Rassegna stampa Shoah 2015 DILA

Rassegna stampa Shoah 2015 DILA

Qui di seguito, vi proponiamo l’articolo con il quale il quotidiano

Il Dispari

“Il Dispari” diretto da

Miramare Gaetano .jpg

Gaetano Di Meglio – ha commentato la partecipazione dell’Associazione culturale

LOGO DILA 6

“Da Ischia L’Arte – DILA” alla celebrazione della Shoah che si è tenuta il 27 Gennaio, nel salone Onofrio Buonocore della

Rassegna stampa Shoah 2015 DILA

Biblioteca comunle Antoniana della Città d’Ischia, egregiamente organizzata dalla Direttrice della Bibioteca,

Lucia Annicelli - Direttrice Biblioteca Antoniana - Ischia

Lucia Annicelli – Direttrice Biblioteca Antoniana – Ischia

Dottoressa Lucia Annicelli.

Il dispari shoah 2015 3

Contributi liberi. Un invito semplice, ma di impatto che ha stimolato le menti e la curiosità di molti che hanno deciso, nel pomeriggio di martedì 27 Gennaio, di condividere i propri pensieri e considerazioni con gli altri nello spazio messo a disposizione dalla Biblioteca comunale Antoniana di Ischia. Persone di ogni età hanno riempito a poco alla volta la sala della Biblioteca, dove campeggiavano alcuni cavalletti con foto e pensieri sulla Shoah e un telo sul quale venivano proiettate immagini e video inerenti la giornata. Letture, pensieri, canzoni, poesie (una poesia è stata inviata da un’utente della biblioteca che vive a Palermo) e tante emozioni per quello che è un evento culturale molto importante. Un minuto di silenzio, con luci spente, per ricordare gli orrori di una pagina nera della storia dell’uomo e le emozioni che traspiravano dalle sentite parole della direttrice della Biblioteca Annicelli, hanno dato il via al lungo pomeriggio di confronti.
All’evento era presente anche una delegazione culturale DILA. Le cantanti musiciste Marilena Costagliola e

Valentina 1

Valentina Gavrish hanno proposto alcuni brani musicali di forte impatto emotivo.
Proiettato anche un video realizzato da

Copia di ANTONIO MENCARINI -2

Antonio Mencarini su un testo di

Bruno Mancini 1

Bruno Mancini, al quale hanno fatto seguito letture di poesie scelte dalla Direttrice Artistica

Panizza 7b

Roberta Panizza tra cui liriche di

Salvatore  Santoro - Webmaster - Città di Montieri

Salvatore Armando Santoro – Presidente Circolo Mario Luzi di Boccheggiano-Montieri (GR) un testo inedito di

Foto video Liga lapinska ischia (16)

Liga Lapinska – poetessa, traduttrice, pittrice lettone nonché Socia Fondatrice di DILA e vincitrice della terza edizione del Premio Internazionale di Poesia

ottomilioni 2014

“Otto milioni – 2014” e testi inediti di Bruno Mancini e di Roberta Panizza.

https://www.emmegiischia.com/wordpress/partecipazione-antologie-lenois/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/partecipazione-antologie-lenois/

I video e gli interventi DILA alla Shoah 2015

Shoah 27 Gennaio 2015 – DILA

Cari Amici, domani 27 Gennaio 2015, la nostra neonata Associazione culturale “Da Ischia L’Arte – DILA

https://www.emmegiischia.com/wordpress/dila/,

dopo appena due mesi dalla nascita, farà la sua prima “uscita” in pubblico.
E la farà in un’occasione della massima importanza come solo può essere la celebrazione della Shoah

https://www.emmegiischia.com/wordpress/shoah-2015-dila/

voluta dalla Direttrice della Biblioteca Antoniana di Ischia, Dottoresa Lucia Annicelli.
Per giunta ci troveremo a confrontarci con molte altre “storiche” associazioni e realtà culturali presenti sulla nostra isola, ciascuna delle quali, noi compresi, proporrà riflessioni e presenterà contributi artistici ispirati al tema della Pace.

DILA, quando arriverà il suo turno, saprà bene come emozionare la platea!

