delinquente pregiudicato

delinquente pregiudicato

delinquente pregiudicato

delinquente pregiudicato

Tutti con Marco Travaglio

Sentenza pro veritate (Marco Travaglio).

Da Il Fatto Quotidiano del 30/08/2013.

(delinquente pregiudicato)

Dopo un mese di depistaggi politici e mediatici, le motivazioni della condanna definitiva del senatore Silvio Berlusconi a 4 anni per frode fiscale riportano al centro della scena i fatti. Fatti non nuovi, almeno per chi in questi anni ha voluto informarsi e poi ricordare. Ma ormai consacrati da un verdetto irrevocabile che mette la parola fine all’ipocrisia del linguaggio alla vaselina, tutto dubitativi e condizionali. Se dal 1º agosto, dopo la lettura del dispositivo, si poteva affermare senza tema di smentita che il senatore Silvio Berlusconi è tecnicamente un delinquente pregiudicato, da ieri si può anche aggiungere il perché: perché il sistema truffaldino che gli ha consentito per vent’anni di frodare il fisco gonfiando i prezzi dei film acquistati da Mediaset presso le major americane tramite intermediari occulti e fittizi, intascandone le plusvalenze sui conti esteri di società offshore create ad hoc dall’avvocato Mills, derubando il fisco e la sua stessa azienda per centinaia di milioni, anche dopo la quotazione in Borsa, anche mentre sedeva in Parlamento e addirittura a Palazzo Chigi, l’aveva “ideato”, “creato”, “organizzato” e “sviluppato” lui a partire dagli anni 80. Nelle 208 pagine firmate da tutti e cinque i membri del collegio della sezione feriale della Cassazione (non solo dal relatore Amedeo Franco e dal presidente Antonio Esposito, come di solito avviene), ci sono le risposte a tutti e 94 i motivi di ricorso presentati dai legali di B. e dei suoi tre coimputati contro la sentenza d’appello (tutti infondati o menzogneri, dunque respinti).

(delinquente pregiudicato)

E non sono opinioni o “teoremi” di questo o quel pm più “accanito” o “politicizzato”: sono verità processuali accertate in nome del Popolo Italiano nell’ultimo grado di giudizio, che nessuno potrà mai ribaltare né modificare. Nessun ricorso suppletivo alla Cassazione, nessun pellegrinaggio al santuario di Strasburgo, nessun altro mezzuccio da azzeccagarbugli per camuffare da provvisoria una sentenza definitiva. Per quasi un mese, in tv e sui giornali s’è parlato di tutto, fuorché dei fatti che hanno portato alla condanna. Se si facesse un sondaggio fra i cittadini, ben pochi saprebbero rispondere che il tre volte presidente del Consiglio e sette volte parlamentare B. è stato condannato per una frode fiscale d 300 milioni di euro (la gran parte falcidiata dalle prescrizioni causate da leggi ad personam fatte da lui medesimo, una piccola porzione di 7,3 milioni scampata alla falcidie). Che è molto peggio della semplice evasione fiscale, visto che è un reato aggravato dai mezzi fraudolenti (le decine di società offshore e il sistema di sopravvalutazione dei diritti) creati per truffare lo Stato, cioè tutti i contribuenti onesti. Ma il movente principale del sistema non era l’evasione: le 64 società offshore create da Mills per ordine di B. dagli anni 80, in parte sconosciute ai bilanci consolidati del gruppo, servivano a “mantenere e alimentare illecitamente disponibilità patrimoniali estere, conti correnti intestati ad altre società che erano a loro volta intestate a fiduciarie di Berlusconi”. Un fiume ininterrotto di fondi neri da usare per scopi illeciti e dunque inconfessabili nei libri contabili: corrompere politici, giudici, finanzieri; scalare società in Italia e all’estero in barba alle leggi di Borsa; pagare prestanomi per controllare società e tv oltre i tetti antitrust in Italia e in Spagna.

(delinquente pregiudicato)

Quando, nel ’94, non c’erano più politici e giudici da corrompere per strappare leggi di favore e violare impunemente le altre, ecco la discesa in campo per fare in prima persona ciò che prima facevano gli altri. Con gran risparmio di denaro, fra l’altro. È con questi fatti che la politica e l’informazione indipendente, casomai esistessero, dovrebbero fare i conti. Finora hanno preferito narrare o commentare le gesta del giudice Esposito: come parla, cosa e con chi mangia, quali giornali legge, che ne pensa di lui Franco Nero.Come se, sputtanando il giudice, si riabilitasse il condannato. E soprattutto come se la sentenza Esposito se la fosse scritta da solo, chiudendo gli altri quattro in un sgabuzzino. Ora, dalle cinque firme in calce alle motivazioni, si scopre che erano tutti d’accordo.

(delinquente pregiudicato)

Dunque, a dire che B. è colpevole nel processo Mediaset, sono stati in questi dieci anni i due pm che condussero le indagini (De Pasquale e Robledo), il Gup che lo rinviò a giudizio, i tre giudici del Tribunale che lo condannarono, il Pg che chiese la conferma della condanna in appello, i tre giudici d’Appello che la confermarono, il Pg che chiese la conferma della condanna in Cassazione, i cinque giudici che hanno accolto la sua richiesta. In tutto 16 magistrati di sedi, funzioni, correnti le più diverse fra loro. Eppure il ministro Cancellieri, il Pg della Cassazione Ciani e il Csm si sono subito mobilitati per punire Esposito, reo di aver detto in un’intervista che B. è stato condannato perché c’è la prova che è colpevole. E non in base al teorema del “non poteva non sapere”, ma alla prova che sapeva. SI È MOLTO dibattuto sull’esempio fatto dal giudice al giornalista del Mattino per spiegare la differenza fra il “non poteva non sapere” e il “sapeva”: quello del capo che viene informato dai sottoposti Tizio, Caio e da Sempronio dei reati che commettono.

(delinquente pregiudicato)

Un caso di scuola totalmente avulso dal processo Mediaset (anche se poi il giornalista scorretto ha appiccicato la frase a una domanda mai fatta sul caso B.). Dunque nessuna anticipazione delle motivazioni. Che dicono tutt’altro: B. sapeva non perché i suoi manager gli riferissero i reati che commettevano, ma – ed è infinitamente peggio – perché era lui a sceglierli apposta e poi a dare loro gli ordini e a restare “in continuativo contatto” con loro anche dopo le finte dimissioni dalle cariche societarie. Né avrebbe potuto essere altrimenti, visto che era l’“ideatore” e al contempo il “beneficiario” del sistema dei costi gonfiati e dei fondi neri. Per questo confermava i suoi complici ai loro posti e li promuoveva “in posizioni cruciali” e “strategiche” o li portava addirittura in Parlamento una volta scoperti e condannati. La tesi difensiva della truffa dei manager infedeli ai danni dell’ignaro padrone (che però intascava i frutti dei loro reati) è una baggianata “assolutamente inverosimile”, infatti è stata respinta con perdite e molte risate.

(delinquente pregiudicato)

Nessuno, nemmeno i noti principi del foro, hanno saputo spiegare perché mai un’azienda che può comprare un film direttamente a 100, dovrebbe farlo acquistare da prestanomi o società occulte (riferibili al padrone) che a ogni passaggio ne gonfiano il prezzo con una miriade di subcontratti, col risultato che alla fine il film costa 180. Se non, appunto, per frodare il fisco. Il succo della sentenza di Cassazione, che spiega il “giro dei diritti” e dei relativi fondi neri come un film horror, fotogramma per fotogramma, da Mills a Craxi, da Berruti a Lorenzano e Agrama, è tutto qui. Punto e fine. Discorso chiuso, nessun quarto grado di giudizio possibile. SE ALLA GIUNTA delle elezioni e immunità del Senato serviva un parere pro veritate per decidere dal 9 settembre la sorte del delinquente pregiudicato, la sentenza sembra fatta apposta. Lì sono racchiusi i fatti che spazzano via tutte le scemate sull’“agibilità politica” del frodatore. Quanto basterebbe e avanzerebbe al Parlamento di qualunque paese, anche del terzo mondo, per cacciare l’intruso anche senza una legge che lo imponga (come la Severino). Prima ancora di legalità, è una questione politica. Di decenza, anzi di igiene pubblica.

(delinquente pregiudicato)

Può il Senato ospitare ancora sui propri scranni il colpevole e il beneficiario dell’“ideazione, creazione, organizzazione e sviluppo” di un “meccanismo del giro dei diritti che a distanza di anni continuava a produrre effetti (illeciti) di riduzione fiscale per le aziende” e per lui personalmente?

(delinquente pregiudicato)

Possono i 320 senatori sedere accanto a un delinquente matricolato? Può il Pd, che ha appena fatto dimettere da ministro Josefa Idem per un’evasione di 3 mila euro in una palestra, restare alleato di un colossale frodatore fiscale?

(delinquente pregiudicato)

Può il governo Letta, che sta riformando il fisco e manda l’Agenzia delle Entrate a chiudere le gelaterie che evadono 10 euro in tre anni, accettare l’appoggio del partito posseduto da uno così?

(delinquente pregiudicato)

E può il capo dello Stato insistere pervicacemente a legittimare un simile campione di illegalità?

(delinquente pregiudicato)

La risposta a tutte le domande è ovvia: no. L’unica agibilità politica da garantire è quella dei cittadini onesti.

— con Marco Travaglio

 

Hits: 2

International Piano Competition “Ischia”

International Piano Competition “Ischia”


Oggi parliamo di...

C O N T A T T A C I emmegiischia@gmail.com

International Piano Competition “Ischia”

Nuovo amico dei Progetti culturali

Bruno Mancini

Ischia l'Arte 20-1

Ischia l’Arte 20-1

ideati da Bruno Mancini

Bruno Mancini

Ischia, un’isola di poesia

Ischia, un’isola d’amore

Ischia, un’isola di…

Ischia, mare e poesia

Adotta una poesia

Otto milioni

Da Ischia sempre poesia

Da Ischia sempre poesia

Da Ischia sempre poesia

Antologie Poetiche a cura di

Roberta Panizza

25.08.2013 – 25.08.2013 10.00 h – 20.00 h
Villa Arbusto – Lacco Ameno

L’Associazione musicale “Note sul Mare” 

indice la prima edizione

dell’International Piano Competition Ischia”

dal 25 al 29 settembre presso Villa Arbusto

aperto a giovani musicisti italiani e stranieri.

Il bando del concorso è scaricabile dal sito www.notesulmare.it e le iscrizioni sono aperte fino al 10 settembre 2013.

Borse di studio e concerti premio saranno assegnati ai vincitori di ciascuna categoria .

Il Galà di premiazione ed il Concerto dei Vincitori si svolgeranno il 29 Settembre a Villa Arbusto.

Giovanni Maltese

emmegiischia chiocciola punto com

In occasione del 100° anniversario dalla scomparsa dello scultore foriano Giovanni Maltese (1852-1913), mercoledì 21 agosto 2013, alle ore 11 del mattino, tutti i Foriani e tutti coloro che sono amanti e rispettosi dell’Arte sono convocati presso il Cimitero di Forio al fine di deporre un omaggio floreale sulla tomba dello scultore e su quella della moglie, la pittrice inglese Fanny Jane Fayrer (1841-1926).

[A parte gli incontri culturali previsti per la serata presso il Torrione di Forio].

Diceva Epicuro: “Chi non ricorda il bene passato è vecchio già oggi“.

Comunicato a cura del Centro di Ricerche Storiche d’Ambra.

 

 

Da Ischia, l’Arte – terza serie

Anniversario “Il Dispari” e presentazione “Adotta una poesia”

Una poesia

5 poesie 3 canzoni

Da Ischia, l’Arte – seconda serie

Da Ischia, l’Arte

Show Bruno –

Presentazioni

TG LENOIS

Musica e Poesie

News e Poesie

Teatro e Poesie

Luoghi e Poesie

Arte e Poesie

Monografie

TV

A bordo campo

Video poesie di Bruno Mancini

Musica

Nicola Pantalone

Video poesie di Roberta Panizza

Video poesie dei Pionieri

Video poesie Mareblù 2009

Video poesie Miramate 2010

Video poesie Autori vari

Video poesie serie 2

Eventi MP3

http://www.livestream.com/lanostraisola

http://www.youtube.com/user/1ignazio1?feature=mhsn

http://www.spreaker.com/page#!/user/lanostraisola

http://www.teleischia

http://www.marateawebradio.it/

Radio

Radio invisibili

Webmaster

MP3

Hits: 18

Giovanni Maltese

Giovanni Maltese


Oggi parliamo di...

C O N T A T T A C I emmegiischia@gmail.com

Giovanni Maltese

Nuovo amico dei Progetti culturali

Bruno Mancini

Ischia l'Arte 20-1

Ischia l’Arte 20-1

ideati da Bruno Mancini

Bruno Mancini

Ischia, un’isola di poesia

Ischia, un’isola d’amore

Ischia, un’isola di…

Ischia, mare e poesia

Adotta una poesia

Otto milioni

Da Ischia sempre poesia

Da Ischia sempre poesia

Da Ischia sempre poesia

Antologie Poetiche a cura di

Roberta Panizza

 

21.08.2013 21.00 h – 23.30 h
Museo civico del Torrione – Forio
Inaugurazione della Mostra delle opere di Giovanni Maltese. In occasione dei 150 anni dalla sua morte il Comune di Forio ricorda l’artista dotato di genio

Museo civico del Torrione  – Via del Torrione, 30

Cap: 80075  Forio

Giovanni Maltese

emmegiischia chiocciola punto com

In occasione del 100° anniversario dalla scomparsa dello scultore foriano Giovanni Maltese (1852-1913), mercoledì 21 agosto 2013, alle ore 11 del mattino, tutti i Foriani e tutti coloro che sono amanti e rispettosi dell’Arte sono convocati presso il Cimitero di Forio al fine di deporre un omaggio floreale sulla tomba dello scultore e su quella della moglie, la pittrice inglese Fanny Jane Fayrer (1841-1926).

[A parte gli incontri culturali previsti per la serata presso il Torrione di Forio].

Diceva Epicuro: “Chi non ricorda il bene passato è vecchio già oggi“.

Comunicato a cura del Centro di Ricerche Storiche d’Ambra.

 

 

Da Ischia, l’Arte – terza serie

Anniversario “Il Dispari” e presentazione “Adotta una poesia”

Una poesia

5 poesie 3 canzoni

Da Ischia, l’Arte – seconda serie

Da Ischia, l’Arte

Show Bruno –

Presentazioni

TG LENOIS

Musica e Poesie

News e Poesie

Teatro e Poesie

Luoghi e Poesie

Arte e Poesie

Monografie

TV

A bordo campo

Video poesie di Bruno Mancini

Musica

Nicola Pantalone

Video poesie di Roberta Panizza

Video poesie dei Pionieri

Video poesie Mareblù 2009

Video poesie Miramate 2010

Video poesie Autori vari

Video poesie serie 2

Eventi MP3

http://www.livestream.com/lanostraisola

http://www.youtube.com/user/1ignazio1?feature=mhsn

http://www.spreaker.com/page#!/user/lanostraisola

http://www.teleischia

http://www.marateawebradio.it/

Radio

Radio invisibili

Webmaster

MP3

Hits: 8

Mario Salvo

Mario Salvo

Mario Salvo

Mario Salvo

Città d’Ischia

dal 23 al 25 Agosto 2013 (ore 10-13 e 17-22)

Mostra personale pittorica del Maestro Internazionale Mario Salvo

Antiche Terme Comunali

Via Iasolino 1

Ingresso libero

 

Rupe Mutevole edizioni

ad agosto

approda ad Ischia!

Tiziana Mignosa,

Responsabile Editoriale delle collane “Fairie” ed “Oltre il confine” delle Edizioni “Rupe mutevole”, in collaborazione con

LENOIS le nostre isole, progetti culturali ideati da

Bruno Mancini

con la Direzione Artistica di

Roberta Panizza – Scrittrice – Vermiglio

Roberta Panizza,

ha il piacere di comunicare che dal 23 al 27 agosto 2013 presso la prestigiosa sede delle

Antiche Terme Comunali Ischia

Antiche Terme Comunali

in via S. Iasolino 1, Città di Ischia (ore 10-13 e 17-22) , si terrà una una mostra pittorica personale del Maestro Internazionale di Pittura

 

Mario Salvo.

Ingresso libero.

Sarà presente l’Autore.


Oggi parliamo di...

C O N T A T T A C I emmegiischia@gmail.com

Mario Salvo

Nuovo amico dei Progetti culturali

Bruno Mancini

Ischia l'Arte 20-1

Ischia l’Arte 20-1

ideati da Bruno Mancini

Bruno Mancini

Ischia, un’isola di poesia

Ischia, un’isola d’amore

Ischia, un’isola di…

Ischia, mare e poesia

Adotta una poesia

Otto milioni

Da Ischia sempre poesia

Da Ischia sempre poesia

Da Ischia sempre poesia

Antologie Poetiche a cura di

Roberta Panizza

realizzate per consentire che, sponsorizzando i nostri volumi di poesie, senza dubbio gli Autori dei testi, ma sicuramente anche le Aziende Commerciali, ottengano notevoli benefici quali possono essere considerati quelli derivanti da una rete alternativa di distribuzione, una forma innovativa di pubblicità aziendale, un nuovo strumento di propaganda personale, il rafforzamento di contatti operativi tra Cultura e Aziende, la gratificazioni per il serio lavoro di Scrittori, Artisti, ed Imprese Commerciali, e, non ultimo, il vantaggio derivante dall’effetto sorpresa conseguente alla novità dello strumento utilizzato per promuovere i propri prodotti.

Noi affermiamo che nessun libro viene cestinato prima ancora di essere sfogliato (come viceversa avviene per depliant, brochure, volantini, e cataloghi vari).

Da Ischia, l’Arte – terza serie

Anniversario “Il Dispari” e presentazione “Adotta una poesia”

Una poesia

5 poesie 3 canzoni

Da Ischia, l’Arte – seconda serie

Da Ischia, l’Arte

Show Bruno –

Presentazioni

TG LENOIS

Musica e Poesie

News e Poesie

Teatro e Poesie

Luoghi e Poesie

Arte e Poesie

Monografie

TV

A bordo campo

Video poesie di Bruno Mancini

Musica

Nicola Pantalone

Video poesie di Roberta Panizza

Video poesie dei Pionieri

Video poesie Mareblù 2009

Video poesie Miramate 2010

Video poesie Autori vari

Video poesie serie 2

Eventi MP3

http://www.livestream.com/lanostraisola

http://www.youtube.com/user/1ignazio1?feature=mhsn

http://www.spreaker.com/page#!/user/lanostraisola

http://www.teleischia

http://www.marateawebradio.it/

Radio

Radio invisibili

Webmaster

MP3

 

 

Hits: 7

Ennio Esposito

Ennio Esposito

Ennio Esposito

Ennio Esposito

 

Dal 01 Agosto 2013 è attivo il numero nazionale 199.302.118 dedicato ai nostri amici a 4 zampe.

Nasce finalmente il 118 VETERINARIO in Italia..!!

Un primo importante passo in avanti che la Federazione Italiana Ambulanze Veterinarie ha fortemente voluto per dare l’opportunità ai nostri amici pelosi di essere adeguatamente soccorsi in tutta Italia senza distinzioni.

Inizialmente le regioni che godranno di questo nuovo ed importante innovazione sono:
1) Toscana
2) Liguria
3) Marche
4) Campania
5) Basilicata

Entro Dicembre si aggiungeranno anche queste regioni:
1) Piemonte
2) Sardegna
3) Emilia Romagna
4) Lombardia

Un’iniziativa volta ad istituire una struttura dedita al soccorso veterinario proprio come per le persone

Hits: 10