Il nuovo Cenacolo della Poesia

Il nuovo Cenacolo della Poesia

Il nuovo Cenacolo della Poesia

Associazione Culturale

“Il nuovo Cenacolo
della Poesia”

Sede in via Guardapasso n.12

PREMIO NAZIONALE DI POESIA
Prima edizione
In memoria di Lino Palladinelli
promotore di tante iniziative culturali.

Regolamento:
Sezione Inedita
Si partecipa con due poesie,
non presentate in altri concorsi.
Scadenza invio degli elaborati il 30 Marzo 3023.
Il concorso non ha tassa di iscrizione.
Si partecipa a tema libero.

Le poesie vanno inviate via e-mail a:
giannaformato@libero.it
Premi

  • 1° classificato €300
    2° classificato €200
    3° classificato €100

A tutti i partecipanti corso di trading gratuito a richiesta.

Il nuovo Cenacolo della Poesia

Il nuovo Cenacolo della Poesia

Presidente:
Vincenzo Caccamo

Vice Presidente:
Gianna Formato

Vice Presidente:
Angela Maria Tiberi

Sponsor:
School Trader
Borsa e affinities
De Maio dr. Antonio
(Già docente di economia aziendale)

Info: 380/5906664

“Learn and win”

Il nuovo Cenacolo della Poesia

La premiazione avrà luogo
nella città di Aprilia
il 10 Giugno alle ore 16 dell’anno 2023
presso la sala Manzù della biblioteca
comunale

Alla cerimonia saranno invitati
rappresentanti del Comune di
Aprilia.

La serata sarà allietata con
accompagnamento musicale alla
recitazione con dei brani musicali.

Alla fine della cerimonia ci sarà un
saluto di arrivederci con rinfresco
gastronomico per tutti i presenti.


Tutti i partecipanti presenti riceveranno
un attestato di partecipazione.

I partecipanti alla cerimonia devono
comunicare la loro presenza almeno 10
giorni prima della premiazione per
via e-mail (citato nel regolamento).

Le poesie vanno inviate e firmate con
generalità: nome, cognome, città, indirizzo
e-mail e recapito telefonico.

Le poesie partecipanti dovranno essere
composte da massimo 35 versi.

Le poesie dei presenti saranno tutte recitate,
premiate e non premiate.

Il nuovo Cenacolo della Poesia

Si ringrazia l‘Associazione
Internazionale DILA Ischia

Presidente Bruno Mancini

NB.

Per ricevere l’attestato di qualificazione e/o
di partecipazione bisogna comunicare le
proprie generalità o di delegati almeno
n. 10 giorni prima dell’evento
all’e-mail già citata

Hits: 9

AMICO ROM

AMICO ROM

Testo di Angela Maria Tiberi


Critica di Mauro Montacchiesi


*
Nell’etra sinestetica della musica arabeggiante, del sentimento di malinconia di un languido, gitano flamenco, Angela Maria Tiberi ci conduce in una dimensione metafisica, dove regnano sogni e desideri, pace e libertà. Una dimensione dove non esistono odio e barriere, ma forte pulsa, sovrano, l’Amore. La poetessa, con immanente sensibilità estetica, liricamente interloquisce con un fantastico Rom:
Rom, dallo zingaro, significa “Uomo”.
Zingaro, dal greco medievale Ατσιγγάνος, Atsínganos, significa “intoccabile”.
La comunità onesta è quella dove nessun uomo sbrana un altro uomo,
(Lupus est homo homini, non homo – Plauto, Asinaria, a. II, sc. IV, v. 495)
bensì lo considera nel modo in cui si considera un’entità divina
(Homo homini Deus – Spinoza).
Una gnome dagli accenti nichilistici con cui Plauto, nell’Asinaria, evidenzia l’egoismo umano. A Plauto, nel 1642, fa eco il De Cive, di Thomas Hobbes, in cui il un filosofo britannico, antesignano del Giuspositivismo (propedeutico al moderno Diritto Internazionale), afferma che l’essenza umana è principalmente individualistica e, a originare le azioni dell’uomo, sono esclusivamente l’impulso di sopravvivenza e quello di prepotenza. A Plauto, tuttavia, rispose in contemporanea Cecilio Stazio, di ben altra idea:
“Homo homini Deus est” “L’Uomo è un dio per un altro uomo”, nel senso che deve essere rispettato.
La poetessa magistralmente ricorre alla προσωποποιία, alla prosopopea greca:
(Figura retorica per cui si introducono a parlare persone assenti) per enunciare un sentimento proprio:

Non distingue l’uomo dal colore della pelle,
sorride a chi gli sbatte le porte,
non vuole sentire parole d’amore.
(da: Amico Rom)

Straordinaria “Ebony and Ivory” una vecchia canzone di Paul McCartney:

Ebony and ivory live together in perfect harmony.
Side by side on my piano keyboard, oh Lord, why don’t we?
We all know that people are the same wherever you go
There is good and bad in ev’ryone
We learn to live when we learn to give
Each other what we need to survive, together alive

Ebano e avorio convivono in perfetta armonia
fianco a fianco sulla mia tastiera del pianoforte,
oh Signore, perché noi no?
Sappiamo tutti che le persone sono le stesse ovunque tu vada.
C’è del bene e del male in ognuno.
Impariamo a vivere, quando impariamo a darci a vicenda,
ciò di cui abbiamo bisogno per sopravvivere, insieme, vivi.

Un’apoteosi della pace, della non violenza, dell’amore e della fratellanza, un’implicita denuncia contro il razzismo, questa è la sintesi essenziale della straordinaria lirica, “Amico Rom”, composta dalla sensibilissima poetessa Angela Maria Tiberi. Un messaggio universale che invita all’uguaglianza, al rispetto delle tradizioni altrui, all’esame di coscienza. Un messaggio che fluisce nella metafisica di un auspicabile mondo migliore.
*
All rights belong to its author. It was published on e-Stories.org by demand of Mauro Montacchiesi.

Published on e-Stories.org on 08.05.2022.

 

https://it.e-stories.org/read-stories.php?&sto=16163

PAGINA PERSONALE DI MAURO MONTACCHIESI

Hits: 44

Angela Maria Tiberi recensisce Antonio Scarsella

Angela Maria Tiberi recensisce Antonio Scarsella

Il Grifone, la scimmia, l’usignolo
Il Levante Libreria Editrice

Centro di svolgimento del giallo è Sermoneta, borgo medioevale, intrecciandosi con la musica, la cultura, la storia.
I protagonisti del romanzo sono: il campus internazionale di Musica, diventato Fondazione, il Castello di Sermoneta e la Musica, che diventano cornice di un giallo d’ambiente mentre il filo conduttore è la Musica.
Protagonista femminile è Carola Leman sposata con il settantenne Franz Kramer, violoncellista di fama mondiale, direttore del Conservatorio di Stoccolma e di altri istituti di mezza Europa, genio della musica mondiale.
I protagonisti si erano conosciuti a Stoccolma, lei giovanissima impiegata del Conservatorio e lui più di quarant’anni d’età, diventando lei, successivamente, la sua seconda moglie ed assistente di cattedra nello stesso istituto.
Il prof. Kramer teneva i suoi corsi di perfezionamento nel castello di Sermoneta, centro di importanza internazionale della Musica.
La moglie non dava motivo di tradirlo anche se aveva 45 anni e lui settant’anni: c’era complicità fra loro.
Il marito non sapeva che la sua amata fosse attirata sia dal corpo che dalla mente di giovani donne in quanto il suo desiderio di madre non era stato esaudito.
Le avventure con gli uomini non placavano la passione di Carola.
La sua prima donna fu una violoncellista, Agneska, e tra loro vi fu una grande passione e passarono una notte insieme, nella stanza numero 32 dell’Hotel Holiday Inn di Stoccolma.
Si lasciarono.
Colpo di scena del giallo è la morte della giovane Céline nel Castello di Sermoneta.
Così l’autore ci introduce nel giallo.
Chi ha ucciso Céline Bloom?
Non dico altro!
Il giallo è pieno di misteri.
Colgo l’occasione per invitare a meditare per il messaggio sconosciuto a molte persone (inciso all’ingresso del Palazzo di Vetro dell’Onu a New York.) che lo scrittore riporta nel suo testo .
Scritto da un grande poeta di religione mussulmana, vissuto in Persia a cavallo tra il XII e il XIII secolo: Mosleh ad-Din Abdollah, conosciuto come Sa’di: “I figli di Abramo sono membra di uno stesso corpo e della stessa essenza sono stati creati.
Quando anche la più piccola parte, per le avversità della vita, si addolora, anche le altre parti perdono la calma e quiete.
Tu che sei insensibile alle pene altrui mai e poi mai potrai essere chiamato essere umano”.
Complimenti ad Antonio Scarsella e un buon successo di questo fantastico libro.

Angela Maria Tiberi

Hits: 16

Incontri formativi introduttivi alle Abilità di Counseling: appuntamento il 6 dicembre online alle ore 21,00 con “L’età dell’incertezza: bisogni e opportunità di un’epoca”

Incontri nell’ambito dei percorsi svolti dall’Associazione Il Valore del Femminile

A condurre l’incontro sono Erika Marrafino Counselor per l’età evolutiva, Dott.ssa in Psicologia e Comunicazione e Laura Lispi Counselor professionista, Operatore olistico di Craniosacrale biorelato

Per giungere alla propria autorealizzazione è importante credere in se stessi sviluppando autostima a partire dal prendere contatto con il proprio vissuto emozionale. Dall’ascolto autentico delle emozioni, nel riconoscerle e accoglierle, si giunge verso una nuova consapevolezza di sé in cui considerare desideri lasciati sopiti e prendersi la responsabilità della propria vita giungendo così a definire legami autentici con gli altri, liberi da ogni forma di giudizio. Il senso di responsabilità che è amore per se stessi, la consapevolezza per compiere scelte sane, unitamente all’ascolto di sé e dell’altro, sono alcune delle tematiche che vengono proposte non solo nei percorsi tra seminari, workshop promossi dall’Associazione Il Valore del Femminile, ma in particolare sono approfondite nel percorso introduttivo per le Abilità in Counseling iniziato lo scorso 15 novembre2022.

Proposti da Henisis. Counseling e Formazione ideato e diretto da Virginia Vandini nell’ambito del Valore del Femminile di cui è presidente, gli incontri formativi introducono a quelle che sono le strategie di lavoro attraverso il Counseling nell’accompagnare il cliente verso la propria autorealizzazione, In programma ogni martedì fino al 13 dicembre 2022 dalle ore 21:00 alle 22.00 in modalità online e in presenza, gli incontri gratuiti di formazione sono condotti dai docenti del percorso in Abilità di Counseling, studenti e  professionisti Counselor che portano una testimonianza di integrazione del Counseling nel loro lavoro.

Martedì 6 dicembre alle ore 21.00 l’incontro “L’età dell’incertezza: bisogni e opportunità di un’epoca” si svolge eccezionalmente online: Erika Marrafino, Counselor per l’età evolutiva, Dott.ssa in Psicologia e Comunicazione, Tutor e Docente del Percorso per le Abilità di Counseling, e Laura Lispi, Counselor professionista e Operatore olistico di Craniosacrale biorelato, accompagnano, quanti saranno presenti, a scoprire più da vicino le dinamiche dell’adolescenza in cui si vive un processo di cambiamento nella costruzione di una propria identità.

Virginia Vandini

Pertanto il counselor con gli adolescenti deve propendere ad una maggiore flessibilità manifestando un atteggiamento protettivo necessario per attivare nei ragazzi un processo verso il cambiamento e la costruzione del proprio benessere a partire dal renderli consapevoli delle proprie risorse per sviluppare in loro autostima e autoefficacia.

Così viene messa in campo un’educazione emotiva finalizzata al riconoscimento, definizione, espressione e condivisione delle proprie emozioni. Anche le soft skill ossia abilità psicosociali e affettive quali ad esempio l’abilità di prendere decisioni e di risolvere i problemi, la creatività, l’empatia e poi la gestione delle emozioni, sono molto importanti e possono essere acquisite e utilizzate in modo efficace attraverso metodi in cui sono previsti lavori di gruppo con esercizi. Con gli adolescenti il counselor, non solo invita il giovane a riconoscere le proprie motivazioni, ma anche il senso autentico di responsabilità di cui lui stesso si fa carico.