Qualcuno vuole associarsi al nostro entusiasmo?
Bruno Mancini

IDC “Italia Della Cultura” parla di noi…

http://ischia.italiadellacultura.it/eventi/incontri/incontri-altro/dila-premio-poesia-otto-milioni-2015/

http://ischia.italiadellacultura.it/shoah-2015-con-lassociazione-culturale-dila/

Shoah Biblioteca Antoniana Ischia
Shoah 2015 DILA La nostra “delegazione” per la celebrazione della Shoah, fino a questo momento, conferma le presenze di Marina De Caro, Mario Mirenghi, Gaetano Di Meglio, Pasquale Di Costanzo,…
ischia.italiadellacultura.it

Bruno Mancini
Ieri alle 13.38
http://www.teleischia.it/news/13316/martedi-la-celebrazione-della-shoah-alla-biblioteca-antoniana
L’emittente televisiva teleischia (digitale terrestre e web) è, come sempre, attenta alle nostre iniziative culturali riservando loro una vetrina di grande visibilità. Per questo ne ringraziamo il Patron Enrico Buono che è anche Socio Fondatore della nostra Associazione culturale “Da Ischia L’Arte – DILA”.

MARTEDI LA CELEBRAZIONE DELLA SHOAH ALLA BIBLIOTECA ANTONIANA
Martedì prossimo, dalle ore 17 alle ore 19 si terrà la celebrazione della Shoah presso la…
teleischia.it

Bruno Mancini Molto bene, prenotazioni a gogo, saremo in tantissimi… la Biblioteca dovrà aprire altre sale per accoglierci tutti

La nostra “delegazione” per la celebrazione della Shoah, fino a questo momento, conferma le presenze di

Marina De Caro

Marina De Caro,

Mario Mirenghi  - Comp

Mario Mirenghi,

Miramare Gaetano .jpg

Gaetano Di Meglio,

Pasquale Di Costanzo,

Ylenia p

Ylenia Pilato – tutti Soci fondatori di

LOGO DILA 6

DILA -, nonché di

Katia - Bruno con targa e medaglia

Katia Massaro,

Associata sostenitrice di DILA, e delle cantanti musiciste Marilena Costagliola e

Valentina 1

Valentina Gavrish. Presenteremo, tra l’altro, un video realizzato da

Antonio  5 a

Antonio Mencarini e letture di poesie scelte dalla Direttrie Artistica

Antonio Mencarini - Roberta Panizza - Benedetto Valentino

Roberta Panizza tra le quali mi piace indicare quelle

Salvatore  Santoro - Webmaster - Città di Montieri

Salvatore Armando Santoro – Presidente Circolo Mario Luzi di Boccheggiano-Montieri (GR). Avete ancora poche ore per tentare di far parte di questo progetto nel quale, naturalmente, ci sarò anche io:-), quelle di

Foto video Liga lapinska ischia (16)

Liga Lapinska Socia Fondatrice DILA non chè le poesie della stessa

Roberta Panizza per Il Golfo

Roberta Panizza

Invito valido per TUTTI i membri del gruppo fb LENOIS.

https://www.facebook.com/groups/LENOIS/

Almerico Di Meglio - Bruno Mancini - Vincenzo Savarese comp

Bruno Mancini

Presidente Associazione culturale “Da Ischia L’Arte – DILA”

 

https://www.emmegiischia.com/wordpress/partecipazione-antologie-lenois/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/partecipazione-antologie-lenois/

Ischia 10 Gennaio 2015

SE (e sottolineo se) entro la prossima settimana realizzassimo le condizioni per una partecipazione di

 

LOGO DILA 6

DILA

come omaggio alla Shoah

“Shoah – Pace” Il video di un nostro contributo

(da celebrarsi il 27 Gennaio 2015 nel salone Onofrio Buonocore della

Biblioteca Antoniana - Luogo di cultura - Ischia

Biblioteca comunale Antoniana di Ischia), e se qualcuno di voi volesse affidarci la lettura di un suo testo poetico, potrebbe inviarlo all’attenzione della Direttrice Artistica

Roberta Panizza - Scrittrice - Vermiglio

Roberta Panizza, entro e non oltre il prossimo 15 Gennaio 2015 all’indirizzo emmegiischia@gmail.com.

I testi, non importa se editi o inediti, dovranno avere come argomento la PACE e gli Autori dovranno garantirne la loro paternità, autorizzandone la diffusione.

Naturalmente la nostra decisione di leggerli o meno sarà inappellabile.

Bruno Mancini 1

Bruno Mancini

Biblioteca Comunale Antoniana di Ischia Porto – 27 Gennaio 2011.
Il Video dell’intervento proposto dal progetto culturale “La nostra isola” ideato da Bruno Mancini comprendente il diiscorso d’apertura:
“SHOAH – PACE”

Watch live streaming video from lanostraisola at livestream.com

Quando, solo poche giorni fa, la Dottoressa Lucia Annicelli ha voluto ribadire l’attenzione con la quale segue gli sviluppi del progetto culturale “La nostra isola” invitandoci a collaborare per la realizzazione in questa Biblioteca Comunale Antoniana – che lei dirige con encomiabile dinamismo- di un evento in memoria della Shoah, ho percepito la netta sensazione di uno straordinario quanto inatteso epilogo per la mia “militanza” tra coloro che hanno difesa la ferma determinazione di dichiararsi “PACIFISTI”, quando ancora erano gli anni in cui la Polizia c’inseguiva qualificandoci sovversivi e caricava nei cellulari a randellate i manifestanti meno lesti nel fuggire.
Bologna Settembre 1963 – Aprile 1964:

In quel periodo, elaboravo il primo racconto della serie “Come i cinesi” dal titolo “L’estate con la parrucca” nel quale scrivevo in forma dileggiante e visionaria un capitolo di poche dedicato ai due “Signori” complici della grande guerra e degli inqualificabili eccidi che si ricordano oggi nel Giorno della Memoria: Shoah.

Nella ricerca di materiale adatto a dare un’impronta meno specifica (Shoah), ma più generale (Guerre, violenze sopraffazioni ecc…), alle dichiarazioni di contrasto che intendiamo far seguire a quelle della memoria, mi sono imbattuto in alcune poesie, scritte in epoche diverse, attraverso la cui lettura, affidata alla mitica Katia Massaro, pellegrina per molti anni nei luoghi delle stragi, si potranno rilevare le angosce e le inquietudini che da sempre sono i sentimenti di base dai quali sono accompagnato ogni volta che sinistri accadimenti, oppure solo retaggi di memorie, si affacciano nell’attualità dei miei giorni.

Detto per inciso, la Dottoressa Lucia Annicelli, chiamandoci a collaborare per la realizzazione di questa celebrazione, non aveva avuto alcuna indicazione che le consentisse di abbinare la mia poesia “Il volo verticale di un elicottero” letta nei giorni scorsi in questa stessa sede con la Shoah, ma si sa… le donne hanno a volta intuiti incredibili!

Ho voluto proporre questa premessa che da un ascoltatore superficiale potrebbe essere considerata come un narcisistico decadimento nel culto vanesio della personalità, in quanto ritengo che essa possa rappresentare un esplicito e doveroso chiarimento atto a consentirmi di precisare, senza generare equivoci, che noi, uomini e donne del progetto culturale “La nostra isola”, non siamo qui in veste di storiografi, sociologi,o di altre discipline tese a classificare eventi ed a chiarirne genesi cause ed effetti, e che noi non siamo qui neppure nella veste di un gruppo politicizzato per il quale esistano i “Sempre nel giusto” ed i “Sempre malvagi”, e che noi non siamo qui infine, e sembra un paradosso, nemmeno come portatori di nostre personalità semplicemente umane, le quali comunque potrebbero invogliarci per debolezze a giustificare e per vendetta a punire,

NO… NO… NO… noi siamo qui come ARTISTI, per la maggior parte Scrittoi e Poeti, ma anche Pittori, Fotografi, Musicisti ecc ecc e siamo qui per proporre sentimenti ed emozioni indotti dalla parole PACE, la quale, sebbene celebrata in mille e mille modi diversi, non consentiremo mai che venga scritta con la penna di un solo colore.

Scegliere tra rosso e nero può andare bene in un gioco stupido come la roulette, ma l’ARTE ha altre ambizioni, l’Arte è rosso, nero, giallo, verde.
ARTE sono i grigi delle nebbie, le variazioni d’indaco dei mari, le terre di Siena , i viola…
L’Arte ha diritti e cittadinanza, forza e bellezza sebbene espressa e scritta con qualsiasi colore dell’arcobaleno.

Ma ciò non basta a definire del tutto gl’ideali che il nostro gruppo intende proporre in questo incontro dedicato alla celebrazione della Shoah, poiché noi crediamo che la parola PACE non sia soltanto in antitesi, in contrasto, l’opposto della parola GUERRA, ma possa esprimere una forza di contrasto ineguagliabile nei confronti di altre iatture e di tutte le reali nefandezze perpetrate da parti infime ed infide del genere umano:

RAZZISMO, MAFIA, SPECULAZIONI DI OGNI TIPO, ABUSI DI POTERE ECC ecc sono tutte Guerre contro le quali gli “Artisti” innalzano lo stendardo della PACE.

Cos’ come abbiamo affermato che gl’inchiostri di tutti i colori sono adatti a scrivere la parola PACE, nello stesso modo e con identica determinazione garantiamo che combatteremo e contrasteremo con ogni mezzo non violento, come abbiamo sempre fatto, tutti coloro che hanno voluto, vogliono o vorranno intingere le penne d’oca utilizzate per la scrittura della parola PACE in calamai pieni delle lacrime dei popoli affamati, oppressi, schiavizzati, così come nel sangue innocente dei morti sul lavoro.

https://www.emmegiischia.com/wordpress/partecipazione-antologie-lenois/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/partecipazione-antologie-lenois/

I testi proposti per l’edizione 2015

Salvatore Armando Santoro

santoro-121kb

“… Accogliendo l’invito dell’amico Bruno Mancini allego due mie poesie sulla tragedia della Shoah, dichiarando che le stesse sono frutto della mia fantasia artistica e che tutte le mie poesie sono pubblicate con Licenza Creative Common. Si possono utilizzare gratuitamente citando l’autore, ma non per fini commerciali…”

OLOCAUSTO

Sul binario morto
hanno rubato la mia anima,
hanno depredato la mia coscienza,
hanno annullato la mia personalità.
Ma io sono sopravvissuto lo stesso:
le bombe mi hanno risparmiato
e hanno ucciso i miei carnefici;
l’inedia mi ha rinforzato il corpo
e senza denti ho ripreso a nutrirmi.
Pensavano di avermi cancellato anche il sorriso,
ma ho saputo sorridere;
quando l’olocausto è finito,
ho saputo perdonare
quando un mio torturatore mi ha chiesto pietà.
Non ho alzato la mia mano per colpire
ma per fare una carezza ai suoi figli,
figli d’un mastino rimasto senza zanne,
che non riusciva più neppure ad abbaiare.

Salvatore Armando Santoro
(Boccheggiano 05/02/2008 2.07)

 

UNA COPERTA

Ero felice per quella coperta.
Un soldato dell’armata rossa mi aveva regalato la sua.
Oltre il filo spinato i miei occhi scintillavano di gioia,
lacrime miste a sangue coprivano il mio volto.
Sentivo lieve un tepore sulla pelle,
una pelle che non conosceva più carezze,
che copriva solo uno scheletro vagante nel nulla.
L’umanità si stava risvegliando in me.
Guardavo il soldato con una riconoscenza immensa:
lui mi ha regalato un sorriso,
un sorriso e qualche scatoletta.
Dio era tornato tra i poveri,
tra gli umiliati,
tra gli oppressi.
Si era ricordato finalmente di noi,
di noi che eravamo ormai solo un numero,
un’entità senza nome.

Tristemente la scritta
“Il lavoro rende liberi”
ondeggiava nel buio della sera.

Salvatore Armando Santoro
(Boccheggiano 3.12.2012 – 13,54)

Hits: 3

Spiagge “inondate” di meduse in pieno inverno

Spiagge “inondate” di meduse in pieno inverno

Come se non bastasse lo stato di abbandono in cui sono lasciati i litorali d’Ischia non appena termina la stagione estiva (quasi che la pulizia, l’ordine e la salute pubblica siano privilegio solo dei villeggianti!”, ecco che tra cumuli d’immondizia di ogni genere sono arrivate migliaia di meduse in pieno inverno sulle nostre spiagge.
OK, considerando la totale disattenzione per questo genere di problemi messa in atto dai responsabili della corretta gestione dei beni pubblici, noi cittadini NON sudditi, aspetteremo, ma non in silenzio, che un’altra mareggiata si riprenda le meduse insieme alla plastica ed ai rifiuti “gentilmente” depositati a mare da incivili e criminali!

Spiagge "inondate" di meduse in pieno inverno
Tra immomdizia di ogni genere, sono arrivate migliaia di meduse in pieno inverno sulle nostre spiagge.

Meduse spiaggiate d'inverno (3)
Tra immomdizia di ogni genere, sono arrivate migliaia di meduse in pieno inverno sulle nostre spiagge.

Meduse spiaggiate d'inverno (4)
Tra immomdizia di ogni genere, sono arrivate migliaia di meduse in pieno inverno sulle nostre spiagge.

Meduse spiaggiate d'inverno (5)
Tra immomdizia di ogni genere, sono arrivate migliaia di meduse in pieno inverno sulle nostre spiagge.

Meduse spiaggiate d'inverno (6)
Tra immomdizia di ogni genere, sono arrivate migliaia di meduse in pieno inverno sulle nostre spiagge.

Meduse spiaggiate d'inverno (7)
Tra immomdizia di ogni genere, sono arrivate migliaia di meduse in pieno inverno sulle nostre spiagge.

Meduse spiaggiate d'inverno (8)
Tra immomdizia di ogni genere, sono arrivate migliaia di meduse in pieno inverno sulle nostre spiagge.

Meduse spiaggiate d'inverno (9)
Tra immomdizia di ogni genere, sono arrivate migliaia di meduse in pieno inverno sulle nostre spiagge.

Meduse spiaggiate d'inverno (10)
Tra immomdizia di ogni genere, sono arrivate migliaia di meduse in pieno inverno sulle nostre spiagge.

Meduse spiaggiate d'inverno (11)
Tra immomdizia di ogni genere, sono arrivate migliaia di meduse in pieno inverno sulle nostre spiagge.

Meduse spiaggiate d'inverno (12)
Tra immomdizia di ogni genere, sono arrivate migliaia di meduse in pieno inverno sulle nostre spiagge.

Meduse spiaggiate d'inverno (13)
Tra immomdizia di ogni genere, sono arrivate migliaia di meduse in pieno inverno sulle nostre spiagge.

Meduse spiaggiate d'inverno (1111)
Tra immomdizia di ogni genere, sono arrivate migliaia di meduse in pieno inverno sulle nostre spiagge.

Meduse spiaggiate d'inverno (1112)
Tra immomdizia di ogni genere, sono arrivate migliaia di meduse in pieno inverno sulle nostre spiagge.

Meduse spiaggiate d'inverno (1113)
Tra immomdizia di ogni genere, sono arrivate migliaia di meduse in pieno inverno sulle nostre spiagge.

Alberi distrutti

Siringhe infette: la denuncia di Gennaro Savio

Le siringhe infette, bambini scomparsi

I funghi velenosi spariscono, le siringhe infette restano

Ancora siringhe infette – Carabinieri nella pineta Mirtina?

Siringhe infette – Un cercatore di funghi velenosi.

Siringhe buttate tra le paperelle

Siringhe come funghi nella pineta Mirtina di Ischia

Carcassa di cane morto su spiaggia Punta Molino

Siringhe infette in pineta Mirtina

Scempi spiagge Ischia Natale 2014 – Foto gruppo 1

Scempi spiagge Ischia Natale 2014 – Foto gruppo 2

Scempi spiagge Ischia Natale 2014 – Foto gruppo 3

Scempi spiagge Ischia Natale 2014 – Foto gruppo 4

Scempi spiagge Ischia Natale 2014 – Foto gruppo 5

Scempi alberi pinete Ischia – Foto gruppo 1

Scempi alberi pinete Ischia – Foto gruppo 2

Gli scempi ischitani continuano e le vergogne non mancano!

Nel mare d’Ischia, peggio che nel far west dei pistoleri e degli sceriffi.

Meglio uno sceriffo con una stella di latta sul petto

Guardia Costiera Ischia: “Ogni scorfano è bello per sua madre”

Topicida nelle aiuole

Spiaggia Maronti

ENEL 1 Ischia

Spiaggia San Pietro – Ischia

Scempi Dicembre 2010

FOTO scempi Maronti 2009

FOTO scempi Maronti 2010

FOTO scempi Maronti 2011

golfo_16 PDF

Scempi

 

Hits: 4

Alberi distrutti

—Alberi distrutti

Alberi distrutti
Il Corso Vittoria Colonna è la strada più chic di tutta l’isola d’Ischia e questa foto, scattata all’angolo della strada, documenta senza bisogno di parole l’assoluta mancanza di rispetto per la natura che riflette lo stato di degrado, al limite dello scempio, in cui sono tenuti TUTTI i parchi pubblici della città d’Ischia.

Scempi alberi pinete ischia genn 2015 (17)
Il Corso Vittoria Colonna è la strada più chic di tutta l’isola d’Ischia e questa foto, scattata all’angolo della strada, documenta senza bisogno di parole l’assoluta mancanza di rispetto per la natura che riflette lo stato di degrado, al limite dello scempio, in cui sono tenuti TUTTI i parchi pubblici della città d’Ischia.

Scempi alberi pinete ischia genn 2015 (18)
Il Corso Vittoria Colonna è la strada più chic di tutta l’isola d’Ischia e questa foto, scattata all’angolo della strada, documenta senza bisogno di parole l’assoluta mancanza di rispetto per la natura che riflette lo stato di degrado, al limite dello scempio, in cui sono tenuti TUTTI i parchi pubblici della città d’Ischia.

Scempi alberi pinete ischia genn 2015 (19)
Il Corso Vittoria Colonna è la strada più chic di tutta l’isola d’Ischia e questa foto, scattata all’angolo della strada, documenta senza bisogno di parole l’assoluta mancanza di rispetto per la natura che riflette lo stato di degrado, al limite dello scempio, in cui sono tenuti TUTTI i parchi pubblici della città d’Ischia.

Scempi alberi pinete ischia genn 2015 (21)
La distruzione sistematica del verde pubblico documentata, senza bisogno di parole da queste foto scattate nei diversi parchi pubblici della Città d’Ischia, dimostra l’assoluta mancanza di rispetto per la natura che riduce in uno stato di degrado, al limite dello scempio, le ultime oasi di verde della nostra ex “Isola verde”.

Scempi alberi pinete ischia genn 2015 (22)
La distruzione sistematica del verde pubblico documentata, senza bisogno di parole da queste foto scattate nei diversi parchi pubblici della Città d’Ischia, dimostra l’assoluta mancanza di rispetto per la natura che riduce in uno stato di degrado, al limite dello scempio, le ultime oasi di verde della nostra ex “Isola verde”.

Scempi alberi pinete ischia genn 2015 (23)
La distruzione sistematica del verde pubblico documentata, senza bisogno di parole da queste foto scattate nei diversi parchi pubblici della Città d’Ischia, dimostra l’assoluta mancanza di rispetto per la natura che riduce in uno stato di degrado, al limite dello scempio, le ultime oasi di verde della nostra ex “Isola verde”.

Scempi alberi pinete ischia genn 2015 (25)
La distruzione sistematica del verde pubblico documentata, senza bisogno di parole da queste foto scattate nei diversi parchi pubblici della Città d’Ischia, dimostra l’assoluta mancanza di rispetto per la natura che riduce in uno stato di degrado, al limite dello scempio, le ultime oasi di verde della nostra ex “Isola verde”.

Scempi alberi pinete ischia genn 2015 (26)
La distruzione sistematica del verde pubblico documentata, senza bisogno di parole da queste foto scattate nei diversi parchi pubblici della Città d’Ischia, dimostra l’assoluta mancanza di rispetto per la natura che riduce in uno stato di degrado, al limite dello scempio, le ultime oasi di verde della nostra ex “Isola verde”.

Scempi alberi pinete ischia genn 2015 (27)
La distruzione sistematica del verde pubblico documentata, senza bisogno di parole da queste foto scattate nei diversi parchi pubblici della Città d’Ischia, dimostra l’assoluta mancanza di rispetto per la natura che riduce in uno stato di degrado, al limite dello scempio, le ultime oasi di verde della nostra ex “Isola verde”.

Scempi alberi pinete ischia genn 2015 (30)
La distruzione sistematica del verde pubblico documentata, senza bisogno di parole da queste foto scattate nei diversi parchi pubblici della Città d’Ischia, dimostra l’assoluta mancanza di rispetto per la natura che riduce in uno stato di degrado, al limite dello scempio, le ultime oasi di verde della nostra ex “Isola verde”.

Scempi alberi pinete ischia genn 2015 (32)

Siringhe infette: la denuncia di Gennaro Savio

Le siringhe infette, bambini scomparsi

I funghi velenosi spariscono, le siringhe infette restano

Ancora siringhe infette – Carabinieri nella pineta Mirtina?

Siringhe infette – Un cercatore di funghi velenosi.

Siringhe buttate tra le paperelle

Siringhe come funghi nella pineta Mirtina di Ischia

Carcassa di cane morto su spiaggia Punta Molino

Siringhe infette in pineta Mirtina

Scempi spiagge Ischia Natale 2014 – Foto gruppo 1

Scempi spiagge Ischia Natale 2014 – Foto gruppo 2

Scempi spiagge Ischia Natale 2014 – Foto gruppo 3

Scempi spiagge Ischia Natale 2014 – Foto gruppo 4

Scempi spiagge Ischia Natale 2014 – Foto gruppo 5

Scempi alberi pinete Ischia – Foto gruppo 1

Scempi alberi pinete Ischia – Foto gruppo 2

Gli scempi ischitani continuano e le vergogne non mancano!

Nel mare d’Ischia, peggio che nel far west dei pistoleri e degli sceriffi.

Meglio uno sceriffo con una stella di latta sul petto

Guardia Costiera Ischia: “Ogni scorfano è bello per sua madre”

Topicida nelle aiuole

Spiaggia Maronti

ENEL 1 Ischia

Spiaggia San Pietro – Ischia

Scempi Dicembre 2010

FOTO scempi Maronti 2009

FOTO scempi Maronti 2010

FOTO scempi Maronti 2011

golfo_16 PDF

Scempi

DILA

 

Hits: 18

Ipomea 2015

Ipomea 2015

Nei giorni 22, 23 e 24 maggio 2015 avrà luogo la tredicesima edizione di Ipomea del Negombo, mostra mercato di piante rare ed inconsuete della fascia temperata calda.

