EUTANASIA

Benvenuti

Pubblicità
crossorigin="anonymous">

EUTANASIA

Bruno Mancini

Poesie

Segni tutte le poesie

SEGNI

L’ASPRA VICISSITUDINE

I TUOI OCCHI

IO ERO UNA BESTIA RARA

SOCCHIUDIAMO LE PORTE

LA ZINGARA PARLA

TRE QUASI POESIE PER IGNAZIO

TEATRO

DISSERTAZIONI

SONETTO NOTTURNO

UN’OMBRA

LA NOTTE È FINITA

SCOPRIRONO

EUTANASIA

 
Notte, giorno
notte, giorno
e via ancora
complicità di cambi
forma ermafrodita
due solitudini.
 
Io dormo tu vivi
io dormo tu vivi
languori, stasi, fughe, arresti.
 
“Brulichio di cento palline
buttate a caso insieme
per terra.
(Come fai a parlarmi)”
Parlano a tratti più occhi che bocche.
 
Per ora è notte,
ho sciolto
nei tuoi sogni solari
emozioni di sfide cieche,
 
fino al limite
oltre il pudico
senza più dubbi.
 
“Io ero una bestia rara.”
Ricordo il senso
non cerco confronti
mi mancano regole.
 
Vogliamo nostri colori separati
creiamo nodi con paglie
spingiamo ruote quadrate.
 
Lascio la pila accesa
per farti guardare
sbrigati
mi preme un dubbio di fine.

Jeanfilip

TEMPO

EQUIVOCO

POVERO AMORE MIO

SPIGOLO

UNA STORIA DI TROPPO

L’INGANNO DI IGNAZIO

Visits: 32

DILA

Premi Otto milioni

Bruno Mancini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *