Tarocchi marsigliesi e libertà con il Valore del Femminile

Tarocchi marsigliesi con Antonella Aloi e Anna Maria Morsucci e prospettive di Libertà con Andrea Pietrangeli

L’agire con consapevolezza, responsabilità e in piena libertà in questa esistenza dove chiusura ed egoismo sembrano prendere il sopravvento, diventa fondamentale per essere in armonia con se stessi e gli altri con cui aprissi e confrontarsi al fine di un arricchimento reciproco. Per giungere ad una piena consapevolezza dell’importanza del confronto e scambio con l’altro sono necessarie l’ascolto, l’accoglienza, ma il primo

Virginia Vandini

ascolto deve avvenire dentro se stessi. Come sostiene Claudio Marucchi: “L’alterità è una conseguenza del sorgere dell’io, e dell’altro innanzitutto si diffida, si sospetta, nei suoi confronti si affilano di nascosto armi di difesa” (“Elogio alla notte”). In questi ultimi anni si sta perdendo sempre più la capacità di ascoltare e dialogare attraverso cui si possono esprimere i propri bisogni e allo stesso tempo comprendere quelli di chi è di fronte.. Ed è grazie ad un confronto aperto e senza giudizio e al rispetto reciproco che può emergere la personalità di ciascuno, e possono affiorare emozioni nuove o semplicemente rimaste sopite per paure o false abitudini. A questi concetti che si possono sintetizzare con le parole amore, ascolto e accoglienza fa riferimento nel suo lavoro di counselor Virginia Vandini presidente dell’ASSOCIAZIONE IL VALORE DEL FEMMINILE insieme al suo staff.

Virginia Vandini, sociologa, counselor trainer, specializzata in counseling scolastico e consulente in psicogenealogia e costellazioni familiari, insieme ad Antonella Aloi, Elisa Mastrantonio, Anna Filippini, Francesca Di Sarno, Giuseppina Occhiuto e Maria Lavinia Biasi , per citare alcuni nomi dello staff, attraverso corsi, seminari e attività propongono il “cammino del counseling” come

Tarocchi marsigliesi per tutti. libro di Anna Maria Morsucci e Antonella Aloi

percorso di crescita e rinascita in cui ciascuno possa ritrovare se stesso in armonia con l’altro. Un percorso arricchito da seminari, corsi, convegni per acquisire comprensione e consapevolezza di se stessi, affinché ognuno possa trovare la propria libertà per amarsi veramente e amare così anche gli altri. Dopo il grande successo con la presentazione del progetto di Unicità. Individua il talento – Sviluppa la solidarietà tenutosi lo scorso luglio a Roma presso la Sala della Regina a Montecitorio, Virginia Vandini e il suo gruppo di lavoro oltre a dare vita a questo percorso in cui recuperare e ritrovare la propria unicità, prosegue con seminari, e incontri volti a far acquisire consapevolezza, fiducia in se stessi per trovare anche il coraggio di cambiare. Tra questi citiamo l’appuntamento che si terrà venerdì 29 settembre 2017 a Roma presso la sede dell’Associazione (Via Lorenzo il Magnifico, 50) dedicato alla presentazione del libro “I tarocchi marsigliesi per tutti”  di Antonella Aloi e Anna Maria Morsucci.

Tarocchi marsigliesi per tutti Antonella Aloi

Le autrici Antonella Aloi supervisor counselor, psicologa e studiosa di discipline esoteriche e simbolismo ed Anna Maria Morsucci executive coach e giornalista, inviteranno quanti presenti a conoscere da vicino questo antico strumento di ascolto per contattare l’oltre che è in noi e nell’altro. I Tarocchi di Marsiglia, messaggeri di una tradizione antica, tramite re, regine, imperatori, eremiti e angeli, dialogano attraverso un linguaggio fatto di simboli e pertanto universale, utile per meglio comprendere se stessi e la propria vita. “I Tarocchi Marsigliesi per Tutti” fornisce gli strumenti fondamentali per leggere e interpretare i Tarocchi di Marsiglia, uno dei mazzi più famosi e diffusi al mondo e che ha in sé una forza evocativa che travalica il tempo, le mode e i contesti storici. Diverse saranno le domande da cui partire per procedere con un’esperienza pratica al fine di entrare a contatto con la propria capacità di ascolto dando spazio all’immaginazione e alla propria creatività attraverso la visualizzazione dei simboli raffigurati sugli Arcani.

Tarocchi marsigliesi per tutti
Anna Maria Morsucci

Anna Maria Morsucci, è executive coach, giornalista e autrice. Laureata in lettere classiche, si interessa da oltre venti anni di Astrologia e di Tarocchi che considera strumenti di consapevolezza e di crescita interiore. Tra le sue pubblicazioni citiamo: “Dio è la mia avventura” per i tipi di Spazio Interiore (2015). “I Tarocchi Marsigliesi per tutti” e il manuale “Astrologia per tutti” .editi entrambi da Lo Scarabeo.

Antonella Aloi, supervisor counselor è laureata in Comunicazione e Psicologia con specializzazione in Gestalt Art Counseling. Studiosa di discipline esoteriche e simbolismo usa i Tarocchi come strumento di ascolto in sessioni individuali e di gruppo. I suoi studi, così come l’attività di counseling e formazione, mirano a indagare l’Oltre e la saggezza interiore presenti in ciascuno di noi.

Da segnalare anche il progetto ideato da Virginia Vandini in collaborazione con l’Università di Roma “La Sapienza” PORTATORI DI UNICITA’ INDIVIDUA IL TALENTO SVILUPPA LA SOLIDARIETA che prende il via con l’incontro condotto da Andrea Pietrangeli tra i protagonisti portatori di Unicità che si svolgerà nei giorni 6 e 7 ottobre 2017 a Roma alla “Sapienza” presso la Sede della facoltà di Scienze della Comunicazione. Andrea Pietrangeli nel suo libro “LIBERAZIONE”, quarto della trilogia narrativa di romanzi dedicati all’esplorazione del mondo interiore, attraverso un’atmosfera fiabesca con protagonisti gli animali spontanei e dunque sinceri, restituisce una storia densa di simbologie per invitare chi legge ad essere se stesso, sempre, nel bene e nel male, lasciando indietro false sovrastrutture.  Durante il primo incontro del percorso dedicato all’UNICITA’, Andrea Pietrangeli si soffermerà sul tema della LIBERTA da ricercare attraverso l’accettazione e il rispetto per se stessi, lasciando cadere sovrastrutture che tengono prigionieri entro un’idea forse sbagliata di sé, e abbattendo  pregiudizi e preconcetti nei confronti degli altri.

A questo primo incontro sulla Libertà, ne seguiranno altri, lungo il percorso dedicato all’UNICITA’, dove si parlerà di AMORE con Daniel Lumera, ASCOLTO con Antonella Aloi, RISPETTO con Matteo Ficara, RESPONSABILITA’ con Francesca Di Sarno, ACCOGLIENZA a cura di Virginia Vandini.

Silvana Lazzarino

 

I Tarocchi Marsigliesi per Tutti

Con Antonella Aloi e Anna Maria Morsucci

Venerdì 29 settembre 2017 ore 18.30

Via Lorenzo il Magnifico, 50- Roma

Info e prenotazioni: a.aloi@ilvaloredelfemminile.it

Per il book teaser clicca qui: https://www.youtube.com

 

    PROGETTO PORTATORI DI UNICITA’

1° incontro con Andrea Pietrangeli

LIBERTA’

Presso Università “La Sapienza”- Via Salaria- Roma

6 e 7 ottobre 2017

Per informazioni: info@unicita.it

www.ilvaloredelfemminile.it

Altri articoli pubblicati su Emmegiischia da Silvana Lazzarino

https://www.emmegiischia.com/wordpress/ischia-patrizia-canola-al-museo-etnografico-del-mare/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/roma-i-musei-si-aprono-alla-musica/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/miro-sogno-e-colore-a-bologna/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/massimiliano-bartesaghi-e-le-sue-prospettive-urbane/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/roberto-barni-in-mostra-alla-galleria-poggiali/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/98293-2/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/la-belle-epoque-con-toulouse-lautrec-a-verona/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/torre-grossa-a-san-gimignano-un-viaggio-nel-medioevo/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/eugenia-serafini-e-valerio-bocci-a-tolfarte/

      Articoli pubblicati su ildispari24.it da Silvana Lazzarino

http://www.ildispari24.it/it/freedom-manifesto-per-raccontare-limmigrazione/

http://www.ildispari24.it/it/giornate-europee-del-patrimonio-a-villa-giulia-museo-nazionale-etrusco/

http://www.ildispari24.it/it/daniel-gonzalez-imaginary-country-a-milano/

http://www.ildispari24.it/it/egle-budvytyte-tra-ciglia-e-pensiero-in-mostra-a-roma/

http://www.ildispari24.it/it/festival-remover-roma-con-santiago/

http://www.ildispari24.it/it/festival-del-giornalismo-culturale-v-edizione/

http://www.ildispari24.it/it/alba-gonzales-e-il-premio-pianeta-azzurro-i-protagonisti-xvi-edizione/

http://www.ildispari24.it/it/mao-jianhua-una-suggestiva-mostra-al-complesso-del-vittoriano/

http://www.ildispari24.it/it/andrea-trisciuzzi-realizza-il-premio-per-il-primo-memorial-oliviero-beha-assegnato-a-filippo-simeoni/

http://www.ildispari24.it/it/premio-nazionale-musa-dargento-2-edizione/

http://www.ildispari24.it/it/rassegna-internazionale-arte-e-letteratura-a-cava-de-tirreni/

 

 

 

Hits: 5

Rassegna fotografica Eudonna Settembre 2017

Rassegna fotografica Eudonna Settembre 2017

Rassegna fotografica

Rassegna fotografica Eudonna Settembre 2017

Eudonna è una rivista trimestrale di cultura, ambiente, sociale,
turismo e associazionismo femminile, composta da 52 pagine, edita da

Il Sextante di Mariapia Ciaghi
Via Calvet 14 – 38086 Pinzolo (TN)
info@ilsextante.net
Tel. 3886315672

Prezzo di copertina 6.00 Euro
Abbonamenti 4 numeri 22-00 euro
In vendita nelle migliori librerie d’Italia.
A Ischia è acquistabile presso l’Edicola della Piazzetta San Girolamo Tel. 081984763
oppure presso l‘Associazione DILA Tel. 3914830355

Rassegna fotografica Eudonna Settembre 2017

Associazione culturale
Da Ischia L’Arte – DILA
Via Gemito n.27 – 80077 Ischia (NA)
emmegiischia@gmail.com
www.emmegiischia.com

DILA

Hits: 0

Eudonna Settembre 2017 – Roberta Panizza: Adozione oltre il bel gesto

Eudonna Settembre 2017 – Roberta Panizza: Adozione oltre il bel gesto

Roberta Panizza

Eudonna Settembre 2017 - Roberta Panizza: Adozione oltre il bel gesto

Eudonna Settembre 2017

Eudonna Settembre 2017 - Roberta Panizza: Adozione oltre il bel gesto

Eudonna è una rivista trimestrale di cultura, ambiente, sociale,
turismo e associazionismo femminile, composta da 52 pagine, edita da

Il Sextante di Mariapia Ciaghi
Via Calvet 14 – 38086 Pinzolo (TN)
info@ilsextante.net
Tel. 3886315672

Prezzo di copertina 6.00 Euro
Abbonamenti 4 numeri 22-00 euro
In vendita nelle migliori librerie d’Italia.
A Ischia è acquistabile presso l’Edicola della Piazzetta San Girolamo Tel. 081984763
oppure presso l‘Associazione DILA Tel. 3935937717

Adozione oltre il bel gesto

ADOZIONE, OLTRE IL “BEL GESTO”

Uno dei commenti più diffusi che una coppia adottiva si sente rivolgere da amici e conoscenti è:”Che bel gesto avete fatto!”, emblematico del fatto che il mondo dell’adozione sia piuttosto sconosciuto dalla stragrande maggioranza di coloro che non ne fanno parte.

Chi decide di adottare non lo fa per compiere un atto di beneficenza, ma agisce mosso da potenti energie emotive ed affettive in grado di renderlo accogliente e disponibile a rispondere ai bisogni di un altro essere umano.

Tali energie, che possono comunque nascere e svilupparsi da vissuti differenti (coppie che hanno o non hanno altri figli o che li hanno persi ecc.), hanno origine in luoghi molto più profondi di quelli che generano semplici atti di generosità verso il prossimo.

Deve essere così perché l’ iter più o meno lungo che coinvolge famiglie e bambini adottati e il necessario periodo (che può anche durare anni) di assestamento dei nuovi equilibri pratici, psicologici ed affettivi, condurranno il piccolo nucleo sociale formatosi ad essere un tutt’uno, con le stesse caratteristiche di una qualsiasi famiglia, pur con la particolarità della storia che ogni bambino adottato porta con sé.

Ecco perché quando una mamma adottiva (e succede spesso), si sente rivolgere la fatidica domanda: “Ma ti chiama mamma?” la reazione più ovvia di quest’ultima è di profondo stupore.

A questo proposito desidero portare la mia testimonianza come mamma di un bambino venuto dalla Colombia.

In poche parole: dalla dichiarazione di disponibilità all’adozione, passando per l’indagine dei servizi territoriali, l’ottenimento del certificato di idoneità, la scelta di ente autorizzato e paese, fino ad arrivare al momento in cui ci è stato comunicato che eravamo adatti ad essere i genitori di quello che poi sarebbe diventato effettivamente nostro figlio, sono trascorsi sette anni.

Le tante mamme che hanno portato per nove mesi il loro figlio dentro di sé probabilmente potranno raccontare dell’incredibile mole di sogni e fantasticherie che hanno reso vivo il bambino nella loro mente molto prima che quest’ultimo nascesse.

Chiedo: quante di queste fantasticherie possono trovare posto in sette anni di attesa?

E in quale modo il protagonista di quelle fantasie può arrivare a permeare i pensieri di chi lo attende pur senza che questi’ultimo abbia la più pallida idea di quale giorno, mese o addirittura anno il destino abbia deciso come momento del loro fatidico incontro?

Ricevuta la notizia che saremmo diventati genitori, stremati ma comunque non vinti dall’interminabile attesa non eravamo consapevoli di quello che ancora ci attendeva!

Da quel giorno, per due mesi, ci siamo dovuti accontentare di conoscere solo nome ed età del nostro bambino: nient’altro, ed in più senza aver ben chiari i motivi di tutto quel silenzio protrattosi per un tempo che è parso lungo e dilaniante più dei sette anni precedenti.

Di nuovo chiedo a chi legge se riesce a farsi un’idea del lavoro di immaginazione che possono intraprendere le menti di due esseri umani che aspirano a diventare genitori, in una simile situazione.

Il fatto è che da tempo, a questo punto, il bambino che comunque ancora non ci si arrischia a definire “proprio”, è già entrato anche solo in senso figurato, nel DNA di chi lo attende, attorcigliandosi come pensiero vivo alla sue eliche, avvinghiandosi alle viscere del corpo e stringendole un po’ di più ogni secondo di ulteriore attesa.

Infine comunque è arrivato anche per noi il momento di conoscere la storia del nostro bambino, di vederlo in fotografia e di attendere (sì, ancora attendere) che ci venisse comunicata la data della partenza.

Ancora due mesi.

Lo so che mi faccio monotona, ma chiedo ancora a chi mi legge se riesce a fare il conto di quanti sospiri si possono fare guardando una fotografia e quanti baci le si possono rivolgere in due mesi!

A questo punto, conosciuta la data, esiste un solo imperativo categorico: partire! I

l cappio alle viscere si è allentato, ma ormai quel bambino ha viaggiato in lungo e in largo in ogni più nascosta cellula di corpo (e quindi mente) e se sarà dato di poterlo abbracciare la fusione totale sembra l’unica conclusione possibile di tutta la storia.

Ora forse è chiaro il senso di grottesco che può provare chi si sente rivolgere determinati commenti o domande.

Nel parlare di “fusione totale” ho detto “sembra l‘unica conclusione possibile” perché se per noi e per la stragrande maggioranza delle situazioni lo è stata, a volte succede che non vada a finire così.

Bisogna considerare il fatto che i bambini non scelgono di venire abbandonati o di trovarsi soli o in una situazione di degrado o di violenza.

Quando arrivano nella loro nuova famiglia a volte la vita li ha già messi così tanto alla prova che per loro è molto difficile fidarsi e lasciarsi andare alla soddisfazione del bisogno immateriale primario di ogni bambino: essere amato e anche amare.

Immagino questi bambini così induriti dal loro passato come in fondo ad un burrone dal quale lanciano disperati richiami per essere recuperati.

A volte il modo in cui si avvinghiano a coloro che tentano di riportarli sulla strada dell’amore sembra un tentativo di trascinare questi ultimi con sé ma chi teme di stare sbagliando tutto e che sia un’impresa impossibile arrivare al tenero di quei cuori, penso debba ricordarsi del fatto che l’amore di due genitori per i figli non ha condizioni e, facendosi aiutare dai servizi preposti, non negare mai a questi bambini o ragazzi la possibilità di vivere l’amore.

Non è facile e in alcuni casi si arriva al cosiddetto “fallimento adottivo” che, come detto riguarda una percentuale molto bassa rispetto a totale delle adozioni.

Desidero inoltre tranquillizzare chi legge e magari avesse pensato ad una adozione internazionale: i tempi di attesa non sono così lunghi come quelli che hanno coinvolto noi (al momento si aggirano, mediamente, attorno ai 43 mesi circa).

Esistono diverse variabili che influenzano questo dato, ma quella meno prevedibile è costituita dalle interferenze di chi dovrebbe fare un servizio alla società e invece sfrutta le situazioni di bisogno di soggetti deboli per lucrare o non svolge correttamente il proprio dovere, ma per questi argomenti servirebbe molto più di un articolo su una rivista.

Roberta Panizza

Vicepresidente Associazione culturale “Da Ischia L’Arte – DILA

Lettera al figlio

Ti incontro sui profili d’oro del sogno,
estate di luce, e gli occhi riempi ed il cuore
che solo per te sgrana rintocchi di cielo e parole
ma raggela in domande la stasi del suono
orrido abisso d’inascoltati dolori.

Lastricata di giorni a venire la strada
svanisce tra specchi di orizzonti
e tu sempre laggiù
nell’attesa del mio passo
certezza del cammino che la terra divora.
E s’alzano al cielo muto d’azzurro
nuvole del mio sudore tributo a te
che nel labirinto del caso
mi cerchi e non sai.

E ti dirò di quando sempre l’universo
immolava orbite su orbite agli dèi
vibrando solo un poco in fondo di tacita tristezza
ed io ribelle mi negavo all’indice del divenire
teso nello spasimo di antiche leggi ed osceno
sulle sponde del possibile a cui m’incatenava.

Ti dirò dunque.

Ma ora, Penelope strana,
dono fili di luna alla tela del tempo
e nel giorno immoto vi ricamo sorrisi
coi raggi di sole che mi raccontano il tuo volto.

(Roberta Panizza)

Ischia, Castello Aragonese – Foto Bruno Mancini

COPPIE PERCORSO CONCLUSO – 2008 2017

Associazione culturale
Da Ischia L’Arte – DILA
Via Gemito n.27 – 80077 Ischia (NA)
emmegiischia@gmail.com
www.emmegiischia.com

DILA

Rassegna fotografica Eudonna Settembre 2017

Rassegna fotografica Eudonna Settembre 2017

Hits: 1

Rome Art Week i protagonisti dell’arte

ROME ART WEEK PRESENTAZIONE A ROMA CENTRO CONFERENZE SALA DA FELTRE

Situazioni viste e immaginate, che raccontano dell’uomo e di quanto è a lui intorno, del suo vivere tra ragione e sentimento, nostalgia e poesia mentre il tempo passa inesorabile, diventano sempre più centrali nei lavori di molti protagonisti della scena artistica contemporanea. I linguaggi dell’arte contemporanea che spaziano dalla pittura spesso materica alla fotografia, dal digitale, al video, fino alla performance raccontano con uno stile incisivo e immediato, spesso essenziale, ma sempre originale, aspetti legati al vissuto umano e sociale tra quotidiano ed extraquotidiano, visibile e invisibile. Rappresentazioni di atmosfere reali, rielaborate nel tempo della memoria spesso nostalgica, o immaginiate dove diventa

Rome Art Week presentazione presso Sala da Feltre Anghelopoulos

possibile cogliere quei processi interiori legati a stati d’animo e sensazioni individuali e collettive che appartengono allo scenario restituito dai processi dell’arte contemporanea nel suo descrivere e interpretare le armonie e le incertezze dell’esistenza. Nelle sue diverse espressioni l’arte in questi ultimi anni mette al centro l’uomo entro il suo percorso fatto di chiaroscuri emozionali dove sempre più diventa difficile rapportarsi in modo autentico con gli altri per giungere a legami armoniosi. In questo suo interpretare le emozioni del presente attraverso un tempo ideale, l’arte racconta l’invisibile tra pensiero e azione attraverso il suo interagire con spazi e ambienti diversi ordinari e straordinari Alla ricerca di verità e di risposte al suo domani, l’artista con la sua opera attraverso diverse tecniche racconta con nuova energia stati d’animo e emozioni dell’individuo nel rapportarsi agli altri e il suo riflettere sul senso di questa vita dove tutto può accadere sulla scia che separa verità e mistero, presenza e assenza.

Rome Art Week presentazione Sala da Feltre Francesco Donadei

A sottolineare l’importanza che sempre più sta acquisendo l’arte contemporanea nel comunicare e mettersi all’ascolto dell’individuo entrando nel suo percorso esistenziale attraverso rappresentazioni dove il segno, il colore e la parola giocano un ruolo importante, è la settimana proposta da ART WEEK progetto culturale totalmente indipendente e no profit volto ad accostare il pubblico il più possibile ai linguaggi dell’arte attraverso proposte interessanti che uniscono mostre, progetti, interventi critici e incontri con gli artisti. L’appuntamento ROME ART WEEK promosso da Kou – Associazione per la promozione delle Arti visive. a cadenza annuale  intende coinvolgere per una settimana l’intera città di Roma attraverso la promozione di eventi e progetti artistici organizzati dalle strutture espositive e dagli artisti che operano nella Capitale.

Il programma di ROME ART WEEK dove l’arte è protagonista tra tradizione e innovazione, con illustrazione dei diversi appuntamenti che si svolgeranno nella Capitale tra mostre, incontri, progetti, sarà presentato il 28 settembre 2017 alle ore 11.00 a Roma presso il Centro Conferenze Sala da Feltre in Via Benedetto Musolino, 7 (Roma Trastevere),

Rome Art Week presentazione Sala da Feltre Fabiana Roscioli

Per la settimana che va dal 9 al 14 ottobre 2017 la città di Roma grazie a questo importante progetto indipendente vivrà la magia e l’emozione di una serie di eventi e progetti artistici organizzati dalle strutture espositive CON gli artisti che operano nella Capitale, tutti ad ingresso gratuito.

A ROME ART WEEK hanno aderito 117 gallerie e istituzioni, 33 progetti e 271 artisti per un totale di quattrocentoundici partecipanti che, ad oggi, proporranno più di trecentocinquanta eventi culturali totalmente gratuiti.

Alla presentazione di ROME ART WEEK il 28 settembre presso la Sala da Feltre Centro Conferenze,, interverranno Marco Ancora, responsabile del Dipartimento Cultura della CIU – Confederazione Italiana di Unione delle Professioni Intellettuali. Massimiliano Padovan di Benedetto, Presidente di Kou e fondatore di Rome Art Week, Micaela Legnaioli, Artista e co-fondatrice di Rome Art Week, Brigida Mascitti, responsabile dell’Ufficio Stampa RAW. Giovanni Albanese, Angelo Bellobono e Valentino Catricalà in rappresentanza dei 14 Punti di vista di RAW.

Le 117 Gallerie e istituzioni che prendono parte a questo progetto, oltre ad aprire le strutture per permettervi di fruire delle mostre in corso daranno vita ad eventi per presentare al pubblico senza alcun costo di ingresso la loro visione dell’arte contemporanea, Tra le strutture citiamo: Piazza di Pietra, 6° Senso Art Gallery, Accademia di Belle Arti di Roma, Accademia Nazionale di San Luca, Accademia di

Rome Art Week presentazione Sala da Feltre Nicole Voltan

Ungheria, Acronimo, Albumarte, e poi, Istituto Centrale per la Grafica, Centro Sperimentale di Fotografia Kromart Gallery. E ancora Palazzo delle Esposizioni, Palazzo Velli Expo, Galleria Valentina Bonomo, Virus Art Gallery, VISIONARIA Art Space, American Academy In Rome, Andrè Arte moderna e contemporanea, solo per citarne alcune.

Sono 271 gli artisti iscritti al Rome Art Week tra quelli che hanno deciso di organizzare  un open studio per presentare e descrivere la propria opera direttamente nel proprio studio, e altri che prenderanno parte a progetti e mostre  nelle gallerie.

Tra gli artisti partecipanti impegnati attivamente nella loro professione, citiamo Alberto Timossi, Aleonna Masella, Alessandra Di Francesco, Alessandro Cidda, A.T. Anghelopoulos, Antonella Catini, Andrea Pinchi, Donatella Buttiglione, Eduardo Fiorito, Elena Binni, Elisabetta Pizzichetti, Elisa Turco. E poi Livieri, Elly Nagaoka, Elvio Chiricozzi, Emanuele Andreani, Ervin Hervè-Loranth, Evelyne Baly, e ancora Fabiana Roscioli, Francesco Donadei, Mario Nalli, Martin Figura, Marzia Fiume Garelli, Nicole Voltan, Rita Landriscina, Roberta Folliero, Roberta Petrangeli, Sergio Angeli, Silvana Paula Chiozza e molti altri. A seguire si terrà un cocktail di saluto.

Silvana Lazzarino

 

ROME ART WEEK

9-14 OTTOBRE 2017

Conferenza Stampa 28 settembre 2017 ore 11.00

Centro Conferenze Sala da Feltre

Via Benedetto Musolino,7 (Roma Trastevere)

Altri articoli pubblicati su Emmegiischia da Silvana Lazzarino

https://www.emmegiischia.com/wordpress/ischia-patrizia-canola-al-museo-etnografico-del-mare/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/roma-i-musei-si-aprono-alla-musica/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/miro-sogno-e-colore-a-bologna/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/massimiliano-bartesaghi-e-le-sue-prospettive-urbane/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/roberto-barni-in-mostra-alla-galleria-poggiali/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/98293-2/

   Articoli pubblicati su ildispari24.it da Silvana Lazzarino

http://www.ildispari24.it/it/freedom-manifesto-per-raccontare-limmigrazione/

http://www.ildispari24.it/it/giornate-europee-del-patrimonio-a-villa-giulia-museo-nazionale-etrusco/

http://www.ildispari24.it/it/daniel-gonzalez-imaginary-country-a-milano/

http://www.ildispari24.it/it/egle-budvytyte-tra-ciglia-e-pensiero-in-mostra-a-roma/

http://www.ildispari24.it/it/festival-remover-roma-con-santiago/

http://www.ildispari24.it/it/festival-del-giornalismo-culturale-v-edizione/

http://www.ildispari24.it/it/alba-gonzales-e-il-premio-pianeta-azzurro-i-protagonisti-xvi-edizione/

http://www.ildispari24.it/it/mao-jianhua-una-suggestiva-mostra-al-complesso-del-vittoriano/

http://www.ildispari24.it/it/andrea-trisciuzzi-realizza-il-premio-per-il-primo-memorial-oliviero-beha-assegnato-a-filippo-simeoni/

http://www.ildispari24.it/it/premio-nazionale-musa-dargento-2-edizione/

http://www.ildispari24.it/it/rassegna-internazionale-arte-e-letteratura-a-cava-de-tirreni/

