Torre Grossa: a San Gimignano un viaggio nel Medioevo

TORRE GROSSA DI SAN GIMIGNANO IL VIDEO MAPPING 3D  Medieval Vertigo

Definita la Manhattan del Medioevo, San Gimignano è anche famosa per le sue torri medievali di cui oggi se ne possono ammirare sedici rispetto alle 72 dell’epoca, tra cui la Torre del Podestà o Torre Grossa la più alta che tocca i 54 metri rispetto ai 51 della Torre Rognosa. Simbolo di fortezza civica, la Torre Grossa si trova in piazza Duomo e mostra il paramento a vista in pietra tagliata in bozze ben regolari, e in cima una cella campanaria a copertura piramidale, circondata da un camminamento protetto da parapetto poggiante su archetti pensili.

Torre Grossa Medieval verrtigo
videomapping 3D

Duecentodiciotto scalini separano il visitatore dalla cima di questa Tore in un percorso verso l’alto che in cima regala una vista incantevole sul panorama della città. Si possono scorgere così palazzi, tetti, vicoli e piazze tra il rosso del cotto e il grigio del travertino, compresa la mole boscosa del Poggio del Comune, e ancora le bianche vette delle Alpi Apuane e i colorati vigneti del Chianti, senza dimenticare i rilievi del Casentino. Uno scenario dove non passano inosservate il campanile della Collegiata di Casole d’Elsa e i palazzi rinascimentali della vicina Colle di Val d’Elsa e la corona di torri di Monteriggioni, mentre sul fondo valle si può seguire il percorso dalla Via Francigena, dal Castello di San Miniato ai borghi di Montaione e Gambassi Terme. A dare ancor più spettacolarità a questo panorama di luoghi naturali e costruzioni architettonici visibili dalla cima della Torre Grossa, sarà “MEDIEVAL VERTIGO Videomapping 3D che sarà inaugurato il 10 agosto 2017 alle 18.30 a San Gimignano.

Si tratta di uno spettacolo videomapping 3D, promosso dal Comune di San Gimignano e realizzato da Unità C1, in italiano e in inglese, con colonne sonore originali, composte per l’occasione. Lungo il percorso verso la cima della Torre Grossa il visitatore spettatore sarà virtualmente come trasportato in un viaggio nello spazio e nella storia della Torre e della città di San Gimignano. La salita verso l’alto sarà accompagnata da visioni dinamiche ed emozionanti, che rievocano eventi costruttivi, storici, culturali.

Torre Grossa Medieval Verrtigo
Videomapping 3D

Dopo l’animarsi di carrucole, oblò, paratie e pannelli, funi e catene con l’accensione dei motori di un’astratta e complessa Macchina cosmica, nel salire prendono forma gli ambienti del Palazzo Comunale come la Sala delle armi con le scene di caccia e tornei legati ai cavalieri angioini ad opera di Azzo di Masetto. E poi gli scontri tra guelfi e ghibellini, come tra le famiglie rivali a San Gimignano degli Ardinghelli e dei Salvucci. Scenari dipinti, come usciti dalla penna di Dante nel rappresentare l’Inferno mostrano diavoli volanti ispirati ai cicli del Duomo e di San Lorenzo in Ponte dove operarono artisti quali Taddeo di Bartolo e Cenni di Francesco di ser Cenni e di contro una fugace visione della “Maestà” dipinta nel 1317 da Lippo Memmi pittore della scuola senese seguace di Simone Martini.

E poi si procede dagli “exempla” morali in negativo ad opera di Memmo di Filippuccio rivolti al Podestà che non doveva cedere alla corruzione, per arrivare al noto profilo di San Gimignano conosciuto in tutto il mondo dove le torri fanno a gara per toccare il cielo, mentre le dolci colline sangimignanesi mostrano le viti e lo zafferano. E poi la volta dei Santi con la beata Fina e le sue viole gialle, San Sebastiano e il suo ampio mantello con il quale protegge i cittadini colpiti dal terribile morbo della peste che provoca ferite come le numerose frecce che trafissero il martire. Il mantello di San Sebastiano diventa quello di San Gimignano, il santo vescovo di Modena che ha dato il nome alla città. Della produzione di questo suggestivo spettacolo se ne è occupata Civita-Opera gestore dei Musei Civici di San Gimignano, unitamente alla  nuova illuminazione e manutenzione straordinaria della Torre.

