di Eboli, Campagna, Serre
Piccolo coro del “Tufara” diretto da Filomena De Gennaro
-Mercoledì 28 luglio 2010, ore 20,30
Serata dedicata ad Aniello Ferraioli e ad Umberto Nobile
Spettacolo teatrale “La Tenda Rossa”
-Giovedì 29 luglio 2010
Serata dedicata alla poesie di tutta la provincia di Salerno
L’Associazione “Lasisì ballet” di Filomena Domini, presenta “Il Fantasma dell’Opera” con Emilia Fauci e Bruno Di Donato
-Venerdì 30 luglio 2010
Serata dedicata alla poesia di tutta l’Italia
-Sabato 31 luglio 2010
ore 10,30 – lettura delle poesie
ore 19,30 – Premiazioni
intermezzi musicali di Filomena De Gennaro
Presentano: Azzurra Liliano – Annapia Giarletta
Declamano: Rosa Messuti – Vitina Paesano
Direzione Artistica: Filomena De Gennaro
bannerok

Michela ti ha invitato a “Secondo Numero di Periodico Italiano in edicola”.

 

Secondo Numero di Periodico Italiano in edicola
Oggi, 28 ottobre alle 11.30
Luogo: Tutte le edicole di Roma, Milano, Brescia, Napoli, Salerno, Bari, FoggiaScrivi poesie banner bozza 3 - comp

Partecipazione Antologie LENOIS

ideate da Bruno Mancini con la Direzione Artistica di Roberta Panizza

Antologie LENOIS (poesie, prose, racconti, immagini pittoriche, fotografiche ecc.) Nessun onere è richiesto per partecipare alle selezioni.

Tema libero.

Si partecipa inviando 4 pagine di testi (in word) e/o d’immagini (in Jpeg)

tramite e-mail alla casella di posta elettronica

emmegiischia@gmail.com

Agli Autori selezionati (nessun onere è richiesto per partecipare alle selezioni) vengono proposti questi programmi promozionali:

1) Proposta pubblicazione testi in Antologie LENOIS

2) Proposta pubblicazione immagini in Antologie LENOIS

banner-entra-ok-

Adotta-una-poesia-cop-post-490x700Adotta una poesia – Quarta di copertina

Adotta-una-poesia-cop-ant-001-491x700Adotta una poesia – Copertina

Cop-ant-4-iniz-bozza-2-compIschia, mare e poesia – Copertina

Ant2-Colella-cop-in-OK-660x1023

Ischia, un’isola di poesia – Gaetano Colella – Copertina

ant2copfin-prima-edizIschia, un’isola d’amore – Quarta di copertina

Copia-di-DAVANTI-MIRAMARE-OK-655x1023

Ischia, un’isola d’amore – Miramare – Copertina

ant1-cop-in-5autori

Ischia, un’isola di poesia – CopertinaAnt-Fruscio-cop-in-ok-756x1024

Ischia, un’isola di poesia – Fruscio – Copertinaant1-cop-fin-5autoriIschia, un’isola di poesia – Quarta di copertina

Da-Ischia-sempre-poesia-copertina-ant-ok-Lauro-2013-06-19-compDa Ischia sempre poesia – Copertina

Da-Ischia-sempre-poesia-copertina-tot-ok-Lauro-2013-06-19comp--600x417Da Ischia sempre poesia – Copertine

ANT-3-DIETRO-6-716x1024Ischia, un’isola di… – Miramare – Quarta di copertina

ANT3-DAVANTI-7-716x1024Ischia, un’isola di… – Miramare – Copertina

Otto-milioni-cop-Ok-600x412Ischia – Otto milioni – Copertine

Hits: 2

Attesa della Shoah 2016

Attesa della Shoah 2016

In attesa della Shoah 2016

Video 2016 Bruno Mancini

TG 2016

Sigla TG 2016

TG 2016 Graziella Esposito – Bruno

Video 2016 Bruno Mancini

TG LENOIS 2016 Animale morto

lanostraisola on livestream.com. Broadcast Live Free

TG 2016 Carro di Tespi Befana Antologie – Bruno Mancini

TG 2016 Carro di Tespi Befana parte 1

 

TG 2016 Carro di Tespi Befana parte 1

Hits: 3

Deportati ad Auschwitz

Deportati ad Auschwitz

MEMORIE D’INCIAMPO PER NON DIMENTICARE I DEPORTATI AD AUSCHWITZ

Il dramma più grande vissuto dall’umanità: lo sterminio degli ebrei nei lager nazisti durante il secondo conflitto Mondiale ha lasciato una traccia indelebile negli animi e nei corpi di quanti hanno visto, vissuto e raccontato gli orrori di una tragedia senza precedenti.

Articoli, inchieste, interviste, documentari, film, romanzi, a distanza di anni hanno raccontato con intensità e forte spessore comunicativo la tragedia della shoah che ha lasciato attonito il mondo intero. Una pagina di storia atroce e agghiacciante che non va dimenticata.Gunter Demnig

A ricordare quanti scomparsi, a seguito delle persecuzioni naziste, tra ebrei, politici, militari, attraverso il simbolo “artistico” di una pietra è stato l’artista tedesco Gunter Demnig che a partire dal 1995 a Colonia iniziò a realizzare incisioni su una sorta di sampietrini – dette Stolpersteine pietre “d’inciampo” per immortalare i nomi di quanti furono deportati a Auschwitz: una straordinaria mappa della memoria europea che anno dopo anno si è estesa fino a includere oltre 45.000 pietre.

Luogo deputato per queste opere antimonumentali, ma concrete e tangibili a tenere viva la memoria nel presente, è il marciapiede prospiciente la casa in cui hanno vissuto i deportati. Sul marciapiede sono installate le “pietre d’inciampo”, sampietrini del tipo comune e di dimensioni standard (10×10) sulla cui superficie superiore di ottone lucente sono incisi: nome e cognome del/lla deportato/a, età, data e luogo di deportazione e, nel caso si conosca, anche la data di morte.

Gunter Demnig ha portato questa opera in Italia facendo così entrare il nostro paese a far parte di questo grande circuito internazionale della memoria. E’ stato dato così inizio al progetto MEMORIE D’INCIAMPO giunto quest’anno alla sua settima edizione, che ha visto l’artista tedesco a partire dal 2011 al 2015 posizionare 226 “pietre d’inciampo”.

Il prossimo 11 gennaio 2016 Gunter Demnig sarà a Roma per installare 11 Stolpersteine (pietre d’inciampo) in memoria di deportati razziali e politici.Stolpersteiner

Il progetto di questa settima edizione Memorie d’inciampo a Roma, patrocinato dal Municipio di Roma I Centro, Municipio II, Municipio VII è sostenuto dell’Ambasciata della Repubblica Federale di Germania. Promosso tra gli altri da ANED (Associazione Nazionale ex Deportati); ANEI (Associazione Nazionale ex Internati); Federazione delle Amicizie Ebraico Cristiane di Italia; Fondazione CDEC (Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea), IRSIFAR (Istituto Romano per la Storia d’Italia dal Fascismo alla Resistenza), sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, il progetto è curato da Adachiara Zevi e si avvale di un comitato scientifico formato da Anna Maria Casavola, Annabella Gioia, Elisa Guida, Antonio Parisella, Liliana Picciotto, Micaela Procaccia e Michele Sarfatti.

Questa settima edizione di “Memorie d’inciampo a Roma” sarà inaugurata lunedì 11 gennaio 2016 alle ore 12.00 in Via Po, 42 alla presenza del Presidente del Municipio di Roma II Giuseppe Gerace. Ad affiancare questa edizione sarà il progetto didattico curato da Annabella Gioia e Sandra Terracina: ogni Municipio coinvolto sceglierà una o più scuole cui affidare una ricerca storica sui perseguitati alla cui memoria sono dedicati i sampietrini.

Silvana Lazzarino

MEMORIE D’INCIAMPO A ROMA

VII edizione

Lunedì’ 11 gennaio 2016 a Roma (ore 12.00 in Via Po, 42)

Presso la Biblioteca della Casa della Memoria e della Storia è attivo uno “sportello” (casadellamemoria@bibliotechediroma.it / tel. 06/45460501) curato da Liliana Biello ed Elisa Guida. A loro possono rivolgersi quanti intendono ricordare familiari o amici deportati attraverso la collocazione di uno Stolpersteine davanti alla sua abitazione.

Il sito web www.memoriedinciampo.com, curato da Giovanni D’Ambrosio e Paolo La Farina, documenta interamente le precedenti edizioni: la mappa dei luoghi dove sono stati installati i sampietrini, fotografie, film e testimonianze, il lavoro svolto dagli studenti che hanno aderito al progetto didattico, testi storici e critici relativi alla deportazione di ebrei, politici e militari, un profilo biografico dell’artista e una vastissima rassegna stampa.

 

 

 

 

Hits: 0