Il Dispari 2012 09 06

Benvenuti

Da questa settimana “Il Dispari” passa a 40 pagine!

Marina De Caro

presenta il pittore- poeta

Vincenzo Tesone

Un Artista dalla costante attenzione

verso la società e i suoi problemi

Il senso della vita di ognuno di noi, non appartiene solo alla persona di cui è essere, forma e materia.
La vita che viviamo, passo dopo passo, giorno dopo giorno, appartiene anche agli altri
“.

Vincenzo Tesone – PIttore – Villaricca

Vincenzo Tesone

è nato a Villaricca (NA), il 17 Luglio 1943, da famiglia contadina.
Il padre, infatti, era fattore alle dipendenze di un ricco latifondista della zona.
Vincenzo cresce respirando questa cultura contadina, l’amore per la “Terra”, per la “Natura”.
Elementi che ritroviamo in molta della sua produzione artistica, sia letteraria, sia pittorica.
Occhi che ammirano
i colori della natura
nella sue vetuste stagioni
pervade sempre la bellezza

Stagioni offuscate,
poi si manifesta
l’incanto del sole.
Calore e raggi di vita
penetrano nella madre terra

Non ama molto studiare, Vincenzo Tesone, preferisce incontrarsi con i suoi coetanei dell’Azione Cattolica, ed è profondamente affascinato dalla figura di Don Bosco, Santo di cui conserva ancora un quadro, presente sulle pareti della sua camera fin da bambino.
è naturalmente religioso, di una religiosità che mal si colloca tra i rigidi schemi ecclesiastici.
Dopo aver penato molto per trovare lavoro il giovane Vincenzo vince un concorso nelle Poste e per molti anni sarà “il postino” del quartiere Chiaia a Napoli.
Nel 1962 comincia a scrivere alcune poesie, che vengono musicate da un quartetto di Villaricca.
Successivamente, la sua produzione artistica si arricchisce di poesie e di racconti brevi.
Spazia anche nella Pittura.
Per me la Poesia, la Narrativa, la Pittura, sono Nutrimento, qualcosa di immenso…
Comunicare! Dare segnali all’altro
“.
Vincenzo frequenta associazioni che fanno cultura, come “Il Tapirulan” di Genova, l’associazione “Ali” e “Il Caffè con l’Autore”.
Ogni mercoledì, a Villaricca, nella biblioteca comunale, viene presentato un Autore di libri, di romanzi, di quadri e, dopo animate discussioni e commenti, il suddetto autore offre il caffè a tutti i presenti.
Da più di un anno, scrivo poesie sui siti creati da

Roberta Panizza

e dal mitico

Bruno Mancini.
Sono orgoglioso e fiero di far parte del gruppo o tribù LENOIS
“.
Vincenzo Tesone potrebbe essere rappresentato come un albero, con radici ben piantate nella terra, concretezza che manifesta con la costante attenzione che manifesta verso la società e i suoi problemi, ma con alti rami che svettano verso il cielo, sereno o nuvoloso, essendo lui un vero artista.
“Anni che passano, pensieri e ricordi nel tempo della riflessione pacata, affiorano alla mente, intatti“.

Vincenzo Tesone ha in programma per i prossimi mesi la realizzazione di una sua personale ad ischia.

Marina De Caro

Nunzia Zambardi presenta

FABIANO DI MEGLIO

La curiosità mi spinge a conoscere,sempre più l’espressione degli artisti della nuova generazione. Vario è il loro linguaggio.

Il giovane artista ischitano Fabiano Di Meglio, attento alla contemporaneità, si lascia guidare da un gesto compositivo e costruttivo in una pittura-scrittura dove il segno calligrafico si accompagna ad una sottile poesia.

Usa spesso l’Aerografo (o aeropenna).

Sull’arte afferma: ”... è come un astuto roditore che si sente costantemente in trappola e che allora si ingegna, lotta contro chi la tiene segregata e scava la sua via d’uscita. Se sul suo percorso trova un muro, scava ancora, senza sosta, aggira tutti gli ostacoli e alla fine esce allo scoperto. L’arte ha questo difetto, crede nella libertà e non c’è modo di convincerla del contrario.”

Nunzia  Zambardi

 


POESIA DELLA SETTIMANA a cura di

Roberta Panizza

 

DI SPINA IN VERBO  di

Annamaria Giannini

 

Il confondersi di un ramo sciolto in gemma

 narra d’ogni virgola il ricamo a rosso acceso 

Poeta è chi riesce a rispondere sul foglio

ai morsi della vita –dente a dente-

a fil di spada il segno si ripassa

marchiato a fuoco sulla pelle

l’eco di un fiore sbucciato dal dolore

La mano asciuga una lacrima d’addio

il verso ha ali grandi e non rimane

l’occhio vede attraverso la sua coltre

e l’oltre appare appannandosi di fiato

PRESENTAZIONE

Annamaria Giannini si presenta così:

A proposito di me, la domanda più difficile cui rispondere è: di dove sono?

Vivo a Roma da quasi due anni, sono nata per caso a La Spezia, cresciuta fino a sei anni nella splendida La Maddalena, in Sardegna, poi a Cattolica e Rimini fino al mio quarantacinquesimo anno.

Amo dire che le donne di casa mia sono tutte sarde, gli uomini tutti marinai. Mio padre mi ha insegnato l’amore per il mare e le parole, da mamma ho preso la forza delle rocce. Spero di aver trasmesso tutto questo a mia figlia.

Scrivo perché non so vivere senza farlo. Forse sono un po’ folle e amo scrivere palindromi (anche poesie lunghissime). Il mio motto è anche il palindromo più bello che abbia mai scritto: E LÌ, VERO, CATONE DISSE MOTTO: SOPPORTARE L’ERA TROPPO SOTTOMESSI DENOTA CORE VILE.


Ho pubblicato di recente un racconto su una ragazza partigiana – La collina di Adele – sull’antologia – Il cuore delle donne – edito da Rosa Anna Pironti e sono stata ospitata con le mie poesie palindrome da Stefano Bartezzaghi su – Lessico e Nuvole, La Repubblica –  Ho incontrato da poco una poetessa speciale che mi ha preso per mano (me e il mio scrivere). Un grande onore è stato vedere una ninna nanna pubblicata da CarteSensibili, – La ninna del vento –  in occasione della giornata mondiale della poesia 2012, dove l’incipit richiesto era, appunto, il vento. Le mie parole accostate a quelle di poeti che amo leggere
.”

Il Dispari 2012 09 06 – Pagina completa

Il Dispari 2012 04 12 – Pagina completa

Il Dispari 2012 03 29 – Pagina completa

Il Dispari – Pagina culturale

Per gli abbonamenti a “Il Dispari” cliccare qui

Per acquisto copie “Il Dispari” cliccare qui

Per acquisto copie antologia “Adotta una poesia” cliccare qui

Il Dispari 28 Giugno 2012

Il Dispari 21 Giugno 2012

Il Dispari 14 Giugno 2012

Il Dispari 07 Giugno 2012

Il Dispari 12 Aprile 2012

Il Dispari 05 Aprile 2012

Il Dispari 29 Marzo 2012

Il Dispari 22 Marzo 2012

Il Dispari 15 Marzo 2012

Il Dispari 08 Marzo 2012

Il Dispari 01 Marzo 2012

Il Dispari 23 Febbraio 2012

Il Dispari 16 Febbraio 2012

Il Dispari 09 Febbraio 2012

Il Dispari 02 Febbraio 2012

Il Dispari 12 Gennaio 2012

Il Dispari 22 Dicembre 2011

Il Dispari 15 Dicembre 2011

Il Dispari 08 Dicembre 2011

Il Dispari 01 Dicembre 2011

Il Dispari 24 Novembre 2011

Il Dispari 17 Novembre 2011

Il Dispari 10 Novembre 2011

Bruno Mancini

Da Bruno Mancini a tutti gli Amici e Pionieri

del progetto culturale LENOIS

Costanza e lealtà

Caro Bruno, ti confermo quanto concordato telefonicamente e cioè che, riscontrato l’interesse suscitato dagli argomenti trattati nelle precedenti puntate della tua collaborazione editoriale con

Il Dispari“, affido alla tua responsabilità la redazione di una nuova intera pagina culturale la cui testata sarà “….”.
Con l’augurio di una collaborazione efficace per la distribuzione del nostro settimanale e per la divulgazione dei tuoi progetti culturali ti saluto caramente
Gaetano Di Meglio.

————-|————-

Gaetano Di Meglio
direttore responsabile
Il DISPARI

 

Hits: 10

DILA

Premi Otto milioni

Bruno Mancini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *