Il Golfo – Facebook

Benvenuti

“Il Golfo”,
quotidiano indipendente diretto con grande attenzione per la libertà e la
dignità dal battagliero Domenico Di Meglio.

Prima ancora della mia iscrizione a face, sentivo e leggevo
molti conoscenti ed amici affermare con frizzante soddisfazione di far parte
del “Popolo di face”.

Asserzione, da un punto di vista ideologico, certamente
degna di rispetto e di attenzione in virtù del grande contenuto progressista e
civile in essa contenuta.

Infatti, cosa potrebbe essere più auspicabile di una
popolazione che si riconosca unita, superando ogni e qualsiasi barriera,
all’interno di in una comunità non imposta da eventi bellici né da spartizioni
di un moderno feudalesimo, non ereditata a mala voglia o per coercizioni
esistenziali… ma formata da individui autonomamente e spontaneamente
determinati a farne parte?

In quale momento storico si è mai assistito ad una
migrazione spontanea verso un luogo o verso un modello di vita tutto da
scoprire?

Ex comunisti ed ex cattolici, imprenditori e lavoratori
subordinati, maestri ed allievi, cacciatori ed animalisti, pescatori e
montanari, belle donne e seduttori, pedofili e giovincelli… tutti insieme alla
mensa della socializzazione spontanea!

Incredibile.

Meravigliosamente incredibile.

Il mio ottimismo non aveva avuto alcun dubbio sulla valenza
di tale loro conclamata adesione, né, tanto meno, aveva sospettato che il
“nuovo mondo” costituito da un sito web potesse essere peggiore dei più
bistrattati regimi coloniali dei secoli scorsi.

Il mio ottimismo si era sbagliato in maniera macroscopica.

In face accade il paradosso di una popolazione che
spontaneamente emigra in essa, assoggettandosi con superficialità e con
allegria ad un tiranno sconosciuto, salvo poi accorgersi di essere
strumentalizzata, ma quando ormai la dipendenza dalle lusinghe che indicano nel
“nuovo mondo” fb una socialità aperta e disinibita non concede più fughe verso
solitudini a questo punto insopportabili.

Se è vero – come è vero – che Popolo e Stato sono variabili
indipendenti in una unica equazione (nel senso che ciascuno di essi è
potenzialmente in grado si assoggettare l’altro, per lunghi o brevi periodi, ma
nessuno dei due ha valore in una esistenza autonoma), è evidente che non potrà
esistere lo Stato assolutista di fb allorché gli attuali Sudditi prendano
coscienza della mancanza di dignità che comporta la loro permanenza nel sito.

Chi sarà il prossimo marrano a ribellarsi?

Bruno Mancini

Caro…

come
faccio con tutti i miei nuovi amici, anche a te trascrivo un resoconto
dell’attività che sto svolgendo su face allo scopo di

“PREPARARE LE CONDIZIONI PER COSTRINGERE GLI ANONIMI
PADRONI DI FACE A NON CONSIDERARCI PIU’ LORO SUDDITI, MA PERSONE
CIVILI LA CUI DIGNITA’ VA RISPETTATA”

perché

La libertà è una sfida, la dignità un orgoglio, face
mortifica entrambe

ciao Bruno

Cari nuovi amici,

Seguito “Le rogne non finiscono mai”

Oggi alle 2.36

Cari amici ecco l’elenco degli attuali aderenti al nostro
progetto

“Anche a Carnevale la libertà è sempre una sfida, la
dignità un orgoglio, face mortifica entrambe” Bruno Mancini.