Durante il percorso di Formazione per acquisire Abilità in Counseling, rivolto in particolare a chi svolge una professione con un evidente impatto relazionale (medici, infermieri, avvocati, fisioterapisti, insegnanti, educatori, managers, etc..), viene spiegato come sviluppare e aggiornare competenze trasversali, ossia un insieme di conoscenze, capacità e abilità atte a favorire la crescita personale e professionale, Competenze riferite al proprio modo di essere con se stessi e gli altri, utili per dare visibilità alle proprie capacità in diversi ambiti dalla famiglia alle relazioni al lavoro.

Così si apprendono tecniche per gestire le emozioni e lo stress, riconoscere e utilizzare al meglio le proprie risorse, e ancora orientare al meglio le relazioni e imparare a gestire i conflitti, oltre che a negoziare e acquisire competenze di problem-solving. Un percorso per valorizzare la persona e restituirle nuove consapevolezze migliorando qualità, ma anche per arricchire il proprio bagaglio di conoscenze.

Virginia Vandini oltre ad essere Presidente dell’Associazione il Valore del Femminile, Sociologa, Supervisor-Trainer Counselor, Costellatrice evolutiva e spirituale con i Nat, è Fondatrice e Docente del percorso per le Abilità di Counseling nonché ideatrice di Henosis, Centro di Counseling e Formazione.

Per partecipare all’incontro a titolo gratuito è necessaria la prenotazione scrivendo a info@henosis.it, o chiamando e /o inviabdo un messaggio su whatsapp al numero 3791344390.

Silvana Lazzarino 

 

 incontri formativi gratuiti

di introduzione alle Abilità di Counseling

tutti i martedì dal 15 novembre al 13 dicembre 2022

“L’età dell’incertezza: bisogni e opportunità di un’epoca”

Con Erika Marrafino,

Counselor per l’età evolutiva, Dott.ssa in Psicologia e Comunicazione, Tutor e Docente del Percorso per le Abilità di Counseling,

e Laura Lispi, Counselor professionista,

Operatore olistico di Craniosacrale biorelato.

martedì 6 dicembre 2022 ore 21,00 online

Per partecipare all’incontro a titolo gratuito

 è necessaria la prenotazione scrivendo a info@henosis.it,

o chiamando e /o inviando un whatsapp al 3791344390

 

 

Hits: 29

Gabriele Albanese parla della sua prossima mostra: “I Totem dei grandi laghi” con Virginia Vandini Presidente dell’ Ass. Il Valore del Femminile

 

Gabriele Albanese, disegnatore, illustratore, fotografo e counselor a mediazione artistica nell’intervista condotta da Virginia Vandini parlerà della sua prossima mostra “I Totem dei Grandi Laghi; ritorno alle origini” che verrà esposta presso la sede dell’Associazione Il Valore del Femminile il 17 dicembre. L’Intervista si svolge giovedì 1 dicembre 2022 alle ore 21.00 in diretta sulla pagina FB dell’Associazione Il valore del Femminile

 

L’arte attraverso la sua forza evocativa restituisce la possibilità di mettersi in ascolto dando voce alle proprie emozioni. Partendo da questa consapevolezza Gabriele Albanese Counselor a mediazione artistica, disegnatore e fotografo, ha intravisto da subito come l’arte possa dare spazio a soluzioni messe in campo nel lavoro del counselor .L’utilizzo delle arti dal disegno alla fotografia, dalla grafica allo storyboard, compreso il racconto ed altre espressioni artistiche, diventa prezioso canale per dare voce alla creatività, infinita risorsa presente in ognuno di noi, e lavorare all’ascolto di stati d’animo e percezioni di sé.  Nel dare voce a sentimenti ed emozioni dell’uomo che ad esempio procedono dal suo sentirsi fragile e forte, insicuro e deciso di fronte a situazioni destabilizzanti, l’arte per la sua capacità evocativa viene utilizzata per affiancare percorsi dedicati alla crescita personale.

Con spiccata predisposizione al sostegno degli altri e all’ascolto, oltre ad essere un eccellente Counselor Gabriele Albanese è artista di successo con all’attivo diverse esposizioni tra cui quella dei “Cento pittori di Via Margutta” e la personale in Trastevere presso la Galleria “Art’s Moment”. Egli afferma come il suo ruolo sia quello di “permettere alle persone di scoprire le proprie risorse attivando un processo di trasformazione nelle loro visioni interiorie l’arte nelle sue diverse sfaccettature gli ha permesso di portare avanti proprio questo percorso, molto efficace per aiutare le persone a sviluppare autostima, prendendosi la responsabilità di entrare nella propria esperienza.

Vice Presidente dell’Associazione Il Valore del Femminile dove conduce due corsi in cui l’arte è presentata quale strumento per acquisire un nuovo modo di accrescere capacità nel sviluppare abilità pratiche, nel trovare soluzioni e nell’acquisire una nuova e più ampia percezione della realtà e del rapportarsi ad essa, Gabriele Albanese è anche Co-fondatore di Henosis Counseling e Formazione e Co-fondatore e Docente del Percorso per le Abilità di Counseling,

Nell’ambito delle attività svolte dall’Associazione Il Valore del Femminile, per i giovedì di cultura evolutiva da non perdere l’incontro dove Gabriele Albanese Disegnatore, Illustratore, Fotografo e Counselor a mediazione artistica. rilascia un’interessante intervista a Virginia Vandini Presidente dell’Associazione, Sociologa, Supervisor-Trainer Counselor, Fondatrice e Docente del percorso per le Abilità di Counseling, nonché ideatrice e fondatrice di Henosis. Counseling e Formazione.

L’intervista offrire a Gabriele l’occasione di presentare la sua mostra I totem dei grandi laghi: ritorno alle origini” , che si svolgerà il 17 Dicembre 2022 presso la sede de Il valore del femminile, in Piazzale delle Provincie n°8, a Roma. Sarà così possibile per quanti seguiranno l’intervista online, avremo avere un’anteprima sul tema della mostra, ossia i TOTEM e la cultura che li riguarda.

L’intervista si svolge il 1 dicembre 2022 alle ore 21.00 in DIRETTA SU FACEBOOK, collegandoti alla pagina: https://www.facebook.com/ilvaloredelfemminile/

Tra i corsi proposti dall’Associazione Gabriel Albanese conduce due interessanti appuntamenti con l’arte: quello dedicato al” Corso di Disegno” ogni martedì dalle 18.00 alle 20,00 e quello dedicato alla Fotografia che si svolge settimanalmente il giovedì dalle 18.00 alle 20.00.

Nel “Corso di Disegno” vengono trasmesse tecniche e strumenti per produrre opere artistiche, e allo stesso tempo proposti compiti per sviluppare le proprie capacità creative, intuitive e spaziali fondamentali per una migliore gestione delle attività quotidiane.  Tutto nasce dal saper osservare. Nel Corso dedicato alla “Fotografia” si ha la possibilità di  apprendere l’arte della fotografia direttamente da un professionista, prima come percorso personale e  poi, per quanti lo desiderano è possibile farne una professione avendo acquisito nuove abilità e competenze. Un iter formativo pratico e concreto, ma allo stesso tempo esaltante e piacevole. Sono previsti anche escursioni fotografiche di un giorno nelle città e nella natura e sono in progetto dei residenziali di più giorni.

Silvana Lazzarino

per i Giovedì di cultura evolutiva

l’Associazione Il Valore del Femminile

presenta l’ Anteprima online della mostra

“I Totem dei Grandi laghi: ritorno alle origini”

Virginia Vandini intervista l’artista Gabriele Albanese

1 dicembre 2022 alle ore 21.00 in DIRETTA SU FACEBOOK, collegandoti alla pagina: https://www.facebook.com/ilvaloredelfemminile/

 

Altri articoli pubblicati da Silvana Lazzarino su Emmegiischia

https://www.emmegiischia.com/wordpress/valerio-adami-in-mostra-in-tre-sedi-a-roma/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/arte-in-memoria/

Articoli pubblicati su ildispari24.it da Silvana

http://www.ildispari24.it/it/giovanna-sorbelli-ed-eudonna-aprono-il-nuovo-anno/

http://www.ildispari24.it/it/la-madonna-della-misericordia-di-piero-della-francesca-esposta-a-milano/

http://www.ildispari24.it/it/alberto-burri-e-il-suo-percorso-rivoluzionario-in-mostra-a-citta-di-castello/

http://www.ildispari24.it/it/9145-2/

 

Hits: 246