Letture d’estate lungo le sponde del Tevere a Roma.

La magia dell’estate accompagna gli appuntamenti della manifestazione che si svolge nell’ambito del progetto Letture lungo il Fiume di Federazione Italiana Invito alla Lettura in convenzione con Municipio I Roma Centro

Nella circolarità di un tempo dove il passato riemerge nel presente dando respiro ad emozioni taciute o dimenticate, le parole scritte segnano luoghi di ascolto e incontro con memorie e pensieri appartenenti ad un vissuto che non si spegne, ma accompagna l’individuo nel suo percorso di vita guardando ad una costante evoluzione in cui tutto quello che è accaduto produce pensieri di rinnovamento se accolto e rielaborato entro una nuova prospettiva.

Verso questa visione di rielaborazione e ascolto delle emozioni accompagnano le pagine di libri dove abitano storie, vicende reali e immaginarie legate al passato, al presente, ma anche proiettate verso un ipotetico futuro, con sullo sfondo atmosfere ogni volta diverse.

Dal romanzo storico a quello di azione, dal giallo al sentimentale, compresi quelli legati ai racconti fantastici e alle fiabe, ma anche alle poesie, il lettore entrando nella vicenda di un personaggio può ricontattare stati d’animo ed emozioni che fino a quel momento erano rimaste silenti in attesa di trovare un’occasione per riemergere. Grazie alle trame di storie possibili o di fantasia, di viaggi alla scoperta di tradizioni, culture, luoghi e ambienti paesaggistici di rara bellezza, chi legge ha la possibilità di uscire dai ritmi monotoni della routine quotidiana, cogliendo momenti unici in cui lasciarsi catturare dalla vicenda di un personaggio con cui riconoscersi ed entrare in empatia o magari da cui distaccarsi completamente, restando in linea con il proprio modo di essere e pensare.

FARINACCIO_ph. Claudio Sforza

La lettura di un libro può aprire nuovi mondi interiori e quindi suggeriamo di non perdere l’occasione di visitare uno degli appuntamenti della manifestazione “Letture d’Estate” che inaugura il 23 giugno 2022 al Bibliobar di Roma bar “rivestito” di libri che è centro bookcrossing e biblioteca sul Lungotevere Castel Sant’Angelo. Progettato dalla Federazione Italiana Invito alla Lettura, in convenzione con il Municipio I Roma Centro e a cura di Margherita Schirmacher. l’evento aperto fino al 5 agosto 2022, offre l’occasione di assistere –  lungo la passeggiata che costeggia il fiume Tevere, tra i banchi alla francese che sorgono all’ombra dei platani-  ad un susseguirsi di presentazioni di libri, incontri per i più piccoli e meditazioni per tutti. Agli appuntamenti letterari fa da sfondo Castel Sant’Angelo decorato dalla nuova serie illustrativa di Lucio Villani dal titolo “Dragotopia”.

Ad aprire la manifestazione il 23 giugno è il ciclo di incontri del giovedì “Dante per tutti” a cura di Luca Maria Spagnuolo, che attraverso le terzine del Sommo Poeta conduce il pubblico dall’Inferno verso il Paradiso.

Il ciclo di presentazioni e incontri letterari prendono il via il 24 giugno con orario alle 21.00 in cui si potrà spaziare dalle anteprime di romanzi, come ‘Le tre figlie’ della scrittrice Anna Dalton (Garzanti) che presenterà il suo libro accompagnata da Margherita Schirmacher, allo street poetry de I Poeti Der Trullo con Graziano Graziani. Di interesse anche le storie di sport, con la campionessa Silvia Salis che con Noemi Serracini parlerà de ‘La bambina più forte del mondo” (Salani), e la saggistica con ‘Vademecum per i mecenati della cultura’ di Giulia Silvia Dia (Gangemi edizioni).

DALTON1_Nikolai Selikovsky

Di grande impatto visivo i libri illustrati come ‘Esercizi di leggerezza’ (Rizzoli) di Luca Laudito e Marco Rocco autori del seguitissimo fumetto ‘Intimo distacco’, mentre le riflessioni sulla storia d’Italia sono affidate alla penna di Pino Arlacchi autore di “Giovanni e io” (Chiarelettere), presentato dall’ex premier Giuseppe Conte. L’attore Paolo Calabresi presenterà il suo romanzo “Tutti gli uomini che non sono” (Salani) accompagnato da Alberto Caviglia, mentre la romanziera Valentina Farinaccio sarà ospite della rassegna con il suo nuovo libro “Non è al momento raggiungibile”(Mondadori) e ne parlerà con Margherita Schirmacher. E ancora con “Factory Girl” di Nadia Busato, attraverso la figura femminile dimenticata di Ultra Violet, si entra nella New York del secolo scorso. A parlarne con l’autrice è Barbara Tomasino.

Ad ogni libro presentato sotto le stelle è dedicato un cocktail particolare che può essere degustato.

Anche per i più piccoli presso il Bibliobar vi sono incontri pensati appositamente per loro durante le domeniche tra giugno e luglio curati da Stefania Cane e Lucia Parisi: a partire dalle ore 11.00 i bambini dai 3 anni in su, oltre ad assistere a divertenti letture seguite da laboratori. hanno l’opportunità di dare voce alla propria creatività tagliando, incollando e colorando. Essendo l’individuo formato da corpo, mente e spirito o anima, non poteva mancare l’incontro rivolto alle meditazioni di Sahaja Yoga aperte a tutti in programma ogni martedì alle ore 19.00.

Silvana Lazzarino

Letture d’Estate

dal 23 giugno al 5 agosto 2022

Sito ufficiale www.letturedestate.it

Facebook https://www.facebook.com/LetturedEstate

Info info@letturedestate.it // 06 6873676 – 340 941 9288

Alcuni articoli di Silvana Lazzarino

Il Dispari: Silvana Lazzarino partecipa al convegno “Le donne raccontano”

Emmegiischia: Roberta Damiata-prima-donna

Emmegiischia: La solitudine nei film di Philip Groening

Emmegiischia: Gli scatti di Llisetta Carmi documentano il senso della vita

Il Dispari 20180423 – Redazione culturale

Ischia. Patrizia Canola al Museo Etnografico del Mare

Roma: i Musei si aprono alla musica

Mirò. Sogno e colore a Bologna

Massimiliano Bartesaghi e le sue prospettive urbane

L’uomo e le contraddizioni nelle sculture di Roberto Barni

https://www.emmegiischia.com/wordpress/98293-2/

 

 

Hits: 66

Miranda e l’ossessione di Giorgio e Roberto…….E’ uscito il romanzo “Nel mio destino” dii Silvana Lazzarino edito da Kairos

Miranda, Giorgio e Roberto……

Questo romanzo catturerà il lettore per l’intreccio avvincente e intrigante dove il destino non sempre è prevedibile, Un mix di desiderio, passione, giochi di potere e ossessione travolgeranno la protagonista fino a condurla a scoprire un’altra sé

Protagonista è la bella e sensuale Miranda, quarantenne, sposata con Riccardo comandante di aerei con il quale ha un figlio adolescente appassionato di calcio e violino. A scuotere la monotona eppur significativa vita dell’affascinante e brillante Miranda, determinata nell’affermarsi come ricercatrice nel campo dell’archeologia presso l’Università di Roma dove non mancano possibili prospettive per la sua carriera, sono due incontri che suscitano in lei nuove vibrazioni e desideri che rapiscono completamente il suo corpo e la sua mente quasi da non riconoscersi in quella nuova Miranda.

Eppure, la scoperta dell’altra sé, la mette innanzi a sensazioni mai provate prima che con grande coinvolgimento condivide quasi parallelamente con i due amanti. Ma anche il marito pilota nei suoi scali tra Roma e Bangkok si lascia incantare da una giovanissima donna tailandese pronta a donarsi completamente a lui con amore sincero.

Dapprima centro del desiderio di Giorgio il bel giovane tenebroso ventottenne e poi di Roberto l’imprenditore cinquantenne dal sexappeal irresistibile anche per quegli occhi color ghiaccio magnetici, Miranda non può sapere di essere preda di due personaggi dalla mente distorta, accomunati da una certa maniacalità e abilissimi nel loro gioco di potere e seduzione, specie il secondo da cui la donna viene totalmente ipnotizzata senza immaginare di ritrovarsi completamente ….

Diverse scene del romanzo si soffermano nel tratteggiare, con descrizioni a tinte hard, gli incontri della protagonista con i due uomini. Pagina dopo pagina l’intreccio da romanzo “rosa nero” avvolgerà il lettore sempre più, invitandolo a non fermarsi in questa carrellata di fotogrammi che scorreranno innanzi a suoi occhi …e potrà vedere Miranda e i suoi amanti come fossero in un film.

La prima presentazione di questo avvolgente romanzo sarà a Napoli il 27 maggio 2022 alle ore 17.30 presso la Libreria Raffaello (in Via Kerbaker. 35).

QUI DI SEGUITO IL TRAILER DEL ROMANZO “NEL MIO DESTINO” EDITO DA KAIROS

Hits: 50

Ecosistema digitale dei servizi bibliografici nazionali

Ecosistema digitale dei servizi bibliografici

Ecosistema digitale dei servizi bibliografici nazionali

Il 16 dicembre 2021 è stato dato il via al  portale Alphabetica (www.alphabetica.it) che rappresenta il nuovo ecosistema digitale dei servizi bibliografici nazionali, realizzati dall’Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle biblioteche italiane (ICCU), ufficio centrale del Ministero della Cultura (MiC).

Alphabetica è un nuovo strumento per la ricerca, che consente ai cittadini di consultare simultaneamente e in modo integrato tutte le basi dati informative gestite dall’ICCU, come se si trattasse di un unico catalogo generale con milioni di notizie bibliografiche e materiali digitali relativi al patrimonio culturale conservato nelle più di 6.500 biblioteche italiane che aderiscono al Servizio Bibliotecario Nazionale e di centinaia di istituzioni partner dei diversi progetti di valorizzazione dell’ICCU.

Il lancio avviene a coronamento di un importante progetto, che l’Istituto ha realizzato proseguendo la collaborazione ultratrentennale con la Rete del Servizio Bibliotecario Nazionale e con il supporto di Biblioteca nazionale centrale di Firenze, Biblioteca nazionale universitaria di Torino, Regione Emilia Romagna, Regione Liguria, Sistema bibliotecario dell’Università di Padova e Biblioteca Apostolica Vaticana. Partner tecnologici del progetto sono state le società Almaviva, DM Cultura, Inera e GruppoMeta.

A presentare i nuovi servizi presso la Sala Spadolini del Collegio Romano e in diretta streaming sul canale YouTube del MiC si sono presentati Paola Passarelli, Direttore generale biblioteche e diritto d’autore; Simonetta Buttò, direttore dell’ICCU; Chiara Faggiolani, docente di biblioteconomia alla Sapienza – Università di Roma; Laura Moro, Direttore generale dell’Istituto centrale per la digitalizzazione del patrimonio culturale – Digital Library e, a seguire, si è tenuto un workshop tecnico sui nuovi servizi.

Il portale Alphabetica consente all’utente di lanciare direttamente ricerche a testo libero in tutto l’ecosistema bibliografico, oppure di sfogliare il catalogo generale attraverso uno dei 9 percorsi specifici: Protagonisti, Musica, Libri, Manoscritti, Audio e Video, Cartografia, Periodici, Grafica, Biblioteche.

I risultati sono ordinati in box che li rendono più facilmente consultabili, anche attraverso funzioni avanzate per raffinare ulteriormente la ricerca.

Il principale punto di forza di Alphabetica risiede nella valorizzazione dei collegamenti tra le risorse, anche attraverso widget dedicati.

L’area personale dà modo a coloro che si registrano gratuitamente di creare raccolte personalizzate e condividerle in rete, rendendo il portale uno strumento utile anche per la didattica.

Il lancio di Alphabetica è contestuale al completo rinnovamento delle basi dati storiche gestite dall’Istituto: OPAC SBN, Manus Online, EDIT16, l’Aggregatore digitale e la SBNTeca.

L’uso di API, l’impiego dello standard IIIF per le immagini e del visualizzatore Mirador rendono il rinnovato ecosistema digitale dei servizi bibliografici nazionali interoperabile con altre realtà digitali coordinate dall’ICCU, quali MOVIO (Mostre Digitali Online) e 14-18 (Documenti e immagini della grande guerra), e con cataloghi e risorse esterni all’ecosistema, come IMAGO (Catalogo collettivo digitale della Regione Emilia Romagna), i cui materiali sono già prospettati dal portale.

A questa attività di miglioramento e arricchimento dei servizi agli utenti, l’ICCU affianca l’introduzione di nuovi strumenti a disposizione della comunità bibliotecaria. Sono infatti previste attività di aggiornamento tecnologico dell’Indice SBN e sta per essere lanciata la nuova piattaforma di servizi per le biblioteche SBNCloud.

La realizzazione dell’ecosistema dei servizi bibliografici nazionali e il lancio del portale Alphabetica sono importanti passi avanti nella transizione al digitale applicata alla valorizzazione dei beni culturali. Un percorso che vede l’ICCU impegnato nel costante miglioramento dei servizi informativi rivolti al cittadino.

Ecco alcune delle basi dati dell’ecosistema in cifre

• OPAC SBN – Il catalogo ad accesso aperto del Servizio Bibliotecario Nazionale (SBN), che espone online più di 18,5 milioni di notizie bibliografiche. Si tratta di una base dati in costante crescita, alimentata grazie al lavoro di più di 6.500 biblioteche che partecipano al Servizio Bibliotecario Nazionale e che condividono i dati sul patrimonio posseduto aggiornando l’Indice SBN, vero motore informatico del catalogo Manus Online. Ad oggi Manus Online rende consultabili online 200.965 schede, 40.815 immagini e 302.206 nomi legati al mondo dei manoscritti

• EDIT16 – Il Censimento nazionale delle edizioni italiane del XVI secolo contiene oggi 69.367 notizie bibliografiche, 25.736 notizie relative ad autori, 5.794 notizie relative a editori.

• Aggregatore digitale e SBNTeca – 17 milioni di oggetti digitali frutto delle attività di digitalizzazione condotte da 280 biblioteche partner di Internet Culturale.

• Anagrafe delle Biblioteche Italiane – Sono attualmente registrate in base dati 12.649 biblioteche

I nostri libri inseriti nel portale:


1) Antologia poetica / a cura di Bruno Mancini e Roberta Panizza
inserita in catalogo dalla

Biblioteca centrale della Regione siciliana Alberto Bombace – Palermo (PA) 

2) Mancini Bruno – Per Aurora Vol. 1. – Ischia Porto – Testo, inserito in catalogo dalla

Biblioteca Comunale Leonardo Sciascia – Palermo (PA)

e dalla Biblioteca centrale della Regione siciliana Alberto Bombace – Palermo (PA)

3) Adotta una poesia: Antologia / a cura di Bruno Mancini e Roberta Panizza, inserita in catalogo dalla

Biblioteca comunale Aniello Chianese – Villaricca

e dalla Biblioteca Comunale Leonardo Sciascia – Palermo (PA)

4) Da Ischia sempre poesia: antologia poetica / a cura di Bruno Mancini e Roberta Panizza – 2013 (Città d’Ischia: Serpico), inserita in catalogo dalla

Biblioteca comunale Giovanni Bovio – Trani (BT),

dalla Biblioteca comunale Aniello Chianese – Villaricca (NA),

dalla Biblioteca Annalisa Durante – Napoli (NA),

dalla Biblioteca comunale – San Vero Milis (OR),

e dalla Biblioteca centrale della Regione siciliana Alberto Bombace – Palermo (PA)

5) Una pagina, un’emozione: antologia artistica / a cura di Bruno Mancini e di Roberta Panizza [Pinzolo]: Il Sextante, 2018, inserita in catalogo dalla

Biblioteca dell’Archivio di Stato di Latina – Latina (LT)

e dalla Biblioteca nazionale centrale – Roma (RM)

6) Premio internazionale di poesia Ottomilioni-2014 in memoria del comm. Agostino Lauro: antologia non solo poetica / a cura di Bruno Mancini, Roberta Panizza – Bisceglie: Un altro punto di vista, 2014, inserita in catalogo dalla

Biblioteca centrale della Regione siciliana Alberto Bombace – Palermo (PA)

7) Penne note matite: [Premio internazionale di poesia Otto milioni, sesta edizione, 2017] / a cura di Roberta Panizza, Bruno Mancini; collaborazione di Silvana Lazzarino – Il Sextante, 2017, inserita in catalogo dal

Sistema Bibliotecario di Milano – Milano (MI)

e dalla Biblioteca nazionale centrale – Roma (RM)

INFO: Egidio Incelli, Responsabile comunicazione ICCU
Telefono: 06 4921 0421 / 347 5537701
E-mail: egidio.incelli@beniculturali.it Skype: egidio.incelli

DILA

Premi Otto milioni

Bruno Mancini

Hits: 53

Papa Francesco e il ritratto di Maradona dell’artista Alex Caminiti

Il ritratto di Maradona dell’artista internazionale Alex Caminiti molto apprezzato da Papa Francesco in occasione dell’udienza arricchita dalla performance artistica: “Pace e Fratellanza tra Italia e Argentina”

Sua santità Papa Francesco ha posto una firma -segno indelebile- nell’opera  iconica di Alex CaminitiDiego Armando Maradona”. in occasione dell’Udienza Papale cui ha partecipato nei giorni scorsi l’artista di fama internazionale,   

Diego Armando Maradona di Alex Caminiti

Alex Camiti (nato a Messina nel 1977)  tra i più significativi esponenti dell’arte contemporanea a livello internazionale, attraverso dipinti, sculture, performance e video, guarda al bisogno dell’uomo di ritrovare sé stesso nella sua unicità e complessità, accogliendo non solo gioie e entusiasmi, ma anche dolori e preoccupazioni, abbracciando ogni aspetto di sé per arrivare a sentire a pieno la propria autenticità nel respiro infinito di quell’armonia dei contrari che appartiene ad ogni aspetto dell’universo.

La forza del segno che caratterizza la sua arte in particolare per la pittura e la scultura, partendo da un’idea diventa espressione visiva con cui definire il proprio sentire rispetto a quanto accade intorno entro una realtà umana e sociale imprigionata in regole e principi troppo rigidi lontane da quell’originario legame dove l’uomo era in armonia con sé e la natura.

I suoi segni e le stesure di colore, ma anche i tagli e gli squarci sulla materia restituiscono una visione dinamica e ironica dell’esistenza dove l’uomo cerca di recuperare un nuovo modo di osservare sé stesso e quanto intorno, compreso l’ambiente e la natura portando una ventata di fiducia in questo tempo di cambiamenti e possibilità.

Nell’incontro tra l’artista e il Papa si è creata una “performance inaspettata “, mentre l’artista mostrava al Papa il suo ritratto di Maradona il Pontefice ha firmato la tela per onorare il grande mito della Storia del Calcio.

Così l’artista Alex Caminiti vuole che l’opera “Diego Armando Maradona” firmata dal Pontefice diventi il Simbolo di Pace, Amore e Fratellanza tra il Popolo Argentino e il Popolo Italiano da sempre uniti e vicini, nello sport e nella vita.

Un’unione tra i due Paesi che si è intensificata e rinnovata attraverso l’elezione di Papa Francesco che è nato il 17 dicembre 1936 a Flores in Argentina con il nome di Jorge Mario Bergoglio figlio di emigranti piemontesi e che ha vissuto a Buenos Aires dove era Arcivescovo fino alla sua incoronazione Papale (avvenuta il 13 marzo 2013).

L’arte di Caminiti attraverso il costruirsi e decostruirsi delle forme, attraverso le pennellate veloci o i tagli inferti alla materia, sembra oltrepassare i limiti imposti da una realtà interiore e parallela dando voce a quel contesto onirico con cui far emergere una rappresentazione intensa e concreta della realtà di oggi. La sua arte vuole essere un po’ un grido di protesta e sfida al perbenismo e al narcisismo dilagante che si tramuta, spesso, in un eccesso quasi maniacale di iper-controllo,

Come non pensare ai quattro elementi che si riscontrano nella sua ricerca artistica quali energie di cui l’uomo dispone e che è chiamato ad accogliere e utilizzare a beneficio di tutta l’umanità?  Come non considerare questi elementi allo stesso modo di oggetti, frasi, materiali, lettere e metafore? Le parole dei versi, le frasi dei testi scritti da lui utilizzati, cosi come le performance e la gestualità del corpo sono un modo per essere ancor più dentro la realtà, la vita. Ma il suo sguardo è orientato a rintracciare le sue origini, dentro al suo essere e al ricordo della madre, rapporto e forma ideale e indissolubile.

opera di Alex Caminiti

Alex Caminiti ha esposto in numerose collettive e personali in Italia e all’estero, riscuotendo sempre riconoscimenti dalla critica.

Tra le varie partecipazioni ricordiamo quella alla Biennale del Fin del Mundo (Valparaiso – Cile 2015); Biennale di Curitiba (Brasile 2019) Percorsi dell’arte-arte contemporanea italiana verso il nuovo millennio ( Hanoi – Vietnam 2019). Selezionato dal Ministero degli Esteri per eventi espositivi negli Istituti Italiani di Cultura a Lima, Bogotà, Pechino, Tokyo, Copenaghen, Budapest, Losanna, Estoril, San Pietroburgo, Parigi e Toronto.

Nel 2015 crea la ‘Porta del Mare’ al Castello di Lipari ingresso del Museo Arte Contemporanea, con i maggiori artisti internazionali contemporanei Alberto Burri, Igor Mitoraj, Fabrizio Plessi, Mimmo Paladino, Renato Guttuso per citarne alcuni.

Il Maschio Angioino di Napoli ed il Castel dell’Ovo hanno fatto da cornice alle sue performance italiane. Nel 2019 è nominato Esperto per l’Arte Contemporanea del Comune di Messina. Alcune aziende come Ducati, Mercedes Smart creano alcune auto e moto attraverso dei lavori di Caminiti. Sue opere sono presenti in importanti collezioni pubbliche e private in Italia, Dubai, Estoril, Parigi, Oslo, Ginevra, New York, Miami, Shenzhen, Curitiba.

.Silvana Lazzarino

Alex Caminiti in udienza da Papa Francesco

e la performance artistica: “Pace e Fratellanza tra Italia e Argentina”

ALTRI ARTICOLI DI SILVANA LAZARINO 

PUBBLICATI SU EMMEGIISCHIA

https://www.emmegiischia.com/wordpress/fosforo-portatore-di-luce-mostra-al-museo-di-chimica/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/daniele-da-volterra-alla-galleria-corsini/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/il-dispari-2017-02-06/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/maestro-andrea-trisciuzzi-scultura-pittura/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/la-seduzione-dellimmagine-silvana-lazzarino/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/valerio-adami-in-mostra-in-tre-sedi-a-roma/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/arte-in-memoria/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/92389-2/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/ricordare-le-vittime-della-shoah-memorie-dinciampo/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/dispari-2017-01-09/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/escher-in-mostra-a-milano/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/virginia-vandini-e-il-valore-del-femminile/

 https://www.emmegiischia.com/wordpress/dispari-2017-01-02/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/la-madonna-della-misericordia-esposta-a-milano-palazzo-marino/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/alberto-burri-e-la-rivoluzione-nellarte/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/arte-visiva-narrativa-mostra-roma/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/lisa-bernardini-tra-i-premiati-al-fontane-di-roma/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/giovanni-prini-leleganza-dei-sentimenti/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/s/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/le-fotografie-di-gloria-pasotti-a-san-gimignano/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/dispari-2016-12-19/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/garibaldi-un-volume-ripercorre-la-sua-storia/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/le-carte-da-gioco-dipinte-in-mostra/

 

Hits: 64

Chieste pubbliche ed inequivocabili scuse alle Poste Italiane

Chieste pubbliche ed inequivocabili scuse alle Poste Italiane

Spett. Postepay
Poste Italiane S.p.A.
Sede Legale Viale Europa 190 – 00144 Roma
all’attenzione del Sig. Bonasoli
e
all’attenzione del Responsabile
Gestione Reclamo finanziari
firma illeggibile

e p.c.
Avv. Alessandro Gambardella
Studio Fiscale S.E.R.A.D.A. alla c.a. di Salvatore Mazzella
Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato – Piazza Giuseppe Verdi 6/A – 00198 Roma
Altroconsumo Edizioni Srl – Via Valassina, 22 – 20159 Milano
Striscia la Notizia – Via Cinelandia 5 – 20093 – Cologno Monzese – Mi
Testata giornalistica IL DISPARI – Via Michele Mazzella, 202 – 80077 Ischia (Na)
Casa Editrice IL SEXTANTE di Mariapia Ciaghi – Via Calvet 14 – 38086 Pinzolo
Associazione DILA Via Gemito 27 – 80077 Ischia (NA)
Webmaster www.emmegiischia.com
Agenzie di stampa italiane
Social: fb – twitter – linkedin – istagram – whatsApp
A tutti i miei contatti

Buongiorno Poste Italiane S.p.A.

con la pec Prot. PB-211009071 – Roma 19/10/2021 (che riproduco in allegato) a nome di Postepay mi avete comunicato la riattivazione della mia carta prepagata postepay n. 4023601015968557 scadenza 04/27 emessa come rinnovo della postepay n. 4023600925626386 scadenza 06/21 (entrambe a me intestate) bloccata, rendendomi impossibile l’accesso alla somma ivi depositata, in una data antecedente al 2 luglio 2021, senza preavviso, senza una comunicazione e senza una spiegazione.

Nella suddetta Vs. pec mi informate che “Solo recentemente la scrivente si è dotata di presidi che bloccano l’apertura di qualsiasi rapporto a sportello a soggetti falliti o in costanza di fallimento, segnalati dalla visura camerale: questo è il motivo perché non è stato possibile procedere al rinnovo della carta stessa.” evitando di darmi atto della grave arbitrarietà commessa con il blocco, ed automatica appropriazione, della somma depositata sulla suddetta postepay.

Infatti, altro è la, forse legittima, decisione aziendale di non voler intrattenere rapporti commerciali e/o finanziari con soggetti inscritti in particolari registri tipo CC.II.AA o Almanacco delle Giovani Marmotte, ed altro è bloccare, con automatica appropriazione, una somma depositata su una carta prepagata, rendendo impossibile l’accesso alla somma ivi depositata SENZA il benché minimo legittimo atto giudiziario che ne consenta l’attuazione.

Restano comunque prive di risposte le mie domande:

1) Chi è il gestore del “sistema” indicato da P.I. come responsabile del blocco della mia postepay?
2) Per quale motivo il blocco è intervenuto molti anni dopo l’attivazione della carta?
3) Cosa intende P.I. per blocco cautelare?
4) In che modo P.I. ha utilizzato i fondi bloccati?
5) Quali attività di riscontro P.I. ha attivato per ricevere conferma della correttezza del blocco, anche dopo le mie due segnalazioni?
6) P.I. ha effettuato qualche controllo per accertarsi che la somma bloccata non fosse riconducibile ad una pensione sociale addirittura non pignorabile?
7) In quale modo P.I. ha comunicato alla Autorità Giudiziaria l’avvenuto blocco e la relativa disponibilità della somma?
8) P.I. ha informato il Curatore dell’avvenuto blocco e della relativa disponibilità della somma?
9) In che modo è stata rispettata la privacy?
10) Sono giustificabili tali iniziative in relazione a fatti avvenuti oltre 34 anni fa?
11) Quale copertura di legittimità può riscontrarsi nell’appropriazione di somme di denaro affidate ad un’Azienda privata, come lo è Poste Italiane S.p.A., senza che essa disponga di alcun atto giudiziario che ne autorizzi il prelievo?
12) Manca qualcosa per accusare P.I. di appropriazione indebita?
13) Ecc.

