Il Dispari 20190624 – Redazione culturale

Benvenuti

Il Dispari 20190624 – Redazione culturale

Il Dispari 20190624

Il Dispari 20190624 – Redazione culturale

Gennaro Savio:

DILA e la tre giorni alla Biblioteca Antoniana di Ischia: vince la bellezza!

Nei giorni scorsi, L’Associazione culturale “Da Ischia L’Arte – DILA”, presieduta da Bruno Mancini, ha presentato nella Biblioteca comunale Antoniana della Città di Ischia tre interessantissime serate d’incontri culturali inserite nel programma “Il Maggio dei libri” organizzato dall’Antoniana con il patrocinio del Comune di Ischia.

Gli eventi hanno visto la partecipazione d’importanti esponenti dell’Arte e della Cultura di livello internazionale.

Nella tre giorni di conferenze e dibattiti sono state anche esposte opere pittoriche di Patrizia Canola, della pittrice e poetessa lettone Liga Sarah Lapinska e di Gianfranco Cilento, oltre ad essere stati presentati lavori editoriali del giornalista scrittore Alberto Liguoro, della Direttrice della Biblioteca Antoniana Lucia Annicelli e della Direttrice della Biblioteca Casanatense di Roma Lucia Marchi.

Inoltre, sono stati proiettati video musicali della tradizione algerina, e sono stati esposti ed indossati da Magda abiti tradizionali di varie etnie del nord Africa.

Ma non è tutto, infatti è stata eseguita, in anteprima assoluta, la versione audio visiva dei primi otto minuti della sinfonia “Ischia” scritta per DILA dal Maestro Roberto Prandin ed è stato proiettato il promo “Resa dei conti” di Andrés Pociña (Professore emerito dell’Università di Granada, di cui è stato Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia) realizzato nella villa dello scultore scenografo Mario Ceroli, a cura di Corrado Veneziano e con i contributi degli attori Francesca De Santis, Gennaro Momo, Gabriele Tuccimei, Margherita Vicario.

Infine, dall’attore Gennaro Momo, dalla poetessa Clementina Petroni e dal conduttore televisivo Dylan sono state lette poesie di vari Autori pubblicate nelle antologie della serie “Otto milioni” presentante nelle ultime quattro edizioni del Bookcity di Milano organizzate dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano.

Il Dispari 20190624 – Redazione culturale

Lucia Marchi, poetessa e Direttrice della Biblioteca Casanatense di Roma ha, tra l’altro, presentato il suo ultimo libro dal titolo “Granelli di sabbia”: ”È un libro di poesie d’amore, d’incanto e disincanto, perché nella vita esiste l’incanto ma esiste anche il disincanto, ma il disincanto serve per riprodurre un altro incanto. L’incanto dell’isola d’Ischia sicuramente produce un connubio per tornare a rivivere l’incanto e tornare a Ischia più spesso.”

L’editoria deve uscire dagli scaffali per promuovere la lettura tra la gente, così come è avvenuto nella tre giorni organizzata da DILA, ha dichiarato Mariapia Ciaghi titolare della Casa editrice Il Sextante e Direttrice della rivista trimestrale Eudonna: “Ritengo fondamentale un’editoria che si basa sulla dinamicità in grado di uscire dagli scaffali, di parlare tra la gente, di promuovere la lettura di testi come è stato fatto esattamente in queste tre giornate alla Biblioteca Antoniana.“

Il Dispari 20190624 – Redazione culturale

Dalila Boukhalfa, professoressa algerina, Presidente della Sede operativa DILA nella città di Blida ci ha parlato di un evento culturale che prossimamente si terrà a Milano: “Stiamo preparando un evento culturale che si terrà a Milano nel Bookcity Milano 2019.
Il titolo è una novità in quanto per la prima volta rappresenteremo l’Africa nel Bookcity Milano 2019.
Il progetto è tutto culturale e porteremo con noi Artisti e tanti scrittori pittori algerini.”

Il Dispari 20190624 – Redazione culturale

Dylan, conduttore radiofonico e docente di dizione e comunicazione, si è detto entusiasta per aver preso parte all’incontro organizzato da DILA nell’incantevole isola d’Ischia. “Mi ha fatto molto piacere partecipare a questa edizione che si inserisce nel Maggio dei libri, questa fantastica manifestazione nazionale.
Qui ad Ischia lo scenario naturale, tra l’altro, è suggestivo, bello e veramente senza parole.
Di sicuro continuerò a collaborare con questa associazione, con Bruno e con la cultura in genere.”

Il Dispari 20190624 – Redazione culturale

Gli incontri promossi da DILA hanno dato la possibilità alla Biblioteca Antoniana di relazionarsi con la cultura anche a livello internazionale come ci ha spiegato la Direttrice Lucia Annicelli: “La Biblioteca Antoniana ha avuta l’occasione di poter dialogare con due figure fondamentali del mondo culturale italiano.
Parliamo della Direttrice della Biblioteca Casanatense, Lucia Marchi che, in qualche modo, si è relazionata con me anche relativamente a quello che è lo sviluppo di una Biblioteca comunale come è la Biblioteca Antoniana.
Abbiamo avuto occasione di confronto anche relativamente all’andamento della Biblioteca e ai progetti che stiamo portando avanti e sono convinta che rappresenterà il primo step per una serie di occasioni successive che ci vedranno coinvolte in un’ottima occasione di condivisione nel tempo.
Al contempo, però, ho avuta l’occasione, grazie all’operazione ampiamente avviata da Bruno Mancini, di poter incontrare anche Mariapia Ciaghi, un’editrice indipendente.
Avevo avuto già occasione, perché lei aveva pubblicato un proprio articolo su Eudonna relativamente alla scoperta del codice massonico qui alla Biblioteca Antoniana, ma devo dire che è stato in incontro che mi ha permesso di entrare nel merito di quella che è un’attività culturale che lei segue in prima persona.”

Il Dispari 20190624 – Redazione culturale

“Unica nota negativa” ha detto Bruno Mancini “è stata la totale ed assoluta mancanza di qualsiasi presenza delle istituzioni amministrative dell’intera isola d’Ischia.
Nessuno dei sei Sindaci e nessuno delle numerose decine di consiglieri comunali ha inteso porgere neppure il minimo segno di adesione ad un’iniziativa che, questo va detto in maniera forte e chiara, non ha MAI ricevuto neppure un solo euro di contributo pubblico.”

Il Dispari 20190624 – Redazione culturale

In conclusione, si può dire che l’importante manifestazione culturale, durata ben tre giorni, è stata ottimamente curata da DILA presieduta da Bruno Mancini che con passione, porta avanti le attività di questa associazione a livello internazionale perché questa associazione ha vari punti di riferimento in vari Paesi africani, europei e in altri continenti.

Anche la Biblioteca Antoniana svolge un’attività culturale d’iniziative continue, quindi invito i cittadini dell’isola a visitare questa importante Biblioteca e a prendere parte alle iniziative che si svolgono al suo interno.

Gennaro Savio

Il Dispari 20190624 – Redazione culturale

Il Dispari 20190624 – Redazione culturale

Il Dispari 20190624 – Redazione culturale

Il Dispari 20190624 – Redazione culturale

Il Dispari 20190624 – Redazione culturale

Il Dispari 20190624 – Redazione culturale

Il Dispari 20190624 – Redazione culturale

Magda e Dalila Boukhalfa

Il Dispari 20190624 – Redazione culturale

Il Dispari 20190624 – Redazione culturale

Lucia Annicelli Gaetano Di Meglio Lucia Marchi Gennaro Momo

Il Dispari 20190624 – Redazione culturale

Il Dispari 20190624 – Redazione culturale

Liga Sarah Lapinska

Il Dispari 20190624 – Redazione culturale

Il Dispari 20190624 – Redazione culturale

Magda

Il Dispari 20190624 – Redazione culturale

Il Dispari 20190617

Premio Magna Grecia Latina New York & DILA

La cerimonia di premiazione si è tenuta il 2 giugno 2019 presso la sala conferenze del Museo della Terra Pontina a Latina

Questo Premio, organizzato e presieduto da Milena Petrarca Presidente DILA per la Regione Campania, oltre ad avere un’importanza ed una risonanza internazionale (con l’attribuzione di riconoscimenti speciali a grandi personalità del mondo dell’Arte, della Moda, del Cinema, dello Spettacolo, del Teatro, della Poesia, della Musica, della Medicina, delle Scienze e del Sociale), è caratterizzato dal coinvolgimento di diverse scuole elementari, del territorio pontino che, durante l’anno scolastico con saggi, spettacoli e concorsi, si distinguono nel campo storico, pittorico, poetico, musicale, sportivo e teatrale.

L’edizione del 2019 è stata dedicata alla memoria della professoressa Maria Panetty Petrarca, grande drammaturga di Pozzuoli, scopritrice di numerosi talenti come Sofia Loren, Gennaro Cannavacciuolo, Vincenzo Salemme e tanti altri di fama internazionale.

Vi è stata esposta una mostra, di Milena Petrarca composta da trenta dipinti raffiguranti paesaggi napoletani, attori internazionali e donne a contatto con la natura (una tematica tanto cara a questa artista).

La giovane pittrice Alessia Gaveglia ha ricevuto, dalla nostra Associazione culturale “Da Ischia L’Arte – DILA”, il Premio “Otto Milioni”.

Quattro suoi dipinti iperrealistici sono stati esposti insieme ad una mostra di 34 opere realizzate dal “Corso di Pittura” degli allievi della scuola elementare G. Rodari di Latina. Corso che la Petrarca organizza e gestisce da tantissimi anni allo scopo di sensibilizzare i bambini all’Arte in generale e alla Pittura in particolare.

Ecco i nomi di tutti i Premiati:

1) Drammaturgo Mario Fratti di New York City – PREMIO TEATRO

2) Club per L’UNESCO di LATINA – PREMIO AMBIENTE E TERRITORIO

3) Dott. Andrea Del Buono di Caserta (Terra dei fuochi) – PREMIO MEDICINA E SCIENZE APPLICATE; RICONOSCIMENTO SPECIALE PER LA RICERCA ECOSOSTENIBILE: progetto per la bonifica del territorio, in difesa dell’uomo dai metalli pesanti.

4) Dott.ssa Giuliana Sorà di Caserta (Terra dei fuochi): Associazione ANIEP Regine Campania diritti per i disabili, Sostenitrice anche del progetto per la bonifica della terra dei fuochi – PREMIO SOLIDARIETA’ ECOLOGIA AMBIENTE

5) Dott. Giancarlo Stazi, Primario di Cardiologia dell’Ospedale Annunziatella di Roma – PREMIO MEDICINA PER DIAGNOSTICA CARDIOLOGICA

6) Dott.ssa Paola Fioravanti, Direttore responsabile del centro di salute mentale della ASL di Latina – PREMIO SOLIDARIETÀ PER IL SOCIALE

7) Cecilia Salaices, Presidente DILA sede Nazione Messico – PREMIO ARTE E CULTURA PER LA PROMOZIONE DELLE TRADIZIONI INTERNAZIONALI E PER LA DIFFUSIONE DELLA PACE TRA I POPOLI DI TUTTO IL MONDO

8) Poetessa Giuliana Carolina Montesanti – PREMIO POESIA

9) Regista Felice Maria Corticchia – PREMIO SPETTACOLO CINEMA TEATRO.

10) Artista Ermelinda Ponticiello – PREMIO ARTE PITTURA

11) Dott.ssa Paola Iotti – PREMIO ARTE E PROMOZIONE CULTURA ARTISTICA

12) Duo Pianistico Maria e Francesca Musti – PREMIO MUSICA

13) Artista Alessia Gaveglia – PREMIO OTTO MILIONI PITTURA IPERREALISTICA FIGURATIVA

14) Dott.ssa Manuela Ranaldi – PREMIO CULTURA STORICA

15) Atleta Sabrina Santamaria – PREMIO SPORT

16) 34 Allievi scuola elementare G. Rodari, scuola elementare I.C. Emma Castelnuovo e scuola di canto di Paola Repele – PREMIO GIOVANISSIMI PITTURA CANTO SPORT MUSICA DANZA.

Milena Petrarca, durante la premiazione ha attribuito premi particolari a giovani emergenti, privilegiando la provincia pontina e le personalità del mondo della Cultura e dell’Arte.

Simbolicamente l’anima

La parola anima evoca una potenza invisibile: esistenza distinta, parte di un essere umano vivente o semplice fenomeno vitale, materiale o non, morente o eterno, principio della vita, dell’organizzazione, dell’azione, con l’eccezione di qualche comparsa fugace vista o non, che si manifesta soltanto attraverso i suoi misteri.

Noi li chiamiamo spiriti o fantasmi.

Hanno comunque un centro energetico.
Queste attitudini hanno determinato diverse teorie in antropologia, etica e religione.

Le rappresentazioni simboliche dell’anima sono multiple quanto le loro attribuzioni.

Mi soffermo alla fede cinese antica, che afferma che l’anima è doppia e composta da due principi: Gul e Shen.

Gul è l’anima che sta appesa maggiormente, colei che soddisfa i desideri dell’essere umano e resta accanto alla tomba o vaga nei luoghi familiari.

Shen è il genio, la parte divina dell’uomo.

Nel quarto secolo avanti Cristo, questo dualismo popolare ha incontrato il grande dualismo cosmogonico ufficiale basato sui principi terrestri e femminili, Yin, e quello maschile e celeste, Yang.

Secondo i greci del tempo della Iliade, l’anima, psyche, come nel latino, etimologicamente, anima significa soffio.

La filosofia ha spezzato il cordone ombelicale, facendo cernita nel ruolo che l’anima può avere.

Per Pitagora, la psiche corrispondeva alla forza vitale.
Platone riconosce l’anima soltanto attraverso la parte umana con le sue facoltà intellettuali.

Aristotele scarta la teoria di Platone e mette in mezzo Dio.

Le teorie e le conoscenze divulgate sull’anima sono talmente diverse e furono rappresentate nelle opere d’arte, leggende, immagini tradizionali attraverso i secoli e ci sarà sempre qualcosa da scoprire.

Adriana Iftimie Ceroli

TWITTERONE

1) L’Associazione culturale “Da Ischia L’Arte – DILA”, come avevamo anticipato su queste colonne, ha perfezionato l’apertura di una Sede operativa in Messico e precisamente all’indirizzo: Associazione culturale “Da Ischia L’Arte – DILA c/o Cecilia Salaices – Calle: S-6 #517 Col. Metroplex, Apodaca N,L – Cp. 66600 – México.

Affidata alla Presidenza di Cecilia Salaices, alle Vicepresidenze di Angela Maria Tiberi e di Milena Petrarca, alla Direzione Artistica di Milena Petrarca, la Sede messicana si adopererà affinché venga dato risalto (non solo in Italia e in Messico ma anche in tutte le altre nazioni dove DILA è presente con suoi ambasciatori) agli Artisti, alle Associazioni e tutti coloro che manifestino l’intenzione di proporre se stessi e/o le loro opere in prodotti editoriali e in eventi che evidenzino, con forza e con chiarezza, principi di amicizia e di collaborazione tra le comunità artistiche, culturali e sociali dell’Italia e del Messico.

2) Alcuni settori di DILA sono attualmente impegnati nella definizione dell’apertura di una nuova Sede operativa in Gran Bretagna. Salvo imprevisti tale progetto sarà realizzato già prima della fine dell’estate.

3) Da Ischia L’Arte – DILA sarà tra i principali collaboratori di Vincenzo Caccamo (Presidente dell’Associazione Nuovo Cenacolo della Poesia) per l’organizzazione e la realizzazione della kermesse “Incontriamoci ad Aprilia” che si svolgerà il prossimo 7 luglio presso la biblioteca Manzù di Aprilia. Di questo evento vi relazioneremo con dovizia di particolari in una delle prossime settimane.

Il Dispari 20190610 – Redazione culturale

Il Dispari 20190610

CECILIA SALAICES: prossima apertura di una sede operativa DILA in Messico

Cecilia Salaices, nata in Messico a Miquel Auza Zacatecas, dal 1995 vive a Roma.
Ambasciatrice popolare messicana, nuova collaboratrice di DILA e di questo quotidiano, ci porta la cultura e la bellezza della sua nazione, mentre, in queste ore, è già impegnata ad attivare una Sede operativa DILA in Messico.

La cultura messicana merita diffusione internazionale, valorizzandone la gastronomia e la spiritualità, ricordando al pubblico personaggi illustri, così come è avvenuto nel progetto “Frida Kahlo”, attraverso cui è stata raccontata la vita di Frida Kahlo, immortalandola con le opere di Milena Petrarca e Flora Rucco esposte alla Fiera di Roma e, successivamente, nella chiesa di San Michele Arcangelo in Sermoneta durante i due incontri del 12 e del 19 maggio, “DILA e Risorse Territoriali collaborano per la Pace”, organizzati dall’Associazione culturale “Da Ischia L’Arte – DILA” nel programma del Maggio sermonetano.

Cecilia Salaices si è a lungo impegnata nel far conoscere, durante eventi italiani organizzati da lei come la “Fiera di Roma” e nel nostro “Maggio sermonetano”, le tradizioni, la cultura gli Artisti e le opere messicane.

Con Cecilia abbiamo già raggiunto l’intesa della sua diretta partecipazione agli eventi DILA che saranno inseriti nel programma Bookcity #BCM19.

Cecilia Salaices nell’ultimo decennio ha fatto conoscere ai suoi amici italiani la cultura e le tradizioni messicane e, contemporaneamente, ha diffuso nel Messico le nostre attività in campo artistico e culturale.

Ora, la nostra nuova amica presenterà tutto ciò collaborando in maniera organica con la nostra amata associazione internazionale DILA, anche attraverso l’attivazione di una sede operativa DILA – Nazione Messico – della quale assumerà l’incarico di Presidente coadiuvata dalla sottoscritta nel ruolo di Vicepresidente e da Milena Petrarca, già Presidente dell’Associazione Internazionale Magna Grecia Latina New York, nelle funzioni di Direttrice Artistica.

ANGELA MARIA TIBERI
PRESIDENTE DELEGATA DILA NELLA REGIONE LAZIO

Il Dispari 20190610 – Redazione culturaleIl Dispari 20190610 – Redazione culturale

“Promo uno” di Bruno Mancini – Ottava puntata.

Continuiamo a pubblicare, in anteprima e in ordine alfabetico, tutte le poesie inserite in “Promo uno” che è un’antologia composta da 52 poemi tratti da tutte le raccolte edite da Bruno Mancini: Davanti al tempo (1964); Agli angoli degli occhi (1966); Segni (1988); Sasquatch (2000); La sagra del peccato (2006); Incarto caramelle di uva passita (2007); Non rubate la mia vita (2008); Io fui mortale (2010); La mia vita mai vissuta (2013); Non sono un principe (2014).

Dalla raccolta “Davanti al tempo”

E sento bestemmiare il cielo

E sento bestemmiare il cielo
e sento l’aria pungermi la carne
e sento quel malvagio gallo
in vicinanza di morte
di Cristo ricordarmi il tradimento.

E suona ancora la mia campana
e sono ancora sulla mia pelle vive
le sinfonie di quei silenzi d’alba,
ma ora mi riporta il primo sole
la sola angoscia di sentirmi osso.

Dalla raccolta “Io fui mortale”

Eppure se

Eppure se tu fossi stata violata
– il vicino di casa maledetto-,
se nel fatato mondo d’innocenza
tu
come madre innocente del figlio di nessuno,
tu fossi stata
come vergine immolata nel tempio d’Efeso,
tu fossi stata violata
come gazzella indifesa dal branco di lupi,
tu fossi stata violata nella grotta pollaio
come una preda soggiogata dall’amico di famiglia,

tu saresti rinata
tra le mie braccia
di pescatore d’emozioni,
incubata in un tenero affetto
oltre ogni possibile attesa,
alitata dal vento del sud che cancella le orme
– maledette –
dei tanti vigliacchi stupratori

… e non potresti perdermi.

Io sono vento
io sono forza
io sono crudo esempio di follia.

Spingimi nei tuoi dilemmi
di lupa insoddisfatta,
nessuno avrà il tuo scalpo.

Modifica il tuo stato
rimuovi l’occupato,
e vieni al sole.

Dalla raccolta “Io fui mortale”

Eppure tu

Eppure tu mi chiederai d’illuderti
tra i petali gialli
di quei cespugli,
sbocciati ieri,
nel bosco delle nebbie dense
un dì rifugio per i tuoi fantasmi.

Eppure tu mi sceglierai Caronte
di quel naviglio a punta gialla
traghetto d’incoerenze,
fermo da ieri,
sul turbine torrente
delle tue antiche trepidazioni.

Eppure tu ti mostrerai distesa
sul tuo divano verde
accanto al fuoco,
smorzato ieri,
per vivere la sfida alle donnine nude
sensuali sul canale novecento.

Eppure tu mi spingerai a rompere la porta
dalla cornice verde
a guardia del tuo letto,
dipinta ieri,
per le tue nuove notti di baldoria.
Ingresso a inviti.

Oppure… tu m’incanterai col tuo dilemma
a penna verde
“Qui tutto o niente”,
scarabocchiato ieri,
sul fronte dello scrigno
dov’è mistero la tua complicità.

Il tuo destino è detto.
Il mio destino è udirlo.

Dalla raccolta “Erotismo, sì!”
Essere donna non basta

Essere donna non le dà pace
quando è la strada che attizza
il suo “per ora”
nembo che sbuca e offusca
tra filiformi steli di ginestre apparsi,
arditi nel lembo in basso
del suo torrione sulla rocca.

E lei vorrebbe fiato caldo tra la guancia e il collo,
mani indecenti a superare ostacoli
dalle ginocchia
al breve tratto dove concentra osceni paradisi,
osceno e paradiso.
Il ruvido pigiare sul suo perduto senso del reale.

Enfasi immacolata
sbaraglia il trucido bivacco,
ma lei non gode.

Il Dispari 20190610 – Redazione culturale

ILA

Lascia un commento