FORSE

Benvenuti

FORSE

FORSE

NESSUNO FACCIA UN PASSO AVANTI

LETTERA A MIO FIGLIO

DOMANI ALL’ALBA

E VAI COI NOSTRI

SOPIVO

MOVENDOTI COSÌ

COME IL FINALE DI UN LIBRO GIALLO STAMPATO IN COPERTINA

FORSE

Lo specchio riflette
(io pure)
– forse sono le tre di giovedì notte-
il pendolo ondeggiante
(io pure)
– forse mi scolo un’altra bottiglia –
nella gabbia
(io pure)
– forse penso alla negretta –
fissata
(io pure)
– forse agli anelli sul corpo
e la lingua che batte veloce-
come un calendario
(io pure)
– forse strabuzza gli occhi
forse mi sfida
forse stordisce -.

°———°———°———

Il girasole cerca
(io pure)
– forse sono le quattro di venerdì notte-
un punto lontano
(io pure)
– forse accendo il televisore –
che nasce e che muore
(io pure)
– forse vedo la cicciotta –
tra i giorni e le notti
(io pure)
– forse le pagnottelle di carne liscia
e la lingua che muove in circolo –
come il sole
(io pure)
– forse strabuzza gli occhi
forse mi sfotte
forse starnazza -.

°———°———°———

Il polpo ombroso
(io pure)
– forse sono le due di sabato notte-
s’intana
(io pure)
– forse suono ad un citofono –
mimetico
(io pure)
– forse è ancora una pulzella
con la lingua che batte il tempo –
come fantasma
(io pure)
– forse strabuzza gli occhi
forse mi strazia
forse stramazza -.

°———°———°———

Forse è lunedì e sono le due di notte
ed apro un libo.
Leggo.

PER UNA VITA GIÀ USATA

JUST

MI PRESENTO

LA CENA DELLA VIGILIA

ADESSO MUSICA!

Incarto caramelle di uva passita

POESIE

Bruno Mancini

Hits: 32

DILA

Premi Otto milioni

Bruno Mancini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *