Venghino signori, venghino!

Benvenuti

Venghino signori, venghino!

Per la serie “Esopo news”

Se c’è una caratteristica indiscutibilmente predominante nella gestione del web, essa consiste nella dinamica che sviluppa ed impone la diffusione delle notizie in tempo “quasi” reale.

Provvedere con ritardi anche di sole poche ore all’aggiornamento dei dati in mutamento significherebbe, per molti siti anche poco cliccati ma specificatamente informativi, consegnarsi al ridicolo ed alla derisione pubblica.

Una tale eventuale disfunzione, ove fosse rilevata in pagine web gestite da sigle di carattere nazionale, diventerebbe motivo di grosse responsabilità e di probabili epurazioni.

A questo punto la domanda n° 1 è: “Cosa accadrebbe se un Ente pubblico lasciasse priva di correzione un permalink presente della sua HOME e i contenuti fossero palesemente superati per il sopraggiungere di notorie vicende?”.

La domanda n° 2 è “Cosa accadrà ad Ischia dopo la lettura di questo articolo?

Ischia da circa un mese è balzata agli onori della cronaca per l’arresto del suo Sindaco, il quale potrà avere -anzi HA- tutti i sacrosanti diritti e ragioni di dichiararsi innocente, ma, da quando è stato arrestato, fino a questo momento, NON HA più né la carica di Sindaco né la possibilità di “accogliere personalmente” “concittadini, turisti e curiosi”.

E non può farlo nemmeno attraverso la rete.

Gaetano Di Meglio, Direttore del quotidiano Il Dispari, nel suo fondo del 28 Aprile relativo allo svolgimento del Consiglio Comunale del 27 Aprile scorso e che ha per titolo “O rispett!” (pag.3), ha, con fine acume giornalistico, prima fotografata e poi pubblicata la sedia vuota situata accanto a quella in cui sedeva il Presidente Gianluca Trani. Gaetano Di Meglio ha scritto che “… l’atteggiamenti grave è stato lasciare la sedia del sindaco vuota. È grave per più motivi… Ieri la maggioranza di Ischia, pur di mantenere “O’ rispett” verso il sindaco-capo ha rinunciato ad occupare quel posto lasciando solo il presidente del consiglio comunale

In una favola moderna potrebbe essersi trattato di una disattenzione.
In una favola moderna due disattenzioni sarebbero ancora giustificabili?

Mentre scrivo, sono le prime ore del 29 Aprile, nella HOME del sito ufficiale della Città d’Ischia è presente un permalink di rimando ad una pagina che presenta la foto sorridente dell’ex Sindaco Giosi Ferrandino che sottoscrive un testo in cui esprime le sue personali considerazioni su come stabilire corretti rapporti, tra i cittadini, i turisti ed i curiosi da una parte, e l’Amministrazione da lui guidata dall’altra parte.

Leggendo alcune delle frasi del testo e rapportandole all’attuale situazione, la fantasia dei lettori sarà portata a sbizzarrirsi in lazzi e battute per le quali non provo alcun compiacimento e che non mi appartengono, però ciò dovrà essere un motivo in più per agire in tutta fretta affinché, non solo il rispetto denunciato da Gaetano Di Meglio, ma anche il ridicolo “Venghino signori, venghino!” siano rimossi dalle immagini e dagli atteggiamenti che qualcuno, con disattenzione oppure per o’ rispett, sta lasciando circolare in rete.
Bruno Mancini
Per completezza d’informazione aggiungo il testo pubblicato nel permalink “Il saluto del Sindaco” presente nella HOME del sito istituzionale della Città d’Ischia e leggibile fino a questo momento.

http://www.comuneischia.it/il_saluto_del_sindaco/giosy.html

Venghino signori, venghino!”
Cari navigatori,
ben approdati sul sito del Comune d’Ischia!
Il mio benvenuto è rivolto a voi tutti, concittadini, turisti e curiosi, con l’augurio che Ischia sia già od entri presto nel vostro cuore.
Desidero accogliervi personalmente su questa piccola isola attraverso la rete. Raccogliendo l’eredità di chi ci ha preceduti, essere presenti nel mondo internet, in maniera utile, per noi tutti continua ad essere un’esperienza entusiasmante, una sfida che non potevamo non continuare ed approfondire. Spero che con questo sito raggiungeremo l’ambizioso duplice obiettivo che ci siamo posti: migliorare ed approfondire il dialogo con i nostri concittadini e fornire un servizio utile, con tanti buoni spunti, a quanti già conoscono Ischia e quanti non sono ancora passati a trovarci.
Sul sito del Comune d’Ischia ci rivolgiamo agli ischitani come ai turisti che per una parte dell’anno, come ospiti, sono anche nostri concittadini. Ad entrambi la richiesta di usare questo sito ed interagire con noi per aiutarci a migliorare e far crescere giorno per giorno questo strumento. Ischia, come un po’ tutte le cittadine del centro sud Italia ha problemi grandi e piccoli: governo del territorio, ambiente, sviluppo sostenibile, attività produttive, servizi sociali, efficienze dell’Amministrazione, ll lavoro, giovani, anziani, donne, mondo dell’infanzia, diversamente abili, vivibilità, accoglienza, traffico, sana e corretta gestione finanziaria, qualità della vita, partecipazione democratica. Si tratta di argomenti importanti, sui quali l’Amministrazione vuole lavorare intensamente anche attraverso il confronto continuo con la cittadinanza. Nel ringraziarvi per essere passati di qui, vi auguro una buona navigazione.
Giuseppe Ferrandino
Sindaco di Ischia

Hits: 5

DILA

Premi Otto milioni

Bruno Mancini