http://www.ildispari24.it/it/la-magia-del-colore-dei-dipinti-di-patrizia-canola-ad-ischia/

http://www.ildispari24.it/it/musica-nei-musei-a-roma-tra-classica-e-popolare/

http://www.ildispari24.it/it/solidarieta-e-spettacolo-con-il-photofestival-attraverso-le-pieghe-del-tempo/

http://www.ildispari24.it/it/miro-sogno-e-colore-in-mostra-a-bologna-palazzo-albergati/

http://www.ildispari24.it/it/geometrie-urbane-gli-scatti-di-bartesaghi-a-villa-sarsina-anzio/

http://www.ildispari24.it/it/roberto-barni-in-mostra-alla-galleria-poggiali-di-pietrasata/

http://www.ildispari24.it/it/mario-fratti-il-volto-della-drammaturgia-italiana-a-new-york/

http://www.ildispari24.it/it/a-san-gimignano-sulla-torre-grossa-alla-riscoperta-del-medioevo/

 

 

Hits: 1

Rubriche affidate ai Pionieri di LENOIS

Rubriche affidate ai Pionieri di LENOIS
9 Novembre 2011

Rubriche affidate ai Pionieri di LENOIS

Rubriche affidate ai Pionieri di LENOIS

Come annunciato da

 

Bruno Mancini nell’editoriale pubblicato in questo stesso foglio, è nostra intenzione articolare la pagina resa disponibile da Gaetano Di Meglio creando una serie di rubriche affidate alla competenza ed alla sensibilità di alcuni Pionieri di LENOIS. In tale prospettiva proporremo inizialmente

1) “La Poesia della settimana”,

rubrica in cui intendo suggerire ai lettori de Il Dispari esempi a mio giudizio significativi di poesia dei giorni nostri. Versi che, facendo ampio uso delle potenzialità della parola e delle figure retoriche, riescano ad uscire dalla bidimensionalità della lingua parlata e colloquiale e a toccare sfere e piani della comunicazione che solo la poesia può esprimere.

Le poesie che di settimana in settimana leggerete tra queste pagine proverranno principalmente dal web, luogo prescelto da molti autori per esporre la propria arte. Sarà dato spazio, e ciò vale anche per tutte le altre forme artistiche che proporremo , preferibilmente, a poesie che con la pubblicazione su Il Dispari vedranno per la prima volta una loro diffusione cartacea.

Il Dispari e LENOIS desiderano, infatti, dare visibilità a tutti gli Artisti meritevoli, ma snobbati dalle lobby editoriali e commerciali importanti che amano andare sul sicuro pubblicando solo big.

2) “L’immagine della settimana”.

Le immagini che ammirerete in questo spazio saranno selezionate dalla pittrice Nunzia Zambardi, certamente già ben nota alla gran parte dei lettori di questo settimanale e saranno opere pittoriche o scatti fotografici che ritraggano squarci di vita ischitana, oppure siano proposti da artisti locali, utilizzando qualsiasi tecnica riproduttiva, purché esse riescano a comunicare emozioni .

Anche in questo caso privilegeremo opere inedite.

3) “Personaggi e celebrazioni”

dove Alberto Liguoro con cadenza mensile porterà alla nostra attenzione storie e aneddoti relativi ai mille e mille personaggi famosi che nei secoli hanno scelto l’isola d’Ischia come località adatta allo sviluppo delle loro ispirazioni oppure come meta per vacanze e relax.

4) “La musica ed Ischia”,

affidata alla straordinaria competenza di Luciano Somma, vorrà miscelare ricordi e prospettive future della più popolare tra le arti, spaziando tra le innumerevoli sfaccettature offerte da personaggi e spartiti ispirati all’isola d’Ischia.

5) Nunzia Binetti

oltre a spaziare praticamente in tutti i campi artistici con l’acume delle sue analisi critiche, sarà la coordinatrice del pool di Pionieri impegnati quali Opinionisti nello scrivere recensioni, interviste, commenti e presentazioni ecc.

Buona lettura! Roberta Panizza

DILA

Hits: 0