Antonio Mencarini legge la poesia “E se sbadiglio” di Bruno Mancini

Benvenuti

Antonio Mencarini legge la poesia “E se sbadiglio” di Bruno Mancini

E se sbadiglio

Dalla raccolta di poesie
“Non sono un principe”
(2012 – 2014):

E se sbadiglio

Mi costa molto non essere un Principe.
La mia natura tendente all’assoluto, allo sconfinato epicureismo come miraggio per la libertà della mente collettiva, nel maniacale prepositivo interesse per il ludico sfizio che in un preciso bivacco macina il mio tempo, e per la consueta abitudine a volere TUTTO (tutto anche di ciò che un tutto non sarà mai), migra, tra divenire ed apparenza, senza giungere ad un’analisi obiettiva.
Sbriciolo gli striscioni delle tappe riducendoli in coriandoli insignificanti: noiosi anche da spazzare per quanto si incuneano negli interstizi dei mobili immobili che mi circondano.
E se sbadiglio vuol dire che qualcosa non funziona.
Scrivere, scacchi, poesie, amicizie, sassofono, amore, bere, fumare, mare, lavoro, lavoro, lavoro… lavoro, bicicletta, famiglia, emozione, a tutto ho dato tutto restando infine con un parziale da mettere nell’album dei ricordi, non certo tra i trofei.
Non sono un principe nemmeno di me stesso, neppure del mio regno.

 

Hits: 74

Lascia un commento