Silvana Lazzarino

Medieval Vertigo

Videomapping 3D sulla Torre Grossa di San Gimignano

dal 10 agosto 2017

Orari di apertura:1 Aprile – 30 Settembre: 10.00 – 19.30

1 Ottobre – 31 Marzo: 11.00 – 17.30, 1 Gennaio: 12.30 – 17.30, il 25 Dicembre (chiusi)

ingresso consentito fino a mezz’ora prima l’orario di chiusura dei musei

Altri articoli pubblicati su Emmegiischia da Silvana Lazzarino

http://www.emmegiischia.com/wordpress/lettura-interattiva-con-magic-blue-ray/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/97273-2/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/morhena_-solo-un-po-di-rabbia-e-gia-un-successo/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/artemisia-gentileschi-e-milena-petrarca-a-pozzuoli/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/fulvio-bernardini-al-micro-arti-visive-di-roma/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/dispari-2017-06-12/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/gioco-damore-di-angela-tiberi-a-pontinia/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/menzione-donore-silvana-lazzarino/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/uno-lo-street-artist-che-rielabora-lo-stile-pop/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/96784-2/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/grande-successo-a-latina-per-il-premio-magna-grecia/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/walter-guidobaldi-e-il-suo-mondo-fantastico/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/alba-gonzales-in-mostra-a-bomarzo/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/arturo-martini-e-fausto-pirandello/

Articoli pubblicati su ildispari24.it da Silvana

http://www.ildispari24.it/it/solidarieta-e-spettacolo-con-il-photofestival-attraverso-le-pieghe-del-tempo/

http://www.ildispari24.it/it/milena-petrarca-omaggia-artemisia-gentileschi/

http://www.ildispari24.it/it/magic-blue-ray-e-la-bibliolettura-interattiva/

http://www.ildispari24.it/it/al-micro-di-roma-il-rivisitismo-di-fulvio-bernardini/

http://www.ildispari24.it/it/angela-tiberi-e-il-suo-gioco-damore-presentato-a-pontinia/

 

 

 

 

Le fotografie di Gloria Pasotti

 LE FOTOGRAFIE DI GLORIA PASOTTI RESTITUISCONO NUOVA VITA AD OGGETTI ORDINARI RENDENDOLI STRAORDINARI

Sugli assemblaggi, sulle associazione tra diverse forme legate all’arte dove ritrovare luoghi inattesi del quotidiano che difficilmente emergono nell’ordinario di un tempo sempre uguale ruota l’interesse creativo di  GLORIA PASOTTI (Brescia,1987), giovane fotografa e artista multimediale, già nota in Italia, Francia e in Svizzera per aver partecipato a diverse esposizioni personali e collettive di grande interesse.

le fotografie di Gloria Pasotti

le fotografie di Gloria Pasotti

Al suo lavoro, sempre proiettato alla ricerca di nuove possibilità espressive, attraverso cui restituisce un nuovo modo di osservare la realtà facendo emergere l’invisibile dal visibile, il nuovo dall’abituale, è dedicata una mostra presso la Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea “Raffaele De Grada” di San Gimignano aperta fino al 26 marzo 2017. Su iniziativa dell’Assessorato alla Cultura del Comune di San Gimignano, la mostra 40 DAY DREAM, personale di Gloria Pasotti, a cura di Elio Grazioli, rientra nell’ambito del progetto Fenice Contemporanea, realizzato nell’ambito di TOSCANA IN CONTEMPORANEA 2016.  L’obiettivo della galleria “Raffaele De Grada” che in questi ultimi anni ha ospitato mostre di grandi maestri della fotografia come Elliot Erwitt, Franco Fontana e Robert Capa, è quello di dare spazio anche a giovani e bravi fotografi come Gloria Pasotti attenta nel suo lavoro al ruolo della luce naturale e artificiale nel creare le giuste ombreggiature a caratterizzare giustapposizioni di piani e spazi dove gli oggetti si trasformano in altro da sé.

Nelle fotografie e installazioni realizzate da Gloria Pasotti emerge la ridefinizione degli spazi visti, frequentati e abitati riorganizzati secondo una visione insolita, talora spiazzante dove associa oggetti della sua vita quotidiana di diversi contesti di provenienza, riassemblandoli e restituendo ad essi una nuova funzione con cui da vita a scenari inattesi e ordini di forme sconosciuti.

L’aspetto visivo è fondamentale perché è il luogo dove ha inizio e fine la nuova interpretazione di diversi contesti reali da cui sono catturati elementi e presenze associate senza una precisa logica a ricreare come in un puzzle mondi sorprendenti e quasi avveniristici. Da qui la potenza della visione quale occasione per creare interazioni emotive dove oggetti e ambienti non usualmente associabili tra di loro, diventano possibili presenze con cui recuperare l’altra faccia di una realtà che troppo spesso fugge ad una prima e rapida occhiata.

le fotografie di Gloria Pasotti

le fotografie di Gloria Pasotti

“40 Day Dream è un viaggio fotografico attorno alla mia casa” come affermato dall’artista: un viaggio quale esplorazione in diversi luoghi e direzioni all’interno di un ambiente – quello intorno all’abitazione dell’ artista- che diventa territorio privilegiato per riscoprire quante possibilità possa offrire l’indagine dell’occhio fotografico capace di restituire nuovo respiro a quanto visto come appiattito e obsoleto. Oggetti fuori scala riempiono lo spazio sfidando la gravità a creare nuove composizioni per raccontare quanto siano infinite le possibilità con cui creare relazioni tra entità diverse e simili. Un percorso che mostrando immagini di diamanti deformati, nature morte in interni d’auto, nastri colorati legati a gambi di fiori, e ancora una biglia di vetro collocata nel cavo di un orecchio, apre a nuovi scenari del reale dove trovare le risposte agli interrogativi sul senso di questa vita in cui si consuma l’infinita dicotomia tra finzione e verità, apparire ed essere. Dietro ogni oggetto si nasconde un’infinita potenzialità di situazioni in cui ricollocarlo e ridefinirlo.

Attraverso la fotografia, Gloria Pasotti infatti anima scorci, elementi, gesti, oggetti, altrimenti invisibili nel loro essere abitudinari e circoscritti ad un determinato e predefinito contesto. Il potere della fotografia è quello di restituire nuova vita agli oggetti che si rimettono in gioco per essere presenze contestuali decontestualizzate tra memorai e tempo presente.

Silvana Lazzarino

 

SGUARDO ITALIANO 1

Gloria Pasotti 40 DAY DREAM

Galleria di Arte Moderna e Contemporanea “Raffaele De Grada”

San Gimignano – Via Folgore, 11c Orario: fino al 26 febbraio 2017  11:00 – 17:30, dal 1 al 28 marzo 10:00 – 17,30.   25 dicembre 2016 chiuso, 1 gennaio 2017 dalle 12:30 – 17:30

Fino al 26 marzo 2017

Altri articoli pubblicati su Emmegiischia

http://www.emmegiischia.com/wordpress/il-pensiero-libero-di-patrizia-canola/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/andrea-trisciuzzi/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/dispari-2016-12-05/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/lorella-ridenti-donna-dellanno-a-storie-di-donne/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/profumi-doriente-a-villa-borghese/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/giosetta-fioroni-e-la-sua-mostra-attraverso-levento/

http://www.emmegiischia.com/wordpress/fabrizio-cicero-verso-la-notte/

 

Articoli pubblicati su ildispari24.it da Silvana

http://www.ildispari24.it/it/le-carte-da-gioco-dipinte-dai-pittori-del-novecento/

http://www.ildispari24.it/it/giuseppe-garibaldi-eroe-dei-due-mondi-lettere-e-documenti-raccontano-la-sua-storia/

http://www.ildispari24.it/it/9068-2/

http://www.ildispari24.it/it/asta-con-minerva-auctions-dipinti-antichi-e-arte-del-xix-secolo-a-palazzo-odescalchi/

http://www.ildispari24.it/it/insieme-alle-donne-il-valore-del-femminile/

http://www.ildispari24.it/it/a-viterbo-convegno-su-dignita-e-incolumita-della-donna/

http://www.ildispari24.it/it/evento-expo-in-citta-bookcity-2016-da-ischia-larte-1/

http://www.ildispari24.it/it/storie-di-donne-kermesse-in-rosa-a-roma/

http://www.ildispari24.it/it/leonardo-esposta-per-la-prima-volta-in-italia-horse-and-rider/

http://www.ildispari24.it/it/donne-persephone-in-scena-a-roma-a-villa-torlonia/