FARFALLE TRA MISTERO E RINASCITA IN MOSTRA A ROMA

FARFALLE  TRA MISTERO E RINASCITAA, BELLEZZA E LIBERTA’. EVENTO A ROMA  “UN TE’ CON LE FARFALLE”

Simbolo di bellezza e libertà, di caducità ed eternità, la farfalla rispecchia la trasformazione, vista quale rinascita, essendo un animale che senza condizionamenti esterni passa dalla condizione di bruco a larva per diventare creatura dell’aria o meglio danzatrice tra i fiori su cui ama posarsi. In questo suo appartenere alla terra e poi al cielo, la farfalla può esser vista quale essere legato al sentimento metafisico dell’esistenza. Riguardo la metamorfosi, questa creatura è simbolo di rinascita proprio come la Fenice.  A parte questa simbologia, la farfalla a seconda dei Paesi assume diversi significati: ad esempio in Cina rappresenta il giovane innamorato della femmina (rappresentata dal fiore), mentre in Messico è uno dei simboli del Do della vegetazione Xochipili.  A queste variopinte danzatrici dell’aria i cui colori presentano tutte le cromie dell’arcobaleno è dedicato uno spazio appositamente pensato per ospitarle. Si tratta del giardino “impossibile” di 500 mq nel cuore di Roma aperto al pubblico dal 13 dicembre 2017 in occasione della manifestazione “Un tè con le farfalle”.

Farfalle . evento a Roma Un tiè con le farfalle

Si tratta di un percorso naturalistico realizzato per ospitare centinaia di coloratissime farfalle autoctone e tropicali che voleranno libere in un ambiente disegnato e creato appositamente per l’occasione. La manifestazione la cui anteprima sarà il 13 dicembre 2017 alle ore 11.30, è organizzata da Fabio Di Gioia e Alberto Salerno, con la curatela scientifica dell’entomologo Prof. Enzo Moretto, uno dei massimi esperti internazionali di farfalle e direttore del museo Esapolis di Padova. Durante tutto il periodo di apertura che sarà fino al 31 marzo 2018, sono previsti anche laboratori didattici per bambini, visite guidate e laboratori scientifici per le scuole. Un evento davvero denso di poesia e mistero, fascino e bellezza dove oltre a sorseggiare una buona tazza di tè a scelta tra le diverse fragranze, si potranno ammarare molteplici specie di farfalle le cui ali dalle tinte vivaci e accese, sfumate e opache, presentano raffigurazioni di intrecci di linee e colori a creare geometrie ed arabeschi suggestive per gli occhi e la mente. Così si potranno ammirare ad esempio la più rara Monarca africana migratrice, presente nelle coste meridionali di Spagna, Grecia, Sicilia e Sardegna, unica a vivere per 9 mesi contro la media dei tre giorni, la Falena cobra dalle ali color biondo-oro con il disegno che richiama la testa del serpente utile per ingannare i predatori, la Falena argema mimosae tipica dell’Africa centrale dalla colorazione verde tendente al giallo con lunghe leggiadre code a cometa e la Farfalla foglia che si mimetizza alla perfezione con una foglia secca.

Un tuffo tra visione ed emozione in questo scenario in cui si susseguono ritmi di colori e segni in divenire dove respirare atmosfere di luoghi lontani eppure vicini. All’anteprima per la stampa interverranno Enzo Moretto, curatore e direttore del Museo Esapolis di Padova e gli organizzatori Fabio Di Gioia e Alberto Salerno.

Silvana Lazzarino

“UN TE’ CON LE FARFALLE

Set – Spazio eventi Tirso

Via Tirso, 14 –Roma

Anteprima pe la stampa Mercoledì 13 dicembre 2017 ore 11.30

13 dicembre 2017 – 31 marzo 2018

Altri articoli pubblicati su Emmegiischia da Silvana Lazzarino

https://www.emmegiischia.com/wordpress/ischia-patrizia-canola-al-museo-etnografico-del-mare/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/roma-i-musei-si-aprono-alla-musica/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/miro-sogno-e-colore-a-bologna/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/massimiliano-bartesaghi-e-le-sue-prospettive-urbane/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/roberto-barni-in-mostra-alla-galleria-poggiali/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/98293-2/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/la-belle-epoque-con-toulouse-lautrec-a-verona/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/torre-grossa-a-san-gimignano-un-viaggio-nel-medioevo/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/eugenia-serafini-e-valerio-bocci-a-tolfarte/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/stargate-di-fabio-viale-a-pietrasanta/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/lettura-interattiva-con-magic-blue-ray/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/97273-2/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/morhena_-solo-un-po-di-rabbia-e-gia-un-successo/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/artemisia-gentileschi-e-milena-petrarca-a-pozzuoli/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/fulvio-bernardini-al-micro-arti-visive-di-roma/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/dispari-2017-06-12/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/gioco-damore-di-angela-tiberi-a-pontinia/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/menzione-donore-silvana-lazzarino/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/uno-lo-street-artist-che-rielabora-lo-stile-pop/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/96784-2/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/grande-successo-a-latina-per-il-premio-magna-grecia/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/walter-guidobaldi-e-il-suo-mondo-fantastico/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/alba-gonzales-in-mostra-a-bomarzo/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/arturo-martini-e-fausto-pirandello/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/eugenia-serafini-premio-internazionale-e-mostra/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/96037-2/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/claudia-wieser-in-mostra-a-genova-museo-villa-croce/

Articoli pubblicati su ildispari24.it da Silvana Lazzarino

http://www.ildispari24.it/it/freedom-manifesto-per-raccontare-limmigrazione/

http://www.ildispari24.it/it/giornate-europee-del-patrimonio-a-villa-giulia-museo-nazionale-etrusco/

http://www.ildispari24.it/it/daniel-gonzalez-imaginary-country-a-milano/

http://www.ildispari24.it/it/egle-budvytyte-tra-ciglia-e-pensiero-in-mostra-a-roma/

http://www.ildispari24.it/it/festival-remover-roma-con-santiago/

http://www.ildispari24.it/it/festival-del-giornalismo-culturale-v-edizione/

http://www.ildispari24.it/it/alba-gonzales-e-il-premio-pianeta-azzurro-i-protagonisti-xvi-edizione/

http://www.ildispari24.it/it/mao-jianhua-una-suggestiva-mostra-al-complesso-del-vittoriano/

http://www.ildispari24.it/it/andrea-trisciuzzi-realizza-il-premio-per-il-primo-memorial-oliviero-beha-assegnato-a-filippo-simeoni/

http://www.ildispari24.it/it/premio-nazionale-musa-dargento-2-edizione/

http://www.ildispari24.it/it/rassegna-internazionale-arte-e-letteratura-a-cava-de-tirreni/

http://www.ildispari24.it/it/la-magia-del-colore-dei-dipinti-di-patrizia-canola-ad-ischia/

http://www.ildispari24.it/it/musica-nei-musei-a-roma-tra-classica-e-popolare/

http://www.ildispari24.it/it/solidarieta-e-spettacolo-con-il-photofestival-attraverso-le-pieghe-del-tempo/

http://www.ildispari24.it/it/miro-sogno-e-colore-in-mostra-a-bologna-palazzo-albergati/

http://www.ildispari24.it/it/geometrie-urbane-gli-scatti-di-bartesaghi-a-villa-sarsina-anzio/

http://www.ildispari24.it/it/roberto-barni-in-mostra-alla-galleria-poggiali-di-pietrasata/

http://www.ildispari24.it/it/mario-fratti-il-volto-della-drammaturgia-italiana-a-new-york/

 

 

 

 

Hits: 3

Uno: lo Street artist che rielabora lo stile Pop

UNO CON LA PERSONALE OWERTY  ALLA TRICROMIA DI ROMA PARLA DI SIMBOLI CIFRATI OLTRE LE CONVENZIONI

Contaminazioni dell’Arte Anni Sessata in particolare prese a prestito dalla Pop Art, l’utilizzo di diversi materiali quali poster, collage, decoupage, e gli stencil, fanno dell’arte di UNO la nuova risposta controcorrente a tanti e diversi modi di fare arte. Una risposta con cui ripensare ad un futuro dove l’uomo non si senta condizionato dai riferimenti restituiti da immagini pubblicitarie o aderenti ad un sistema sociale, ma viva in piena libertà la propria identità con piena autonomia di pensiero e azione.

uno con Owerty a Roma Galleria Tricromia

La ripetizione legata al mondo pubblicitario e quindi quanto portato avanti dalla Pop Art, con le opere di Andy Warhol e poi con il sistema delle lacerazione dei manifesti di Mimmo Rotella, il riferimento a mode e tendenze di quegli anni, sono ripercorsi nella mostra dedicata a questo street artist UNO. Dall’8 giugno 2017 presso gli spazi della Tricromia Art Gallery a Roma (in Via della Barchetta, 13) si potranno ammirare le sue opere nel percorso “Owerty” , seconda tappa iniziata ad aprile a Bologna e che resterà aperta fino al 30 giugno 2017.

Già nel titolo si averte una certa volontà di portare innovazione e nuovi modi di leggere la realtà di oggi: il termine “Owerty veniva usato nell’Ottocento quale parola per indicare la tastiera della macchina da scrivere, termine che ancora oggi definisce il sistema della tastiera alfanumerica digitale. Sono infatti i caratteri alfanumerici a spiccare nelle opere di questo artista che in questo contesto utilizza tutte le possibilità espressive della carta per soffermarsi sull’uomo, sul  suo sentimento della vita dove sempre più cerca conferme e risposte.

I riferimenti allo stile della Pop Art prendendo l’estetica pubblicitaria con elementi seriali e a ripetizione sono visibili in ogni singolo tasto in caratteri tipografici e pattern possibilmente infiniti. Entro questa disposizione di numeri e segni vi è un tentativo di destare curiosità e divertimento nello spettatore suscitando stupore e creatività. Allo stesso tempo accanto al recupero del sentimento del gioco vi è un certo mistero forse insito nelle lettere dell’alfabeto disposte sui manifesti e quella capacità di ripensare attraverso l’immaginazione, anche ad un nuovo modo di rapportarsi a quanto accade intorno ogni giorno. L’aspetto ludico che riporta all’infanzia è una costante nell’opera di UNO: in particolare lo si trova quando fa riferimento ad una famosa pubblicità di una cioccolata per bambini che richiama alla memoria un abecedario da muro affisso in una prima elementare.

uno con Owerty a Roma Galleria Tricromia

 con Owerty a Roma Galleria Tricromuia

Con le lettere UNO recupera l’uso della tastiera in modo insolito e gioioso creando un percorso alfabetico nuovo dove i fogli diventano spazi su cui i segni alfabetici si sparpagliano in libertà. Ogni oggetto così ricrea un possibile viaggio mentale in cui ridisegnare il proprio mondo, Un mondo che prende forma proprio con oggetti di uso ordinario e quotidiano di cui ridefinisce il senso estetico ed etico. Oltre all’alfabeto che da vita e forma a nuove rappresentazioni visive ed emotive, l’artista presenta i simboli con opere realizzate con la tecnica spray e lo stencil. Attraverso la ripetizione, l’uso di colori brillanti, e le pitture fluorescenti egli fa riferimento alla pubblicità rielaborando la lezione di Warhol e Rotella, ma ne cambia il segno e il senso. Questo si manifesta nel riferimento alla famosa pubblicità di una cioccolata: l’immagine del volto del ragazzino diventa nella sua elaborazione il simbolo di una possibile rivoluzione del singolo individuo nei confronti della società di massa. Il volto non è più immagine prettamente legata all’oggetto da comprare, ma si libera da questa funzione per cui era stato creato, diventando paradossalmente lo strumento ideale per criticare la funzione della pubblicità e i suoi effetti sulle abitudini della gente. Da una parte una sorta di denuncia della pubblicità che rende tutti uguali, dall’altra l’individualità quale conquista difficile da raggiungere e ancor più da mantenere nel contesto della società di massa dove si è soggetti a manipolazioni e condizionamenti.

Silvana Lazzarino

 

“QWERTY”                                                                                        

artista UNO

GALLERIA TRICROMIA Via della Barchetta, 13 – 00186 Roma

orari dal martedì al venerdì 15.00 – 19.00, sabato 10.00 – 19.00

dall’ 8 al 30 Giugno 2017

per informazioni. 066896970 / 3397856006; www.tricromia.com

Ingresso libero

NOTIZIE BBIOGRAFICHE DELL’ARTISTA UNO

UNO vive e lavora a Roma dai primi anni del 2000. Le tecniche utilizzate nella sua produzione sono quelle classiche della Street Art e del muralismo, benché la sua predilezione, vada ai poster, i collage, i decoupage, gli stencil e la ripetizione di elementi iconici. L’artista vanta interventi in varie città, in Italia e all’estero tra cui Roma, Milano, Torino, Siracusa, Bologna, Potenza, Cassino, Pizzo Calabro (VV), Rogliano (CS), Salerno, Venezia, Londra, Madrid, Barcellona, Mosca, Atene, Berlino, Dortmund, Marsiglia, Lisbona.

Altri articoli pubblicati su Emmegiischia da Silvana Lazzarino

https://www.emmegiischia.com/wordpress/96037-2/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/claudia-wieser-in-mostra-a-genova-museo-villa-croce/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/silvana-lazzarino-premiata/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/stanze-dartista-il-novecento-a-roma/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/bimba-landmann-e-le-immagini-della-fantasia/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/grande-concerto-del-maestro-franco-micalizzi/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/luce-trionfo-di-colori-con-milena-petrarca/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/grande-successo-per-milena-petrarca-a-nettuno/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/luomo-e-la-sua-vera-natura/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/dispari-2017-04-24/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/sholeh-mirfattah-tabrizi/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/un-genio-tra-teatro-e-cinema/

 

Hits: 163

Luce e trionfo di colori con Milena Petrarca

LUCE E TRIONFO DI COLORI NELL’OPERA DI MILENA PETRARCA IN MOSTRA A NETTUNO IN OCCASIONE DELL’EVENTO  “PER BACCO CHE LIBRO!”

Artista di fama internazionale che con disinvoltura si muove tra tematiche legate all’universo femminile e ai diversi aspetti della realtà tra paesaggi e scenari naturali, sospesi tra mito e sogno, verità e speranza, Milena Petrarca non è soltanto una pittrice di fama internazionale, ma anche poetessa di grande sensibilità, scultrice, stilista e ritrattista che con la sua creatività dona ogni volta emozioni che durano nel tempo, legate all’uomo e alla sua vita sospesa tra gioie e malinconie, passioni e speranze.  Figlia d’arte, essendo la madre Maria Panetty Petrarca drammaturga, autrice di opere teatrali, canzoni napoletane,

Luce e trionfo di colori con Milena Petrarca in mostra a Nettuno

Milena Petrarca, nata a Pozzuoli, ma attiva tra Latina, Napoli, Roma e New York ha esposto con grande successo in Italia e all’estero ottenendo prestigiosi riconoscimenti. Tra le più note promotrici della cultura del Mezzogiorno in tutto il mondo, è organizzatrice di eventi a carattere storico-culturale come il Premio internazionale Magna Grecia Latina-New York istituito nel 1995 con l’approvazione di Rocco Caporale e di Mario Fratti direttore della Magna Grecia a New York e quello dedicato al Cinquecentenario di Cristoforo Colombo che le è valso il riconoscimento “Artistic Achivement Award Gallery”.

La sua ricerca che si sofferma sulla forza del colore e della luce che ad esso da origine mira a cogliere l’infinito che appartiene alla natura cui si rivolge lo sguardo dell’uomo con le sue gioie e speranze, le sue angosce e nostalgie. Energia visiva ed emotiva si coniugano entro le rappresentazioni di Milena Petrarca dove protagoniste accanto alle figure femminili raffinate ed seducenti calate in un contesto quasi onirico, sono le nature morte e i paesaggi e il lungo mare dai colori luminosi e intensi, tra cui spiccano le vedute di Napoli, e le coste laziali del Circeo, Anzio e Nettuno. L’amore, che muove le emozioni è rappresentato nella sua essenza con tonalità forti e più fredde a tracciare il percorso di questa passione che prima si accende e arde, poi poco a poco si spegne.

Luce e trionfo di colori nelle opere di Milena Petrarca in mostra a Nettuno presso la Cantina Bacco

Colori che passano da tonalità calde a tinte più fredde accompagnati dalla forza espressiva di un segno che definisce le immagini, e le cattura nel loro attimo di verità espressiva. La luce, essenziale nelle sue opere crea relazioni tra le figure giocando sulle rifrazioni e sull’effetto dei colori complementari. Una luce che avvolge e si espande esaltando il senso del movimento presente non solo nei gesti delle figure femminili e nei loro capelli morbidi e voluminosi, ma anche nei diversi elementi della natura dai fiori agli arcobaleni, dall’acqua alle nuvole.

Colori e tinte avvolgenti si evincono ancor più in dipinti dedicati alla Primavera, alla grande farfalla rossa e alla serie “Occhi in cerca di vita” dove sempre protagonista è la donna portatrice di solarità, nuova vita e quell’entusiasmo che accende speranza e gioia. Le immagini di Milena Petrarca, sottese da una melodia visiva dove dominante è la figura femminile quale creatura dalle mille sfaccettature tra mito, mondo dello spettacolo e natura, tracciano un percorso attraverso cui riaprirsi ai sogni e ai desideri a partire da quanto apparitene alla sua terra e alla storia dell’uomo.

Da non perdere l’appuntamento con i capolavori di Milena Petrarca in mostra a Nettuno (RM) in occasione dell’evento PER BACCO CHE LIBRO! il prossimo 27 aprile 2017 presso la Cantina Bacco (in Via Eschetto 1, ex Via Cisterna  km 1,00). In occasione della presentazione del libro “Tira fuori l’anima” di Assunta Gneo che si terrà alle ore 16.30  presso la Cantina Bacco, Milena Petrarca esporrà alcuni suoi

Luce e colori nelle opere di Milena Petrarca in mostra a Nettuno

dipinti dove protagonista è la figura femminile tra eleganza e bellezza, forza e determinazione. Accanto a Metamorfosi dove è rappresentata una donna con una farfalla rossa, La donna con ippocampo e Il Sogno di Marilyn, sono esposte anche due sculture di ballerine: Passo di danza e Tira fuori l’anima i cui corpi esprimono grazia ed eleganza nei passi e nel portamento e quell’energia e duro impegno necessari nella competizione.

Donne coraggiose e forti quelle di cui parla nel suo libro Assunta Gneo, che non si lasciano abbattere e sono pronte a risollevarsi, proprio come le danzatrici di Milena Petrarca che solo dopo un duro lavoro fisico e mentale fatto di impegno e fatica e concentrazione, giungono ad alti livelli. Attraverso le pagine del romanzo di Assunta Gneo e le opere di Milena Petrarca è restituita un’immagine di donna pronta a rimettersi in gioco e riscattarsi proprio grazie al suo coraggio e alla volontà di cambiare la propria vita in meglio. Ad introdurre l’evento sarà Elisabetta.Civitan, con interventi di Anna Silvia Angelini che ha organizzato l’evento, Assunta Gneo e Ugo De Angelis. Accanto alla narrativa e alla pittura e scultura non poteva mancare la performance con Gina Ragazzo, Liberi Teatranti

Silvana Lazzarino

PER BACCO CHE LIBRO!

presentazione del libro “Tira fuori l’anima” di Assunta Gneo

mostra dipinti e sculture di Milena Petrarca

Cantina Bacco

Via Escheto 1, ex Via Cisterna  km 1,00-. NETTUNO (RM)

Giovedì 27 Aprile 2017 ore 16.30

Ingresso libero

Altri articoli pubblicati su Emmegiischia

https://www.emmegiischia.com/wordpress/sholeh-mirfattah-tabrizi/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/un-genio-tra-teatro-e-cinema/

http://www.ildispari24.it/it/alfredo-pirri-al-macro-testaccio-di-roma/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/le-installazioni-di-matteo-negri-alla-lorenzelli-arte/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/dispari-2017-03-20/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/tnago-in-mostra-a-villa-torlonia/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/linstallazione-30-metri-auto%C2%B7bio%C2%B7grafia/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/libro-diventa-opera-darte/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/dispari-2017-03-13/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/venezia-scarlatta-lotto-savoldo-cariani/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/anghelopoulos-grande-successo-alla-galleria-bugno/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/associazione-con-tatto/

