Ischia, un’isola di…

Benvenuti

Golfo 26062010 comunicato 2
È ormai ufficiale, l’antologia poetica “Ischia, un’isola di… “ sarà presentata presso l’Hotel Miramare e Castello di Ischia nei giorni dal 19 al 24 luglio 2010. All’evento parteciperanno importanti esponenti della cultura, dell’arte e dell’informazione quali il Senatore Salvatore Lauro, la Direttrice della Biblioteca Antoniana Lucia Annicelli, Gaetano Di Meglio de “Il Golfo”, il poeta Nunzio Albanelli, Antonio Mencarini – insostituibile voce del Progetto “La nostra isola” -, i poeti Alberto Liguoro, Dalila Liguoro, Franco Calise, Clementina Petroni, Sacha Savastano, Biagio Di Meglio, la pittrice Nunzia Zambardi e tutti gli autori inseriti nell’antologia che vorranno presentare personalmente le loro produzioni artistiche
Sono previsti intermezzi musicali proposti dal duo chitarristico composto da Raffaele Colombo ed Antonio Di Pinto.

Contatto stampa savastanosacha@gmail.comemmegiischia@gmail.com
Immagini per la stampa disponibili su https://www.emmegiischia.com
Roberta Panizza
Oggi parliamo di...

C O N T A T T A C I emmegiischia@gmail.com

———-

Nuovo amico del progetto culturale “La mia isola” ideato da Bruno Mancini

 

ANT3 DAVANTI 7ANT 3 DIETRO 6Si comunica che nell’ambito del progetto culturale “La nostra Isola“, che si prefigge lo scopo di “restituire alla poesia il palco di primo piano che le spetta di diritto nell’attuale società italiana”, è stata ultimata la stampa della terza antologia poetica della serie “Un’isola di…”.
Al lavoro hanno preso parte autori di grande esperienza, insieme ad alcuni promettenti esordienti, formando così un gruppo estramamente valido ed eterogeneo e di grande interesse, non solo culturale.

La presentazione ufficiale del volume alla stampa ed al pubblico, avrà luogo presso gli alberghi “Miramare e Castello” e “Mareblu”, entrambi siti all’interno del Comune di Ischia, nei giorni che vanno dal 18 al 25 luglio 2010. In occasione dell’evento la direzione dei suddetti Hotel, nella persona del Dott. Giovanni Monti, ha messo a disposizione quattro diversi pacchetti di offerte speciali, che potranno essere richiesti direttamente ai nostri recapiti.

A coda della letture poetiche, cui prenderanno parte personalità culturali di primissimo piano, sono previsti interventi di artisti provenienti da altre discipline che presenteranno le loro opere.

Un progetto ideato da
Bruno Mancini
Via Gemito 27 80077
Ischia (Napoli)

Contatto stampa
savastanosacha@gmail.com
Tel: 3450749186
Immagini per la stampa disponibili su
https://www.emmegiischia.com

Golfo 06062010 comunicato 1 Miramare


PER IL PROGETTO CULTURALE “LA MIA ISOLA” A CURA DI ROBERTA PANIZZA E DI BRUNO MANCINI, CARMEN CUOMO PER TELEISCHIA INTERVISTA KATIA MASSARO DURANTE L’IPOMEA DEL NEGOMBO – 21 MAGGIO 2010 – PRESENTANDO IN ANTEPRIMA LA NOSTRA ANTOLOGIA POETICA “ISCHIA, UN’ISOLA DI…

Ped Golfo Ant3 Ipomea intera ok
Il giorno 21 maggio, nell’ambito di Ipomea, l’importante mostra mercato di piante rare ed inconsuete della fascia temperata calda, che si svolge nell’incantevole scenario del Parco termale Negombo e si concluderà il 23 maggio, è avvenuta una prima presentazione informale dell’antologia “Ischia, un’isola di…”, la terza raccolta di poesie di autori che hanno aderito al progetto di diffusione della poesia “La mia isola” ideato e portato avanti da me e da Bruno Mancini.
Il testo, oltre a raccogliere interessanti versi di validi autori contiene anche immagini fotografiche e pittoriche di abili cultori di queste arti.
Tra i poeti possiamo leggere, nell’antologia, oltre quelli degli ideatori del progetto, versi di Luciano Somma, poliedrico rappresentante della cultura e della poesia campana che ha fatto di internet la cassa di risonanza della sua arte; Nunzia Binetti, pugliese, “poetessa dell’anima” che si interessa di versi anche nell’ ambito della critica letteraria; Liga Sarah Lapinska, poetessa lettone che ama l’Italia e la sua lingua; Umberto Maselli, cultore di filosofia che trova nel poetare un mezzo per arrivare alla conoscenza; Virginia Murru, autrice sarda, che vive la poesia come momento di libertà e luogo di rifugio; Clementina Petroni residente nel Castello Aragonese di Ischia, che custodisce con dedizione ed impegno i retaggi della storia sociale e culturale dell’isola; Alberto Liguoro, già magistrato, ora avvocato, che scrive da sempre in prosa e in poesia; Fabio Salvi, autore marchigiano che è attualmente assessore alla cultura presso il comune di Venarotta; Pietro Massaro, campano, che si qualifica poeta autobiografico, verista e realista e abile rimatore; Marta Zemgune, artista lettone, che si esprime non solo in poesia ma anche con la pittura; Dalila Liguoro, laureata in psicologia, che scrive poesie da sempre ma si diletta anche di musica, fotografia e disegno; Franco Calise,Elia Belculfiné, giovane poeta campano la cui poesia ha forti legami con la musica; Davide Castiglione, studente di lingue e letterature straniere all’università degli Studi di Pavia, appassionato di poesia, traduzione e critica letteraria; Domenica Luise, siciliana, ex insegnante, che si dice da sempre “perseguitata” dalla scrittura; Sacha Savastano giovane laureando in “Scienze della Comunicazione” che ha intrapreso la carriera giornalistica scrivendo per alcune free press locali e curando la rubrica culturale di alcuni siti Internet di divulgazione scientifica.
Tra gli artisti dell’immagine sono presenti nell’antologia (oltre ai già citati Fabio Salvi, Virginia Murru, Liga Sarah Lapinska, Clementina Petroni, Dalila Liguoro) Nunzia Zambardi, interessante pittrice ischitana che vanta tra le sue esposizioni quella tenuta al prestigioso Hotel Mareblù dell’Isola d’Ischia; Katia Massaro, socia fondatrice di “Delphis”, associazione creata per la salvaguardia delle razze marine in via di estinzione, che esprime attraverso la fotografia il suo amore per la natura; Franco Trani, noto fotografo ischitano particolarmente conosciuto per la passione sportiva, che pone continuamente la sua trentennale esperienza anche al servizio dello spettacolo e dell’arte.
Sono presenti inoltre nell’antologia suggestive traduzioni in inglese di Antonio Mencarini che presta la sua voce al progetto “La mia isola” anche come espressiva voce recitante.
Chiude il libro lo stalcio di un documento degli anni ‘50 che Chicco Cecchi, grande conoscitore di tutto il terrritorio dell’Isola d’Ischia, ha voluto presentare come stimolo alla difesa della specifica morfologia dell’isola.
originario di Lacco Ameno, nella bella Ischia, che tra un impegno lavorativo ed un altro si dedica alla poesia; Roberta Panizza

Ant3 Ipomea Katia 21052010A compAntologia poetica “Ischia, un’isola di…” – Ipomea Negombo Lacco Ameno 21-05-2010 – Katia Massaro

Ant3 Ipomea Katia 21052010B compAntologia poetica “Ischia, un’isola di…” – Ipomea Negombo Lacco Ameno 21-05-2010 – Katia Massaro

Ant3 Ipomea Katia 21052010C compAntologia poetica “Ischia, un’isola di…” – Ipomea Negombo Lacco Ameno 21-05-2010 – Katia Massaro

bannerok

 

corriere 19052010 E’ confermata per il 21 maggio, in occasione della inaugurazione della Ipomea, la mostra mercato di piante rare della fascia temperata tenuta dal parco termale “Negombo” di Lacco Ameno, la prima, ufficiosa presentazione della terza antologia poetica pubblicata nell’ambito del progetto

La mia Isola

a cura di

Bruno Mancini e

Roberta Panizza;

dal titolo

Ischia, un’isola di…

“E’ la chiusura di un capitolo.“ – chiosa Mancini – “Dopo alcuni anni di fantastico (quasi goliardico) entusiasmo, è arrivato il momento di porre fine alla prima parte del nostro progetto di rilancio dell’arte in generale e della poesia in particolare. Vogliamo ora che gli autori e le personalità che hanno voluto aderire a questi nostri programmi possano ulteriormente svilupparli, e portarli al livello successivo.
Un percorso che giunge al termine dopo essersi esaurito, dunque… “Al contrario: il nostro lavoro nel tempo ha acquisito un’importanza tale da non essere gestibile con il nostro vecchio approccio. Il compito mio e di chi con me ha retto il timone di questa nave finisce qui: la prossima tappa richiederà un equipaggio più grande, più numeroso e competente, perché il viaggio diverrà sempre più difficile, e sempre più bello. Una cosa è certa: siamo solo all’inizio”.

Un inizio pregnante ed estremamente significativo se è vero come è vero che la “scusa” dell’antologia mette insieme le menti di autori divenuti ormai pionieri e partecipi delle idee propugnate nel corso di tutto il progetto culturale; personalità che si incontrano tra le pagine di una raccolta alla quale, in questa occasione, già nel titolo è stata posta tutta l’indeterminatezza di un viaggio non organizzato volendo, con esso e con i contenuti che preannuncia, stimolare il desiderio di scoperta e di ricerca insiti, più o meno marcatamente, in ciascun individuo: “Ischia, un’isola di…” lascia quindi spaziare liberamente il lettore, persino con la fantasia, nel percorso non solo poetico, ma anche geografico, che si snoda tra versi multicolori e, parallelamente, tra lussureggianti paesaggi da ammirare nella loro maestosa e quieta bellezza.

Ischia si riconferma dunque come in passato catalizzatrice di fermenti culturali che ha poi proiettato verso il resto dell’Italia e del mondo – la cui rievocazione è l’idea di fondo che ha da sempre costituito l’anima dell’intero excursus – con la bellezza tanto potentemente rievocativa (o poetica direbbe qualcuno) del nostro vecchio scoglio che fa da cornice ideale per i sogni, a volte tristi ed a volte no, di un gruppo di stimati e talentuosi artisti.

Ci sono insomma tutti gli ingredienti affinchè l’ottimo successo di pubblico e di critica ottenuto dalla due precedenti puntate si ripeta: dall’intrinseco valore di un tema portante che incuriosisce e cattura l’attenzione, alla conferma di nomi eccellenti nella rosa degli autori (da Fabio Salvi a Luciano Somma, Nunzia Binetti, Alberto Liguoro e Dalila Liguoro, Franco Calise, Clementina Petroni, Katia Massaro, Nunzia Zabardi…), al debutto assoluto di alcuni scrittori esordienti su cui i promotori si dicono pronti a scommettere fin da subito.
L’antologia va in definitiva a costituire uno dei rari medium che permettono ai giovani artisti di poter iniziare a respirare l’aria del mondo letterario, senza finire nel gigantesco tritacarne rappresentato dalla giungla del mondo editoriale di mainstream.

Il contraltare, l’alternativa che “La mia isola” è riuscita a costituire a due anni dall’inizio del progetto, fornisce invece prova inconfutabile di come tanti artisti brillanti possano essere messi insieme, e legati fortemente al territorio, sulla scorta di poche idee, ma originali e ben organizzate. In queste occasioni sarebbe facile parlare per metafore ricordando la proverbiale goccia nell’oceano, ma non è questo il caso, non più: cambia l’ordine di idee, cambiano le prospettive, anche quelle meramente legate a logiche di mercato, di una collana di opere che ha già dato ampiamente prova di poter figurare ottimamente finanche in importanti cataloghi di vendita italiani ed esteri. Forse è solo l’indizio di un viaggio portato a termine nel migliore dei modi. O forse, è più semplicemente la partenza verso la tappa successiva.
Sacha Savastano

Hits: 18

DILA

Premi Otto milioni

Bruno Mancini

Lascia un commento