Patrizio plebeo – Per la serie Esopo news

Benvenuti

Patrizio plebeo – Per la serie Esopo news

Patrizio plebeo

Per la serie Esopo news

Patrizio plebeo come, ad esempio imprenditore comunista e politico populista, è una forma di identificazione di una categoria umana molto diffusa, seppure difficilmente riconoscibile.

Preciso che plebeo, in questa accezione, funge da aggettivo che non vuole assolutamente mortificare il valore morale e/o culturale della persona alla quale viene assegnato, ma intende indicare una posizione, da esternare in narrazione, che sia rapportabile alla situazione sociale della storicamente conosciuta sudditanza della plebe nei confronti dei patrizi.

Ossia, pur riconoscendo che ci sono stati patrizi per niente encomiabili e plebei valenti sotto diversi punti di vista, ciò che si vuole ribadire è la documentazione storica della sudditanza dei secondi nei confronti dei primi.

Allora domandiamoci cosa possa intendersi con “Patrizio plebeo” e se non sia una contraddizione in termini in quanto, poiché il patrizio ordina e il plebeo esegue, non sarebbe comprensibile l’evidenza di un patrizio immortalato in posizione prona sotto spinte esercitate da un quid di livello a lui inferiore.

Prendendo ad esempio un “imprenditore comunista” balza agli occhi, anche in questo caso, una appalesata contraddizione ma, se lasciamo che l’imprenditore faccia il suo mestiere, e se gli consentiamo di raggiungere lo scopo del profitto massimo utilizzando qualsiasi (lecito) artifizio, non ci meraviglieremo più ricevendo notizie di aziende indirizzate verso un maggior coinvolgimento delle maestranze, poiché comprenderemo trattarsi di sistemi artatamente inducenti alla massificazione delle attività lavorative: agisco nella dottrina comunista purché i risultati operativi siano adeguati alle aspettative capitalistiche.

Lo stesso ragionamento può valere per un “politico populista”, purché si comprenda che egli sia impegnato ad adeguare la sua funzione di indirizzo attraverso faziose e settoriali propulsioni: faccio il populista perché, in questo modo, assolvo con maggiore tranquillità alla mia aspirazione di diventare un politico di “potere”.

E il patrizio plebeo?

Il patrizio plebeo è la proiezione di queste apparenti dicotomie nella sfera della pubblica amministrazione, dove l’assessore e il dirigente sono figure di prestigio (patrizi) asserviti al condizionamento proveniente dalla diffusa nullità dei politici tesi nell’accattonaggio populistico (plebe), e abbacinati dal prepotente olezzo di banconote diffuso sulle scrivanie del palazzo dagli imprenditori (patrizi) al servizio delle speculazioni edilizie mistificate per pubbliche utilità (comunismo).

Patrizi plebei, ossia l’impotenza della potenza.

Bruno Mancini

Patrizio plebeo  Per la serie Esopo news

Patrizio plebeo Per la serie Esopo news

DILA

NUSIV

 

Hits: 12

Lascia un commento