In conclusione la Vostra Azienda ha effettuato una grave azione lesiva della mia reputazione nonché penalizzante il corretto utilizzo dei miei soldi, e, pertanto, Vi chiedo pubbliche ed inequivocabili scuse, a stretto giro di posta al fine di interrompere le ulteriori azioni, anche giudiziarie, che ho intenzione di avviare nei Vostri confronti.

Tanto Vi dovevo.
Distinti saluti
Bruno Mancini

P.S. Vi ringrazio per il gratuito consiglio (di recarmi presso la CC.II.AA. territorialmente competente per aggiornare la mia posizione) che, tuttavia, non metterò in atto ritenendolo dagli effetti inutili e praticamente superfluo in considerazione della mia età, della indubbia stima che ricevo ovunque con o senza modifiche iscrizioni CC.II.AA o Almanacco delle Giovani Marmotte, e della mia non più operante attività commerciale e/o industriale.

Ischia 21 ottobre 2021

Allegato pec Prot. PB-211009071

PB-211009071_MANCINI_BRUNO_firmato

Postepay

Mancini Bruno

DILAISCHIA@PEC.IT

Roma 19/10/2021

Prot. PB-211009071

OGGETTO: fallimento MANCINI BRUNO

Gentile Cliente,

in riferimento alla Sua segnalazione, Le comunichiamo che la carta è stata sbloccata a seguito della sentenza di revoca del fallimento.

Si rammenta che il blocco lamentato è imputabile al fallimento della omonima società.

Solo recentemente la scrivente si è dotata di presidi che bloccano l’apertura di qualsiasi rapporto a sportello a soggetti falliti o in costanza di fallimento, segnalati dalla visura camerale: questo è il motivo perché non è stato possibile procedere al rinnovo della carta stessa.

Pertanto, poiché il fallimento, nonostante la sentenza di revoca del fallimento da Lei presentata, è ancora segnalato dalla visura camerale storica, Le consigliamo di recarsi presso la CC.II.AA. territorialmente competente per aggiornare la Sua posizione.

L’occasione è gradita per porgere distinti saluti.

Gestione Reclami finanziari

Il Responsabile

firma illeggibile

Il giorno 21/10/2021 alle ore 01:07:58 (+0200) il messaggio
“Vs. pec Prot. PB-211009071” proveniente da “dilaischia@pec.it”
ed indirizzato a “protocollo.agcm@pec.agcm.it”
è stato consegnato nella casella di destinazione.
Identificativo messaggio: opec296.20211021010757.13357.537.1.66@pec.aruba.it

Ricevuta di avvenuta consegna
Il giorno 21/10/2021 alle ore 01:07:58 (+0200) il messaggio
“Vs. pec Prot. PB-211009071” proveniente da “dilaischia@pec.it”
ed indirizzato a “reclami.postepay@pec.posteitaliane.it”
è stato consegnato nella casella di destinazione.
Identificativo messaggio: opec296.20211021010757.13357.537.1.66@pec.aruba.it

Ricevuta di accettazione
________________________________________

Il giorno 21/10/2021 alle ore 01:07:57 (+0200) il messaggio
“Vs. pec Prot. PB-211009071” proveniente da “dilaischia@pec.it”
ed indirizzato a:
dila@emmegiischia.com (“posta ordinaria”) avvocato.a.gambardella@gmail.com (“posta ordinaria”) emmegiischia@gmail.com (“posta ordinaria”) redazione@ildispari.it (“posta ordinaria”) info@ilsextante.net (“posta ordinaria”) gabibbo@mediaset.it (“posta ordinaria”) protocollo.agcm@pec.agcm.it (“posta certificata”) Reclami.postepay@pec.posteitaliane.it (“posta certificata”) servizio.clienti@posteitaliane.it (“posta ordinaria”)

Il messaggio è stato accettato dal sistema ed inoltrato.

Atti precedenti della vicenda

Bloccata la Postepay per un fallimento risalente al 1987

Poste italiane blocca postepay

PEC POSTEPAY RICHIESTA RIMBORSO

Il Dispari 20210913 – Redazione culturale DILAPEC

POSTEPAY RICHIESTA RIMBORSO

Attenzione PT Poste Italiane blocca postepay con credito

Poste italiane PT – Raccomandata ricevuta ritorno

Hits: 450