 

nche quest’anno noi ci saremo.
Questa volta ci saremo come Associazione culturale DILA.

LOGO DILA 6

 

Infatti, grazie all’ospitalità da parte della Associata Sostenitrice di DILA,

Ipomea 2015

Katia Massaro Presidente Onorario di

Oceanomare Delphis 5 per mille

Oceanomare Delphis 5 per mille

Oceanomaredelphis onlus, la nostra Associazione culturale “Da Ischia l’Arte – DILA” potrà utilizzare una sua postazione per promuovere gli artisti, le opere, i libri e tutto quanto rientri nei progetti culturali approvati dalla

Panizza 2012 bis

Direttrice Artistica Roberta Panizza.
Ovviamente, come sempre, il nostro “spazio” sarà a disposizione non solo dei Soci DILA, ma anche di tutti i membri dei gruppi ai quali sono iscritto.
Se vorrete candidarvi a presentare un programma di vostro interesse vi basterà scrivere a dila@emmegiischia.com
C’è ancora da dire che come sempre

Marina De Caro

Marina De Caro sarà addetta alla ricezione delle prenotazioni per i pernottamenti nell’Ostello della cultura DILA.

logo ipomea 2015 1

L’apertura è venerdì 22 maggio dalle ore 15.00 alle 20.30, sabato e domenica dalle ore 10.30 alle 20.30.
La mostra si svolgerà nel Parco Botanico Idrotermale del Negombo, nell’Isola d’Ischia. La scelta di Ischia offre questi interessi botanici ad un grande bacino di utenza: Napoli, la costiera sorrentina, la costa d’Amalfi e le isole del golfo sono infatti ricchissime di giardini e terrazze ideali ad ospitare le piante coltivate dagli espositori.
Quest’anno verrà presentato il nuovo libro del Negombo e la rara farfalla più colorata del mondo chiamata farfalla arcobaleno.

Vi aspettiamoi in tantiBruno mostra Nunzia

Bruno Mancini

Presidente Associazione culturale “Da Ischia L’Arte – DILA”

Hits: 5

Siringhe infette: la denuncia di Gennaro Savio

Siringhe infette: la denuncia di Gennaro Savio

ISCHIA 22 Gennaio 2015 | Gennaro Savio

Gennaro Savio 1

https://www.youtube.com/watch?v=EQvKZJCb9fQ&list=UUBA-DaFLHJ9U4WJCzuaHfbA

ORA E’ EMERGENZA SANITARIA NEI PARCHI PUBBLICI DI ISCHIA: RINVENUTE ALTRE SIRINGHE NELLA PINETA MIRTINA E NEL PARCO CHE COSTEGGIA VIA EDGARDO CORTESE. AGHI E INVOLUCRI MOSTRATICI DA BRUNO MANCINI

Rinvenute altre siringhe, ora è emergenza sanitaria nelle pinete di Ischia.

di Gennaro Savio. Sono anni che purtroppo periodicamente siamo costretti a denunciare la presenza presso le pinete di Ischia, di siringhe con tanto di aghi in bella mostra abbandonate lungo i sentieri che le caratterizzano. Ma ora sembra di trovarci dinanzi ad una vera e propria emergenza sanitaria visto che le siringhe rinvenute aumentano giorno dopo giorno. Infatti dopo che la settimana scorsa attraverso un dettagliato servizio giornalistico avevamo mostrato nella centralissima pineta “Mirtina” la presenza di aghi e involucri abbandonati a pochi metri di distanza dal parco giochi quotidianamente frequentato da centinaia di bambini, lo scrittore ischitano Bruno Mancini che quotidianamente ama fare lunghe passeggiate in compagnia della moglie e dei loro cagnolini, sul suo profilo FaceBook ha pubblicato varie fotografie di siringhe notate un po’ ovunque. E così lo abbiamo contattato e assieme siamo ritornati nella pineta “Mirtina” dove ci ha mostrato i punti in cui sono diverse le siringhe disseminate sul selciato. E si trovano sempre nei pressi del parco giochi allestito dove alloggiano le oche e dove le avevamo filmate la settimana scorsa. Sono numerose e, probabilmente, erano coperte dal tappeto di foglie secche che ricopre i viali del parco pubblico. Ma non è tutto. Mancini ci ha portato nei pressi dell’altro parco giochi situato in questa pineta dal lato di via Mirabella. A pochi metri di distanza da altalene e giostrine, c’è una piccola struttura in muratura con la porta aperta e all’interno della quale oltre a fazzoletti ed escrementi umani, per terra abbiamo notato anche una rivista pornografica. Uno scenario a dir poco inquietante che stride con il luogo di spensieratezza e divertimento realizzato per i bimbi proprio nei pressi. Ma le spiacevoli sorprese nel corso della passeggiata con Bruno Mancini non finiscono qui. Infatti con le nostre telecamere ci ha condotto nel parco pubblico che costeggia via Edgardo Cortese, di fronte all’area dove sino a pochi giorni fa era allestito il cosiddetto “Bosco incantato”. Anche qui, tra i vialetti di questa porzione di parco pubblico, a pochi passi da un’area allestita per i bambini, ci sono siringhe disseminate per terra: assurdo! E tutto questo non in una zona periferica del Comune di Ischia, ma in pieno centro storico: da non credere! E la cosa più vergognosa è rappresentata dal fatto che nonostante in questi giorni si faccia un gran parlare di questa vergogna sociale, le Istituzioni competenti e deputate alla tutela della pubblica incolumità non hanno ancora provveduto a far bonificare i parchi pubblici ischitani. Amministratori comunali di Ischia, Sindaco Giosi Ferrandino anche quale massima autorità sanitaria del Paese, quando vi deciderete ad intervenire con la massima urgenza per far bonificare tutti i parchi pubblici cittadini quotidianamente frequentati da centinaia e centinaia di giovani e bambini ischitani eliminando, così, i pericoli igienico-sanitari presenti al loro interno? Possibile che il nostro comune e i pochi angoli destinati ai nostri figli debbano versare in una condizione di pietoso abbandono così eclatante? Dove sono in merito le Istituzioni dello Stato deputate alla tutela della salute pubblica?

ISCHIA 22 Gennaio 2015 | Bruno Mancini

Bruno Mancini 1

Tanti sordi e tanti incivili

Cosa possiamo fare di più per tutelare la salute, gravemente a rischio non solo dei bambini ma anche degli adulti e degli animali domestici, se non chiedervi di condividere in MASSA questi link?
Aiutateci ad impedire che per l’incuria di qualcuno e per l’inciviltà di tanti altri si verifichi un dramma difficile da perdonare.

https://www.emmegiischia.com/wordpress/siringhe-infette-bambini-scomparsile-siringhe-infette-bambini-scomparsi/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/i-funghi-velenosi-spariscono-le-siringhe-infette-restano/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/ancora-siringhe-infette-carabinieri-nella-pineta-mirtina/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/rischio-siringhe-nella-pineta-mirtina/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/siringhe-buttate-tra-le-paperelle/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/siringhe-come-funghi-nella-pineta-mirtina-di-ischia/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/siringhe-infette-in-pineta-mirtina/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/scempi-ad-ischia-non-solo-spiagge-e-pinete/

Cappelli Bruno (12)

La pazienza è finita

Le siringhe infette, bambini scomparsi

I funghi velenosi spariscono, le siringhe infette restano

Ancora siringhe infette – Carabinieri nella pineta Mirtina?

Siringhe infette – Un cercatore di funghi velenosi.

Siringhe buttate tra le paperelle

Siringhe come funghi nella pineta Mirtina di Ischia

Carcassa di cane morto su spiaggia Punta Molino

Siringhe infette in pineta Mirtina

Scempi spiagge Ischia Natale 2014 – Foto gruppo 1

Scempi spiagge Ischia Natale 2014 – Foto gruppo 2

Scempi spiagge Ischia Natale 2014 – Foto gruppo 3

Scempi spiagge Ischia Natale 2014 – Foto gruppo 4

Scempi spiagge Ischia Natale 2014 – Foto gruppo 5

Scempi alberi pinete Ischia – Foto gruppo 1

Scempi alberi pinete Ischia – Foto gruppo 2

Gli scempi ischitani continuano e le vergogne non mancano!

Nel mare d’Ischia, peggio che nel far west dei pistoleri e degli sceriffi.

Meglio uno sceriffo con una stella di latta sul petto

Guardia Costiera Ischia: “Ogni scorfano è bello per sua madre”

Topicida nelle aiuole

Spiaggia Maronti

ENEL 1 Ischia

Spiaggia San Pietro – Ischia

Scempi Dicembre 2010

FOTO scempi Maronti 2009

FOTO scempi Maronti 2010

FOTO scempi Maronti 2011

golfo_16 PDF

Scempi

Hits: 6