Luciano Somma

Benvenuti

LUCIANO SOMMA  nato a Napoli il 18 Marzo 1940. Ha iniziato a scrivere poesia all’età di 13 anni. Centinaia i premi ottenuti, numerosissimi primi premi assoluti, per due volte ha conseguito la medaglia d’argento del Presidente della Repubblica. Inserito in moltissime antologie, anche scolastiche, e nella prestigiosa NATI PER LA VITA stampata in Russia dall’edizione Raduca di Mosca dove figurano firme come Quasimodo, Pasolini, Saba, Bevilacqua, De Filippo.

Pubblica, ed ha pubblicato, sui periodici e sui quotidiani più importanti d’Italia, oltre 150 testate giornalistiche hanno ospitato sui articoli o suoi versi. Ha pubblicato anche qualche breve racconto. Dal Mattino di Napoli alla Nazione di Firenze, da Men a Topolino, Intimità, Il Roma, Frate Indovino, La Disfida, Il Pungolo Verde, L’Eco del Popolo, il Club Degli Autori, Brontolo, Miscellanea , Cronaca Filatelica.

Paroliere iscritto alla S.I.A.E. dal 1967 ha all’attivo oltre 2000 canzoni edite o incise. Attualmente è direttore artistico della casa editrice e discografica AGOS di Rocco Todeschini- Vignola(Modena)e del TEAM PROJECT RADIO ANTORVA di Madrid(Espana)ed è anche talent scout.

Orfano di padre a 14 anni, compiuti studi irregolari, anche se nel 1987 gli fu conferita la LAUREA Honoris Causa in lettere e filosofia per chiari meriti letterari.

Nel 1956 e 1958 è in Francia dove vivevano alcuni zii, fratelli della madre, per cercare lavoro ma poi dopo poco tempo rientra in Italia ed inizia a lavorare come rappresentante di Ricambi ed utensileria per auto nel 1957.

Si fidanza con l’attuale moglie nel 1960 sposandosi nel 1963, ha due figli Sergio e Stefano, oggi di 46 e 44 anni e tre nipoti Luciano Junior di 21, Cristina di 16 ed Andrea di 12.

Nel 1962(a 22 anni) è direttore responsabile di TRIBUNA ARTISTICA, iscritto all’albo dei giornalisti nell’elenco speciale, i primi suoi versi risalgono al 1953 e le prime canzoni al 1956. Si iscrive alla SIAE nel 1967 come autore della parte letteraria (paroliere) estendendo la qualifica di compositore nel 2004.

Svolge dal 1957, appunto, l’attività di rappresentante di componenti per auto, girando anche per un certo periodo oltre che in Campania, Puglia, Calabria, Sicilia, Molise. Nel 1985 l’affianca nel lavoro il figlio Stefano, che attualmente non solo ha ereditato le sue ditte ma ha estesa l’attività. Luciano va in pensionamento nel 2000 e si dedica con maggiore frequenza alla pubblicazione di diversi libri di poesie, ed uno di racconti brevi, più una frenetica attività, che svolge tuttora, come autore di centinaia di canzoni di vario genere.

E’ presente in un numero ormai imprecisato di siti, il motore di ricerca Google e similari presenta il suo nome un po’ in tutti i siti letterari che contano. Diversi giornali e periodici hanno parlato di lui come del poeta più presente on line.

Dal 1976 al 1990 ha condotto rubriche di poesie e canzoni in diverse emittenti private e Televisive, riscuotendo sempre ottimi consensi con centinaia di telefonate in diretta nelle varie trasmissioni. Per un paio di anni ha collaborato, con rubriche varie, con Tele5 Napoli.

Nel 1984 è stato coordinatore per il tempo libero, per la regione Campania.

Ha partecipato, e partecipa, in veste di giurato, a moltissimi concorsi di poesia e narrativa.

ll suo nome figura, tra l’altro, in antologie come: ” DIZIONARIO STORICO DEI POETI ITALIANI” – POETICA NAPOLETANA DEL NOVECENTO- LA POESIA A NAPOLI – NATALE NAPULITANO- Presente dal primo anno nell’AGENDA DEI POETI delle Edizioni OTMA di Milano.

Nell’ottobre del 2005 è stato ospite in Televisione nazionale, secondo canale, nella rubrica NON E’ MAI TROPPO TARDI dove ha spiegato come è approdato in internet ed i numerosi vantaggi derivati dalla sua frequenza on line.

Dal  2007 fa parte  del gruppo di Pionieri che si riconoscono  nel progetto culturale “La nostra isola” ideato da Bruno Mancini e che ha in Roberta Panizza la Direttrice Artistica. Con tale partecipazione ha dato lustro alle tre antologie poetiche fino ad ora pubblicate.

Tali antologie di poesie di  autori italiani e stranieri “Ischia, un’isola di  poesia”, “Ischia, un’isola d’amore”  “Ischia, un’isola di…” hanno ottenuto innumerevoli favorevoli recensioni giornalistiche, sono state oggetto di  numerose trasmissioni televisive e sono  entrate a far parte del patrimonio librario messo a disposizione dei lettori dalla Biblioteca Comunale Antoniana di ischia Porto.

Il  MITO Arnoldo Foà ne ha lette alcune poesie ed ha posto il suo autografo su diverse copie.

Una meravigliosa lettura dei versi di  Luciano Somma proposti nell’antologia “Ischia, un’isola di…” è stata effettuata da Antonio Mencarini durante le sette serate di letture organizzate da Bruno Mancini e presentate nel salone dei congressi dell’Hotel Miramare e Castello di Ischia nel luglio del 2010.

Sempre nel 2010 è stato più volte Presidente della Giuria del  premio di poesia indetto dal sito di scrittura www.poesiaedintorni.it in partecipazione con il quotidiano “Il Golfo”.

E’ anche direttore artistico di Italian Way Music di Cusano Milanino, Strings Record di Forlì- Agos Music di Vignola.

La poesia ‘O BBENE ‘E NU CANE di LUCIANO SOMMA, scritta negli anni 70, viene riproposta da CATELLO TROCCIOLA che l’ha declamata con grande carica emotiva.

Se gradita si chiede di commentarla, grazie.

DILA

NUSIV

VIRUSISCHIA

Hits: 25