1 Lucia Cassini 2.326 amici e Frederic Lozada Echenique
hanno stretto amicizia grazie a un tuo consiglio.

2 Mirna Mancini 143 amici e Frederic Lozada Echenique hanno stretto amicizia
grazie a un tuo consiglio.

3 Liliana Bianchi 67 amici e Frederic Lozada Echenique hanno stretto amicizia
grazie a un tuo consiglio.

4 Anna Antonietta Salerno 97 amici e Frederic Lozada Echenique hanno stretto
amicizia grazie a un tuo consiglio.

5 Emilio Russotti 28 amici e Frederic Lozada Echenique hanno stretto amicizia
grazie a un tuo consiglio.

6 Flavia Vizzari 1063 amici e Frederic Lozada Echenique hanno stretto amicizia
grazie a un tuo consiglio.

7 Dario Rustichelli 69 amici e Frederic Lozada Echenique hanno stretto amicizia
grazie a un tuo consiglio.

8 Nicola Pantalone 223 amici e Frederic Lozada Echenique hanno stretto amicizia
grazie a un tuo consiglio

9 Mario Feliciotti 257 amici e Frederic Lozada Echenique hanno stretto amicizia
grazie a un tuo consiglio

10 Barbara Khant 105 amici e Frederic Lozada Echenique hanno stretto amicizia
grazie a un tuo consiglio.

11 Biblioteca Antoniana 233 amici e Frederic Lozada Echenique hanno stretto
amicizia grazie a un tuo consiglio.

12 Villa Maria Ischia 951 amici e Frederic Lozada Echenique hanno stretto
amicizia grazie a un tuo consiglio.

14 Gabriella Aruanno 68 amici e Frederic Lozada Echenique hanno stretto
amicizia grazie a un tuo consiglio.

15 Isola d’Ischia 610 amici e Frederic Lozada Echenique hanno stretto amicizia
grazie a un tuo consiglio.

16 Vito Colella 351 amici e Frederic Lozada Echenique hanno stretto amicizia
grazie a un tuo consiglio

17 Santino Gattuso 141 amici e Frederic Lozada Echenique hanno stretto amicizia
grazie a un tuo consiglio

18 Franco Bozzo Aguirre 52 amici e Frederic Lozada Echenique hanno stretto
amicizia grazie a un tuo consiglio.

19 Manuela Pallucca 90 amici e Frederic Lozada Echenique hanno stretto amicizia
grazie a un tuo consiglio.

20 Mauro Montacchiesi 158 amici e Frederic Lozada Echenique hanno stretto
amicizia grazie a un tuo consiglio

21 Gianfranco Tarantini 604 amici e Frederic Lozada Echenique hanno stretto
amicizia grazie a un tuo consiglio.

22 Giovanni D’Amico 434 amici e Frederic Lozada Echenique hanno stretto
amicizia grazie a un tuo consiglio

23 Italo Zingoni 20 amici e Frederic Lozada Echenique hanno stretto amicizia
grazie a un tuo consiglio.

24 Fabio Salvi 229 amici e Frederic Lozada Echenique hanno stretto amicizia
grazie a un tuo consiglio.

25 Enzo Boffelli 604 amici e Frederic Lozada Echenique hanno stretto amicizia
grazie a un tuo consiglio.

26 Luciano Somma 856 amici e Frederic Lozada Echenique hanno stretto amicizia
grazie a un tuo consiglio.

27 Elena Mancini 35 amici e Frederic Lozada Echenique hanno stretto amicizia
grazie a un tuo consiglio.

28 Alessandra Di Gravio 98 amici e Frederic Lozada Echenique hanno stretto
amicizia grazie a un tuo consiglio.

29 Giorgio Boccanfuso 296 amici e Frederic Lozada Echenique hanno stretto
amicizia grazie a un tuo consiglio.

30 Salvatore Ronga 307 amici e Frederic Lozada Echenique hanno stretto amicizia
grazie a un tuo consiglio.

31 Daniela Baldassari 50 amici e Frederic Lozada Echenique hanno stretto
amicizia grazie a un tuo consiglio

32 Francesco Esposito 114 amici e Frederic Lozada Echenique hanno stretto
amicizia grazie a un tuo consiglio

33 Bruno Zapparrata 68 amici e Frederic Lozada Echenique hanno stretto amicizia
grazie a un tuo consiglio

34 Officina Arteteka 354 amici e Frederic Lozada Echenique hanno stretto
amicizia grazie a un tuo consiglio.

35 Giorgio De Cesario 434 amici e Frederic Lozada Echenique hanno stretto
amicizia grazie a un tuo consiglio.

36 Francesco Capezza 23 amici e Frederic Lozada Echenique hanno stretto
amicizia grazie a un tuo consiglio.

37 Flavia Ischia e Frederic Lozada Echenique hanno stretto amicizia grazie a un
tuo consiglio

38 Michele ‘bocte’ Bottegal 380 amici e Frederic Lozada Echenique hanno stretto
amicizia grazie a un tuo consiglio.

39 Poesia Parole Di Dentro 55 amici e Frederic Lozada Echenique hanno stretto
amicizia grazie a un tuo consiglio

Frederic ha
confermato la mia richiesta di amicizia su Facebook. 18 feb

vi aggiorno sulle ragioni per le quali, pur rimanendo in face, non parteciperò
alle vostre iniziative, e non ne presenterò di mie al di fuori di una:
PREPARARE LE CONDIZIONI PER COSTRINGERE GLI ANONIMI PADRONI DI FACE A NON
CONSIDERARCI PIU’ LORO SUDDITI, MA PERSONE CIVILI LA CUI DIGNITA’ VA
RISPETTATA

Allo scopo di rendervi partecipi di questa protesta, vi allego le note che
ho fin qui presentate a tutti i miei amici.

domenica 8 febbraio 2009 alle ore 15.13|

Titolo “Le rogne non finiscono mai”

Ecco, per il vostro giudizio la notifica di presunta violazione che mi
comunica il team di face, e la mia successiva contronotifica.

Naturalmente vi terrò informati dello sviluppo degli eventi

Ciao

Bruno

Ciao,

Abbiamo rimosso il tuo video dal titolo (no title), caricato in data 12:32pm
January 23rd, 2009, in quanto venuti a conoscenza del fatto che tale video
potrebbe includere materiale di terzi coperto da copyright, come un video clip
o file audio.

Se sei il titolare del copyright o disponi dell’autorizzazione del titolare a
caricare e distribuire tali materiali su Facebook, puoi segnalare la presunta
violazione seguendo il link riportato in basso.

Ti preghiamo di notare che se ricarichi il video senza prima inviare una
contronotifica, oppure se carichi un altro video che trasgredisce i diritti di
terzi, il nostro sistema eliminerà nuovamente i contenuti da te pubblicati.
Tale comportamento potrebbe risultare in un blocco dell’accesso
all’applicazione video di Facebook o nella disattivazione del tuo account
Facebook.

Per inviare una contronotifica:

Invia una contronotifica

Per qualsiasi altra domanda, vai alla nostra Help page.

Il team Facebook

Egregi signori

Oggetto: presunta violazione del vostro regolamento a seguito caricamento da me
effettuato del video 1071894563918 “Titolo = (senza titolo)(no title),
caricato in data 12:32pm January 23rd, 2009.

Si tratta di un video di circa 4 minuti stralciato da una trasmissione
televisiva di circa 30 minuti nella quale, lai conduttrice Mirna Mancini (mia
figlia) e Nicola Pantalone (da me incaricato) presentano esclusivamente una
Antologia poetica “Ischia un’isola di poesia” edita da www.Lulu.com di cui sono
curatore ed autore.

In particolare leggono alcune mie poesie.

Video mandato in onda da Tele Ischia il 26/12/2008 e del quale possiedo il DVD
originale consegnatomi dalla stessa emittente televisiva.

Con cortese richiesta di verifica e di comunicazione della certa rettifica
della presunta violazione, a tutela dei miei diritti d’autore e del buon nome
derivante dalla correttezza del mio account, porgo cordialità.

Bruno Mancini

Con questo dichiaro sotto pena di spergiuro che le informazioni soprastanti
sono accurate e che credo in buona fede che il materiale in questione sia stato
rimosso o disabilitato a causa di un errore o di un’errata identificazione.

unedì 9 febbraio 2009 alle ore 23.21

Seguito “Le rogne”

Ciao, care amiche e cari amici,

oggi, oltre ai tanti messaggi di solidarietà che mi sono giunti, ho ricevuto
anche da Flavia Vizzari – che ringrazio molto -, un indirizzo che ritengo
prezioso per mettere in luce il profondo significato della protesta in cui mi
sento impegnato

http://www.facebook.com/profile.php?id=1422762107#/group.php?gid=47241217869&ref=nf

Non è una stravaganza la mia, ma è un’esigenza di libertà, di dignità e di
democrazia, contro autoritarismi economici che ci vogliono sudditi.

Ho invitato la cara Daniele Baldassari a tradurre i capitoli salienti presenti
nel sito, e lei, con la consueta solerzia ed intelligenza, ha provveduto a
relazionarmi ed a trascrivere i testi in italiano.

Ora, proponendovi le ragioni della protesta accampata dal sito francese:

“Attualmente membri di Facebook sono stati disconnessi da membri attivi
senza una valida ragione, e sono stati lasciati falsi profili e gruppi
estremamente pericolosi e falsi on line.

Questo sito merita una causa per inconformità alle libertà fondamentali,
eccessive ed ingiuste clausole.

Mobilizziamoci contro queste maniere ed atti commerciali ingiusti.

Sottoscrivete questo gruppo e saremo più forti per ripristinare le nostre
libertà!”

vi chiedo: “Saranno sempre ed ancora da soli i francesi a prendere
iniziative, anche rivoluzionarie, in difesa delle libertà fondamentali, oppure
anche noi abbiamo l’orgoglio per partecipare con determinazione affinché esse
vangano continuamente valorizzate?”.

A tutti, un caro abbracciotto da orsacchiotto (come propone Daniela)!

venerdì 13 febbraio 2009 alle ore 3.04

Ho ricevuto un invito ad aderire ad un movimento per la difesa di Face.
Io sono della opinione che i signori padroni di Face utilizzino strumenti
antidemocratici, assolutistici, e che non tengono in nessun conto la dignità
delle persone contro le quali consentono o fanno emettere, in totale anonimato,
provvedimenti sanzionatori privi di qualsiasi confronto preventivo.
In Face noi siamo sudditi di un muro di gomma.

Bene, se Face è in pericolo di chiusura, io dico, a coloro che intendono mobilitarsi
in sua difesa, che sarebbe coerente chiedessero, ai signori padroni di Face,
almeno la partecipazione da parte di una rappresentanza dei signori sudditi
alla gestione della corretta applicazione dei regolamenti condivisi.

Ovvero, che i signori padroni di Face smettano di essere legislatori e giudici
nello stesso tempo.

Se questo è chiedere troppo, per me Face chiuda pure, non avrò alcun dolore.

Chiedo ai miei amici, così come scritto dai sostenitori di Face nel brano che
riporto in basso, di “COINVOLGERE TUTTI I NOSTRI AMICI”, ma allo
scopo, io dico, di aprire un confronto con i signori padroni di Face per
preparare un documento d’intenti che dia concreti poteri decisionali ai signori
sudditi in cambio della nostra azione di sostegno.

mercoledì 18 febbraio 2009 alle ore 17.31

Cari amici,

mi sono iscritto al gruppo francese
http://www.facebook.com/group.php?gid=47241217869&ref=nf
e da questo momento scriverò sulla mia bacheca solo in relazione al
“caso” face.
Mi auto sospendo finché non raggiungeremo risultati concreti oppure… più
probabilmente, finché non mi espelleranno!

Grazie per la vostra attenzione.
La libertà è una sfida, la dignità un orgoglio, face mortifica
entrambe” Bruno Mancini.
Se non riusciamo a creare un gruppo italiano, ebbene iscriviamoci al Contre
dei francesi.

Avevo scritto:

Vi domando “I padroni che non si confrontano con i SIGNORI sudditi,
sono vigliacchi?”

Se anche per voi è così, potreste scrivere sulla vostra bacheca “I padroni
che non si confrontano con i SIGNORI sudditi sono vigliacchi” e passare
parola?

Grazie per l’attenzione.

Bruno

Anna Antonietta Salerno (Wendy) mi ha risposto:

Concordo ma ormai è dappertutto così, ma la colpa è nostra: a volte per la
nostra vigliaccheria, per la nostra rassegnazione, per il nostro egoismo per
cui ognuno pensa al proprio orticello. Ciao a tutti la famigerata Wendy

Ed io le ho chiarito che:

Tu Anna non eri ancora nell’elenco dei miei amici quando ho proposto le prime
considerazioni su ciò che accadeva in face, e quindi giustamente metti in luce
opportuni riferimenti alla generalità dei nostri distorti rapporti di sudditi.

Infatti, una delle prime mail che ho inoltrato ai miei amici diceva:

“Io ci provo a tener testa agli ormai innumerevoli “ESSI” – muri
di gomma – che non hanno in nessun conto i rapporti umani ed istituiscono
regole di partecipazione nelle quali si auto nominano anche giudici delle
corrette obbedienze!

