Italiani stranieri in patria

Benvenuti

Italiani: stranieri in patria

Per la serie Esopo news

Praticamente accade che:
1a) Io cittadino italiano, se vado a dormire una notte in un comune diverso da quello in cui sono residente, devo pagare una “tassa di soggiorno”.
2a) Milioni di cittadini NON italiani non pagano un euro di tassa di soggiorno dovunque alloggino.
1b) Io cittadino italiano per qualsiasi ragione privo di reddito, solo al raggiungimento di oltre 65 anni ricevo dallo stato italiano un assegno di circa 450 euro al mese.
2b) Un esercito di cittadini stranieri, di ogni età e di qualsiasi condizione economica (dallo stato italiano non rilevabile) ricevono, sotto varie formule, sussidi per oltre, molto oltre, 1.000 euro al mese ciascuno, a cui vanno aggiunti costi stratosferici per lì’amministrazione delle loro posizioni.
3a) Solo un esempio tra migliaia: io cittadino italiano se viaggio senza obliterare il tagliando e vengo intercettato da un controllore, prima o poi, dovrò pagare il costo del biglietto e le relative ammende.
3b) Milioni di cittadini stranieri salgono e scendono dai mezzi di comunicazione senza nemmeno avere l’dea che sia necessario comprare e convalidare un biglietto.
4a) Io cittadino italiano, se mi fermo in un pub o in qualsiasi altro pubblico esercizio e inizio a suonare, a bassissimo volume, qualche canzoncina con la mia armonia a bocca, devo mettere in conto che il titolare dell’azienda possa essere contravvenzionato per esercizio abusivo di spettacolo artistico musicale ed elusione della SIAE.
4b) Le campane di centinaia di migliaia di chiese agli ordini di uno stato straniero rompono i timpani in tutte le ore di tutti i 365/366 giorni dell’anno senza pagare un soldo di SIAE.
5a) Il glorioso (sic) esercito italiano è attualmente impegnato in azioni di difesa, non si sa di chi e/o di cosa e/o perché, in zone che nemmeno un geografo saprebbe indicare  immediatamente.
5b) Il glorioso (sic) esercito italiano NON è attualmente impegnato nell’opera di difesa dei paesi italiani distrutti dagli ultimi terremoti e dei beni dei cittadini italiani rimasti in balia degli sciacalli.
6a&b) Forse, se lo stato italiano provvedesse ad elargire in favore dell’esercito italiano una cospicua diaria per la missione “speciale” di salvaguardia del territorio italiano, così come avviene per le missioni in territori esteri, allora potremmo vedere soldati, caporali e generai intenti a difendere i nostri sfortunati concittadini che sono stati privati dagli eventi sismici dei loro alloggi, ed ora sono in balia degli interessi della burocrazia che distrugge gli ultimi brandelli della loro fiducia nello stato italiano,

Devo continuare?
Fate una donazione con un sms al numero 3914830355!

Bruno Mancini

Hits: 15

Lascia un commento