MESSER TULIPANO

Benvenuti

Torino  con “Messer Tulipano” si colora con Il linguaggio dei fiori al Castello di Pralormo.

Secondo quanto viene tramandato dalle leggende popolari e dalla letteratura, il tulipano, fiore di origine turca da cui il nome “tullband” copricapo, turbante, con i suoi svariati colori, rappresenta il vero simbolo dell’amore perfetto, eterno e disinteressato, attributo quasi sempre alla rosa. Ad associare il tulipano all’amore sono anche le fiabe delle “Mille e una Notte” che raccontano di come il sultano lasciasse cadere un tulipano rosso ai piedi di una delle donne dell’harem per indicare loro quale fosse la prescelta. Inoltre stando ad un’antica leggenda persiana, sembra che il tulipano derivi dalle gocce di sangue di un giovane ragazzo suicidatosi in seguito ad una terribile delusione d’amore.

MESSER TULIPANO TORINO CASTELLO DI PRALORMO

MESSER TULIPANO
TORINO CASTELLO DI PRALORMO

Dalla forma particolare questo fiore, è particolarmente adatto per decorare parchi e giardini grazie ad una vasta varietà di colori e di ibridi.

Esistono più di cento specie di tulipani, e altrettante possono essere le sfumature. Tra quelli più classici il tulipano rosso, perfetto per una dichiarazione d’amore, il tulipano violetto simbolo di un sentimento più modesto, il tulipano giallo a suggerire un amore solare e caldo, il tulipano screziato caratterizzato da sfumature di brillanti colori ad indicare la dolcezza e il garbo.

Nel cuore del Piemonte a Torino presso il Castello medievale di Pralormo, dal 2000 si assiste alla straordinaria fioritura di oltre 75.000 tulipani e narcisi quale annuncio dell’arrivo della primavera. Si tratta dell’appuntamento con MESSER TULIPANO, in corso fino al 1 maggio 2016 a Torino giunto alla sua 17°

castello di Pralormo

castello di Pralormo

edizione, dedicato ai tulipani che vanno a decorare giardini, grandi prati, aiuole dalle forme sinuose e morbide, cui si affiancano narcisi, muscari tra gli alberi secolari e il sottobosco. Per questa edizione da sottolineare la selezione di alcune delle varietà di tulipani tra le più curiose da quelli neri come i Cafè Noir, Black Parrot, Queen of Night, ai nuovissimi tulipani “pop up” che sembrano coni gelato, dagli eleganti viridiflora ai frills con bordi sfrangiati, fino a quelli stellati.

Lungo il parco del castello medievale ogni anno specie e varietà diverse di tulipani creano un vero e proprio trionfo di magia e colori cui si associano forme d’arte tra pittura, incisioni, moda, design con il loro linguaggio originale e sempre innovativo.

Vengono proposti infatti di anno in anno, presso il parco storico, la serra ottocentesca e l’antica Orangerie

dipinti di Bruno Molinaro

dipinti di Bruno Molinaro

del castello, allestimenti e mostre sempre nuove che spaziano dall’arte, al flower design alla moda in linea con su tema scelto di volta in volta; per questa edizione l’argomento collaterale è il linguaggio dei fiorii.

Si procede con le artiste Luisa Valentini autrice dell’installazione “Due ninfe” sita nel parco, poi Maria Rita Stirpe e Magali’ de Maistre rispettivamente con “Acquerelli in fiore” e quadri a matita “Impalcatura di tulipani” sul tema della natura tra fiori, piante, alberi. A narrare i ritmi della natura e le stagioni nei loro diversi colori e profumi sono i tessuti lavorati dai Nancy Martin artista, tessile design americana che per l’evento ha realizzato una collezione di kimono di cui alcuni dell’era Taisho, attraverso cui approfondisce i significati poetici e simbolici racchiusi nei decori. Sempre ai tessuti è rivolto il lavoro di Fabrizia Morandi con la collezione di foulard “Le fate dei fiori” foulard in seta creati da Francesca Capalbi stilista e disegnatrice di moda e designer per tessuti di arredamento

Bruno Molinaro alla manifestazione Meesser Tulipano Torino

Bruno Molinaro
alla manifestazione Meesser Tulipano Torino

che ha unito composizioni di fiori a eterei volti femminili.

E poi l’architetto e paesaggista Mariolina Monge con il suo “orto giardino” e lo stilista Walter Dang che presenta una mostra di abiti ispirati ai fiori. Di grande spessore stilistico e contenutistico i dipinti “La luce accende i fiori” di Bruno Molinaro pittore di fama internazionale con importanti premi e riconoscimenti, raffinato ed intenso per la forza del colore e il contenuto poetico a creare armonie visive ed emotive, e poi le lezioni dimostrative di Dario Cornero. L’artista italo olandese Alfred Drago Rens propone installazioni fotografiche che giocano con la variazione di luce e visione, il giapponese Toshiro Yamaguchi con la sua installazione sita nel portico d’onore del castello “Pioggia di fiori- Ana no Ame” fa un omaggio alla storia della famiglia Beraudo di Pralormo: i 336 fiori da lui modellati simboleggiano la famiglia dall’anno dell’infeudazione da parte di Madame Reale ad oggi, mentre Osvaldo Moi presenta un’installazione che completa la mostra di abiti ispirati ai fiori dello stilista Walter Dang. Da sottolineare le Opere floreali della Scuola italiana Arte Floreale e poi Profumi di Sicilia percorso botanico offerto nella Serra Francese dedicato al Giardino dei Gelsomini Carruba di Giarre (CT). Lungo le

dipinto di Bruno Molinaro manifestazione Messer Tulipano Torino

dipinto di Bruno Molinaro
manifestazione Messer Tulipano Torino

pareti della serra la mostra fotografica “Profumo di donna” descrive l’epopea delle raccoglitrici di gelsomini siciliane che nel Novecento hanno contribuito a fornire la materia prima per la produzione dei più grandi profumi internazionali e ingrediente fondamentale del mitico Chanel N° 5.

Il percorso poi conduce lungo il parco storico del Castello che diventa come un giardino incantato. Si procede dal progetto curato dall’agronoma Isabella dalla Ragione FIORI DELLO ZODIACO giardino realizzato dall’Almanacco Barbanera dove le essenze floreali corrispondenti ad ogni segno zodiacale disegnano un gioco cromatico con le stesse figure dei segni realizzate in ferro battuto, mentre al centro del giardino le piante rappresentano gli astri principali Sole e Luna. L’ORTO GIARDINO di Mariolina Monge presenta una struttura a griglia realizzata con fiori e verdure ispirata al pittore Mondrian, in cui si alternano zone a prato, piccole vasche di piante acquatiche, ortaggi, frutteti in vaso. L’Istituto agrario Baldessano Roccati è autore del grande OROLOGIO FLOREALE ispirato alla meridiana botanica del naturalista svedese Carolus Linneo che aveva studiato un orologio floreale in ogni dettaglio affinché riuscisse a scandire il tempo grazie a dei fiori che

muscari

muscari

sbocciano nell’arco delle 24 ore. La manifestazione prevede anche un ricco calendario di appuntamenti tra cui vanno citati quello del 23 aprile che vede il team Arte Arborea, cui è affidata la manutenzione del parco, presentare dimostrazioni di tree climbing con tomografo sonico per l’analisi della stabilità degli alberi, e quello del.24 aprile dedicato al “linguaggio del bouquet” con dimostrazioni di arte floreale a cura di Erbavoglio e animazioni nel parco a cura del gruppo storico Historia Subalpina.

Inoltre ogni fine settimana per i più piccoli sono previsti lezioni pratiche di pittura naturalistica con Dario Cornero, dimostrazioni di intaglio del legno a cura del maestro Dino Negro; zona ludica curata da New Holland con utilizzo di trattorini a pedali e altre animazioni per i piccoli agricoltori.

Silvana Lazzarino

MESSER TULIPANO

CASTELLO DI PRALORMO Torino

Apertura: Tutti i giorni, orario:

dal lunedì al venerdì 10-18,

sabato, domenica e festivi 10-19

Ingresso:

– Intero adulti: € 8,00 a persona

– Ridotto Gruppi (più di 15 persone) E CONVENZIONI: € 6,5 a persona

– Ridotto bambini da 4 A 12 anni disabili: € 4 a persona

– Bambini fino a 4 anni e accompagnatore gruppi ingresso gratuito

Per informazioni: 011 884870 – 011 8140981, info@castellodipralormo.com

Fino al 1 Maggio 2016

Altri articoli pubblicati su ildispari24.it da Silvana Lazzarino

http://www.ildispari24.it/it/la-wfwp-e-la-bellezza-interiore/

http://www.ildispari24.it/it/il-dispari-2016-04-11/

http://www.ildispari24.it/it/minerva-auctions/

http://www.ildispari24.it/it/astutillo-e-il-potere-dellanello/

http://www.ildispari24.it/it/il-dispari-2016-04-04/

http://www.ildispari24.it/it/gohar-dashti/

http://www.ildispari24.it/it/volto-e-corpo/

http://www.ildispari24.it/it/toulouse-lautrec/

http://www.ildispari24.it/it/mario-giacomelli/

http://www.ildispari24.it/it/tango-silencio/

http://www.ildispari24.it/it/andrea-pinchi/

http://www.ildispari24.it/it/seme-creativo/

http://www.ildispari24.it/it/successo-per-marco-tullio-barboni/

http://www.ildispari24.it/it/il-segreto-di-leonardo-da-vinci/

http://www.ildispari24.it/it/bulgari/

http://www.ildispari24.it/it/marco-tullio-barboni/

http://www.ildispari24.it/it/palazzo-braschi/

http://www.ildispari24.it/it/convegno-8-marzo/

http://www.ildispari24.it/it/escher-a-treviso/

http://www.ildispari24.it/it/francesco-vaccarone-e-la-poesia-visiva/

http://www.ildispari24.it/it/ugolina-ravera/

http://www.ildispari24.it/it/concerto-a-roma/

http://www.ildispari24.it/it/tinto-brass-uno-sguardo-libero/

http://www.ildispari24.it/it/il-poeta-dellanno-2015/

http://www.ildispari24.it/it/de-chirico-a-ferrara/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/de-chirico-a-ferrara/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/premio-il-poeta-dellanno/