Siamo sudditi.

Il mondo è ormai invaso da tanti “ESSI” ai quali la nostra
remissività concede di condannare azioni e comportamenti per presunte
inadempienze nei confronti dei loro regolamenti, in maniera autonoma e senza
alcun preventivo confronto con la parte in causa.

“ESSI”, tutti loro, conoscono i nostri nomi, ma i nomi degli anonimi
relatori che si celano dietro le pareti di gomma contro cui rimbalzano le
nostre contestazioni chi li conoscerà mai?

“ESSI”, contemporaneamente giudici ed imputati, eludono le loro
responsabilità oggettive e non evidenziano la soggettività delle decisioni che
assumono.”

Cosa fare?

Io, e tanti miei coetanei abbiamo avuto il nostro tempo di lotte a partire dai
pacifisti di Danilo Dolci e del gruppo di Perugia, fino al mitico 68′, quando
le nostre barricate fecero cambiare se non il mondo almeno gran parte
dell’Italia.
Ora non so se ci saranno emuli disperatamente pronti a cimentarsi per non
consentire l’annientamento di “sciocchi principi”, e per imporre la
marcia verso obiettivi di maggiore civiltà, ma certo so che, io, continuerò a
puntare il dito.

Con simpatia per l’affetto che porti agli animali, mi piace vederti in prima
fila nella difesa di questi concetti, di per sè molto meno concreti, ma forse
determinanti anche per la buona riuscita delle proposte che ti stanno a cuore.

Uomini liberi possono accudire gli animali, i sudditi hanno difficoltà finanche
a difendere le proprie persone.

Ciao famigerata Wendy, ti avevo avvisata che sono un marrano!

Bruno

Ciao Amico,
stiamo creando le “circostanze” per arrivare a chiedere al popolo
di face 2 ore di interruzione di tutte le attività su face.
Chiamare sciopero l’interruzione sarebbe scorretto, direi di considerarla
una azione di contrasto civile per il recupero dei principi di libertà e di
dignità.

Ci arriveremo per gradi, prima scrivendo tutti insieme una stessa frase di
protesta sulle nostre bacheche, poi presentando un ultimatum, ed infine
attivando l’azione di contrasto civile.

Che ne pensi?

Occorre un nostro portavoce che possa interloquire con i francesi.

Fino ad ora, già oltre il 90% dei miei amici ha aderito al mio invito di
iscriversi al gruppo dei francesi.

Tu hai ottenuto buoni risultati nel passa parola tra i tuoi amici?

Continuerò ad utilizzare face solo per presentare azioni di protesta contro il
suo assolutismo… finché non mi espelleranno.

Ho cambiato la mia immagine!

Ne ho messa una con le insegne di guerra

Ciao , a presto…

Ed ecco alcuni messaggi d’adesione che vi presento in forma anonima anche se
possono essere liberamente letti su face

febbraio 2009

Se si crede in un principio,Bruno, è giusto combattere per esso. Tu hai
forza,coraggio e determinazione. La mia solidarietà ti giunga per intero. In
questo momento sono sfiduciata, non credo che i principi di libertà e di
giustizia possano trionfare..

febbraio 2009

Ti so abbastanza sveglio e diplomatico, sono
certo che riusciresti nell’intento.. io invierò la mail ai conoscenti.

Ciao, buona giornata

.

febbraio 2009

“…. non ci sono parole… non facevano prima a chiederti direttamente
se eri autorizzato a pubblicare quel video e su che basi? … avrebbero fatto
una migliore figura, invece di dirti prima una cosa e poi reclamartene
un’altra! Sarà che glli fa tanta fatica scrivere che mandano prima i testi che
hanno già pronti?

un abbracciotto caro Brun

febbraio 2009

“mamma mia i rompi burocrati ti perseguitano anche su faccia libro… è
il tuo destino ”

febbraio 2009

Sono d’accordo con te anche se da noi accettati direi da noi
dovuti accettare per forza. Ciao

febbraio 2009

Certo che potrebbe essere una buona iniziativa
!

Però spesso chi “detta le regole” come dici tu non ne vuol sapere…

Io sono dell’idea che le regole, in democrazia e soprattutto in
“libertà”

si possono cambiare, quando se ne riconosce la loro natura non
conforme,appunto, sia alla democrazia che alla libertà…

Comunque tu decida però, proprio per il rispetto di quei due ormai

famosi “capisaldi”, io (e penso molti di noi…) sarò dalla tua
parte. !

Un grande ciao.

febbraio 2009

Ciao Bruno,

in questo sito non si viaggia felicemente, perchè ci sono degli elementi

che vogliono soltanto dare fastidio!

marzo 2009

Fosse vero quello che scrivi Bruno…

ciao

marzo 2009

ho
letto daL golfo di oggi la Tua questione su fb e ti esprimo la mia solidariet’
per l’accaduto.

marzo 2009

A
presto saluti

Grandissimo………….
buona domenicaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!
marzo 2009
Guarda che io la battaglia a Facebook l’ho
fatta ed è tutto pubblico sul mio sito. Se poi ti interessa fammelo sapere che
ti mando il link e sono anche nel gruppo perché se si tratta di mandare sai
dove non mi tiro indietro

febbraio 2009

Ciao Bruno,

Condivido al 100% le tue scelte e le tue idee…In bocca al lupo!!!

A prestoi

marzo 2009

Ciao Bruno,comincerei a
chiedere chi c’è dietro a FBK … facile nascondersi dietro ad

anonimi messaggi firmati “Team Facebook”… io non sono in verità
molto esperto ma penso che anche qui, come nel mondo del resto, chi
“comanda” è l’ ECONIMIA e non la SANA POLITICA in cui
noi idealisti crediamo… quando poi ECONOMIA E CATTIVA POLITICA si uniscono
allora sono guai seri per la democrazia (sempre quella vera, intendo !)

Se sono su FBK è per un tuo invito, almeno mi pare, e quindi naturalmente ti
sono vicino e condivido questa tua “battaglia” .

In tutta sincerità però amo il confronto anche aspro, ma il confronto !!!

Non vorrei sbagliarmi ma questi invisibili padri-padroni non rispondono nemmeno
e non si sognano di ammettere di avere commesso un errore nei tuoi confronti e
di commetterne continuamente…

Da qualche parte e per qualche motivo probabilmente il “conto”
torna a loro favore…

Io lo considero solo un posto, uno dei tanti tra l’altro, dove poter conoscere
persone e scambiare idee e potersi confrontare…

Una proposta l’avrei (quella che mi farà sospendere ???!!! c…s.n.f…. ) :

Gli amici che si conoscono qui dovrebbero scambiarsi la mail personale e
continuare i loro “rapporti” in privato… e riaffacciarsi qui di
tanto in tanto

per vedere l’effetto che fa… senza contribuire ad ingrossare il portafoglio
ai padri-padroni.!

Impossibile ? Forse…

Ciao

marzo 2009

Ciao… , ben trovato!

Battagliero come sempre, e
come sempre in difesa di principi irrinunciabili di democrazia libertà e di
dignità.

E’ un onore averti per
amico (e non è merito di face!).

Prima di entrare nel
dettaglio delle tue considerazioni, voglio dirti che la mia personale convinzione è che, da qui a poco (forse
giorni, forse settimane), si muoveranno importanti forze politiche le quali
riusciranno prima a dividere e poi ad incanalare il disordinato “movimento”
assolutamente non politicizzato che pare stia crescendo con grande velocità.

Penso anche che esse (le
forze politiche) non siano ancora intervenute, poiché seguono il preciso
intento di mostrarsi infine paladini non già di un manipolo d’isolati urlatori,
ma di una folla incazzata per le personali angherie subite.

Dico, chiudendo questa
lunga premessa, che noi (eufemismo per dire “altri diversi da me”), saremo
messi in un angolo e, da Incazzati Utenti Sudditi di face, diventeremo a quel
punto convinti assertori delle soluzioni, solo apparentemente risolutive delle
nostre istanze, che saranno state in effetti concordate sotto banco dalle lobby
mai dome di soggiogarci, e dai mangioni sempre pronti, desiderosi e disponibili
apresentarsi continuamente in pubblico
come i tutori dei nostri diritti!

Tu ti chiedi chi siano i
veri padroni di fb, io ti rispondo improvvisando un nome: “LA PUBBLICITA’”. Infatti,
è mia opinione che sia “LA PUBBLICITA’” a governare le Aziende produttrici di
beni e di servizi e non viceversa come logica vorrebbe, contribuendo entrambe
al successo di esponentipolitici facilmente
omologabili alle loro esigenze.

Tu ti chiedi la ragione
per la quale essi, i padroni di fb, non si propongano la necessità di
interrompere la serie di interventi che è nata dal loro indiscutibile sopruso
nei miei confronti, ed io ti rispondo improvvisando una parola; “CONVENIENZA”.

Infatti su cosa
costruiscono il loro successo se non sui continui scambi di opinioni tra gli
utenti?

Più si naviga, anche
sbraitando contro di loro, più incassano per quel meccanismo di retribuzione
secondo il quale le aziende pubblicizzate pagano, non solo ma anche, in
rapporto al numero di visualizzazioni ottenute.

Tu proponi di sottrarre
“alimenti” ai signori di fb riducendo le nostre attività nel sito, ed io ti rispondo
che per me sarebbe come ammettere che la tortura è una pratica chiaramente
inumana… ma va tollerata la domenica e gli altri giorni festivi!

Non esistendo il
fondamento assoluto di alcun diritto dell’uomo, tutti quelli di cui ci pregiamo
attualmente sono stati generati da lotte sviluppatesi su scenari e con modalità
differenti le une dalle altre: le libertà religiose sono state prodotte dalle
GUERRE di religione, le libertà civili sono il risultato di LOTTE dei
parlamenti contro i sovrani assoluti, le libertà sociali sono state il
risultato della CRESCITA del movimento dei lavoratori dipendenti (e parliamo,
almeno, di protezione del lavoro contro la disoccupazione, d’istruzione contro
l’analfabetismo, e poi di assistenza per l’invalidità e per la vecchia e la
salute…).

Nella nuova dimensione
universale e spersonalizzata del web, solo un processo di appropriazionedello “STRUMENTO” di comunicazione potrà
creare le condizioni a che i Signori Sudditi scalfiscano, con tenacia, ad uno
ad uno, i tanti privilegi che i signori padroni concedono a se stessi.

Saranno i tanti “passa
parola” spernacchianti in casa loro
questa nuova razza d’impuniti falsi censori a rendere la partita difficile per
i gestori dei siti antidemocratici e prevaricatori dei diritti di libertà e di
dignità ormai universalmente riconosciuti.

Se è vero che un singolo
utente (è stato il mio caso) si è potuto permettere di additare per oltre un
mese – in casa loro – laloro nefanda e vile conduzione dei rapporti
interpersonali, e ciò senza ottenere alcuna reazione, è anche certo che i
signori padroni di fc non troveranno conveniente continuare in un simile
miserabile eclissarsi per abietto opportunismo, nel momento in cui le voci
d’insolenti sfide e d’ingiuriose condanne dovessero moltiplicarsi in maniera
tangibile.

E nel web tutto ha
velocità inimmaginabili.

Prima di chiudere con i
saluti vorrei indicarti una strada per aggiungere un tuo peso nella vicenda:
trasmetti questa tua mail, e questa mia risposta al giornale che come ben sai
sta affiancando con grande determinazione la nostra azione “Il Golfo”
all’attenzione del Direttore Domenico Di Meglio.

Per oggi ti saluto
caramente, e con un gran sorriso.

Ciao Bruno

Marzo 2009

Carissimo
Bruno,

non conosco
Face per il motivo che non ho mai voluto avvicinarmi a tale

mezzo di
comunicazione, come ad altri similari.

Purtroppo a
me la Rete ed i suoi relativi applicativi occorrono per lavoro,

quindi
ragiono solo in tale funzione rispetto alla comunicazione che viene proposta.

Di base
Inernet appartiene alla sfera di Thanatos, e mi riferisco alla
ripartizione dell’esistenza

come
opposizione ed equilibrio tra due forze: Eros e Thanatos.

La
demoniaca furbizia dell’attuale Thanatos è quella di aver sottomesso le
potenzialità creative

di Eros
facendole sue.

Ecco perché
la grande comunicazione ha avuto l’incredibile espansione di oggi che
ci permette,

al riparo
delle nostre scrivanie e dei nostri video, di comunicare con un intero
mondo che scegliamo

noi stessi.
Un mare di scambi ed informazione, con lo scopo di non comunicare niente,
almeno di umano.

Thanatos
vive attraverso l’attuale divinità adorata dalle masse: il business.

Sai cosa fa
vivere Internet ?

Soldi ( prestiti ed operazioni finanziarie
)
Gioco ( azzardo più o meno simulato e
similari )
Sesso
Turismo
Come puoi
notare l’invasione nel campo di Eros è in chiara evidenza.

Tu cosa
volevi vendere ?

Parole,
sensazioni, trasmissione reale tra anime elette?

Hai
ritenuto che non fossero cose quantificabili nelle quattro categorie sopra
elencate,

e Thanatos
ti ha condannato.

A la Face
d’o c…….

Statti
bene.

Lotta e
boicotta.

Ho risposto marzo 2009

Evviva, arrivano i rinforzi!

Caro…, ogni giorno aumentano gli incoraggiamenti a proseguire
nell’assalto al forte “fb”!

Ho appena terminato di scrivere ad
uno Autore, già presente nell’Antologia “Ischia un’isola di poesia” e che segue
al mio fianco la vicenda, rispondendo alla sua richiesta di indicargli, oltre
alle ragioni morali e civili che sono alla base di questo movimento di
protesta, anche le strategie per giungere ad un risultato concreto e
concludendo la mail con:

Non esistendo il fondamento
assoluto di alcun diritto dell’uomo, tutti quelli di cui ci pregiamo
attualmente sono stati generati da lotte sviluppatesi su scenari e con modalità
differenti le une dalle altre: le libertà spirituali sono state prodotte dalle
GUERRE di religione, le libertà civili sono il risultato di LOTTE dei
parlamenti contro i sovrani assoluti, le libertà sociali sono state il
risultato della CRESCITA del movimento dei lavoratori dipendenti (e parliamo,
almeno, di protezione del lavoro contro la disoccupazione, d’istruzione contro
l’analfabetismo, e poi di assistenza per l’invalidità e per la vecchia e la
salute…).

Nella nuova dimensione
universale e spersonalizzata del web, solo un processo di appropriazionedello “STRUMENTO” di comunicazione potrà
creare le condizioni a che i Signori Sudditi scalfiscano, con tenacia, ad uno ad
uno, i tanti privilegi che i signori padroni concedono a se stessi.

Saranno i tanti “passa parola”
spernacchianti in casa loro questa nuova razza d’impuniti
falsi censori a rendere la partita difficile per i gestori dei siti
antidemocratici e prevaricatori dei diritti di libertà e di dignità ormai
universalmente riconosciuti.

Se è vero che un singolo
utente (è stato il mio caso) si è potuto permettere di additare per oltre un
mese – in casa loro – la loro
nefanda e vile conduzione dei rapporti interpersonali, e ciò senza ottenere alcuna
reazione, è anche certo che i signori padroni di fc non troveranno conveniente
continuare in un simile miserabile eclissarsi per abietto opportunismo, nel
momento in cui le voci d’insolenti sfide e d’ingiuriose condanne dovessero
moltiplicarsi in maniera tangibile.

E nel web tutto ha velocità
inimmaginabili.

Caro …. , la mia partita personale con fb è ormai, per quanto mi
riguarda, da tempo terminata.

Non ho dubbi nel credere di aver ripagato la scellerata censura ai miei
danni, provocando a fcdisagi di gran
lunga superiori a quelli da me patiti.

Quindi ora sono serenamente impegnato in una battaglia ideale e
spersonalizzata.

So ben certo, da come si stanno
muovendo alcuni personaggi, che in breve tempo noi saremo messi in un angolo e noi (in questo
caso eufemismo per dire “altri diversi da me”) da Incazzati Utenti Sudditi di
face, diventeremo convinti assertori delle soluzioni, solo apparentemente
risolutive delle nostre istanze, che saranno state in effetti concordate sotto
banco dalle lobby mai dome di soggiogarci, e dai mangioni sempre pronti,
desiderosi e disponibili apresentarsi
continuamente in pubblico come i tutori dei nostri diritti!

Tanto è da sempre
che “Tutto va cambiato affinché tutto rimanga uguale”.

Ciao e … grazie!

Lascia un commento