   Articoli pubblicati su ildispari24.it da Silvana Lazzarino

http://www.ildispari24.it/it/luca-pignatelli-in-mostra-a-carrara/

 http://www.ildispari24.it/it/grande-successo-per-il-libro-di-marco-tullio-barboni/

 http://www.ildispari24.it/it/la-sapienza-di-roma-ricorda-marisa-volpi-con-una-mostra/ 

http://www.ildispari24.it/it/milena-petrarca-vince-la-seconda-edizione-del-premio-otto-milioni/

 http://www.ildispari24.it/it/napoli-rende-omaggio-a-toto-a-50-anni-dalla-sua-scomparsa/

http://www.ildispari24.it/it/alfredo-pirri-al-macro-testaccio-di-roma/

http://www.ildispari24.it/it/convegno-sulla-pace-a-roma-con-la-wfwp/

http://www.ildispari24.it/it/giacomo-balla-designing-the-future-collezione-biagiotti-cigna/

 

 

 

 

 

 

Hits: 13

DISGUIDI DEL POSSIBILE A.T. ANGHELOPOULOS

DISGUIDI DEL POSSIBILE

A.T. ANGHELOPOULOS RACCONTA DELLE CONTRADDIZIONI DELLA VITA

Sensibilità, creatività e una rara capacità di far vibrare il colore attraverso la materia per raccontare l’imprevedibilità della vita e le fragilità dell’uomo, spesso in bilico nelle sue scelte, ma sempre pronto a sperare e provare a rimettersi in discussione, appartengono all’arte di A.T. ANGHELOPOULOS capace come pochi di far vibrare il colore attraverso la materia per dare voce a verità nascoste che svelano nuove realtà possibili.

Disguidi del possibile A T ANGHELOPOULOS

Disguidi del possibile
A T ANGHELOPOULOS

In occasione della settimana dell’Arte a Roma la Sala Da Feltre insieme con il World Ripa Hotel

ha organizzato una suggestiva mostra dedicata ad ANGHELOPOULOS, artista di fama internazionale e di successo che ha esposto non solo in Italia, ma anche all0estero (Londra e Bruxelles). Tra le esposizioni più recenti accanto alla personale di Firenze presso la Libreria Galerie Clichy e la collettiva a Spoleto curata da Vittorio Sgarbi presso lo storico Palazzo Leti Sansi, è la collettiva “Meeting e Arte a Trastevere” sempre presso il nuovo spazio OPERN ART della Sala da Feltre. Nuovamente in questo spazio Anghelopoulos torna ad esporre nelle serate della settimana dell’arte del 28 e 29 ottobre 2016 dalle ore 18.00 alle ore 23.00 e fino all’11 novembre,  regalando al

DOSGUIDI DEL POSSIBILE A T ANGHELOPOULOS

DOSGUIDI DEL POSSIBILE
A T ANGHELOPOULOS Inner Sky

visitatore la possibilità di immergersi in un percorso visivo ed emotivo carico di emozioni attraverso la personale DISGUIDI DEL POSSIBILE. A.T. Anghelopoulos, che racconta con le diverse opere i palpiti dell’esistenza dove l’individuo è sospeso costantemente tra ragione e sentimento, consuetudine e cambiamento. Proiettata ad indagare i luoghi dell’ascolto interiore a partire da quanto accade nella realtà di oggi troppo spesso chiusa e distaccata, l’arte di Anghelopoulos rivela quanto sia sempre più difficile costruire legami interpersonali autentici e come sia necessario guardare oltre i meccanismi precostituiti, recuperando la possibilità di essere  se stessi, liberi da luoghi comuni e convenzioni imposte da una società fondata sull’apparire  e sulla convenienza..

Colori intensi e avvolgenti, ma anche quasi eterei, segni forti e materici, l’uso di superfici monocrome e forme in movimento diventano filtri attraverso cui egli indaga i luoghi metafisici della mente e le zone d’ombra del pensiero dove si annidano dubbi, interrogativi volti alla ricerca di una verità su questa esistenza spesso precaria eticamente, dove i legami umani e sociali si vanno perdendo per cedere il passo a chiusure e egoismi.

DISGUIDI DEL POSSIBILE A T ANGHELOPOULOS God-disegagment

DISGUIDI DEL POSSIBILE
A T ANGHELOPOULOS
God-disegagment

Ad introdurre il percorso sono due installazioni provocatorie Appendere la Divisa-Hang the Uniforme in cui l’uniforme da cui ci si deve ogni tanto discostare rappresenta l’appartenenza ad una devozione ad un partito ad un’idea dominante che non permette di ragionare e sentirsi liberi di fare scelte autonome e non condizionate. A descrivere cieli che si aprono perché esistono altri mondi è la serie dei Planisferi che rappresentano una superficie terrestre ogni volta differente o la profondità del cosmo dove subentrano altri mondi per indicare come l’universo non  presenti confini. Da qui la necessità dell’uomo di riflettere sul bisogno di abbattere quei “muri” che spesso pone tra se e gli altri.

Accanto ai superbi sfumati della serie Passages che invitano a guardare oltre la superficie delle cose rievocando l’immagine di spazi che si aprono oltre porte, varchi e, passaggi, sono i Cieli materici dei cicli Dense Sky e Inner Sky attraverso cui recuperare quegli orizzonti interiori che aiutano a vivere. E poi gli ori materici della serie God Disengagement, dove l’oro, caro all’arte del passato e all’arte bizantina, disposto a larghi strati o in filigrana,  suggerisce l’esistenza di una possibile dimensione ultraterrena distante dal materialismo terreno.

Il colore da quello più forte e intenso a quello più caldo e avvolgente è espressione immaginata e desiderata, ipotizzata e anelata di un altro mondo possibile; colore che ora attraversato da fratture , ora fuoriuscendo quasi dalla materia dei dipinti, sembra voler prima sfidare e poi catturare e avvolgere lo spettatore/ visitatore in un abbraccio colmo di speranza dove si fa strada una possibile via di comunicazione con ul mondo , dove si perde e si vince, si ha paura e si trova coraggio per aprirsi al cambiamento, finalmente possibile.

disguidi del possibile A T Anghelopoulos

disguidi del possibile
A T Anghelopoulos

 

 

Gli strumenti che oggi mette a disposizione la tecnologia e l’informatica sempre più perfetti nel creare una comunicazione assente e piatta seppur immediata. se usati oltre misura rischiano di allontanare l’aspetto umano della relazione tra individui e come sottolinea Sabrina Consolini storica dell’arte, “Anghelopoulos individua nell’imponente e mal gestito progresso tecnologico il rischio di omologazione e di arretramento culturale, dei linguaggi, dei comportamenti”; e prosegue “”.Il Nido, la serie dei Planisferi e dei Passages propongono una meditazione su quelli che il poeta Eugenio Montale ha definito “disguidi del possibile”, quegli istanti in cui l’impossibile si realizza, l’imprevedibile diventa realtà”.

Poetici e materici i dipinti eleganti e raffinati di Anghelopoulos esprimono energia e mistero per immettere lo sguardo e la mente alla ricerca di quella possibile verità che si nasconde oltre il confine che unisce terra e cielo. L’arte di Anghelopoulos diventa luogo dell’ascolto interiore a partire da quanto si manifesta nel mondo visibile e immaginato, concreto e ipotizzato per parlare dell’uomo punto di partenza e di arrivo di questo viaggio di cui è protagonista.

A completare la mostra è un Video dove si susseguono brani di poesie (Montale, Baudelaire, Cardarelli e Szymborska) e pezzi di film famosi come “8 e ½” di Federico Fellini, Ingmar Bergman scena da “Luci d’inverno” e “Human” di Yann Arthus-Bertrand, “2001: Odissea nello spazio” di Stanley Kubrick, accompagnati da musiche ricche di suggestione unitamente alle  immagini delle opere dello stesso Anghelopoulos. Un percorso intenso e ricco di spunti per riflettere sulla realtà di oggi dove trovare  la percezione del bello e del vero attraverso le emozioni.

Silvana Lazzarino.

 

A.T. ANGHELOPOULOS

DISGUIDI DEL POSSIBILE

OPEN ART- SALA da FELTRE:

serate settimana dell’Arte a Roma 28 e 29 ottobre ore 18.00-24.00 (ingresso libero)

Sala da Feltre-OPEN ART, Via Benedetto Musolino, 7, Roma

la mostra proseguirà fino all’11 novembre 2016 (ingresso libero)

Per informazioni: www.saladafeltre.it e-mail: info@saladafeltre.it; tel. 06/585205251-280

organizzazione eventi e ufficio stampa: Sabrina Consolini, s.consolini@saleconvegniroma.it

 

Articoli pubblicati su ildispari24.it da Silvana

http://www.ildispari24.it/it/alba-gonzales-apre-il-suo-spazio/

http://www.ildispari24.it/it/matthias-brunner-e-la-sua-installazione-magnificent-obsession/

http://www.ildispari24.it/it/il-dispari-20161014/

http://www.ildispari24.it/it/premio-musa-dargento-finale-nazionale/

http://www.ildispari24.it/it/organismi-tradizione-e-innovazione/

http://www.ildispari24.it/it/digital-life-2016/

http://www.ildispari24.it/it/european-photo-exhibition-award-a-viareggio/

http://www.ildispari24.it/it/teatro-lido-di-ostia-a-roma/

http://www.ildispari24.it/it/verdi-off-con-patrizia-canola/

http://www.ildispari24.it/it/sislej-xhafa/

http://www.ildispari24.it/it/arte-e-storia-nelle-banche-e-nelle-fondazioni-di-origine-bancaria/

http://www.ildispari24.it/it/il-valore-del-femminile/

http://www.ildispari24.it/it/anghelopoulos-a-meeting-e-arte/

http://www.ildispari24.it/it/giornate-europee-del-patrimonio/

http://www.ildispari24.it/it/gate-44-nel-cuore-di-milano/

http://www.ildispari24.it/it/luca-pignatelli-torna-a-pietrasanta/

http://www.ildispari24.it/it/il-dispari-2016-09-12/

http://www.ildispari24.it/it/serata-photofestival/

http://www.ildispari24.it/it/frangi-disegni-tra-bellezza-e-storia/

http://www.ildispari24.it/it/sara-santostasi/

http://www.ildispari24.it/it/anghelopoulos-a-meeting-e-arte/

http://www.ildispari24.it/it/premio-pianeta-azzurro-xv-edizione/

 

 

Hits: 8

RITMI D’ORIENTE CON KOJI YAMAMOTO

Ritmi d’oriente. L’artista giapponese espone nella Sede Lorenzelli Arte a Milano

Colori ora decisi, ora evanescenti  giochi di luci e ombre con cui la Natura mostra la propria armonia di segni e forme, catturano lo sguardo e il pensiero facendo affiorare emozioni vicine e lontane entro un’ atmosfera densa di serenità e senso di infinito. Alla natura. ai suoi possibili universi da scoprire e attraverso cui iniziare un viaggio dentro se stessi dove trovare quella consapevolezza e tranquillità spesso assenti nel vissuto quotidiano troppo frenetico, si rivolge l’arte di Koji Yamamoto artista giapponese di Osaka,

un'altra Natura

Ritmi d’oriente Un’altra Natura

 

sensibile e di talento cui è dedicata una suggestiva mostra che inaugura la nuova stagione espositiva di Lorenzelli Arte.

Koji Yamamoto ritorna a Milano con un percorso intenso dove recuperare attraverso i luoghi della natura attimi di sospensione tra il finito e l’infinito, il visibile e l’invisibile, dove la luce è fonte di dilatazione di ogni forma e rappresentazione. La mostra Un’Altra Natura e Vecchio Pino Vivente, che inaugura l’8 settembre a Milano negli spazi della galleria Lorenzelli Arte (Corso Buenos Aires, 2) alle ore 18.30, si lega al precedente progetto espositivo dell’artista del 2009, completandolo e arricchendolo di magia e lirismo, sogno e realtà, dove forza e

Ritmi d'oriente Pino, disegno matita e carboncino

Ritmi d’oriente
Pino, disegno matita e carboncino

dolcezza si intrecciano al ritmo di segni e forme che aprono all’ascolto dei luoghi della natura per svelare emozioni e stati d’animo che silenziosi abitano gli angoli più reconditi del pensiero.

La mostra, curata da Matteo Lorenzelli, presenta trenta opere tra tele e carte, pensate e realizzate appositamente per la galleria, che proiettano lo sguardo e la mente del visitatore in due momenti diversi eppure complementari riferiti a due filoni di ricerca successivi l’uno all’altro “Un’Altra Natura” e “Vecchio Pino Vivente”, parti di una medesima attitudine artistica.

Attenta alle forze creative e vitali della vita Koji Yamamoto cattura attraverso un tratto leggero e avvolgente i ritmi di quanto appartiene all’universo della natura dove tutto è armonia e gli opposti e le differenze si accordano in un’unica sintesi; questo in linea con l’ottica orientale dove non esiste una visione dualistica come in occidente. Gli elementi naturali dalle foglie, ai fiori, dagli alberi al soffio ora intenso ora leggero del vento sono restituiti oltre la semplice rappresentazione limitata a uno spazio definito, per aprire a nuovi spunti dove il semplice diventa complesso e le forme e colori si intrecciano. Questo superamento della costruzione spazio temporale caratterizza il ciclo Altra Natura dove viene colto il senso del

Ritmi d'oriente Vecchio Pino giallo

Ritmi d’oriente
Vecchio Pino giallo

movimento nella sua scindibilità tra il prima e il dopo, tracciando il senso della continuità che appartiene alla natura e ad ogni essere che respira con essa. Senso del divenire espresso nelle forme che si scindono, si moltiplicano e si espandono a creare principi di astrazione.

Ai fondali del palcoscenico del Teatro Noh giapponese, che come caratteristica imprescindibile presenta l’immagine di un vecchio pino, si richiama il tessuto narrativo descritto nel ciclo Vecchio Pino Vivente. In queste immagini Koji Yamamoto  conferisce al vecchio pino tradizionale in stile manga una rappresentazione astratta a suggerire come anche attraverso la non definizione precisa di un’immagine come è nella realtà, si possa cogliere l’essenza con cui si allude all’iconografia originaria della stessa.

Alla fine della presentazione della mostra a completare questo viaggio tra visione ed emozione, alla scoperta di questa artista eccellente e attenta a quanto la circonda, è un momento musicale con il concerto della soprano Kazue Morinaga che, accompagnata al pianoforte dal maestro Marco Scolastra, regalerà momenti emozionanti interpretando le arie di Gioacchino Rossini, Giuseppe Verdi e Giacomo Puccini.

Il catalogo della mostra trilingue (Italiano, Inglese, Giapponese) presenta unitamente alle riproduzioni a colori di tutte le opere esposte, i testi di Ivan Quaroni, Tatsuru Uchida e Maiko Yamauchi.

Silvana Lazzarino

 

Koji Yamamoto. Un’Altra Natura e Vecchio Pino Vivente

a cura di Matteo Lorenzelli

Sede Lorenzelli Arte

Corso Buenos Aires, 2- Milano

dal 9 settembre al 15 ottobre 2016

Inaugurazione giovedì 8 settembre 2016, ore 18.30

Orari martedì – sabato, ore 10.00/13.00 – 15.00/19.00.

lunedì su appuntamento. Festivi chiuso

Ingresso libero

 

Altri articoli pubblicati su Emmegiischia

https://www.emmegiischia.com/wordpress/dispari-2016-08-22/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/dispari-2016-08-15/

 https://www.emmegiischia.com/wordpress/viagggio-attraverso-le-stelle/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/photofestival-16-edizione/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/78836-2/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/elisa-barone-avvocato-e-scrittrice/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/yahon-chang/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/patrizia-canola/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/la-venere-tatuata-di-fabio-viale/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/fabio-viale/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/il-dispari-2016-07-04/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/dispari-2016-06-13/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/il-dispari-2016-06-06/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/giovanni-masotti/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/beppe-fiorello/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/oggi-domani/

 

Articoli pubblicati su ildispari24.it da Silvana

http://www.ildispari24.it/it/la-venere-tatuata-di-fabio-viale/

http://www.ildispari24.it/it/larte-irregolare/

http://www.ildispari24.it/it/giovanni-frangi/

http://www.ildispari24.it/it/franco-micalizzi/

http://www.ildispari24.it/it/fabio-viale/

http://www.ildispari24.it/it/simone-sraglia/

http://www.ildispari24.it/it/kinkaleri-performer/

http://www.ildispari24.it/it/libri-e-stampe/

http://www.ildispari24.it/it/lorlando-furioso/

http://www.ildispari24.it/it/incontriamoci/

http://www.ildispari24.it/it/manfredi-beninati/

http://www.ildispari24.it/it/cori-e-poesia-nel-campanile-di-giotto-per-cantare-lamore-che-unisce/

http://www.ildispari24.it/it/alba-gonzales/

http://www.ildispari24.it/it/estate-lungo-il-tevere/

http://www.ildispari24.it/it/amore-ascolto-e-accoglienza/

http://www.ildispari24.it/it/larte-irregolare/

http://www.ildispari24.it/it/il-dispari-2016-06-20/

http://www.ildispari24.it/it/festa-della-famiglia/

http://www.ildispari24.it/it/giovanni-masotti/

http://www.ildispari24.it/it/httpwww-emmegiischia-comwordpress2x1000-allassociazione-culturale-il-dragone/

http://www.ildispari24.it/it/il-dispari-2016-06-13/

http://www.ildispari24.it/it/lo-sguardo-di-anghelopoulos/

http://www.ildispari24.it/it/oggi-domani/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/il-dispari-2016-06-06/

http://www.ildispari24.it/it/rondinone/

http://www.ildispari24.it/it/monlus-onlus/

http://www.ildispari24.it/it/van-gogh-alive/

http://www.ildispari24.it/it/alessandro-valeri/

http://www.ildispari24.it/it/counseling-in-corsia/

http://www.ildispariquotidiano.it/it/tutti-gli-articoli/

http://www.ildispari24.it/it/il-dispari-2016-05-30/

http://www.ildispari24.it/it/serata-evento/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/il-dispari-2016-05-23/

http://www.ildispari24.it/it/ipomea-del-negombo/

http://www.ildispariquotidiano.it/it/tutti-gli-articoli/

http://www.ildispari24.it/it/sisto-v-e-domenico-fontanadue-uomini-che-hanno-amato-roma/

http://www.ildispari24.it/it/la-fabbrica-del-cioccolato/

http://www.ildispari24.it/it/sgarbi-presenta-anghelopoulos/

http://www.ildispari24.it/it/art-sweet-art/

http://www.ildispari24.it/it/il-dispari-2016-05-09/

http://www.ildispari24.it/it/visite-tattili-nei-musei/

http://www.ildispari24.it/it/eudonna-convegno/

http://www.ildispari24.it/it/andrea-pinchi-artisti-in-libreria/

http://www.ildispari24.it/it/andrea-ventura/

http://www.ildispari24.it/it/minerva-auctions/

http://www.ildispari24.it/it/sogni-doro/

http://www.ildispari24.it/it/world-press-photo-2016/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/il-dispari-2016-04-25/

http://www.ildispari24.it/it/visite-in-campidoglio/

http://www.ildispariquotidiano.it/it/tutti-gli-articoli/

http://www.ildispari24.it/it/la-tavola-di-dio/

http://www.ildispari24.it/it/messer-tulipano/

http://www.ildispari24.it/it/kurt-godel/

http://www.ildispari24.it/it/la-wfwp-e-la-bellezza-interiore/

http://www.ildispari24.it/it/il-dispari-2016-04-11/

http://www.ildispari24.it/it/minerva-auctions/

http://www.ildispari24.it/it/astutillo-e-il-potere-dellanello/

http://www.ildispari24.it/it/il-dispari-2016-04-04/

http://www.ildispari24.it/it/gohar-dashti/

http://www.ildispari24.it/it/volto-e-corpo/

http://www.ildispari24.it/it/toulouse-lautrec/

http://www.ildispari24.it/it/mario-giacomelli/

http://www.ildispari24.it/it/tango-silencio/

http://www.ildispari24.it/it/andrea-pinchi/

http://www.ildispari24.it/it/seme-creativo/

http://www.ildispari24.it/it/successo-per-marco-tullio-barboni/

http://www.ildispari24.it/it/il-segreto-di-leonardo-da-vinci/

http://www.ildispari24.it/it/bulgari/

http://www.ildispari24.it/it/marco-tullio-barboni/

http://www.ildispari24.it/it/palazzo-braschi/

http://www.ildispari24.it/it/convegno-8-marzo/

http://www.ildispari24.it/it/escher-a-treviso/

http://www.ildispari24.it/it/francesco-vaccarone-e-la-poesia-visiva/

http://www.ildispari24.it/it/ugolina-ravera/

http://www.ildispari24.it/it/concerto-a-roma/

http://www.ildispari24.it/it/tinto-brass-uno-sguardo-libero/

http://www.ildispari24.it/it/il-poeta-dellanno-2015/

http://www.ildispari24.it/it/de-chirico-a-ferrara/

https://www.emmegiischia.com/wordpress/premio-il-poeta-dellanno/

 

Hits: 9